Parlano i due genitori gay: "Siamo felici per i nostri figli ma serve una legge per i diritti di tutti"

"I nostri figli diventano a tutti gli effetti cittadini italiani": la felicità dei due genitori gay a cui è stata riconosciuta in Italia la paternità

"Finalmente i nostri figli possono essere riconosciuti come tali anche in Italia. Entrano a pieno titolo nel nostro asse ereditario e non dovremo più viaggiare in Italia con il magone, nella speranza che non succeda nulla. I nostri figli diventano a pieno titolo cittadini italiani, come è giusto che sia in caso di adozione".

Così in una intervista a La Repubblica parlano i due genitori italiani che da anni si sono trasferiti a Londra. Lì hanno prima potuto unirsi civilmente, poi sposarsi e successivamente adottare due bambini. La coppia ha infatti adottato nel 2014 due fratellini inglesi di 4 e 6 anni per poi rivolgersi alla Rete Lenford affinché quell'adozione fosse riconosciuta in Italia.

"Siamo stati aiutati molto dall'avvocata Susanna Lollini, che ci ha accompagnato nel percorso e spiegato procedure, tempi, ruoli e rischi. Noi non siamo esperti legali e la procedura sarebbe stata impossibile per chi, come noi, è lontano dall'Italia...", hanno dichiarato.

Quanto alla recente decisione avvenuta a Trento dove la Corte d'Appello ha riconosciuto a una coppia gay la possibilità di essere considerati padri di due bambini nati all'estero grazie alla maternità surrogata dicono: "E' un altro tipo di genitorialità, ma non la nostra prima scelta. Come ogni tema sensibile, è una materia delicata che deve essere regolata e non proibita. Bisogna permettere l'uso corretto che ne viene fatto in Paesi con un sistema legale adeguato e su base volontaria, non deve essere basata su interessi di carattere economico".

"Intanto possiamo dire che siamo felici per noi e per i nostri bambini. Ma quello che ci auguriamo adesso è che questa sentenza possa aprire un dibattito in Italia sulla questione delle adozioni", concludono.

Commenti

Marcolux

Ven, 10/03/2017 - 14:22

Grazie Bergoglio!

Ritratto di scriba

scriba

Ven, 10/03/2017 - 14:28

PRIMA DI TUTTO deve essere garantito il diritto dei figli a non dover sopportare una vita caricaturale imposta dall' idiota politicamente corretto, che, come sanno ormai anche i sassi, è il cancro di questa società "creatrice" del nuovo ordine naturale. Ciò dimostra quanto i figli a volte siano solo dei giocattoli.

gigggi

Ven, 10/03/2017 - 14:32

Non sono di destra ...lontano milioni di miglia dalle loro retrograde idee e idealismi ma... ma difronte al futuro di questi bambini senza madre o senza padre...che i progressisti mi perdonino...sono perples...no...sono contrario e chi ha agito in buona fede o mala fede mi fa ribrezzo...e, una volta Churchill ebbe a dire che è meglio una cattiva democrazia che una buona dittatura ...che non sia meglio un cattivo padre o cattiva madre preferibile a 2 padri o due madri???E' un mio dubbio,solo mio, che avevo e sentivo il bisogno di esprimere.

Ritratto di malatesta

malatesta

Ven, 10/03/2017 - 14:45

Mai come in questo caso i diritti dei piccoli vengono calpestati dall'egoismo malsano dei grandi..grazie Bergoglio di non dire niente in merito!...posso dire che sei un Buffone?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 10/03/2017 - 15:18

@malatesta,@scriba:.....concordo!!

unz

Ven, 10/03/2017 - 15:37

il ptimo diritto di un bambino è avere una mamma, insostituibile già utilizzando il buon senso, e se non basta ascoltando qualsiasi psichiatra infantile che non faccia marchette lobbiste. Siete nazifasciocomunisti.

cameo44

Ven, 10/03/2017 - 15:43

I AGISTRATI HANNO EMESSO UNA SENTENZA DICENDO DI DIFENDERE I BAMBINI QUESTA è LA BALLA DEL SECOLO HANNO MAI CHIESTO AI BAMBINI SE SONO FELICI DI AVERE DUE PATRI E NESSUNA MAMMA? E LA COPPIA DI GEITORI GAY CHE PARLANO DI DIRITTI PER TUTTI NON PENSANO CHE SIA UN DIRITTO DI TUTTI I BAMBINI DI AVERE UN PADRE ED UNA MADRE? LORO SAREBBERO STATI cONTENTI DI AVERE DUE PADRI E NESSUNA MADRE? QUESTA NON E' EVOLUZIONE MA INVOLUZIONE LA NATURA HA LE SUE REGOLE ED E' MOLTO PIU' INTELIGEN TE DI TANTI UOMINI E DONNE OGNUNO E' LIBERO DI AMARE CHI VUOLE MA NON PUO' FAR RICADERE SUI BAMBINI LE PROPRIE SCELTE

VittorioMar

Ven, 10/03/2017 - 16:01

...poveri bambini!...per proteggerli si doveva evitare!..PECCATO !!

Cheyenne

Ven, 10/03/2017 - 16:09

PENSIAMO INVECE AI DIRITTI DEI BAMBINI CHE HANNO NECESSITA' DI UN PADRE E DI UNA MADRE. AVERE FIGLI NON E' UN DIRITTO E' UN FATTO NATURALE

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 11/03/2017 - 09:44

@Cheyenne 16:09....concordo!...E chi va contro natura,non lo può pretendere...Il problema è che anche la stragrande maggioranza delle persone(lo si vede dalla posizione dei "partiti"),"etero",non ha le idee chiare su questo aspetto,vissuto con il solito peloso buonismo "progressista"!!!