Parma, aggredisce carabinieri e li manda in ospedale: preso nigeriano

Fermato per un controllo di routine, lo straniero ha scagliato la bici contro la vettura d'ordinanza per tentare una vana fuga. Raggiunto, ha colpito con calci e pugni i militari anche una volta finiti a terra: 10 i giorni di prognosi per entrambi

Nuovo episodio di aggressione ai danni dei carabinieri, andato in scena a Parma durante la tarda serata dello scorso sabato.

Impegnati in un'operazione di pattugliamento del territorio, i militari del Norm di Parma hanno deciso di sottoporre a controllo uno straniero incrociato in via San Leonardo, apparso fin da subito particolarmente agitato.

Pur non avendo addosso nulla da nascondere, secondo quanto riportato dalla stampa locale, il 24enne nigeriano ha dato subito in escandescenze, scagliando la propria bici contro la "gazzella" e tentando la fuga di corsa verso via Rosselli.

Gli uomini dell'Arma sono scattati al suo inseguimento ma, una volta raggiunto lo straniero, hanno dovuto fare i conti con la sua forte ed incontrollabile aggressività. L'africano si è infatti scagliato contro di essi come una furia, colpendoli con pugni e calci.

Durante la violenta colluttazione, i militari ed il 24enne sono finiti a terra, ma anche in questa condizione il facinoroso ha continuato a lottare fino a che le manette non sono scattate ai suoi polsi.

Il nigeriano è stato pertanto tratto in arresto con l'accusa di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, mentre i carabinieri feriti sono dovuti ricorrere alle cure del pronto soccorso. Dieci i giorni di prognosi attribuiti ad entrambi da parte del personale medico. Uno di essi ha infatti riportato un trauma contusivo alla spalla destra e ad una mano. Il collega ha invece subìto delle lesioni al ginocchio sinistro, alla spalla ed alla mano.

Commenti

MARCO 34

Lun, 26/08/2019 - 15:23

Ma come mai sono sempre gli agenti o i CC ad essere aggrediti e malmenati? Possibile che non abbiano modo di difendersi anche con la forza? Comincio a dubitare che possano ancora chiamarsi "Forze" dell'ordine...

Una-mattina-mi-...

Lun, 26/08/2019 - 15:55

PRESTO ARRIVERA' MAZINGA-RETTI E SISTEMERA' TUTTO

Blueray

Lun, 26/08/2019 - 16:46

Se l'unica strada percorribile nel rispetto della magistratura deviata a sx, che esclude l'uso delle armi, è quella della colluttazione corpo a corpo, bisogna modificare gli organici delle FF.OO. con l'assunzione di un congruo numero di superpalestrati buttafuori idonei a stendere questi indemoniati. Sostituire le armi da fuoco con atleti di wrestling non è un problema, basta che i giudici poi non li accusino di aver fatto la bua alle risorse. Altrimenti in pattuglia dovremo mandarci i giudici che sanno come fare.

diegoboero94

Lun, 26/08/2019 - 18:00

Consiglio alle forze dell'ordine di rifiutarsi di scortare politici, rampolli benpensanti e magistrati che, con le loro parole e il loro operato, impediscono ai nostri militari di difendersi e di svolgere al meglio il proprio lavoro.