Patente falsa, fermato albanese: doveva guidare bus con alunni medie

Tempestivo l’intervento della municipale di Torino, che ha riconosciuto la documentazione contraffatta. L’autista è stato sanzionato, ed il mezzo posto sotto fermo amministrativo

Stava guidando con una patente italiana contraffatta e per tale ragione un cittadino albanese, che avrebbe dovuto guidare un autobus con a bordo 26 studenti delle medie, è finito nei guai.

Stando a quanto riferito dai quotidiani locali, il fatto si è verificato nella mattinata di ieri.

Lo straniero aveva l’incarico di accompagnare ad una gita il piccolo gruppo di allievi di una scuola media di via Santhià (Torino), ma il viaggio è stato rimandato di qualche ora a causa di un problema emerso durante i controlli. Il conducente, infatti, non era in possesso di una regolare patente di guida. La sua era palesemente falsa.

A fare la scoperta gli agenti della polizia municipale, incaricati di effettuare delle verifiche sul veicolo messo a disposizione degli studenti. L’autista non era soltanto titolare di un documento contraffatto, ma a quanto pare non aveva neppure rispettato gli orari di guida ai quali debbono attenersi i conducenti.

I ragazzi hanno pertanto dovuto attendere alcune ore prima di poter salire su un altro autobus, condotto da un autista in regola. L’albanese ha invece ricevuto una sanzione di circa 7mila euro per essere stato trovato senza patente e non avere rispettato gli orari di guida. Nei guai anche l’azienda di cui fa parte. L’autobus che avrebbe dovuto traspostare gli studenti, invece, è stato sottoposto ad un fermo amministrativo di 3 mesi. Le indagini da parte degli inquirenti sono tuttora in corso.