Paura a Monfalcone, "Bomba in Fincantieri": ma è uno scherzo

Due cittadini di Monfalcone sono stati denunciati per procurato allarme: avevano finto che ci fosse una bomba dentro i cantieri navali

Uno scherzo di cattivo, per non dire pessimo, gusto. Due cittadini di Monfalcone, in provincia di Gorizia, avevano telefonato allo stabilimento Fincantieri annunciando la presenza di una bomba e inneggiando ad Allah.

Come racconta l'edizione friulana del Gazzettino, due monfalconesi di 31 e 37 anni sono stati denunciati per procurato allarme dai carabinieri del Nucleo Investigativo e del Nucleo Informativo del Comando provinciale di Gorizia.

La bravata risale al 23 settembre scorso, quando il Comando provinciale dell'Arma a Gorizia ricevette una telefonata anonima che minacciava la deflagrazione di un ordigno all'interno dello stabilimento sul litorale friulano. Il tutto condito da esultanze inneggianti ad Allah.

Immediata l'attivazione della procedura di emergenza, anche se per fortuna non è stata trovata alcuna traccia della bomba. Sventato il falso allarme, sono scattate le indagini. Che hanno portato all'individuazione di due trentenni dipendenti di una società che opera presso i cantieri navali.

Ora dovranno fronteggiare un'accusa molto grave.

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 12/11/2016 - 11:51

Purtroppo prendo atto che in alcuni individui,il cervello sia ancora acerbo a 37 anni....

Emilio il pazzo

Sab, 12/11/2016 - 14:43

A qualcuno la testa serve solo da portacappello