Il Pd fa saltare il taglia-stipendi ai parlamentari

Il trucco dei democratici per rimandare il varo del provvedimento a dopo il voto

Lunedì alla Camera va in Aula la legge proposta dai grillini per mettere il tetto di cinquemila euro agli stipendi dei deputati, che oggi guadagnano tre volte tanto. Ovvio che gli onorevoli non abbiano alcuna voglia di farsi del male e che quindi questa legge non abbia alcuna possibilità di essere approvata. Il Pd ha però un problema: come si fa a dire agli italiani di votare «sì» a un referendum che promette mentendo - di tagliare i costi della politica e poi bocciare una legge che i costi li taglia davvero, in un minuto e senza scomodare i cittadini? Semplice: basta rinviare, con un espediente tecnico, il voto della legge grillina a dopo il referendum. A quel punto la si potrà affossare senza subire contraccolpi elettorali immediati.

Questa è solo l'ultima delle furbate di Renzi e del suo partito di ipocriti moralisti. Volete riformare il Paese e ridurre i costi? Bene, partite dal riformare i vostri stipendi, l'occasione è servita su un piatto d'argento dai grillini, che a loro volta sui soldi proseguono a zig zag, come dimostrano le spese pazze di Di Maio 100mila euro in soli viaggi - e i rimborsi allegri di molti altri. È vero che cinquemila euro netti sono un bel taglio rispetto ai compensi attuali, ma è una cifra che ben pochi italiani guadagnano pur sgobbando da mattina a sera. E comunque ben lontana da quella «politica come servizio» teorizzata dai Cinquestelle al loro apparire sulla scena.

Fare politica costa, non ci sono storie. E quando si fa la bocca a certi stipendi è difficile tornare indietro. Ma perché allora prendere in giro l'opinione pubblica? I presunti risparmi della riforma del Senato sono poca cosa in confronto all'approvazione di una legge ordinaria che porterebbe a livelli di decenza il compenso di oltre mille parlamentari tra deputati e senatori.

Ma ormai sappiamo come vanno le cose: questi vogliono riformare tutto tranne loro stessi, che poi sono i responsabili di tutti i mali che a parole vorrebbero combattere ma che nei fatti si guardano bene di affrontare. I marziani li abbiamo già in casa, tempo perso andarli a cercare sul Pianeta rosso, anche in questo caso con risultati incerti.

Commenti

PAOLINA2

Ven, 21/10/2016 - 13:52

Caro direttore in parte puo' aver ragione, non solo il PD ma tutti nessun escluso si taglierebbero lo stipendio e i benefit, e' assurdo che lei sostiene che quelli del PD siano degli ipocriti moralisti, pensi alla Sig.ina Nicole Minetti assunta (a quale titolo) in Regione Lombardia con uno stipendio di 12.000 eur. al mese o al Trota.

Ritratto di BIASINI

BIASINI

Ven, 21/10/2016 - 14:15

Ma dai? Quelli di FI e i loro amichetti sono sicuramente d'accordo nel tagliarsi le prebende?

Ritratto di freeskipper

freeskipper

Ven, 21/10/2016 - 14:22

TAGLIAMO NON SOLO GLI STIPENDI DEI DEPUTATI MA PURE GLI STIPENDI D'ORO DEI DIPENDENTI DI CAMERA E SENATO. Ovvero, mettere i dipendenti dello Stato tutti sullo stesso piano, senza distinguo salariale tra Lavoratori di serie A e di serie B, e redistribuire in maniera equa le risorse pubbliche destinate alle loro retribuzione: togliere a chi nello Stato ancora gode, senza giusta causa, dei famigerati "stipendi d'oro" (dipendenti di Camera, Senato, Quirinale, CSM, Cassazione, Segreterie più o meno particolari dei Ministeri, Regioni a Statuto Speciale, ecc, ecc,) per dare a coloro che invece stanno da sempre alla canna del gas con stipendi da fame, al fine di ristabilire un giusto equilibrio tra tutti i lavoratori dello Stato. Facile, facile. Semplice, semplice.

dagoleo

Ven, 21/10/2016 - 14:24

E' LAPALISSIANO, CON IL TAGLIO DEGLI STIPENDI DEI PARLAMENTARI E LA RIDUZIONE DEL NUMERO STESSO DEI PARLAMENTARI TRA I DUE RAMI AD 1/3 DEGLI ATTUALI, SI REALIZZEREBBE UNA RISPARMIO IMPRESSIONANTE DEI COSTI DELLA POLITICA, MOLTO MAGGIORE DI QUELLO MILLANTATO CON QUESTA RIFORMA REFERENDARIA. E' OVVIO CHE QUESTO OSTACOLO AI PIDDINI FA' PAURA. COME RINUNCIARE TAMBLE' AD EMOLUMENTI DA NABABBI, I PIU' ALTI AL MONDO PER DEI DELEGATI POLITICI. E' VERGOGNOSO ED EVIDENTE CHE IL PD VUOLE EVITARE QUESTO BARATRO PERICOLOSISSIMO EVITANDO L'OSTACOLO SEMPLICEMENTE RINVIANDOLO NEL TEMPO IN UN MOENTO MENO PERICOLOSO. SPERO CHE I GRILLINI FACCIANO DELLE MANIFESTAZIONI DI PIAZZA FEROCI, IN MANIERA DA FAR CAPIRE ANCHE AGLI ITALIANI PIU' DORMIENTI LA GRAVITA' DELLA COSA E LA TRUFFA CHE I PIDDINI STANNO PERPETRANDO ALLE LORO SPALLE. BASTA E' ORA DI FINIRLA CON QUESTA POLITICA SCONCIA, LURIDA E LADRA. VIA I LADRI DAL PARLAMENTO.

Ritratto di Scassa

Scassa

Ven, 21/10/2016 - 14:25

scassa Venerdì 21 ottobre 2016 I 5 stelle vogliono la " città stato " come fu nell'antica Grecia ,che crollò poi miseramente per difficoltà logistiche e umane insormontabili . Vi domandate perché ? Perché anche " gli autoconsiderati giusti hanno la pizzetta sotto il nasino e Magneno......creature !!!!!!!!!!scassa.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 21/10/2016 - 14:52

Questi 1000, marsalati dalla crociera da Quarto dei Mille fino a Teano, sono la punta dell'iceberg popolo italiano: ci vorrebbe un riscaldamento globale per far sciogliere quell'iceberg e far scomparire gli acumi che manifestano la realtà delle cose.

diwa130

Ven, 21/10/2016 - 15:02

Direttore, ma con quale razionalita' e' stato deciso che il tetto di 5000 euro lordi mensili e' giusto. Un comico milionario con la sua idea della vita ha stabilito che "per dei ragazzi 5000 euro al mese vanno benissimo". Nessuna analisi degli stipendi degli altri parlamentari europei. Nessuna analisi sul costo della vita a Roma, nessuna analisi sulla corruttibilita' di persone che si dedicano alla politica e ricevono stipendi inadeguati. Suvvia tutti vogliamo tagliare i costi della politica, ma non mettiamo a posto i conti dello stato con quattro spiccioli risparmiati. L'accento sulla riduzione dei costi nella riforma costituzionale e' una sciocchezza bella e buona. E' solo populismo da quattro soldi. Il testo della riforma e' importante non per i risparmi di 8 spiccioli. Non ci prendiamo in giro.

Libertà75

Ven, 21/10/2016 - 15:22

@paolina2 non faccia sempre la dimostrazione che i fan del PD sono privi di cultura... che cavolo, vi fa tanto schifo informarvi? Se lei non se la sente di leggere, vada a lavorare la terra, potrebbe darne beneficio a lei e al mondo intero. Il "trota" o la "Minetti" furono eletti, come tutti gli altri e non sono stati "assunti".

Ritratto di .abdullàllà...

.abdullàllà...

Ven, 21/10/2016 - 15:26

in parlamento i DEL,pd, sono in buona compagnia

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Ven, 21/10/2016 - 15:48

Sono tutti uguali. Solo quando alla fine lo faranno davvero ci crederò. Comunque mi convinco ancora di più sul fatto che trattasi di pura presunzione quella dell'abbassamento dei costi della politica con il SI.

orsobepi

Ven, 21/10/2016 - 15:49

Non conosco in dettaglio le regole per "rinviare" una legge proposta da parlamentari dell'opposizione, ma penso che la maggioranza possa decidere in tal senso (sono la maggioranza). Non penso che limitare o stipendio ad un terzo possa piacere a qualcuno (forse ai masochisti). Di fatto il partito dei poveri derelitti ha deciso che questa legge può attendere, per mantenere "una promessa di risparmio dopo il si al referendum". Mi auguro che gli italiani usino il buon senso il 4 Dicembre. Cosa scegliere ? a) un taglio netto agli stipendi di mantenuti pseudo-parlamentari (l'ideale sarebbe aggiungere anche i boiardi e i parrucconi). b) avere fiducia in una promessa (fatta da chi non rispetta neppure le sentenze della corte, oltre a non aver mai mantenuto quanto promesso)

linoalo1

Ven, 21/10/2016 - 15:58

Poiché oggi comanda Renzi,Capo del SINISTRO REGIME ITALIANO,nato e favorito sfacciatamente da NAPOLITANO,le Leggi,si fanno e slittano,secondo le Convenienze!!!!Tanto,in un REGIME,non esiste opposizione,pena il bavaglio!!!!

Popi46

Ven, 21/10/2016 - 16:00

A me non interessa l'entità' del loro stipendio,a me interessa che lo guadagnino, lo stipendio.Se non sbaglio,da quando si è' insediato, questo governo ha agito solo a colpi di fiducia,ergo il Parlamento in quanto tale non e'servito a nulla, quindi non facendo politica non ha lavorato, ed allora perché' stipendiarlo? Popi46

orsobepi

Ven, 21/10/2016 - 16:01

Sig. diwa130, vorrei ricordarle che in Italia vivono (in realtà sopravvivono) delle persone ricche a 500 euro al mese, il bello è che non si lamentano, poi ci sono dei poveri che con 15.000 (quindicimila) euro al mese si lamentano perché lo stipendio è basso e non ce la fanno . . .

marcosol

Ven, 21/10/2016 - 16:01

Dunque, i grillini propongono di decurtare gli stipendi dei parlamentari ma per Sallusti sono degli ipocriti perché dovrebbero tagliare di più. I dem postpongono il voto a dopo il referendum e per Sallusti significa che non vogliono tagliarsi lo stipendio. Ma tutti i parlamentari di centro destra che da vent'anni si intascano milioni euro (il solo Berlusconi Silvio ha intascato più di 10 milioni di euro durante la sua carriera politica) e mai hanno fatto una sola proposta di riduzione, vanno bene così?

mariod6

Ven, 21/10/2016 - 16:05

@ diwa 130 - La riforma è certo importante per il PD attualmente al governo senza elezioni. Gli permetterebbe di trasformare il colpo fatto in regime assolutista senza opposizione, l'oligarchia paventata da vari costituzionalisti. Speriamo che vi vada di traverso e che ne rimaniate strangolati una volta per tutte. Certamente che 5000 euro al mese sono pochi per chi si è abituato ad altro. Alle case ad affitto da fame, alle prebende fuori busta, alle lobbies, alla corruzione ed al voto di scambio.

idleproc

Ven, 21/10/2016 - 16:11

Le ultime notizie erano che avava impattato su Marte. Pare che si sia dimenticato uno zero sull'accensione dei retrorazzi. Deve aver trovato un modo per continuare a trasmettere. Proprio non c'è verso.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 21/10/2016 - 16:19

PAOLINA2 vorrei solo ricordarle che "il trota"se ne è uscito mentre gli altri e specialmente PD si dimettono dalla carica ma non dallo stipendio.Forse pensandoci bene questo potrebbe capirlo anche lei.

Ritratto di falso96

falso96

Ven, 21/10/2016 - 16:29

E la destra come la sinistra trovano l'accordo . Tutta "brava gente".

moichiodi

Ven, 21/10/2016 - 16:33

Egregio direttore, siamo sicuri che razzi e scilipoti e tutta forza Italia voterebbero a favore?

moichiodi

Ven, 21/10/2016 - 16:37

Si chiama demogagia. Considerate che di maio è criticato per per spese eccessivo. Ma qui al giornale pur di attaccare renzi e il PD unici responsabili dei mali dell' Italia e di tutto il mondo si fanno acrobazie.

PlacidoOlivieri

Ven, 21/10/2016 - 17:53

Egregio Direttore, la verità è una e una sola. I vari di maio, di battista, lombardi, taverna degni discepoli del grillo parlante sanno benissimo che nessuno, penso a gasparri, schifani, alfano ecc., si taglierà lo stipendio. Quindi presentano una proposta di legge che, sanno tutti e loro per primi, mai sarà approvata. Non se la prenda solo col PD. Da questo punto di vista sono tutti uguali. Se i grillini vogliono essere onesti e coerenti presentino, al consiglio comunale di Roma, dove hanno la maggioranza assoluta, la proposta di dimezzare lo stipendio alla sindaca e a tutti i consiglieri. Io sono nessuno, faccia lei questa proposta al Sig. grillo e vedrà che triste fine farà.

Zizzigo

Ven, 21/10/2016 - 18:13

Continuando a credere d'essere furbi e fortunati, più degli altri, certi somari finiscono in pentola.

unosolo

Ven, 21/10/2016 - 19:24

le famiglie insegnano ai figlioli il bene e anche il male , il risparmio , l'educazione , ma altre famiglie ? a mentire , ingannare e pianificare l'andamento della loro vita sia di menzogne che di fregature , di esempi ce ne sono e in parlamento ne è pieno , trovatemi un solo parlamentare disposto a uscire o farsi diminuire lo stipendio , forse solo dei grillini ma gli altri certamente non sono reperibili e in caso di votazione mancherebbe il numero legale o rinvierebbero sempre ,

mifra77

Ven, 21/10/2016 - 19:30

Tra i commentatori c'è anche chi parla di demagogia mentre in questo paese ai quindicimila euro dei parlamentari, molto spesso raccomandati ignorantoni che si trastullano nelle sedi di partito, con mansioni di premipulsanti dal cervello staccato e addirittura venduto, si contrappongono stipendi di fior di ingegneri assunti con contratto di artigianato o commercio a milleduecento euro. L'unica demagogia che io intravedo in questo articolo è che comunque anche riducendo gli stipendi ai parlamentari, troveranno comunque i mezzi da fare i nababbi a nostre spese.

nunavut

Ven, 21/10/2016 - 19:38

@ Placido Olivieri,eccellente commento e idea proposta al Sign. Sallusti.

moichiodi

Ven, 21/10/2016 - 21:19

parlavo di demagogia del giornale. che fa sembrare che il pd sposta al dopo referendum come se è il pd il colpevole del problema. che poi i politici in genere, a partire da quelli regionali debbano essere pagati meno, non ci piove.

Silvio B Parodi

Ven, 21/10/2016 - 21:52

chi ha deciso di spostare il decreto sul taglio dello stipendio??????? LA MAGGIORANZA DI GOVERNO. cioe' Il Pd. anzi , no : come diceva Toto'

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Ven, 21/10/2016 - 22:32

Pronti i commenti di noti frequentatori del foruma difesa del Pd. Ma quale Pd? quelli che hanno sempre fatto il diavolo a quattro sui corruttori e corrotti dei partiti avversari ma in realtà hanno sbarcato il lunario in parlamento prendendo tutti i soldi che potevano. Per gli acuti commentatori a difesa dei pagliacci "de sinistra", buonisti sulle spalle degli italiani, la colpaè sempre dei partiti di cdx.

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Sab, 22/10/2016 - 07:57

Il Partito Deiladri non rinuncerà mai al maltolto.

Coolpix

Sab, 22/10/2016 - 11:37

Cara Paolina2 in parte a ragione, ma chi ha la maggioranza? chi governa? mi sembra sia il PD (o no?)

PEPPINO255

Sab, 22/10/2016 - 15:32

I cittadini non ci credono comunque e voteranno NO nonostante i FALSI sondaggi di Renzi & Co. Per quanto riguarga le spese di Di Maio, credo che l'articolista abbia dolosamente omesso di precisare che 100.000 euro sono stati spesi in TRE anni.... Ma non fa niente.. Basta un NO...!!!

PEPPINO255

Sab, 22/10/2016 - 15:36

Quanti cittadini conoscono il "costo" giornaliero del "Transatlantico"? Nel 2008 lessi di un costo che si aggira sui 180.000 euro al GIORNO... MA quanti avremmo potuto costruirne ex novo con quella somma ?!?!

panzer@57

Sab, 22/10/2016 - 17:04

Come fa un politico a vivere con 5.000 euro al mese?? figuriamoci quello che deve vivere con una pensione di 500 o 700 euro al mese.IL politico si accontenterà dopo quando prenderà il vitalizio mentre al pensionato gli toglieranno anche qualche 10 o 20 euro al mese. VERGOGNA

Ritratto di nando49

nando49

Dom, 23/10/2016 - 10:09

Non ho dubbi sulla fine di questo provvedimento. Se intervistate un singolo parlamentare vi dirà che è d'accordo sul provvedimento. Nella realtà questo provvedimento non sarà mai votato ma rimandato sine die