Pecore sgozzate in giardino davanti ai bimbi: la festa islamica del sacrificio

Da Livorno a Mestre, a decine denunciano episodi di crudeltà e condizioni igieniche precarie

La chiamano la festa del sacrificio, Aid Adha: è la ricorrenza con cui i musulmani ricordano il sacrificio rituale del montone ucciso da Abramo in sostituzione del figlio Isacco. In Italia viene celebrata da oltre due milioni di fedeli islamici, nella maggior parte dei casi senza creare alcun problema. In alcuni casi, però, gli italiani hanno protestato contro una pratica che vene spesso eseguita in modo cruento e al di fuori delle norme di sicurezza.

Ad Albenga, nel Ponente ligure, mezzo paese è sceso in strada per fermare il sacrificio rituale con cui gli islamici intendevano macellare una pecora. Durante la notte tra venerdì e sabato, decine di residenti del centro storico sono stati risvegliati dai belati dell'animale che, terrorizzato, attendeva il suo destino legato nell'ingresso di un appartamento al terzo piano di un condominio.

Alcuni abitanti hanno chiamato i vigili, chiedendo che fossero garantite adeguate condizioni igienico-sanitarie e che l'animale non fosse sottoposto ad inutili maltrattamenti. Già anni fa, infatti, la Liguria era stata attraversata dalle polemiche relative alla macellazione di massa degli animali per la festa islamica di Aid Adha: scene crude e uccisioni eseguite in luoghi non conformi alle normative vigenti sono spesso finite nel mirino di residenti ed animalisti.

In provincia di Padova, racconta il Gazzettino, una famiglia ha segnalato alla polizia il caso dei propri vicini di casa magrebini che hanno macellato una capra nel giardino dell'abitazione privata, appendendo la carcassa ad un albero. Il rito islamico prevede infatti che il sangue defluisca secondo un lungo e complicato procedimento, prima che la carne possa essere cucinata e quindi consumata in modo conforme alla religione.

A Livorno, quattro uomini di origine nordafricana e una donna livornese sono stati denunciati dalla polizia per uccisione di animale e ricettazione: hanno sgozzato una pecora all'interno di una ex stazione ferroviaria. A Mestre, alle porte di Venezia, la popolazione locale ha protestato perché la festa era stata organizzata davanti ad una chiesa: una scelta giudicata poco rispettosa nei confronti della comunità cattolica.

Nei giorni scorsi anche l'associazione per la difesa degli animali Aidaa aveva emesso una nota ufficiale di protesta, denunciando la macellazione di oltre un milione di animali in occasione della Festa del sacrificio, spesso "entro le mura domestiche senza che siano rispettati i criteri di legge". Inoltre, aggiunge Aidaa, succede assai di frequente che a questi sacrifici vengano fatti partecipare anche bambini in tenera età, come sarebbe stato segnalato da più parti d'Italia.

 

Annunci

Commenti

eolo121

Dom, 05/10/2014 - 13:26

e gli animalisti dove sonoooo??? se sei italiano e ammazzi un gatto per esempio....anche per sbaglio....succede un caos,mah!!!

Ritratto di frank60

frank60

Dom, 05/10/2014 - 13:30

Finchè sgozzano le pecore....tutto allenamento....

Oraculus

Dom, 05/10/2014 - 13:31

Spero che questa barbaria possa illuminare i cristiani su cosa li attendera' nel breve tempo prossimo a venire...il sangue ha una attrazione fatale per l'islamico.

moshe

Dom, 05/10/2014 - 13:32

Animalisti, ministra michela vittoria brambilla!!! Come mai in questi casi vi comportare da PECORE? Fate schifo, siete solo dei ciarlatani.

Raoul Pontalti

Dom, 05/10/2014 - 13:39

Premesso che le irregolarità vanno sanzionate, non facciamo una tragedia per qualche sciocco che non rispetta le norme e per quelli che le norme almeno in parte sono "costretti" a violarle per mancanza del servizio pubblico. In Italia la macellazione a domicilio è consentita solo in casi particolari e con specifiche limitazioni di utilizzo delle carni e pertanto i pii musulmani si devono rassegnare a portare le proprie bestie al macello e a far eseguire la macellazione rituale da parte di personale esperto, così si potranno poi liberamente utilizzare le carni. Ogni abuso deve essere sanzionato. I macelli, specie quelli pubblici, però in questi giorni devono garantire il servizio anche per evitare occasioni di abuso.

nino47

Dom, 05/10/2014 - 13:40

Bisogna tenersi allenati...ed insegnare alle nuove generazioni!!

Raoul Pontalti

Dom, 05/10/2014 - 13:42

Nota di servizio: sostituire Adamo con Abramo...

Ritratto di ohm

ohm

Dom, 05/10/2014 - 13:43

Bisogna integrarci...o no!

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 05/10/2014 - 13:45

Cominciano da piccoli. È la brambilla e gli animalisti che dicono? Non sono andati la a fare casino? Paura? Più facile libernare i beagle. Li non ti toccano.

Ritratto di ohm

ohm

Dom, 05/10/2014 - 13:46

E noi a Torino abbiamoil cardinale contento e pacifico con un bel sorrisonche dà il benvenuto ai nostri 'fratelli' mussulmani.....

bellonetom

Dom, 05/10/2014 - 13:49

Senza soffermarmi sul modo crudele,in vigore in Italia, sul sacrificio dei suini, vorrei chiarimenti sulla novità riportata nel testo, la storia non riguardava Abramo? Cosa c'entra Adamo, c'è qualcosa che ancora non sappiamo?

obiettore

Dom, 05/10/2014 - 13:54

ANIMALISTI, BRAMBILLA IN TESTA : PAVIDI !

luigi.muzzi

Dom, 05/10/2014 - 13:58

ammesso che era Abram e non Adamo, la bibbia è stracolma di istruzione di come e quandi sacrificare animali di ogni tipo (ma bon solo) per i"fumenti" del "capo"... noi la grigliata preferiamo mangiarcela !

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 05/10/2014 - 14:10

@Raoul Pontalti:le sue lezioni "teoriche","minimali" su certi fatti,e "massimali" su altri,sono lodevoli!

mbotawy'

Dom, 05/10/2014 - 14:23

Siamo un paese cristiano,perche' permettere questi riti selvaggi e tutt'altro che educativi per i bambini? Sono mussulmani e quindi che sgozzino pecore e esseri umani a casa loro.!!!!

Aleramo

Dom, 05/10/2014 - 14:39

Di fronte a questi e altri orrori viene spontaneo chiedere di impedire a questi delinquenti di entrare e rimanere nel nostro Paese.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Dom, 05/10/2014 - 14:45

...In italia, per quanto concerne l'applicazione delle legge, vige il principio della territorialità, art.6 C.P.= Non mi spiego la ragione per la quale non si intervenga con la dovuta severità nei confronti di coloro che macellano animali in luoghi diversi da quelli indicati dalla legge non rispettando, tra l'altro, le norme igieniche.

paco51

Dom, 05/10/2014 - 14:47

E' innegabile la cultura, la discendenza, le tradizioni , siamo diversi. La "razza" non si può più dire ( è solo questione di tempo) ma tutto conferma la nostra diversità. Io mi sento diverso e non mi ci immischio.!

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Dom, 05/10/2014 - 14:50

Vadano a casa loro a praticare queste crudeltà. Ma in italia (minuscolo) si sa, quello che conta è il rispetto della cultura degli altri. Cultura nel senso che a breve il CUL ti TURA.

mar75

Dom, 05/10/2014 - 15:01

Io sono sardo e vi posso garantire che gli agnelli che vengono uccisi a Pasqua vengono uccisi mediante sgozzamento, non da musulmani e non per motivi religiosi. La stessa cosa per le pecore, i maialini, quelli grandi vengono uccisi con altri sistemi, le mucche con un colpo di pistola ecc. A me faceva impressione da piccolo vedere come venivano uccisi gli agnellini, sentire il loro lamento, infatti evito di assistere a queste uccisioni.

mar75

Dom, 05/10/2014 - 15:04

Quelli che si lamentano sul metodo usato per ucciderli dovrebbero chiedersi come vengono uccisi gli agnellini che mangiano a Pasqua. Vengono uccisi con lo stesso sistema da allevatori cristiani e non per motivi religiosi ma per semplice praticità e abitudine.

Raoul Pontalti

Dom, 05/10/2014 - 15:29

mar75 è inutile spiegare le cose ai bananas, ché non possono capire per evidenti limiti culturali e in più, una volta informati, non vogliono capire per pregiudizio ideologico. Loro sono convinti che la macellazione islamica sia intrinsecamente malvagia ignorando non solo che è identica a quella ebraica ma simile a quella tradizionale cristiana che ora sopravvive solo nella macellazione a domicilio degli ovicaprini (già col suino si deve usare la pistola a proiettile captivo). Contro gli ebrei non strillano i bananas anche se gli ebrei macellano nello stesso identico modo anche le bestie di grossa mole, diverse essendo solo le formule rituali pronunciate. Spiegare che noi "stordiamo" a colpi in testa le bestie o con scariche elettriche prima di sgozzarle ma eseguendo brutalmente le relative operazioni senza alcun rispetto per la bestia, mentre gli islamici e gli ebrei la bestia da sacrificare la tranquillizzano, la coccolano e chiedono perdono a Dio per il sacrificio di un essere vivente che va comunque compiuto o in ricordo del sacrificio di Isacco come nella ricorrenza islamica di questi giorni o per dare alimento alla famiglia e quindi per un fine superiore e dunque lecito e non per divertimento, è azione inane, vana perché non sanno né vogliono intendere. Per i bananas in questa festa gli islamici si allenano a sgozzare cristiani...E i bananas quando si divertono con i wargames cosa fanno? Esercizi spirituali propedeutici alla santa difesa della patria?

epesce098

Dom, 05/10/2014 - 15:36

Gli animalisti e Michela Brambilla, se vedono un italiano scorretto nei riguardi degli animali, piantano un putiferio perchè sanno che gli italiani sono dei pecoroni e subiscono passivamente, mentre sanno che se dovessero fare qualche osservazione ai musulmani se la vedrebbero brutta perchè costoro si rivolterebbero contro e li metterebbero in fuga precipitosa. Questo perchè sono italianI anche loro e quindi anche loro PECORONI.

albertzanna

Dom, 05/10/2014 - 15:38

PER MOSHE - sei più initile di un mussulmano, la Vittoria Brambilla non nè più ministro da oltre 3 anni, ma per un rosso come te, anche se fa finta d'essere un ebreo, tutto vale pur di fare pubblicità al tuo inutile partito, PCI/PD

illuminata

Dom, 05/10/2014 - 15:48

prima di fare entrare in massa cosi tanti mussulmani e cambiare cosi etnia all Italia bisognava valutarne le conseguenze e capire davvero che tipo di cultura sia... la loro e molto radicata e forte nelle loro credenze e credono che il paradise sia assicurato se combatteranno per la diffusione dell IslamUGURI per il future dei vostri figli e grazie a chi ha votato la sinistra

Ritratto di Markos

Markos

Dom, 05/10/2014 - 15:54

Raoul Pontalti Dom, 05/10/2014 - 13:42 Nota di servizio: sostituire Raoul Pontalti con Pacciani ...

Ritratto di Markos

Markos

Dom, 05/10/2014 - 16:00

mar75 compagno statale Sardo mi sa che tu la Sardegna la vedi in cartolina, sono Sardo anche io esattamente di Orune, e ti garantisco che sulle macellazione degli agnelli Sardi stai dicendo delle stronzate , la macellazione islamica e una cosa completamente diversa da quella fatta da noi Sardi .. quella islamica e una vera e propria barbarie per gli animali .

albertzanna

Dom, 05/10/2014 - 16:02

MAR75 e PONTALTI - mar75 dovrebbe sapere che in Sardegna da sempre il rispetto per le leggi è una cosa opzionale, nella mentalità dei sardi. PONTALTI - per lei l'importante è potere distribuire i suoi "bananas" a 360°, perchè lei si sente talmente superiore al resto del mondo da considerare tutti ignoranti, e lei il solo intelligente e furbo (attenzione, ho detto furbo, non astuto, è importante capirlo, ma con lei non ho speranza). Mar75, nella mia regione, l'Emilia, da secoli era tradizione, nella casa del contadino, ammazzare il maiale una volta all'anno, e fare una festa mangiando le parti meno nobili, bollite per ore tutte assieme e poi pressate per fare i grassoli (in negozio si chiamano ciccioli). Ora la tradizione dell'ammazzamento del maiale si segue sempre, il maiale viene allevato per fare quella fine, ma ora occorre avere il veterinario presente ed evitare sofferenze all'animale. PONTALTI scrive--- "mentre gli islamici e gli ebrei la bestia da sacrificare la tranquillizzano, la coccolano e chiedono perdono a Dio per il sacrificio di un essere vivente......."---. Ma chi gliel'ha raccontata questa idiozia. Lei ha mai assistito al rito in Israele o in un paese mussulmano?. Nessunissima coccola, nessunissima tranquillizzazione, perchè corano e Talmud prescrivono solo di chiedere il perdono al dio che si spegne una vita creata da lui, e se mussulmani una persona viene delegata a farlo, a culo per aria, se ebreo ondeggiando avanti/indietro ricordandogli che una parte dell'animale, il grasso, viene bruciata affinchè il "profumo salendo al cielo gli sia piacevole". Dalle idiozie che lei scrive si evince, senza alcun dubbio, che lei corano e Talmud non sa neppure cosa siano. Non si preoccupi di replicare, tanto so benissimo ciò che lei, bananas, scriverebbe: altre idiozie, com'è suo uso fare ogni giorno che vive. AZ

elio2

Dom, 05/10/2014 - 16:14

Compagno moshe, guardi che michela vittoria brambilla, NON è ministro, non è neppure deputata.

cgf

Dom, 05/10/2014 - 16:22

se io, italiano, decidessi di MACELLARE una pecora, non dico nel condominio, ma in un cortile dove il confine più vicino della proprietà è a tre km, di sicuro avrei adosso ASL, VVUU, Carabinieri, animalisti, verdi, etc

Oraculus

Dom, 05/10/2014 - 16:36

PONTALTI...insozzare deve essere il tuo privilegio da scribaccino...lascia stare cristiani ed ebrei che mai e poi mai hanno esibito in pubblico simili barbarie. Che poi fuori dall'Italia , cristiani o ebrei o islamici da autoctoni e nei luoghi natii rispecchino simili riti e usanze locali , queste sono insindacabili azioni dovute alla logica del folclore locale...ma nel nostro paese certi esibizionismi offendono e sgomentano chi e' obbligato a vedere o ad ascoltare...la civilizzazione consiglia , cambia e...migliora!!.

Ritratto di rapax

rapax

Dom, 05/10/2014 - 16:38

ma i CIALTRONI..amanti dei cani..dei gatti dei cavalli..che ad ogni "calcetto" urlano alla violenza sugli animali..dove stanno?? a sii pecore animali di serie B ..e la "canara" rossa ? tal Brambilla..che un giorno si e l'altro pure si straccia le vesti ..anche perche' la Boschi mangia carne di cavallo..dove sta??? tutti paurosi con l'islam??? cultura islamica??? aaa allora e' puro cacasottismo!! il cosidetto multiculturalismo...

mar75

Dom, 05/10/2014 - 16:45

@Markos: sono sardo da sempre, ironia della sorte di un paese molto vicino al tuo, quindi la Sardegna non la vedo in cartolina come dici tu. Io non ho detto che i riti sono uguali ma che vengono sgozzati ugualmente. Mi spieghi cosa c'è di tanto umano nell'appendere gli agnelli per le zampe a dei ganci e infilargli un coltello in gola, sentirli belare fino a quando non muoiono? Perché se li sgozzano gli islamici è una cosa barbara mentre se li sgozza un italiano cristiano è una cosa giusta? Poi sul "compagno statale", siete fissati....

Ritratto di rapax

rapax

Dom, 05/10/2014 - 16:48

e' chiaro che le schifosissime istituzioni di MERDA che abbiamo..sono prese da misto di vigliaccheria, buonismo, coglioneria, cialtronaggine, con questa gente che le stesse HANNO FATTO E STANNO FACENDO VENIRE IN MASSA, NON HANNO IL CORAGGIO DI APPLICARE LE LEGGI.. per assembramenti non autorizzati, vedi piazzale del Duomo, o vedi centro di Napoli ieri, vedi leggi sulla macellazione, e altro..ISTITUZIONI VIGLIACCHE E CRIMINALI..saranno sostituite dal popolo..e sara' troppo tardi.

Raoul Pontalti

Dom, 05/10/2014 - 16:51

Il pilota di aeroplani di carta non capisce nemmeno quello che vede oltre che quello che legge. Se la bestia non la stordisci come cazzo fai a scannarla? Contenendola bella sveglia...E nel contenerla la tranquillizzi, altrimenti si agita, si divincola, e ti può fuggire per la sala della macellazione magari con mezza gola squarciata, sai che bello spettacolo...Poi c'è macellazione rituale e macellazione rituale, in quelle solenni la bestia viene anche coccolata. Ricordo sommessamente che l'animale che scarica troppa adrenalina per l'agitazione esaurisce il glicogeno muscolare alterando poi la frollatura della carne e compromettendone la conservabilità e pertanto chi macella l'animale senza previo stordimento ha anche questo motivo supplementare per tranquillizzare l'animale. Ma soprattutto pilota di aerei di carta impara una cosa: io mi firmo in chiaro e mi assumo la responsabilità di quello che dico e prima di affermare certe cose mi affido al metodo autoptico, verifico ossia con i miei occhi e di macellazioni islamiche ne ho viste a iosa nei paesi islamici nelle macellerie che lavorano tuttora molte come le nostre un tempo ossia macellando in proprio anche perché della carne di cui volevo poi fare l'acquisto volevo sincerarmi in ordine alla qualità sia osservando la bestia in vita, sia valutando le modalità di macellazione (sempre regolari per la verità, è da noi che si fanno invece cose obbrobriose) sia osservando bene i visceri, in ispecie il fegato che spesso poi acquistavo. Sugli ondeggiamenti dell'ebreo macellante: non hai capito un tubo di quella macellazione rituale....

pittariso

Dom, 05/10/2014 - 16:54

I Giudici dove sono?

Paolino Pierino

Dom, 05/10/2014 - 17:01

Animalisti rossi del czz dove siete? Siete complici in questo macello?Tutti questi musulmani ritornino a casa loro altro che integrazione questi hanno avuto in regalo il nostro paese dai soliti rossi e dalla chiesa che ci lucra dovrebbero essere rossi di vergogna unitamente ai czz-comunisti buonisti di facciata. Facciamo come fanno loro sia con le pecore che con i cristiani che chiamano infedeli, li ammazzano con la scusa di Maometto, pure noi applichiamo la legge del taglione verso questi soggetti sgozziamoli nelle piazze e negli stadi...... basta con queste invasioni di barbari siano essi indiani ,pachistani ,musulmani ,o altre razze maledette ....

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 05/10/2014 - 17:06

pontalti chissà come avranno coccolato, amato,e chiesto perdono a Dio quando hanno tagliato le teste dei quattro rapiti.La sua saccenza non ha fine,basta che scriva ai bananas ed è tutto contento,d'altra parte respirando a tre narici il corpo si ossigena meglio.

pilandi

Dom, 05/10/2014 - 17:25

https://www.youtube.com/watch?v=9A2Qc81OO1Q questi non sono islamici ed il video é su youtube...

clamajo

Dom, 05/10/2014 - 17:31

Nota di servizio: sostituire Raoul Pontalti con qualcun altro...(uno qualsiasi)...

Ritratto di Baliano

Baliano

Dom, 05/10/2014 - 17:35

Ma mica è colpa loro, i maomettofili hanno queste usanze e costumanze, gli è stato precluso il salto evolutivo, dal loro "para-quetzalcoatl" che chiamano dio. Così sono e così resteranno per alte migliaia di anni. No, la colpa è della "integrazione" forzata, imposta con le buone, o con le cattive... da dittatorelli e premier-fantoccio, oggi padroni del destino di un Popolo e persino di una Civiltà. La loro arroganza, in Italia, ci impone la coabitazione forzata, fossero anche antropofagi, li devi "tollerare", li devi subire e non ti puoi ribellare. Questa è la inquietante situazione degli Italiani, ostaggi di questi polticanti scellerati che la "convivenza" la impongono con la forza, ma vanno in giro con la scorta e frequentano i "piani alti": Farabutti e paranoici, asserragliati nel Palazzo.

clamajo

Dom, 05/10/2014 - 17:42

Nota di servizio: sostituire Raoul Pontalti con qualcun altro (uno qualsiasi)...

Prameri

Dom, 05/10/2014 - 17:54

La festa dello sgozzamento è una barbarie sugli animali come la corrida e molte pratiche della zootecnia. Bisogna che, per gli adulti, i sistemi di allevamento e di macellazione siano sempre più resi visibili, non nascosti e conosciuti solo attraverso immagini rubate. Tutti gli adulti devono sapere come nasce, vive e muore la carne che mangiano per diritto e in non pochi casi anche per dovere.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Dom, 05/10/2014 - 18:05

Una cosa è certa. L'idiozia ripetuta di mettere a confronto le tre religioni abramitiche senza capire che sono identiche perchè hanno origine dall'identico libro sacro, l'Antico Testamento e la Torrah, Ma, cari i miei tuttologhi da bar, il cristianasimo fa riferimento al Vangelo e i riti cruenti sono stati ritualizzati nell'Ostia sacra. L'Islam invece, che è una scimmiottatura acrocchiata da Maometto a suo uso, consumo e POTERE, continua a piacerli il sangue che scorre di OGNI essere vivente, pure il loro, vedasi festa dell'Ashura.

giovanni PERINCIOLO

Dom, 05/10/2014 - 18:07

Non vedo perché in Italia non si possa, coma già avvenuto in altri stati europei, proibire anche ai musulmani la macellazione hallal. O forse dobbiamo pensare, a esempio, che gli svedesi sono dei razzisti?? Le leggi di macellazione devono essere le stesse per tutti quanti e l'animale deve essere sedato prima di venire macellato.

giovanni PERINCIOLO

Dom, 05/10/2014 - 18:10

Raul Pontalti. La macellazione rituale va semplicemente abolita perché non conforme alle leggi europee e cio' vale sia per il rito hallal che per il rito kasher!

giovanni PERINCIOLO

Dom, 05/10/2014 - 18:10

Raul Pontalti. La macellazione rituale va semplicemente abolita perché non conforme alle leggi europee e cio' vale sia per il rito hallal che per il rito kasher!

albertzanna

Dom, 05/10/2014 - 18:11

POVERO RAUL PONTALTI - adesso scopro che è anche invidioso di uno, me, che ha fatto il brevetto di pilota e che continua a volare, perchè il volo è un modo magnifico di rilassarsi, per esempio dopo una giornata di vero lavoro, duro, responsabile e faticoso, non come quello che fa lei, che credo con il lavoro proprio non ci si trovi - non per nulla ha tempo per fare ricerche per poi farsi ammirare, vanesio e narciso com'è, descrivendo ciò che ha trovato su Wikipedia. Io, giusto per sua conoscenza, avevo 12 anni quando andai in Africa per la prima volta, in un paese islamico, la Libia, dove viveva la famiglia di italiani di mia madre, e poichè quella famiglia era proprietaria di due negozi di alimentari e macelleria, poi diventati supermarket, quando in italia neppure si sapeva cosa significasse, ebbi modo d'andare ad assistere allo spettacolo ripugnante della macellazione di pecore, capre e montoni, mi ci obbligò il mio patrigno affinchè imparassi che bestie sono i mussulmani, al cui confronto gli animali che macellavano erano esseri degni di rispetto e considerazione, e lei sapesse quanti mussulmani ho visto ingozzarsi di carne di maiale, che gradivano in tutte le salse, tanto poi si mettevano a culo all'aria domandando perdono al loro falso dio che ovviamente, in base alle sure del loro libro sacro, li perdonava - secondo l'antico precetto valido per tutte le religioni: passata la festa, gabbato lo santo, e non c'è nessuno che lo sappia fare meglio di un mussulmano, a partire dal falso profeta meaometto in giù. Sa cosa penso, inoltre di lei, che di "iosa" di visite nei paesi islamici ne abbia fatte ben poche, o nessuna, al punto che mi sto convincendo che lei sia un secondo Emilio Sàlgari, che ha scritto di avventure in mezzo mondo, senza mai muoversi dall'Italia. Questa è la fama che lei si è creato, di "casciaball" (guardi sul dizionario del dialetto milanese, troverà la traduzione). AZ

Romolo48

Dom, 05/10/2014 - 18:17

Raoul Pontalti … ma datti una calmata!!

albertzanna

Dom, 05/10/2014 - 18:24

PILANDI - a lei piace fare del sensazionalismo, vero? dica la verità. Credo che tutti sappiano come vengono soppressi i bovini, suini ed ovini destinati alla macellazione, e tutti vi sono destinati, perchè allevati per fornire latte, a parte i maiali (di cui per antonomasia nulla va sprecato), lana, gli ovini, e una volta macellati tutti a fornire carne, e pellame, i bovini. Ma Pilandi è famoso, su queste pagine di forum, per essere sempre di un passo avanti a tutti nel difficile esercizio di dimostare, di persona, quanto una mente umana possa anche essere futile, la sua. AZ

bepi

Dom, 05/10/2014 - 18:28

Per daniza hanno rotto i coglioni, adesso dove sono questi cialtroni?

bepi

Dom, 05/10/2014 - 18:32

Raul pontalti, vai a chiamare bananas tua madre, tuo padre, i tuoi figli, fratelli, sorelle e tutto il ciarpame che ti circonda e lascia in pace il resto.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Baliano

Anonimo (non verificato)

bastaballe

Dom, 05/10/2014 - 18:45

perchè non lo posso fare anch'io ? forse perchè sono italiano ?

Raoul Pontalti

Dom, 05/10/2014 - 18:46

Pilota di aerei di carta guarda che si scrive Salgari e si pronuncia Salgàri da salgàr che nei dialetti del Triveneto significa salice...(questo sì sdrucciolo...).

angelomaria

Dom, 05/10/2014 - 18:50

NEANCHE FOSSIMO NEL CENTRO DELLA REPUBUCCLICAISLAMICAPIUINTOLLERABILE EVIOLENTA POI CONTINUI A LEGGERE E VEDI CHE SUCCEDE IN CASA!!!

Raoul Pontalti

Dom, 05/10/2014 - 18:52

Giovanni PERINCIOLO Ti prego di NON PARLARE DI CIO' CHE NON SAI! Esistono una Direttiva e un Regolamento CE in materia che contemplano le macellazioni rituali, ammesse in tutti i paesi dell'Unione europea. Ma come si può essere cosi tonti da non capire che essendo la macellazione ebraica identica a quella islamica proibire la macellazione islamica significa proibire anche quella ebraica! Li sentiresti allora gli ebrei! o vuoi vietarla solo agli islamici? E in più Tu ignori che l'Italia è il primo paese produttore ed esportatore di carne halal nella UE. Per far dispetto agli islamici tagliamo i coglioni ai nostri allevatori di pecore che così sbolognano i loro capi adulti e ai nostri macellatori?! Ma basta bananas sproloquiare di cose che ignorate completamente BASTA!

angelomaria

Dom, 05/10/2014 - 18:53

IL VERO SCHIFO E VERGOGNA DEL TUTTO E CHE NON CI SIANO STATE CONSEGUENZE !!ORAUNA DOMANDA A VOI ?E'QUESTO IL PAESE IN CUI VOLETE VIVERE???

angelomaria

Dom, 05/10/2014 - 18:54

PERLOMENO LA JUVE HA PAREGGIATO CHE MAGRA CONSOLAZIONE!!!

Raoul Pontalti

Dom, 05/10/2014 - 18:57

Pilota di aerei di carta guarda che si scrive Salgari e si pronuncia Salgàri da salgàr che nei dialetti del Triveneto significa salice...(questo sì sdrucciolo...)

angelomaria

Dom, 05/10/2014 - 18:58

LA GENTE CHE SI TRVA PURTRPPO I NQUESTO SITO PRIMA REA IL SILVIO ORA LA BIBBIA FETENTI E FECCIE CAMMINANO ASSIEME R LA STRADA E'UNA SOLA QUELLA DEL NIENTE!!!

angelomaria

Dom, 05/10/2014 - 18:59

ERA SCUSATE ED ERA DAUN PO'

pilandi

Dom, 05/10/2014 - 19:04

albertzanna, la ringrazio per i meriti che mi attribuisce e che non credo di meritare, in ogni caso, quando vorrò un suo parere sul mio operato, lei sarà il primo a saperlo. Sarebbe gradita, invece, un suo parere sulla crudeltà espressa dal filmato e ritenuta accettabile perché "necessaria ed utile allo scopo", come dire animalista si, ma a senso unico.

angelomaria

Dom, 05/10/2014 - 19:06

ENOI GLI DIAMO DA VIVERE???????

atlantide23

Dom, 05/10/2014 - 19:18

gli animalisti che fanno ? Niente e solo perche' questi macelli vengono fatti da islamici? Hanno paura gli animalisti? O se ne fregano? O non vogliono intervenire in queste sanguinose pratiche islamiche? Oppure i veri animali sono proprio gli animalisti ?

atlantide23

Dom, 05/10/2014 - 19:26

VORREI CHE TUTTI I MUSULMANI FOSSERO MANDATI VIA DALL'ITALIA. INTEGRATI E NON . E VIA DALL'ITALIA ANCHE LA FECCIA ZINGARA. E I CINEST. E TUTTI I SINISTRI ASINI RAGLIANTI. L'italia riacquisterebbe la dignitaì che ha perso, per colpa di tutta questa massa pericolosa e mortale.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Dom, 05/10/2014 - 19:50

bastaballe, ovvio. Per lo stesso motivo non possiamo essere poligami, ammazzare le mogli e le figlie senza attenuanti. Pregare cinque volte al giorno senza dover recuperare il lavoro perduto. Essere i primi in graduatoria per tutto. Avere le sovvenzioni comunali per tutto. Mica facile essere italiani in Italia, di questi tempi e con la sinistra al potere.

Linucs

Dom, 05/10/2014 - 19:53

"Li sentiresti allora gli ebrei!" per carità, già li sentiamo così, non abbiamo voglia di vedere Schindler's List a reti unificate per due settimane...

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Dom, 05/10/2014 - 20:07

Cactus d'un Pontalti, e chi cazzo se ne frega se la macellazione è identica anche per gli ebrei. Entrambi devono andare a ramengo col loro dio e tradizioni conseguenti. Che forse un colpo di pistola da macello e lo sgozzamento DOPO che sono morti, gli animali non si dissanguano per gravità?. Gli manca il RITUALE per ingraziarsi dio? Che diventino tutti vegani e che vadano a farsi impiccare dove meglio aggrada loro.

giovanni PERINCIOLO

Dom, 05/10/2014 - 20:38

Raul Pontalti. Sei solo un deficiente ignorante e presuntuoso. Prima di raccontare cazzate gratuite informati. Per tua informazione dopo la Danimarca che é stata la prima, anche Polonia, Islanda, Norvegia, Svezia e Svizzera hanno proibito le macellazioni rituali siano esse musulmane o israelite perché non esiste differenza tra le due tant'é vero che quando ancora c'erano pochissimi musulmani in Italia e in specifico a Milano questi si servivano alla macelleria kasher!

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 05/10/2014 - 20:44

A Napoli, 60 anni fa, per Pasqua era esattamente la stessa cosa. In piazza Cavour c'era il mercato degli ovini (agnelli in genere) e nelle abitazioni al centro della città l'agnello veniva messo sul balcone. Poi, arrivato il momento, qualche decina di giorni dopo, c'era il macellaio ambulante che passava di casa in casa e, ovviamente a pagamento, lo scannava e lo scuoiava. E i cattolici, apostolici romani celebravano la Santa Pasqua!

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 05/10/2014 - 20:47

atlantide 23: l'Italia recupererebbe la dignità che ha perso? Quale? la dignità "mussoliniana" dell'imperialismo straccione?

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Dom, 05/10/2014 - 20:52

Appena rientrata:leggo e penso rispondo o no:avevo scritto un pensiero personale riguardo quest'argomento, ma poi l'ho cancellato,limitandomi a rispondere ad un certo ALBERTZANNA...prima di parlare del POPOLO SARDO...e del rispetto delle leggi, sciacqui abbondantemente la bocca, con un buon collutorio, l'alito, non è dei migliori.Sorvolo si Pontalti e mar...siamo a livelli patologici.GRAZIE!!ORE 20:52.

ritardo53

Dom, 05/10/2014 - 20:52

Ma quanti sapientoni mangiatori di carne, ditemi almeno il perchè non mangiano carne di maiale? Io lo, vorrei solo sentire i sapientoni. Per chi non si crede sapientone può leggersi il libro di Mosè, Levitico.

fedele50

Dom, 05/10/2014 - 21:36

limortacci loro e di chi li ha fatti entrare questi maledetti barbari fanno quello che cazzo gli pare e noi? pippa, popolo e governanti coglioni , ci domineranno ma io faro loro guerra, allo stesso modo loro , mladetti.

Fire_3

Dom, 05/10/2014 - 21:38

Raul, sei ridicolo, giustifichi la macellazione crudele che praticano gli islamici perchè la fanno anche gli ebrei e violando la legge anche molti cristiani. Io applicherei la legge a tutti, senza nessuna eccezione, e a te ti appliccherei un tappo. Buona sugheratura Fire

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 05/10/2014 - 21:44

PERINCIOLO intanto al momento la legge italiana permette la macellazione rituale. Poi il giorno che non dovresse più permetterlo vorrà dire che Ebrei e Musulmani la carne, rigorosamente Casher o Hallal la importeranno ad esempio dalla Francia. Dove la macellazione rituale ormai coinvole almeno il 70% delle carni messe in commercio e anche esportate. Ad esempio è molto probabile che anche tu mangi carne Hallal francese dato che l'Italia in generale importa il 50% della carne consumata sul proprio territorio. Solo che non lo sai!

jeanlage

Dom, 05/10/2014 - 23:15

Sgozzare qualcuno è una mania per i maomettani. Credo che da piccoli regalino ai bambini bambole e bambolotti con la testa staccabile per giocare al piccolo jiadista!

jeanlage

Dom, 05/10/2014 - 23:20

Lo sai che cosa è più repellente di un islamico? Due islamici!

luigi.muzzi

Dom, 05/10/2014 - 23:21

Ma cosa ci scandalizziamo a fare ? se siete bravi cristiani avrete sicuramente letto la bibbia e che "qualcuno" pretendeva un olocausto perenne fatto di agnelli, capri e bovini "senza difetto", il grasso di questi doveva essere bruciato nella tenda sacra e chi si impossessava di queste parti veniva condannato a morte !

Ritratto di Quasar

Quasar

Dom, 05/10/2014 - 23:32

DOPO LE PECORE SGOZZERANNO VOI....ITALIANI !

Tipperary

Lun, 06/10/2014 - 00:07

Pezzenti e falliti gli animalisti e vigliacchi! Capaci di rompere i c...i solo quando gli fa comodo. Come i preti del resto. Arriverà anche per voi la resa dei conti.

Ritratto di aldolibero

aldolibero

Lun, 06/10/2014 - 00:32

Raoul Pontalti:13,42: Adamo,Abramo,orgasmo quotidiano? Deve avere i calli da tastiera e un cazzo da fare ogni giorno dall'alba. Tutti dileggiano luigipiscio e come mai nessuno con questo poveretto? grazie mille se mi date un parere.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 06/10/2014 - 00:42

Stiamo sopportando questi barbari mussulmani che pretendono di venire ad insegnarci la civiltà. Gente amorfa. Senza un filo di individualità che segue pedissequamente delle norme obsolete. Comportamenti fuori dal contesto in cui erano nati e pensati. GENTE CHE AVREBBE L'ARROGANZA DI FARCI PAGARE UNA TASSA SOLO PERCHÉ NON LA PENSIAMO COME LORO. DOBBIAMO AVERE IL CORAGGIO DI MANDARE A QUEL PAESE SENZA TANTI COMPLIMENTI LORO E I TRINARICIUTI CHE LI SOSTENGONO.

Ritratto di aldolibero

aldolibero

Lun, 06/10/2014 - 00:43

Tutto sto fervore per le pecore dal noioso e prolisso RaoulPontalti (attenti all'ortografia se no ti spara una filippica di 50 righe)mi fa pensare che gli piacciano le pecorine inconsciamente. Ecco perché ama tanto i sottanati coi piedi sporchi, che poi li lavano in apposite vasche nei loro aereoporti: Per loro le calze servono solo per strangolare.

Ritratto di aldolibero

aldolibero

Lun, 06/10/2014 - 00:53

Basta scrive il pedante pontalti. Basta lo diciamo noi da queste righe. Se riesco a leggere le noiose sue righe corro poi a vomitare. Invece per BALIANO BEPI ALBERTZANN SE VI CANDIDATE FATE UN CENNO CHE VI VOTIAMO.grazie mille

GimmeSong

Lun, 06/10/2014 - 01:01

Brambilla razzista con gli animali,questa è la novità

Ritratto di stock47

stock47

Lun, 06/10/2014 - 06:17

Di fatto costoro stanno stravolgendo le normali usanze che sono in Italia. Una pecora al terzo piano di un condominio? Qualsiasi italiano come minimo verrebbe sottoposto ad una multa durissima per contravvenzione all'igiene pubblica. Uccidere una pecora nel cortine del condominio e appenderla ad un albero? Sarebbe l'arresto sicuro per qualsiasi italiano. Allora cos'è che non funziona nei responsabili dell'ordine pubblico, dell'igiene pubblica, delle organizzazioni animaliste e compagnia cantando? La legge, gli usi e i costumi in Italia sono rigorosamente italiani, nessun straniero può permettersi d'adottare impunemente cose del genere. Farlo poi davanti alla vista e all'udito di bambini un simile macello, è roba da pazzi. I nostri giudici dove stanno? Si fanno dei bravi sonni? Li impacchettino e rimandino questa gente da dove sono provenuti e pure con urgenza!

gustavodatri@vi...

Lun, 06/10/2014 - 07:24

Fuori dalle palle, lo possono fare nei loro paesi,quindi via.

vince50_19

Lun, 06/10/2014 - 07:46

A mio avviso e in questo tema non è importante chi mette in atto simili tradizioni "obtorto collo", quanto il "rispetto" per gli animali ed evitare che vengano macellati in un modo così barbaro, crudele e che li fa sicuramente soffrire moltissimo. Se certe tradizioni si traducono in un "bagno di sangue" e in scarso rispetto per le norme di igiene vanno messe al bando senza se e senza ma. Fine della trasmissione.

desdota

Lun, 06/10/2014 - 08:43

Albertzanna : grande! :-)

desdota

Lun, 06/10/2014 - 08:46

Albertzanna : grande! :-)

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Lun, 06/10/2014 - 08:49

Signori belli, vi ricorrdo che nelle nostre campagne i contadini spesso e volentieri appendono il maiale. Dicciamo quindi che nn é il caso di fare sgozzamenti negli appartamenti, questo si. Piuttosto diciamo anche che sti musulmani ci hanno rotto le palle con la loro religione. Se evono fare sgozzamenti vadano dove é permesso, si....a casa loro !

Ritratto di daybreak

daybreak

Lun, 06/10/2014 - 08:53

Ma basta co sti islamici trogloditi rimasti all'epoca della pietra,ma pensa te una pecora al terzo piano di un condominio va bene che nei loro paesi dormono mangiano e altro mentre al piano di sotto ci sono le galline e le pecore ma qui siamo in occidente e' ora di farla finita che a questi e' tutto permesso per il semplice motivo che sono suscettibili e si offendo per qualunque cosa.Avete mai assistito allo sgozzamento di un animale?E' orrendo soffre fino a che non emette l'ultimo respiro ma che modo barbaro e' di uccidere un essere vivente?Chi se ne frega di cosa gli detta la loro primitiva religione qui ci sono delle regole ed'e' bene che questi beduini inizino a rispettarle e se non gli aggradano le nostre regole che se ne tornino da dove sono venuti porca miseria ma siamo veramente giunti al punto che per poter convivere con questi dobbiamo sottometterci solo per paura di ritorsioni ma rendiamoci conto di quanto siamo codardi,spero che gli animalisti facciano qualche cosa in proposito perché tutto questo e' alquanto inquietante.

rossono

Lun, 06/10/2014 - 08:53

Raul Pontalti ammazza che intelighenzia (sei esperto di BANANES,controlli diametro e lunghezza)..

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Lun, 06/10/2014 - 08:54

italiani imbelli e cagasotto ma di che vi lamentate? E sperate che altri facciano finire questa festa cruenta di sgozzare capre e volatili perché urta la vostra sensibilità? Oramai è tardi per lagnarsi e siate contenti finchè ad essere sgozzati sono solo le bestie che' a "casa loro" gli islamici hanno fatto ben vedere la fine che fanno fare agli infedeli! Ma verrà il tempo del sollevamento popolare contro l' invasione di questi barbari e di tutti gli altri che vorrebbero portare l' Occidente al medioevo islamico. Se la crisi morderà DAVVERO allora non vi sarà più spazio nemmeno per chi sull' accoglienza ci lucra- dagli scafisti alle organizzazioni criminali e varie Onlus umanitarie, compresi gli ambienti ecclesiastici-La storia insegna che alla base dei movimenti di popolo ci sono sempre motivazioni economiche. Pazientiamo dunque che tra non molto ci sarà quella resa dei conti per tutti coloro che hanno degradato il Paese e l' Europa a discarica e ricettacolo di ogni turpitudine, anche umanitaria.

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Lun, 06/10/2014 - 09:06

Vista la facilità con cui sgozzano le persone, non mi meraviglia quello che fanno con gli animali. Anzi, direi che è l'ultimo dei problemi. Il primo è invece quello del loro aumento esponenziale e incontrollato in Italia. AIUTO!

clamajo

Lun, 06/10/2014 - 09:11

Raoul Pontalti...il maestrino dalla penna rossa...sempre una spanna avanti agli altri...

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Lun, 06/10/2014 - 09:36

E se anche noi iniziassimo a sgozzare i suini nel cortile del condominio e poi imbrattassimo col sangue del porco porte e muri dove abitano islamici....

albertzanna

Lun, 06/10/2014 - 10:08

PER MARINA58 - Io frequento la Sardegna dal 1970, avendoci amici carissimi e stimando i sardi al punto tale che quando sento i soliti imbecilli affermare che i sardi sono dei meridionali, come minimo suggerisco loro di imparare a guardare la carta geografica, poi di andare a scopare il mare, perchè la Sardegna è popolata da gente intelligente, che ha voglia di lavorare ed ha orgoglio. Il fatto che tanti sardi, soprattutto dell'interno isolano, abbiano poco rispetto delle leggi del paese italico, è in buona parte colpa di chi quelle leggi ha scritto ed approvato, per la maggior parte meridionali incapaci e sfaticati, e di come vengono applicate, con moltissima tolleranza in Sicilia, Calabria, Puglia, Campania e Lazio, e molta intolleranza in Sardegna e nel resto del centro nord. Poi che in Sardegna ci sia chi proprio delle leggi è insofferente, è un dato di fatto, che nessun sardo può negare, correndo il rischio di scrivere belinate come quelle che lei ha appena scritto. Circa il mio alito, voglio proprio conoscere chi possa affermare che l'ho pesante, con tutto quello che spendo, ogni anno, di dentisti ed igenisti orali. Quindi, stia serena e si beva un Cynar. AZ

albertzanna

Lun, 06/10/2014 - 11:09

PER PILANDI - Indro Montanelli una volta rispose, con una frase fulminante, ad un lettore che gli chiedeva di parlare ogni tanto di Rocco Buttiglione (il totalmente inutile uomo politico - !?! - della Democrazia cristiana): e con quel poco che mi resta ancora da vivere, dovrei perdere il mio tempo scrivendo di Rocco Buttiglione?? Partendo da quel presupposto rispondo a lei. Tempo addietro ebbi modo di visitare l'Inalca di Castelvetro di Modena, credo la maggior azienda italiana che macella e confeziona carne alimentare. Durante la visita venimmo portati anche nel reparto dove gli animali entrano vivi, uscendone poi sotto forma di quarti di carne per la distribuzione commerciale, ed avemmo modo di verificare sia il modo igenico e animalista di trattare i bovini prima del fatale colpo che li priva della vita, sia il dopo, dalla scuoiatura alla sezione in parti. Memore della macellazione halal vista tanti anni prima in Libya, potei fare il confronto fra il metodo, di atroce sofferenza inferta all'animale dal metodo islamico, e quello praticamente istantaneo e indolore di morte dell'animale che risponde alle leggi della civiltà occidentale. Il suo filmato non l'ho neppure guardato, ben conscio che lei sia andato a scegliere - fior da fiore - quanto di più orripilante è riuscito a trovare pur di dare fondamento alle sue bislacche teorie proislam. Cerchi di capirmni, se ci riesce: io amo gli animali, tutti indistintamente, col termine "animale" intendendo gli esseri viventi al di fuori dell'umano (che poi è una forma di esaltazione che ci prendiamo, essendo anche noi animali, ma ci attribuiamo d'essere senzienti, perche con pollice opponibile e dotati di parola, così dimostrando che siamo solo superbi). Io guardi negli occhi il mio cane, il mio gatto, intanto che parlo con loro, e ci vedo una intelligenza che capisce ciò che dico, e a loro modo mi rispondono e mi dicono quanto mi amano. Vedo la serenità negli occhi di una mucca, mentre viene munta, e sa che sta fornendo il suo latte come nutrimento, ho visto le foto di quell'elefante che, liberato da una vita di costrizione e schiavitù di anni ed anni, aveva le lacrime che gli scendevano dagli occhi perchè degli uomini lo avevano reso di nuovo libero, e potrei continuare con migliaia di esempi simili. La cultura islamica, per sua scelta dichiarata, è ferma all'anno 622 dC, anno dell'egira. Se lei si prende la briga di andare in Israele, e prova a vivere con degli israeliani praticanti, ma non fanatici come gli oltrodossi, scoprirà quanto siano moderni ed avanzati e che nessuno di loro si fa scrupoli nel mangiare carne non macellata ritualmente e consumano il maiale, che era stato messo all'indice dall'Antico Testamento per motivi che nulla hanno a che vedere con la questione di non essere ruminanti, ma sono riferiti al fatto che il maiale consuma grandi quantità d'acqua, in zone desertiche....., e che è fondamentalmente un animale stanziale, quindi poco pratico per popolazioni nomadi come lo erano gli ebrei e lo sono i beduini, e sappia che ho solo approfondito due fattori che affondano la loro validità in pratiche alimentari risalenti a 4000 anni fa, che i mussulmani hanno fatte loro quando il falso profeta Maometto copiò l'Antico e Nuovo Testamento e i Vangeli per crearsi una religione, l'islam, da usare per farsi i cazzi suoi (detta volgarmente ma esattamente). Quanto ai meriti che le attribuisco, la contraddico, non sono io che glieli riconosco, ma lei che si loda sperticatamente, così dimostrando l'estrema pochezza mentale del suo discernimento. AZ

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Lun, 06/10/2014 - 13:06

@ALBERZANNA...mettiamola così:diciamo che si è "salvato"...aggiustando il tiro, nel suo utimo scritto.Dice bene...la nostra insularità a poco ache vedere, con la meridianalità,possediamo altri stili di vita rispetto ai meridionali, da lei citati e diciamo anche molto meno collusi...meno invadenti,meno lamentosi molto più dignitosi e riservati;gli stessi pastori, parlano un italiano...(in quanto noi, o parliamo l'italiano, o parliamo in Limba...)da far invidia ai pastori, agricoltori, ai quali servono i sottotitoli, per essere compresi.Nel 70...io no ero in Sardegna..."aimè" vero è...che in alcune parti dell'isola, nello specifico nel centro...esiste ancora qualcuno, che vive "allo stato brado"...(ma tanto squisita e ospitale, come pochi...)colpa sì, dei Sardi, ma soprattutto d'una sinistra, che nel ricordo, di Gramsci, Berlinguer...ed altri sinistri, che non hanno amato questa Terra, infischiandosene,altamente, dei problemi di questo popolo...utilizzato solo a fini elettorali...ciò sta a dimostrare quanto invece,la furbizia e le mani in pasta dei meridionali, da lei citati...abbiano,l'appoggio e la protezione, dei vari politici, nella gran parte dei casi, tutti meridionali, anche nelle trasmissini più banali...Napoletani in primis....Siciliani a seguire...be, tutto sommato preferisco i miei.Le ho risposto, per pura cortesia; conscia del fatto, di non aver fatto nessun scivolone...per il resto, non bevo cynar...(cynar???) al limite, un ottimo...MIRTO... in onore suo e della mia Amata Terra...e sempre in compagnia, mai sola.Eppoi, cosa centreranno i beduini islamici...con noi...davvero, non lo compriendo.Dio, ce ne scampi e liberi...ma lo ha compreso, che l'ITALIA...è finita, grazie ai nostri politicanti...tutti o quasi...GRAZIE!!13;05.Buona fortuna.

albertzanna

Lun, 06/10/2014 - 15:29

Buona fortuna anche a lei, MARINA58, ma con un buon bicchierino di Filu 'e Ferru. Per la fine di quest'anno sarò in Sardegna, a Santa Teresa di Gallura, dove ho tanti amici e mi lega uno stretto rapporto con il mare e la vista che si gode, particolarmente all'alba e tramonto, dall'alto di Porto Quadro . Andrò a mangiare in un agriturismo di Bassacutena, ci si arriva passando attraverso alcune cave di granito, dove si servono i migliori malloreddus piccanti che abbia mai mangiato, poi andrò in un ristorante all'inizio della Carlo Felice dove preparano il pesce cotto sulle lastre di granito scaldate dalla fiamma di legno aromatico, e andrò anche in un certo posto, all'interno, dove fanno ancora il porceddu cotto sotto terra, ma non rivelo il nome del posto e della trattoria neppure sotto tortura, perchè voglio restare fra i pochi privilegiati che possono ancora mangiarlo cotto all'antica. Ovviamente tutti cibi annaffiati da buoni vini sardi e, per capodanno, brinderò con del buon Torbato Spumante Brut. Poi porterò mio figlio in giro, con la barca, per l'arcipelago della Maddalena, fino all'isola di Lavezzi, in Corsica, a rendere omaggio ai marinai del naufragio della Semillante. Con mio cugino, gran marinaio, anni fa al tramonto e diretti al porto di Santa Teresa, incappammo in una bufera di quelle famose delle Bocche di Bonifacio, e per salvarci meditammo anche di metterci alla cappa, poi fortunatamente mio cugino riuscì ad entrare in una caletta poco battuta del vento e facemmo passare tempesta e notte. Anche questo è il bello della Sardegna. Salutoni AZ

buri

Lun, 06/10/2014 - 15:53

quelli sono timasti ai tempi di Abramo, da allora non si sono evoluti mentalmente, e poi cìè chi parla di integrazione, loro non hanno nessuna voglia di integrarsi, pretendono solo di imporre i loro costumi e basta! sarebbe ora di svegliarci

michele lascaro

Lun, 06/10/2014 - 17:10

Per Raoul Pontalti, ho imparato da adulto che si dice Salgàri, da salgàr ecc. Da piccolo ho sempre detto Sàlgari, tra l'altro il mio autore preferito, e quindi dirò sempre Sàlgari. Ma per la pronuncia mi rifaccio alla metrica greca per cui una vocale, seguita da due consonanti, diventa lunga. E infatti così si pronuncia il mio cognome che è, chiaramente, greco (in origine Laskaris o Laskaros, a seconda delle regioni greche) . Questa vuol essere un'utile e corroborante pausa al tema dominante. Per inciso da noi, si uccideva il maiale col metodo ebraico, forse anche ora.

Ritratto di semovente

semovente

Lun, 06/10/2014 - 18:42

E' ora di finirla con questo sconcio, almeno in Italia. Mi piacerebbe anche sentire una parola del Papa al riguardo senza aspettare Pasqua . E' passato San Francesco, Santo che non pestava nemmeno le formiche, ma non si è sentita alcuna parola da parte della Chiesa e si che di maltrattamenti agli animali, in alcune circostanze benedetti da sacerdoti che partecipano a sagre più o meno trculente e nel nome di Santi forzatamente consenzienti, ne accadono ogni giorno. Che schifezza!

Raoul Pontalti

Lun, 06/10/2014 - 19:30

Non T'arrabbiare michele lascaro ma il porco si scanna con l'accoramento (ossia mediante infissione della lama tra la III e la IV costa con in genere rottura dell'arco dell'aorta o dei tronchi arteriosi che dall'arco si dipartono, che se male eseguita porta a morte lenta per emopericardio o emoperitoneo) è agli antipodi della macellazione rituale che impone invece la recisione delle vv. giugulari, delle aa. carotidi, dell'esofago e della trachea oltre che dei piani muscolari ventrali del collo con unico taglio senza ledere la base vertebrale e con perdita di coscienza entro tre secondi e morte per arresto cardiaco entro trenta secondi. Per le ragioni dette l'accoramento è giustamente vietato se non è intervenuto lo stordimento e viene in genere attuato con tecnica diversa. La tecnica di macellazione non è cosa di conoscenza comune ma troppi ne parlano e taluni ritengono che la semplice visita di un impianto di macellazione o qualche filmato su you tube consenta di salire in cattedra. Se non si conoscono almeno sommariamente l'anatomia e la fisiologia degli animali, e in particolare la fisiologia del dolore e la fisiologia della morte e si ignorano le tecniche di stordimento, di uccisione e di macellazione e infine si ignorano la legislazione nazionale ed europea in materia e le singole prescrizioni religiose poi solo cazzate si possono dire. Tu almeno, pur in possesso degli strumenti culturali di base per intendere la questione in quanto medico chirurgo, hai evitato di impelagarTi in concioni moralistiche, mentre geometri, ragionieri, ingegneri, avvocati e commercialisti vi si sono immersi sulla scorta di qualche filmato.

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Lun, 06/10/2014 - 19:47

@ALBERTZANNA:mi scuso del ritardo, nel risponderle, ma non sempre sono collegata;a dire il vero ho letto, la sua cortese risposta tramite cell...trovandomi fuori casa, per alcune faccende.Che dire?? WOW...mi ha fatto sognare, con le sue avventure...che a dire il vero sono anche le mie;in quanto pazzerella e spregiudicata, quando si tratta, di espolazioni...e il mettersi nei guai...mi appartiene.Sono lietissima che lei, abbia ancora una volta scelto la Sardegna,(he non è solo mare...)come meta, per vivere in totale libertà, tra aromi e profumi...davvero unici e deliziosi.Adoro, il porcetto...sulla cui abilità nel cuocerlo a fiamma lenta con patate sempre sotto cenere...succulento piatto.Santa Teresa è...splendida e battuta in lungo e in largo, da estimatori di buon gusto...non dimentichi però Stintino, se vuol davvero vedere, il paradiso soprattutto la Pelosa...imperdibile.Noi possediamo...una piccola viletta di famiglia alla Tonnare a neanche dieci metri dal mare...dove io, mi rilasso e ne combino di ogni.Anche noi siamo muniti di barca e gommone in quanto...certi luoghi, possono essere battuti solo attrezzati e non esiste anima viva.Se dovesse capitare in quel di Sassari, sarà un piacere conoscerla...diversamente, le posso suggerire dei piatti tipici: ziminu,(le interiora dell'agnello...)piatto per noi prelibato, ciogga,(lumache) cioghitta,(lumachine) e coccoi ripieni,(lumaconi) per quanto riguarda il pesce, noi ne mangiamo tanto sardine, zarrettu,triglie, sempre, cibi cotti alla sarda, se le riesce...assaggi le attinie, impanate e fritte...divine...per i vini c'è l'imbarazzo, della scelta...noi ci serviamo da privati...anche per il bar...non ci manca ru firu ferru e se lo gradisce...lo berrò con lei, anche se a me personalmente non va e più per palati maschili. Buon appettito e alla prossima spero, molto lieta d'averla "conosciuta" di vero cuore.Cordialità, Marina.Anch'io ho due figli molto giovani...che sono la vita mia. GRAZIE!!e grazie al Giornale per la cortesia.

atlantide23

Mar, 07/10/2014 - 00:10

Omar El Mukhtar non illuderti: quelli, dalle pecore, passano tranquillamente agli esseri umani. E per ora, hanno rivolto la loro attenzione proprio a quegli occidentali che erano dalla loro parte.

atlantide23

Mar, 07/10/2014 - 08:52

Omar El Mukhtar , preferisci forse l'imperialismo dell'ISIS ?

atlantide23

Mar, 07/10/2014 - 08:53

Omar El Mukhtar non illuderti: quelli, dalle pecore, passano tranquillamente agli esseri umani. E per ora, hanno rivolto la loro attenzione proprio a quegli occidentali che erano dalla loro parte.

michele lascaro

Mar, 07/10/2014 - 12:10

Caro Pontalti, io non conosco le tecniche di macellazione, perché, tra l'altro, non sono chirurgo ma internista (e per certi versi, da prendere con le molle, nemico degli interventi chirurgici indiscriminati), però ti (con la t minuscola, tra noi nulla di maiuscolo) assicuro che ho visto , da piccolo, i suini ammazzati con la recisione della giugulare. Tecniche sofisticate sono sconosciute nel Sud. Ti assicuro, poi, che non mi sono arrabbiato, non c'era motivo.

michele lascaro

Mar, 07/10/2014 - 12:12

Per Marina, grazie delle spiegazioni, però mi è venuta una fame!...

albertzanna

Mar, 07/10/2014 - 13:35

MARINA58 - Come dico sempre con i miei figli, ogni volta che vado ad esplorare il pianeta gastronomico sardo mi rendo conto d'avere solo grattato la superficie. Io, per esempio, sono ghiotto di Seadas (in sardo lugudorese) fritte e poi coperte col miele di corbezzolo, oppure di pabassinas (da notare che io non mangio il panettone milanese tradizionale perchè non gradisco uvetta passa e canditi), faccio autentiche scopracciate di pane frattau con uova e pecorino, ma il pane carasau me lo sgranocchio anche così com'è, semplicemente passandolo nel piatto con olio e sale, una variante è il pane guttiau, oppure il formaggio "casu frazigu" (che ovviamente i miei figli chiamano formaggio marcio) con pane fatto nel forno a legna e bevendo Cannonau novello, ecc. ecc. ecc., c'è solo il gusto della scelta. In questi ultimi tempi mi sta sempre più poassando per la testa il proposito di rientrare in Italia, sono assente da anni, ormai i miei figli sono grandi e ho dato loro l'indipendenza di lavoro ed economica, quindi vorrei acquistare due case, una sulle mie montagne modenesi ed una in Sardegna, che mi piace tutta, ma la mia preferenza va al nord dell'isola. Conosco benissimo Stintino. Accadde, una estate di anni fa, che fossimo in vacanza proprio a Stintino, assieme alle tre famiglie dei nostri migliori amici. Uno di questi "ragazzi" (allora) veniva chiamato "anima lunga", alto quasi 1.90 e magro come una sardina e con poco muscolo. Avevamo affittato 3 villette molto vicine al mare, una solo per la mia famiglia perchè avevo, allora, due figlie, anni dopo arrivò anche il maschio, ma con altra moglie. Una mattina decidemmo per una sgommonata con pesca subbacquea, su secche che mio cugino mi aveva indicato sulla carta, lui ha la villa a Porto Quadro. Uscimmo dalle case che erano a bordo porticciolo. Io e Cesare, i due robusti della compagnia, eravamo caricati di varia roba, Mario portava le due borse frigo, Paolo "anima lunga" era incaricato di portare il borsone con dentro i fucili da pesca, le cinture con i piombi ed altre cose, il tutto per un peso che lo obbligava a portare il borsone utilizzando le due mani. Preventivamente Cesare, che era quello che ideava gli scherzi, aveva notato che alla fine del della parte larga del pontile, ormeggiato a sinistra, c'era una barca, un Boston Whaler (certi particolari non si dimenticano mai) a bordo della quale una ragazza sarda, dai capelli e dalla bellezza direi di origini catalane, che era già stata abbondantemente notata per l'abbondanza di seno e le gambe lunghe, che prendeva il sole, sdraiata sulla schiena, piedi verso il pontile, così come mamma l'aveva fatta, oltretutto tenendo le gambe leggermente divaricate. Il pontile faceva una curva destra a 90° e i nostri gommoni erano ormeggiati poco più avanti. Paolo, sbuffando, inizio a camminare quando notò lo spettacolo. Fu tutt'uno, passando lentamente davanti alle grazie della ragazza in esposizione, girò sempre di più la testa verso sinistra, e poi all'indietro, per non perdere nessun particolare, e come prevedibile ad un certo punto il pontile gli venne a mancare sotto i piedi e precipitò in acqua. E chi gli porse per prima la mano per aiutarlo a risalire? La stessa ragazza sarda, sempre totalmente nuda, così offrendo a noi lo spettacolo delle sue rotondità posteriori. Le risate si sprecarono, e Paolo se la godete perchè risalendo sul pontile trovò il modo di aggrapparsi alla ragazza, diventando una specie di piovra. La ragazza diventò una nostra amica, la moglie di Paolo non gradì per nulla. Adoro la sua terra, e i sardi. Se metto in pratica i miei programmi, sicuramente verrò a Sassari, se ho ben capito lei possiede un bar, per salutarla e conoscerla di persona, ovviamente con le nostre rispettive famiglie. Il viaggio di Capodanno 2014 sarà una specie di mordi e fuggi assieme a mio figlio, 29enne, che vuole far visitare e conoscere l'isola alla sua compagna. Grazie per l'occasione che mi ha data di parlare della sua terra. Albertzanna

albertzanna

Mar, 07/10/2014 - 13:51

PER MARINA58 - io avevo preparato una risposta, ma il comitato dei moderatori del Giornale non deve avere gradito che ho narrato cose belle e serene della Sardegna, mentre quì si deve solo parlare di sgozzamento halal di animali e uomini, e non lo ha pubblicato. Se ho ben capito lei possiede un bar a Sassari. Ho prima o poi verrò a fare una girata e a conoscerla. Albertzanna

atlantide23

Mar, 07/10/2014 - 14:22

o forse ,Omar El Mukhtar , preferisci l'imperialismo sovietico, durato fino a ieri? O forse , preferisci l'imperialismo cinese? Ahhh...che pazienza che ce vo' con 'sta gente!!!La pazienza dara' pure la cirtu' dei forti ma quando e' troppa diventa la virtu' degli stupidi

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mar, 07/10/2014 - 15:47

@ALBERTZANNA Santo cielo:mi ha completamente rapita...conosce direi quasi a menadito, la mia Terra, molto meglio di tanti Sardi...e ciò non può che farmi un immeso piacere.Le sue avventure...(e non solo perchè sarde...) mi affascinano sul serio.Le donne Catalane, son davvero belle e credo a ciò, che mi racconta.Anch'io prendevo il sole, come mamma mi ha fatta, ma sempre, in calettte isolate, salvo un giorno, in cui credendo d'essere sola, mi spuntato un sub all'improvviso...poco male era mio cognato,che urlava, mentre io scappavo terrorizzata...fermati son io.Mio cognato è un esperto di pesca subaquea, con bombole...ed io adoro le immersioni.Mio marito è Sardo del goceano,(ma di origini Toscane)più amante della montagna e più "orsetto" rispetto a me; ma Adorabile ed affidabile, come pochi, geloso alla "follia" per lui rimango e sono la Donna più bella ed importante del mondo, come quando mi ha conosciuta a 19 anni.Sempre oberato di lavoro, quando osservo i suoi occhi...azzurri, dopo una giornata di lavoro...magari andata maluccio, mi si stringe i Cuore.Non dimenticherò mai, il giorno che disse alla sua mamma..".mamma, ho incontrato la madonna"(la Madonna lo perdoni, per l'accostamento...) u fu così, che in campeggio a Costa Rei, conceppimmo la prima figlia...di una bellezza unica,(a detta di tutti)...per il maschio, lascio, sospeso, il tutto.Ma bando aqueste cose...bellissime e spassosissime.gastronomia: il formaggio frazigu...è prelibato e non è altro che formaggio con i vermi, vermi di formaggio, alcuni lo preferiscono passato...le seadas, son regine, tra i dolci sardi, così i piricchitos, papassinas, savoiardi, ecc...dimenticavo ieri ho cucinato per la gioia di tutti: ra monzitta, un tipo di lumaca, più pregiata della solita e cardoncello squisitissimo.A POLTU QUADU...ho dormito in macchina,un'altra pazzia, stavolta l'idea è stata di mio marito;ricordo indelebile.Probabilmente,(non è ancora sicuro...) a Natale dovrei recarmi a Roma...mi aspettano ed è tanto che non ci faccio una capatina.Si...sono proprietaria di un bar e davvero l'aspetto, se gradisce con immensa gioia.Siamo una bella famiglia e...non se ne pentirà, se poi sa anche ballare...il gioco è fatto, soprattutto Rock and roll.GRAZIE A LEI...per me è stato un onore ed un piacere, divino.A preso cortese Signore.ore 15;45.Spero la redazione le faccia giungere questo mio.AVVIDEZZI!!

Anonimo (non verificato)

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mar, 07/10/2014 - 18:19

dimenticavo...Signor ALBERTZANNA:considerando che oggi, non sono andata in palestra,qualcuno le da del vecchio...in altro articolo:spero abbia almeno l'età di mio marito...54 anni e che non sia, qualcuno che ha carpito la mia buona fede!! scusi e grazie!!ore18:19.GRAZIE!!

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mar, 07/10/2014 - 18:56

@Albertzanna...oggi non sono andata in palestra e son collegata...non compriendo la redazione che non pubblica un mio commento...su una mia titubanza;spero lei non sia uno dei tanto troll...che infesta questo giornale...non vorrei che avesse carpito la mia buonafede...e che abbia almeno l'età di mio marito 54 anni.Con Osservanza...ore 18.56.GRAZIE!!

albertzanna

Mar, 07/10/2014 - 20:53

MARINA - io mi chiamo Alberto, e l'unico Signore che riconosco è quello che abita Lassù. Su questo forum ci sono personaggi, stranamante e chissà perchè tutti adepti di sinistra, che danno del vecchio a chiunque risalga la filiera del PCI, partendo dalla rivoluzione d'ottobre e dalla mummia sulla Piazza Rossa. E siccome io affermo che l'attuale PD non è altro che la cosmesi moderna del vecchio PCI, ecco che mi danno del vecchio per farmi apparire poco credibile, del poco aggiornato, non sapendo che esiste un vecchio proverbio che in versione moderna dice: il primo che si lamenta di una puzzetta fatta in una stanza affollata, è sempre quello che l'ha mollata. Sono nato presto, nettamente prima di suo marito, se vuole sapere l'età anagrafica, che a me interessa giusto per evitare che il giorno del mio compleanno qualcuno si azzardi a farmi gli auguri. Ma mentalmente, come spirito, come fisico, a parte la pancetta che viene amando il buon vino e la birra (buona l'Ichnusa, anche con la fetta di limone), come salute e come voglia di vivere ed essere sempre impegnato, con il mio lavoro e con lo sport, ho molto meno anni e sono di poco più anziano di lui. Invece lei, da come scrive, mi appare come una donna sempre solare, piena di vitalità e di gioia. Sono un italiano anomalo, perchè non bevo caffè, non tifo per il calcio e, pur essendo un modenese, non sono di sinistra. Ho avuto una prima moglie, alla quale feci un torto immenso che ho pagato perdendola, e una seconda, che mi ha dato il figlio maschio (il suddetto torto immenso) che era nei miei geni da sempre ed è identico a me e a mio padre, ma dalla quale ho divorziato perché lei ha "abusato" della mia buona fede. Io dico sempre la verità, per pur spiacevole, ma solo la verità, quindi mai e poi mai le carpirei la buona fede. Grazie a lei della sua gentilezza. Albertzanna

Ritratto di DissonanzaCognitiva

DissonanzaCognitiva

Mar, 07/10/2014 - 23:55

Ciao tutti, Premetto un'inesattezza futile: "il lungo e complicato che fa sì che il sangue influisca in realtà è molto semplice": la gravità, le cose cadono verso il basso. Sono una musulmana, vegetariana e militante: io non mangio carne proprio perché sono contro la crudeltà animale, in tutti i casi, però al contrario di tanti di voi, non solo quando si tratta di una festa islamica. Un commentatore ha detto: "se un italiano uccide un gatto anche per sbaglio succede il caos", è sbagliato: gli italiani uccidono decine di migliaia di animali al giorno ed è considerato normale : i loro cadaveri si vendono nelle macellerie, supermercati, ristoranti, etc. Quindi l'unica cosa per cui i carnivori (immagino l'immensa maggioranza dei commentatori indignati e l'autore stesso), l'unica cosa per cui si possono offendere è che l'uccisione non venga fatta da macellai (assassini legali di animali) ma da persona lambda nella propria casa. Si deve fare come in Francia, ossia vietare che l'uccisione venga fatta dai particolari ma unicamente nelle macellerie autorizzate (che uccidono tutti gli altri animali che forniscono a tutta la nazione i cadaveri di animali uccisi). È dissonanza cognitiva mangiare animali uccisi per il piacere del vostro palato mentre trattate di barbari ad altre persone che uccidono animali per mangiarli, in una festa religiosa.

albertzanna

Mer, 08/10/2014 - 12:45

DISSONANZACOGNITIVA - Fra il suo nick name e la frase "sono una mussulmana vegetariana e militante" lei ha espresso, nel modo più totale, l'assurdità di quanto fa seguire nel resto del suo commento. Lei sa cosa è una dissonanza cognitiva? Temo proprio di no. Lei afferma d'essere una mussulmana vegetariana e militante? Temo proprio di no. L'unica cosa che forse è reale è che lei è una convertita mussulmana, una italiana, il che si evince dalla proprietà di linguaggio che usa, e che è arrivata alla conversione perchè della psicologia complicata e di una sorta di filosofia sghemba ha fatto la sua battaglia contro la società occidentale che lei non vuole accettare/comprendere, probabilmente perché lei di carattere è una "bastian contraria" per la sua attitudine ostinata ad essere contrario a tutto che è tipica, per rifarci a qualche cosa che ogni tanto si osserva nel fenomeno "mentale" dei frequentatori dei centri sociali. Ebbi modo di osservarne una, una ragazzina, anni fa passando nel centro di Bologna, durante una manifestazione di protesta sotto al palazzo comunale, di appunto, un manipolo di questi strani personaggi, un miscuglio etererogeneo di barbudos scalmanati, di punkabbestia, di strani tipi che, in piena estate, indossavano felpe pesanti con il cappuccio rigorosamente tirato sulla testa, di fanatici con teste crinite di capelli lunghi tutti intrecciati e rigorosamente unti e puzzolenti e questa ragazzina che spiccava, ai miei occhi attenti, per essere tutta abbigliata con capi griffati, Rolex ad un polso e serie di braccialetti d'oro all'altro, scarpe da almeno 300.000 lire al paio (si era negli anni 80/90 e allora le Timberland erano d'ordinanza fra i contestatori radical chic), che urlava, come una invasata, "vogliamo tutto e subito", ripetendo la frase maniacalmente con il pugno chiuso, della mano sinistra, scagliato in alto ogni volta che pronunciava la parola "subito". La esorto a rileggere quanto ha scritto sopra, eventualmente sottoponendolo ad un buon psicologo, perchè lei abbisogna di un lungo periodo di riposo mentale, tipico di coloro che si affermano vegetariani, a cui l'assenza di proteine animali provoca "dissonanze cognitive", che sono tipiche del Popol Vuh, civiltà precolombiane, così io denomino gli aderenti del cosi detto Popolo Viola, esaltati radical chic della sinistra caviale e champagne . AZ

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mer, 08/10/2014 - 13:00

@ALBERTO...GRAZIE, GRAZIE, GRAZIE.Mi ha davero, tolto un peso, restituendomi la gioiosità, che mi è propria...non può che trovare, in me tutto l'appoggio e la condivisione del suo chiaro e limpido pensiero,essendo io un anticomunista convinta ed orgogliosa di esserlo.Mi creda:ho rischiato di "perdere" mio marito, uomo eccellente e tollerante...diciamo per una pazzia, che mi stava costando, tanto...serenità compresa.Apprezzo, immensamente la sua "confessione" riguardo, il rapporto, con quella che risulta, a sua ex moglie;avrete sicuramente sofferto tanto...e il ftto che lei l'ho ammetta tra le righe,fa si che, la mia simpatia nei suoi confronti, aumenti, la mia stima e la totale fiducia...in fondo in amore, chi è, senza peccato???? sbagliare è, umano, l'importante è, fermarsi in tempo e valutare, cosa si può perdere, a volte definitivamente.Il mio più grande desiderio è...godermi la vita appieno e ridere, senza mai prendermi sul serio...e desidero farlo sempre, senza se e senza ma...diversamente, mi snanuterei.Non importa l'età, e fa benissimo a non citarla...non lo faccio neanche io...ed a ragione, mai fidarsi, totalmente, l'ho imparato a mie spese...apprezzo gli uomini, al di là, della pacetta, ottima la birra..ICHNUSA...con limone, ne vado ghiotta, pur avendo il ventre piatto.Provi, a gustare il pane Zichi...con con pecora e sugo al cinghiale...mi saprà, dire.Spero d'incontrarla prima o poi, persone come lei...non si possono perdere...ha tanto da insegnare, qualunque sia la sua età.Con Simpatia, Marina.ps perdoni...la diffidenza, ma il virtuale, è sempre da prendere con cautela. HOLA ALBERTO E GRAZIE!!ore 12;59.

albertzanna

Mer, 08/10/2014 - 16:40

MARINA - grazie e lei. Strano, e disagevole, scrivere di se stessi su un forum pubblico. Io, che mi vanto d'essere molto razionale, mi trovai a desiderare talmente mio figlio da lasciarmi coinvolgere in una avventura che era in antitesi con la razionalità. Ringrazio Dio per il figlio, ma anni dopo mia moglie, la prima, quella vera ed amata, si ritrovò a combattere con un alieno, annidato nel seno, e non ce la fece, e tutt'ora io mi imputo d'essere stato, con il mio comportamento, la probabile causa scatenante, anche se so che lei mi aveva perdonato di tutto. Nel suo caso, Marina, un marito eccellente e tollerante ha, forse, salvato capra e cavoli; nel mio, mia moglie mi fece capire l'enormità dell'errore (lunga e troppo intima da raccontare) ma mi insegnò una parte della scuola della vita che non avevo mai frequentata: quella d'essere capace d'andare, cappello in mano, a chiederle scusa. Mi mise dietro la lavagna col berretto del somaro sulla testa, e c'è voluto del bello e del buono per toglierlo. La mia vera età viene chiamata "terza", in termini generici - circa DA a circa A, ma a quanto pare io sono un privilegiato, perchè mi sono fermato, fisicamente e per ora, alla seconda, pur se nel sacco dell'esperienza che ogni essere umano porta dietro alla schiena penso d'averne accumulate anche per la quarta, età, o la quinta, la sesta, se esiste, e più vado avanti più mi gusto ciò mi trovo ad affrontare ogni giorno - della festa come del lavoro - dal momento in cui mi sveglio, rigoramente alle 6 del mattino, cui faccio seguire una buona oretta di corminata (mi sono inventato il verbo corminare = correre/camminare), quale che sia il tempo che fa. La cosa che le invidio è la pancia piatta, ma ora ho visto una specie di cintura ad impulsi che, indossata attorno all'addome, dovrebbe farmi tornare gii addominali scolpiti...... Beh, ragazza, che male c'è ad illudersi che senza fare fatica possa tornare ad avere il "fisico bestiale" dei tempi in cui facevo ginnastica artistica. Noi uomini siamo bravissimi ad inventarci giustificazioni. Ciao Marina, have a nice day. Alberto

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mer, 08/10/2014 - 20:37

ALBERTO:la sua senzazione dello strano e disagevole...è aimè anche la mia. Ma leggere, i suoi postati è come abbeverarsi, ad una fonte cristallina.Solo ed esclusivamente per questo, il vero Amore della sua vita...dovrebe perdonarla, anche se intuisco, che forse non tutto è perduto,nonostante il bimbo,"incolpevole" delle debolezze umane, non entro nel merito, e me ne guarderei bene, della faccenda...sicuramente sofferta da ambo le parti...e cosa l'ha spinta, ad avere una creatura, con una donna, che non fosse, quella che lei ama.Mi marito, ha perdonato, la mia defaillance...in quanto ha ampiamente compreso, che mi sentivo sola...e pur di non perdermi, ha davvero fatto di tutto e di più...ma, non posso e non desidero, mettere in piazza, ciò che è successo...all'interno della mia famiglia, io spaesata...e rammaricata, ma, mai giudicata...proprio per la razionalità, che appartiene in toto a mio marito...salvando una bella ed invidiata unione.Anche noi, ci svegliamo presto al mattino...esattamente alla sua stessa ora, ma per andare a lavorare, sperando, che le cose cambino, anche se il buio, non si dirada.Ho molta libertà e molti spazi, che sia io che lui, ci ritagliamo...(lui un pò meno...)ma, tralasciamo...questo discorso, foese è meglio.Pittosto sono affascinata dalla cintura...FANTASTICO!! ma mi creda, meglio un tantino di pancia, che un cervello vuoto e sterile...ginnastica artistica? l'ho praticata anch'io...ora faccio un pò di tutto sempre munita di ipad...non ne posso fare a meno, vivo di musica, in quanto canto...ti ,saluto con simpatia e stima, Marina.ps A quest'ora...buona serata a te.Marina. GRAZIE!! ORE 20,37.

Ritratto di DissonanzaCognitiva

DissonanzaCognitiva

Gio, 09/10/2014 - 15:10

Come mai non è stato pubblicato il mio commento da animalista indignata? Forse non è adeguato alla linea editoriale del Giornale?

albertzanna

Gio, 09/10/2014 - 15:14

CIAO MARINA. Simpatica ed atipica amicizia di forum. Mi piacerebbe, per fine anno, arrivare a Sassari, ma la vedo dura. In pochi giorni dobbiamo condensare un tour dell'isola, nord, sud e centro, e tutti e due, mio figlio ed io, sempre con i tempi contati. O prima o poi mi prenderò un assaggio di pensione - solo scrivere la parola mi fa scappare da ridere - e andrò a vedere se una famosa villa di Porto Quadro, è tipica perché a pianta rotonda e fatta con sassi, tipo nuraghe, è ancora in vendita. Non sarebbe male trascorrerci qualche mese ogni anno, rimedio infallibile per cavarsene tanti di dosso. E' sulla strada che scende verso il porticciolo, vicina al ristorante frequentato da chi tiene barche e gommoni a Santa Teresa; ci mangiai una spaghettata condita con sugo freddo fatto con pomodori tipo San Marzano sbollentati, spellati e fatti a tocchetti, olive nere e verdi spezzettate, origano, olio, sale e pepe e basilico sardo, quello dal profumo intenso. Poi si tiene il sugo in frigo per qualche ora che si insaporisca bene e dopo si deve buttarlo sugli spaghetti fumanti appena scolati, mescolando per bene. Già descrivendolo ne sento il gusto sulla lingua. Poi lo chef si magnificò servendoci delle spigole in crosta. Bevemmo una Vernaccia di Oristano da fare resuscitare gli antichi giganti sardi. Immagina che imparai a preparare questo sugo, mi piace cucinare, che deve essere fatto assaggiando di continuo il progredire del sapore e del profumo fino a che non soddisfa il palato (e so che se soddisfa me va bene anche per il mangiatore più esigente). Una estate ero a Livigno, Sondrio, dove la gente locale è più abituata a mangiare pizzoccheri, fondue bourguignonne e capriolo in salmì. Mi venne in mente di preparare questo sugo, girai tutti i negozi fino trovare gli ingredienti e, la sera prima, preparai il sugo per farlo insaporire bene in frigo. Per fortuna che, come mio solito, avevo esagerato nelle dosi per cui ne ricavai una zuppiera piena di dimensioni esagerate. La mattina dopo, era una domenica, il solito Cesare lo assaggiò, in pochi minuti mezza Livigno, dei nostri amici, venne a sapere che a mezzogiorno avrebbero potuto assaggiare una specialità tipicamente sarda (che poi non so se sia un sugo tipico dell'isola), cosi a tavola ci trovammo in una quantità di persone affamate. Non trovando, a Livigno, della Vernaccia, ripiegammo su un bianco del Reno, vinello tipicamente tedesco che, detto alla veneta, "sa de freschin", cioè leggero e fruttato di biancospino, ma venne accettato e bevuto secondo il vecchio proverbio "piuttosto che niente, è meglio piuttosto". A proposito, il mio amico Cesare è conosciuto in Sardegna per essere quello che ha dotato di impianti luci e scenari alcune delle discoteche più "in" dell'isola. Credo che lo chiamino come "l'architetto delle luci". E' molto bravo, nel suo lavoro, Tanti anni fa preparò, a Platamona di Porto Torres, una sala mostra ceramiche, commissionata da un certo Boni, un modenese che aveva preso la rappresentanza delle ceramiche di Sassuolo per il nord dell'isola. Stemmo lì in vacanza, Hotel Toluca, per una decina di giorni. Facemmo una escursione all'interno arrivando molto oltre Ozieri, dove Cesare aveva un amico che ci preparò, in un casale di montagna, un pranzo sardo. Riprendemmo la strada per tornare all'Hotel che erano le 10 di sera, allora non c'erano i navigatori satellitari, e ci perdemmo. In quella zona e fra quelle montagne, qualcuno cominciò a dire - e se ci fermano i banditi? - Io guidavo la colonna delle nostre 4 macchine, andavo piano cercando dei cartelli stradali, ad un certo momento, erano ormai le 11, dietro di noi, vidi arrivare dei fari, altre macchine, una di queste ci sorpassò e poi rallentò fino a fermarsi davanti a me. Ne scese un tizio, grande e grosso, che venne accanto al mio sportello e con forte accento sardo mi chiese cosa fosse successo. Io avevo abbassato un po' il finestrino e, sinceramente avevo qualche timore, gli dissi che ci eravamo persi e dovevamo arrivare a Platamona. Si mise a ridere poi disse, "soliti continentali che si perdono, venitemi dietro, vi portiamo noi fino a casa". Morale, era l'assessore al traffico di Sassari. Arrivammo all'Hotel a mezzanotte, tutti contenti stavamo ringraziando quando lui disse "macchè ringraziamenti, qui di deve mangiare e bere". Ovviamente conosceva bene l'albergatore, fece svegliare il cuoco e all'una di notte ci rimettemmo a tavola, gozzovigliando quasi fino a mattina. Anche questa è la Sardegna. Anno 19..., se ben ricordo 79. Scommetto che se fai qualche ricerca, tu che sei di casa, riesci a sapere il nome di quell'assessore, io devo averlo fra le mie tante carte, ma sarebbe lungo cercarlo. Gli avevo promesso, allora, che sarei tornato a cercarlo e avremmo fatto un'altra festa assieme. Ciao Marina, ma dobbiamo trovare il modo di scriverci fuori dal forum, e conoscerci, anche con tuo marito, che mi sa che sia un tipo in gamba. Alberto

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Gio, 09/10/2014 - 19:32

Fantastico Alberto:sperando di non mettere a dura prova, la pazienza e la cortesia del Dottor Francese e quella del il giornale.Oggi sono particolarmente, toccata nell'intimo, dalla vicenda...orribile e terrificante, che il giornale riporta sul caso di Napoli, perpretrato ai danni di un bimbo..No! non si tratta di bullismo, il bullismo è altro, si tratta di criminalità, cattiva educazione e devianza; genitori assenti, stato assente e noncuranza...danno la stura ad episodi raccapriccianti ed incommentabili.Ma ora per un attimo torniamo...al bello, al pulito.Non conosco, o perlomeno, non ho presente la persona, di cui mi parli, indagherò...credimi conosco platamona...(abbacurrenti...) come le mie tasche, dista otto chilometri da Sassari, ci arriviamo, in un soffio...ho mangiato tantissime volte all' HOTEL TOLUCA...ottimo pesce...sui cartelli stradali, stenderei un velo pietoso...mancanti da sempre aimè.Ma credimi i continentali, son talmente bravi e preparati, che non trovano grandi difficoltà, soprattutto, per chi è un appassionato dell'Isola, tranquillo, i banditi, oggi quasi uno spiacevole ricordo...sanno perfettamente, dove colpire...e questa è una piaga soprattutto del Nuorese, ancora allo stato brado e che credimi, ci fa vergognare e non poco...e lo dico con onestà, anche questa è la Sardegna.Come la Sardegna...è l'ospitalità e il gozzovigliare in allegria fino a tarda notte...in compagnia, tra canti e balli.Non so i nostri sughi, sono molteplici...usiamo molto la salsiccia e il salsiccione, per i malloreddus,fregula, ma abbiamo anche un 'ottima... e speciale pasta al forno...denominata zuppa quadda tempiese...che per prepararla ci si mette parecchio tempo, ma ne vale la pena, da provare.Se davvero accetterà di conoscermi...meglio accetterai... con la mia appendice, marito e figli, per me sarà...un giorno davvero bellissimo e lusinghiero.CREDIMI...Lui è...(mio marito...)davvero in gamba e se entri nelle sue simpatie...(orsetto...)ti dono anche il cuore...non dimentichiamoci che è goceanino, alcuni lo definiscono...costerinu, dal cuore d'oro. Ci conto davvero, promesso??? alla prossima.Con entusiasmo e simpatia, Marina.CIAO!! ORE 19;31. GRAZIE REDAZIONE.

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Gio, 09/10/2014 - 20:12

Mi vergogno:ma mi sento fortuanata, nell'aver messo al mondo dei figli, con sani principi...mi hanno dato un gran daffare e ho rinunciato anche a una carriera...da far invidua ai più...ma non me ne pento.Alberto ascolti...AMOR DE MI VIDA...dedicatami, dai mie figli...in primis il maschio...l'amore della mia vita e scoprirà...L'AMORE VERO E PURO.PS SOTTOTONO!! GRATZIAS...ORE 20,12.

albertzanna

Gio, 09/10/2014 - 22:32

Ciao Marina. Ti do una mail particolare. 2234354@pec.it. E' dotata di un filtro selettivo. Fammi avere una vostra mail. Faremo corrispondenza senza più passare attraverso il forum pubblico, credo che nascerà una bella amicizia fra le nostre famiglie. Alberto

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Ven, 10/10/2014 - 14:22

Ciao Alberto:sono davvero rammaricata...e lo dico, con la sicerità, che mi è propria.Ma mio marito...tra l'altro esperto di computer,(al contraro di me...)me l'ha "severamente" proibito, senza contare che mio figlio essendo programmatore, di gran pregio...aimè, mi controlla di continuo, pur senza mai...interferire.Cotinuerò a seguirti...comunque e davvero con partecipazione e simpatia...con la certezza, che non me ne vorrai; sappi che il mio bar è...conosciuto essendo storico, se ti capiterà, di fare una scappata a Sassari, sarà facile...conoscerci di persona. basta solo chiedere caffè Dante.Con simpatia e rammarico sincero.Marina.CIAO.ORE 14;21.GRAZIE!!

albertzanna

Dom, 12/10/2014 - 10:07

Ciao Marina. Nessun rammarico, anche perché io mi sono limitato a dire la verità, non avendo alcun secondo fine. Ci diamo del tu, ma non potremmo essere più estranei di quanto siamo, a parte il grande amore per la tua isola. Quanto alle preoccupazioni di tuo figlio, digli che io, per motivi di lavoro, da tempo ho blindato, con un algoritmo che verifica i mittenti della posta che ricevo sull'indirizzo che ti ho indicato. IO sono sempre molto chiaro ed onesto in tutto ciò che faccio, vale a dire che non vado a caccia di donne sulla rete, non ne ho necessità, la mia compagna, e futura bellissima moglie, è più giovane di me di 16 anni ed in lei trovo tutto ciò che un uomo desidera da amare. Con altrettanta simpatia. Alberto