Pensare agli ultimi ma non punire i primi

Un anno fa in questi giorni l'allora vicepremier Luigi Di Maio si affacciò al balcone di Palazzo Chigi per annunciare la sconfitta della povertà. Ieri il premier Conte si è accontentato di scendere nel giardino del medesimo palazzo per farci sapere, altrettanto trionfante, di avere trovato 23 miliardi e che quindi l'Iva non aumenterà.

Dove si erano nascosti questi 23 miliardi non è dato saperlo, ma siamo ovviamente felici che all'ultimo siano saltati fuori. Non vorremmo però che fossimo di fronte al solito gioco di prestigio dei miliardi che appaiono e scompaiono in un gioco di parole e di numeri. Si annunciano un po' di taglietti benedetti (alla spesa, al cuneo fiscale, all'Iva sui generi di prima necessità) e si tace sui tagli maledetti (sgravi fiscali, trasferimenti ai Comuni che saranno così costretti a inasprire le imposte locali e via dicendo). Ogni autunno, insomma, ci risiamo con una «manovra economica» che «manovra» non è, trattandosi nella sostanza di una partita di giro (con una mano do, con l'altra prendo) a saldo zero, quando va bene.

È da tanti anni che il governante di turno spaccia il piccolo ritocco di una qualsiasi aliquota per l'avvio di una colossale riforma fiscale e per un «finalmente abbassiamo le tasse». E anche questo governo, brutta copia di quello precedente, non fa eccezione.

Sarebbe più onesto dire: non possiamo ridurre la pressione fiscale però possiamo ridurre (il costo è zero) l'oppressione burocratica alle aziende e ai privati, i lacci sul mercato del lavoro, introdurre la certezza dei tempi dell'azione penale e del contenzioso civile, il tutto non a parole ma nei fatti. Molti economisti sostengono che una manovra del genere farebbe meglio al pil, e quindi alla crescita, di qualsiasi sconticino sulle tasse.

Già, ma per fare un'operazione del genere servirebbe un governo liberale nell'anima, fiducioso nella capacità dei cittadini di cavarsela da soli senza dovere chiedere permesso allo Stato per ogni loro azione. Una buona manovra - purtroppo non mi sembra il caso di quella annunciata ieri - sarebbe quella che si occupa sì degli ultimi, ma che lascia in pace i penultimi, i terzultimi, e pure i primi e i secondi. Cioè tutti coloro che mandano avanti il Paese.

Commenti
Ritratto di Zizzigo

Zizzigo

Mar, 01/10/2019 - 17:52

Questi nascono e, come sono nati, continuano a vivere. Non c'è altra aspirazione, in loro, che quella di impossessarsi dei beni altrui... che è quello che facevano già ancora prima d'imparare a parlare... e allora, carissimo Direttore, dove si può pensare che abbiano trovato i ventitré miliardi se non nei nostri conti correnti? Tutto il resto gl'importa un accidente...

Ritratto di dlux

dlux

Mar, 01/10/2019 - 21:41

Io ho invece una strana sensazione che mi sento scorrere lungo la schiena: parlano di sgravi per i lavoratori dipendenti. Vuoi vedere che cominceranno col mettere le mani in tasca ai pensionati? Concordo con Zizzigo per la natura ladresca degli zombie che abbiamo al governo. Sarebbe buona cosa cominciare a pensare di andarsene da questo paese sudamericano...

maria angela gobbi

Mar, 01/10/2019 - 21:59

errore,è uscito un"pure" invece di "punire" controllare e correggere

Ggerardo

Mar, 01/10/2019 - 22:05

E sarebbe onesto dire che la manovra virtuosa che invoca Sallusti neanche Berlusconi l'ha mai fatta... Ma su questo Sallusti e' sempre stato discreto. Gli italiani invece se ne sono ben accorti e non votano piu' Forza Italia

ex d.c.

Mar, 01/10/2019 - 23:10

È nel DNA di questo Esecutivo. Semplice si espropria dei propri capitali chi ha lavorato sodo con tenacia, capacità ed ambizione è si continua a sperperare in spese inutili ed in stipendi che servono solo ad avere voti

Popi46

Mer, 02/10/2019 - 06:09

@Ggerardo: il suo commento è sintoma della malattia del “chiodo fisso” caratteristica degli innamorati non corrisposti...

acam

Mer, 02/10/2019 - 07:54

"Dove si erano nascosti questi 23 miliardi non è dato saperlo, ... che appaiono e scompaiono in un gioco di parole e di numeri. great questo é il succo dell sfiducia dell'europa su di noi, le tre carte stato povero cittadino ricco imbroglione al sicuro... caro sandro hai fatto centro... semplificare BESTEMMIA Semplificare é sinonimo di trasparenza quindi imaginati tu se vogliono semplificare e si é detto tutto.

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Mer, 02/10/2019 - 08:03

Governo della "sterilizzazione IVA" che salva il paese diminuendo le tasse. Certo, dire che l'iva è sterilizzata e poi prendere i soldi da altre tasse è un'acrobazia che nemmeno visco e padoan insieme avrebbero saputo fare. +2M di tasse verdi, non vuol dire più tasse? Rimodulazione a gettitto invariato ... ma allora a che serve?? +7M di lotta all'evasione vorrà dire le solite cartelle selvagge per 15M (per averne 7)?? Bonus befana ... è una spesa non un'entrata, che altresì otterrà l'effetto che chi tiene il contante in casa o cassetta non lo metterà in cicolo!!! Ma soprattutto quanti lustri ci vorranno? Mi chiedo come ci possano essere italiani che votano questa gente (dipendenti di partecipate e cooperative esclusi dalla domanda ovviamente)

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Mer, 02/10/2019 - 08:59

Pensare ai primi e non punire gli ultimi. Sarebbe una cosa nuova per il governo. Ormai la classe media sta sparendo. Ed i poveri, a forza di pensieri sballati del sistema pubblico, sono raddoppiati.

Cheyenne

Mer, 02/10/2019 - 11:04

Direttore, pia illusione. I governi da monti in poi si sono adoperati per arricchire i ricchissimi e impoverire tutti gli altri come si conviene nel socialismo reale.

rokko

Mer, 02/10/2019 - 11:31

Guardi direttore, mi permetta di incorniciare "virtualmente" queste parole sacrosante: non possiamo ridurre la pressione fiscale però possiamo ridurre (il costo è zero) l'oppressione burocratica alle aziende e ai privati, i lacci sul mercato del lavoro, introdurre la certezza dei tempi dell'azione penale e del contenzioso civile, il tutto non a parole ma nei fatti. Molti economisti sostengono che una manovra del genere farebbe meglio al pil, e quindi alla crescita, di qualsiasi sconticino sulle tasse. Non solo sono d'accordo, ma vado oltre: se non facciamo prima qualcosa del genere, qualsiasi riforma fiscale, fosse pure un riduzione delle aliquote a livello di paradiso fiscale, sarebbe del tutto o quasi del tutto inutile. Dunque, è la prima cosa da fare.

DRAGONI

Mer, 02/10/2019 - 12:15

NEL LORO DNA HANNO IMPRESSO LA FALCE ED IL MARTELLO CHE HA PER MOTTO: QUELLO CHE E' MIO E' MIO E QUELLO CHE E' TUO E MIO!! LA RAPINA DELLE CLASSI BENRSTANTI E NON SOLO LA RAPINA SI E' VERIFICATA OVUNQUE HANNO PRESO IL POTERE ANCHE SENZA PASSRE PER LE URNE COME IN ITALIA.

ohibò44

Mer, 02/10/2019 - 12:21

Io Signor Sallusti concordo pienamente con lei, infatti sono per la deregulation, per la lotta alla burocrazia ma c’è un ma. L’Italia è un Paese di furbi se allenti i lacci fanno a chi fotte di più (e lei lo dovrebbe sapere) perciò tagliamo burocrazia ma mandiamo in galera chi ne approfitta per evadere le tasse: senza se e senza ma. Ma anche questo è un sogno: non riusciamo neppure a licenziare i furbetti del cartellino

timba

Mer, 02/10/2019 - 15:27

rokko hai pienamente ragione. Credo che siamo lo stato al mondo con più numero di tasse e imposte. Già ridurne il numero anche mantenendo lo stesso gettito, sarebbe già un bel traguardo. E' vero che i soldi che ci spillano sarebbero sempre gli stessi, ma sai quante scadenze, quante code, quanti moduli, quanti bonifici, quanti certificati in meno? E quindi quanto risparmio per il contribuente, per l'azienda e anche per lo stato? Certo, tanti nullafacenti statali dovrebbero trovarsi un vero nuovo lavoro. E quelli sono tutti voti... eh...

K#B

Mer, 02/10/2019 - 16:13

Il pregio di questo governo è quello che finalmente si parla, seriamente, di lotta all'evasione fiscale....chi paga le tasse, come i lavoratori dipendenti, dovrebbe tifare per questo governo che finalmente prende di mira i furbetti italiani....il segnale che la strada è quella giusta, si evince leggendo quali categorie (e giornali) sono contro...

timba

Mer, 02/10/2019 - 16:49

K#B. Si parla seriamente di lotta all'evasione? Sai quanti governi hanno parlato seriamente di questo tema. E quali sono i primi provvedimenti seri di questo governo? Limitare l'uso del contante. Così 100 euro pagati con carta ad ogni passaggio si assottigliano fino a sparire. E ci guadagnano le solite banche. E comunque questo rappresenta una piccolissima percentuale dell'evasione. La maggiorparte sono le multinazionali che qui non pagano un solo euro di tasse, le migliaia di negozi di stranieri che ogni anno cambiano gestore in modo da risultare sempre una nuova azienda e non pagare nulla. Le centinaia di aziende cinesi a Prato che violano qualsiasi legge. Tutte o quasi le aziende agricole del sud che utilizzano il caporalato. Ma tranquillo. I seri per definizione non faranno niente di tutto questo. Si limiteranno a tassare prelievi e versamenti e gli altri di cui sopra si faranno una bella risata.

Ritratto di dlux

dlux

Mer, 02/10/2019 - 18:26

K#B - Il "pregio" di questo governo è aver rubato (RUBATO!!!), con il determinate aiuto del pdr (che dovrebbe essere il presidente di tutti gli italiani ed invece lo è solo di una piccola parte sicuramente minoritaria), le poltrone in Parlamento. Tutti lo sanno, anche i sassi di Matera, che si doveva andare al voto, questo sì PER IL BENE DEL PAESE, e che solo l'intervento di due soggetti, che dovrebbero, secondo me, stare in galera per le bassezze commesse, abbiamo potuto assistere ad una delle vergogne più eclatanti della storia della repubblica. Studia cosa significa Democrazia.

watpo

Mer, 02/10/2019 - 18:44

eh caro direttore, adesso contesta dichiarazioni relative a 23 miliardi, perchè non l'ha fatto quando Salvini sparava manovre da 50 miliardi?

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 02/10/2019 - 18:49

Leggo e trascrivo: "un governo liberale nell'anima, fiducioso nella capacità dei cittadini di cavarsela da soli senza dovere chiedere permesso allo Stato per ogni loro azione". Questo auspica il Direttore Emerito, ma perché lui é ben cosciente della situazione, non come tanti Italiani, talvolta totalmente addormentati dalle chiacchiere che escono dalla televisione, mentre loro riposano in poltrona. Non parliamo poi dei "sinistri" e di alcuni sostenitori di M5S, che in pratica vivono in un altro mondo, anche quando non sono sinistri.

apostata

Mer, 02/10/2019 - 21:17

Il sistema disincentiva il merito, premia l’inoperosità, umilia la produttività, loda il miracolo della paghetta, disprezza chi crea l’impresa, la ricchezza, ha l’impronta del peggiore comunismo. Oggi ho visto il montaggio delle notizie del tg1: per attenuare le preoccupazioni per l’aumento del ticket sui medicinali e sulle visite mediche hanno mandato un po’ di scimmiette ammaestrate davanti ad alcune farmacie e poi hanno trasmesso solo le risposte di individui che si dicevano contenti di pagare di più, nessuna, neanche una risposta di un cittadino indignato. Peggio di loro solo la pubblicità di poltrone sofà.

mzee3

Gio, 03/10/2019 - 10:27

Egregio direttore, quelli che lei chiama "primi" sono coloro che detengono il 43% della ricchezza e sono il 10% della popolazione. Ora, non so a quali "primi" lei si riferisca, ma se l'IVA aumentasse per beni voluttuari di alto costo sia certo che non ci sarebbe un calo delle vendite, ma al contrario se si abbassasse l'IVA dei beni di prima necessità il 90% della popolazione ne gioverebbe. Chi ha un reddito di oltre i 100mila € annui sentirebbero appena appena l'aggravio. Sia serio direttore non faccia il paladino a tutti i costi. Lei, vecchio comunista poi è ridicolo a fare questa figura.

Ritratto di spectrum

spectrum

Gio, 03/10/2019 - 10:34

Alcune domande per voi. E' giusto punire il cittadino che evade ? Se si, per tutti i negozi virtuali che evadono al 100% e falliscono in 2 anni, dichiarando di non avere nulla, per poi aprirne un altro, cosa si fa ? Se come Stato mi muovo e agisco/bastono solo verso chi ha qualcosa da dare, perche non premiare chi non aveva nulla e si e' costruito pagando sempre onestamente le tasse ? Se non agisco verso chi non ha nulla, quale programma riformatore si attua verso questi individui, se non altro, possono imprendere ancora ? E in fine, non vi disturba che un truccatore di curriculum internazionali che ha frequentato prestigiose universita' dove sfortunatamente nessuno lo ha mai visto, che insegna a imbrogliare, vi faccia la morale ?

Cosean

Gio, 03/10/2019 - 10:37

Zizzigo Mar, 01/10/2019 - 17:52 Ma chi evade le tasse... non si impossessa dei beni altrui! Non li da proprio agli altri! Il risultato è lo stesso, ma sembra essere più Figo!

ostrogoto55

Gio, 03/10/2019 - 11:18

Aliquote Irpef, IVA su tutto quello che compri, più tutte le imposte indirette come bolli, accise ecc.ecc. ma non bastano?? Su tutto quello che abbiamo, compreso le mutande, abbiamo già pagato tasse..... Ma non si vergognano? Caccia agli sprechi e ai soliti furbetti parassiti magna magna che sanno benissimo dove sono e chi sono (lo sappiamo tutti) NO??

ceo50

Gio, 03/10/2019 - 13:51

Parole sante direttore. Purtroppo però di leader e partiti in grado di portare avanti vere riforme liberali non c'è ormai quasi più traccia. Lei ha ragione quando critica la manovra che si sta delineando ma la scors con Capitan Fracassa che dettava le regole com'era? Reddito di cittadinanza, quota 100, taglio delle pensioni più alte, blocco della perequazione praticamente di tutte le pensioni tranne quelle bassissime. E la presunta flat tax del Capitano (Fracassa)?solo per redditi inferiori a 50.000€......Quindi attendiamo suoi suggerimenti per un eventuale nuovo voto. Ci indichi lei chi sono i partiti e le eventuali coalizioni che possono garantire un minimo di indirizzo liberale allo stato

CarlSchmidt

Gio, 03/10/2019 - 15:47

Questo è un governo che piace all'Europa ! All'Europra di un costosissimo Pralamnto inuile (vedere i compensi degli eurodeputati) ! Il nuovo DEF è, come al solito, improntato ad una visione socialista della realtà. Non si pensa quindi a premiare chi ha di più, per meriti di lavoro, ma soltanto a speremere i "ricchi" !. E' una vecchia storia che ci ha portato ad essere i mencanti d'Europa !