Pensione, così l'uscita anticipata può costare il 25% dell'assegno

Con l'accordo tra governo e sindacati per chi vuole lasciare il lavoro è il momento di cominciare a fare i conti. Così si può perdere il 25% dell'assegno

Con l'accordo tra governo e sindacati per chi vuole lasciare il lavoro è il momento di cominciare a fare i conti. L'Ape, l'anticipo pensionistico potrebbe arrivare ad aver un costo di un quarto dell'assegno. La possibilità di andare in pensione a 63 anni anziché 66 e 7 mesi per i nati tra il 1952 e il 1954 dunque potrebbe costare parecchio. E di fatto a rendere pesante l'importo dell'Ape potrebbe essere la differenza che passa tra chi avrà diritto ad un Ape gratuito e chi invece dovrà pagare. Il governo nella bozza ha proprosto un prestito pensionistico gratuito per gli assegni fino a 1300 euro lordi e per le categorie svantaggiate. Un costo ben più pesante invece è per chi l'Ape dovrà pagarlo, ovvero chi supera la soglia dei 1300 euro lordi. Come riporta Repubblica, secondo alcune simulazioni, come quelle di Progetica, l'operazione potrebbe costare fino a un quarto del futuro assegno previdenziale. Un nato nel 1954 che vuole andare in pensione l'anno prossimo - dunque 47 mesi prima del requisito, 3 anni e 11 mesi - deve mettere in conto di rinunciare addirittura al 37% della sua pensione. Se aspetta i 67 anni e 7 mesi prende 1.297 euro di pensione netta. Se invece anticipa di 3 anni e 11 mesi e va in pensione con l'Ape nel 2017, allora si accontenta di 1.134 per 47 mesi. Finiti i quali dovrà cominciare a restituire il prestito. E a quel punto la sua pensione scivola a 811 euro. Ovvero con un taglio di un quarto dell'assegno. Il costo dell'Ape volontaria "è più basso rispetto a quello che circola sui giornali, anche se significativo", ha precisato questa mattina a Radio Anch'io il sottosegretario Tommaso Nannicini, che ieri ha chiuso l'accordo con i sindacati assieme al ministro del Lavoro Giuliano Poletti. Ma per avere un'idea chiara dei costi bisognerà attendere "il combinato disposto della legge di Bilancio e dei provvedimenti attuativi, tra cui l'accordo quadro con banche e assicurazioni", ha infine precisato Nannicini.

Commenti
Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 29/09/2016 - 15:15

Avevano parlato di 1.500 euro lordi, e adesso siamo già scesi a 1.300. Adesso dobbiamo pagare noi, per salvare le loro fottute banche d'affari e di partito.

Ritratto di nando49

nando49

Gio, 29/09/2016 - 15:36

Queste sono "riforme" ? Credo che in nessun altro paese industrializzato al mondo un lavoratore debba andare in banca a fare un mutuo per andare in pensione prima, e su questo "prima" ci sarebbe da discutere.

amledi

Gio, 29/09/2016 - 15:39

Beh... "SOLO" il 25% in meno? E che sarà mai il 25% su una pensione da 1300 euro? In fondo sono "SOLO" sui 230 euro in meno! Sto avendo un travaso di bile.

Libertà75

Gio, 29/09/2016 - 16:14

Sicuramente una gran riforma di sinistra... tutti più poveri e per sempre

Ritratto di Inhocsignovinces

Inhocsignovinces

Gio, 29/09/2016 - 16:38

un altro duro colpo,ACCORDO CON I SINDACATI non vi erano dubbi!!!prelievo salva banche,prestito pensionistico,sara dura x il prossimo governo sempre se ci sara un Governo !!!

orsobepi

Gio, 29/09/2016 - 16:41

Si continua a giocare con i più deboli. Proposta nuova legge per le pensioni: 1) si da la possibilità di andare in pensione con 35 anni di contributi, il calcolo della pensione si fa su quanto versato. 2) tetto lordo massimo 5.000 euro, chi ha diritto ad una pensione maggiore se ne farà una ragione (quando si è in pensione si è a riposo e non è il momento di arricchirsi). 3) basta prelievi dall'INPS per ingrassare vitalizi di politici e boiardi parrucconi. 4) basta con i diritti acquisiti. Se dopo alcuni anni nelle casse dell'INPS ci fossero i fondi per un aumento generalizzato si parte dalle pensioni più basse e il giorno che tutte le pensioni raggiungono i 5.000 euro si farà festa

dinross

Gio, 29/09/2016 - 17:00

Continuano a fregarci, molti a protestare per quello che stanno facendo, ma alle votazioni...tutti a votare PD

Ritratto di Inhocsignovinces

Inhocsignovinces

Gio, 29/09/2016 - 17:17

PENSIONI DOPO 35 ANNI DI CONTRIBUTI!!E RICAMBIO GENERAZIONALE DENTRO I GIOVANI!!!

Ritratto di giangol

giangol

Gio, 29/09/2016 - 17:27

quel 25% è destinato ai clandestini sboldriniani. VOTATE PD, VOTATE!

unosolo

Gio, 29/09/2016 - 17:40

questo governo cerca solo soldi contanti per fare cassa , quindi tra IRI e APE incasserà miliardi e i sindacati milioni , attenzione quei soldi sono fermi e a disposizione del lavoratore per una equa pensione , ma il governo vuole soldi e raschia i punti solo per fare cassa e falsare il PIL sveglia , mai questo governo perderà un solo centesimo quindi se da un lato fa finta di donare aumenti dall'altro lato rientrano con scatti di ritenute o gabelle , o forse solo a campione prenderanno aumenti come per i pensionati derubati dalla legge Fornero. governo ladro è.

amledi

Gio, 29/09/2016 - 18:06

Devo restare fino a 67 anni e morire in cattedra perchè con i soldi che servirebbero alla mia pensione devono pagare il mantenimento di un clandestino.Questo mi fa LETTERALMENTE RIBOLLIRE IL SANGUE.

19gig50

Gio, 29/09/2016 - 18:27

Hanno fatto l'accordo del ca@@o. Chi va in pensione anticipata avrà il 25% in meno. Governo e sindacati branco di criminali... loro i soldi li prendono e li prenderanno.

terzino

Gio, 29/09/2016 - 18:38

E i sindacati firmano? Già al governo ci sono i loro compagni, va tutto bene.

babilonia

Gio, 29/09/2016 - 18:59

SOLO UNA PAROLA: FARABUTTI!!!!!!!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 29/09/2016 - 19:39

I soliti ladroni. Appena ti volti, ti fottono.

ghorio

Gio, 29/09/2016 - 20:29

Il sindacato ha cessato da tempo a non fare gli interessi dei lavoratori. Infatti l'accordo ventilato è una boiata pazzesca.

Ritratto di Cobra31

Cobra31

Gio, 29/09/2016 - 22:47

Cari Nannicini e Poletti. Prevedo vagonate di certificati medici.

peppino51

Ven, 30/09/2016 - 06:54

I sindacati sono un'altra mangiatoia di stato da eliminare, io però c'e lò con chi si fà la tessera.