Perugia, spari durante l'inseguimento: preso il pusher evaso

La polizia ha catturato lo spacciatore evaso dalla Questura: esplosi due colpi in aria durante l'inseguimento

Prima gli spari, poi le manette. La polizia di Perugia gli ha dato la caccia giorno e notte, fino a catturarlo. E durante l'inseguimento gli agenti hanno sparato due colpi in aria per fermarlo. Così, spiega PerugiaToday, è finita la fuga dello spacciatore marocchino che era riuscito a darsela a gambe dalla Questura.

Gli agenti della Squadra Mobile lo avevano arrestato una prima volta il 25 maggio. Come spiega la Questura di Perugia “sul pluripregiudicato marocchino di 33 anni, pendeva un ordine di cattura emesso dalla Procura della Repubblica di Perugia a seguito della condanna definitiva alla pena di 3 anni, 4 mesi e 20 giorni di reclusione”.

Con lui era stata arrestata una donna albanese, beccata insieme all'uomo con 204 grammi di eroina purissima. Una volta tagliata e messa sul mercato della droga di Perugia avrebbe fruttato un tesoro. Ma il marocchino era riuscito a scappare e a darsi alla fuga.

Ma la sua latitanza è durata ben poco: i mastini della Squadra Mobile lo hanno individuato nella zona di San Mariano, braccato e arrestato. Con lui, ancora una volta, è stata fermata una donna: questa volta un’italiana di 36 anni. E anche lei aveva con sé della droga: 1,74 grammi di eroina. Per la donna, che lo avrebbe nascosto durante la latitanza, è scattata la denuncia a piede libero per favoreggiamento personale e detenzione ai fini di spaccio.

Commenti

marco.olt

Mar, 05/06/2018 - 16:24

In un paese serio si farebbe almeno 10 anni di carcere senza sconti di pena, nella Repubblica Italiana delle Banane invece entrano ed escono più delinquenti di prima.