Pestano romeno dopo un furto: arrestati per sequestro di persona

Due agricolti nell'Agrigentino sequestrano, picchiano e minacciano con un coltello un bandito romeno

I carabinieri li hanno arrestati. Si tratta di due agricoltori agrigentini che, dopo aver subito un furto, hanno sequestrato, picchiato e minacciato con un coltello un romeno ritenuto il ladro di un paio di forbici elettriche da potatura.

L'assurda vicenda si è svolta a Ribera, nell'Agrigentino. I due agricoltori si accorgono del furto delle forbici e, ritenendo colpevole un romeno di 30 anni, lo raggiungono a casa. Prima lo malmenano e lo minacciano con un coltello, poi lo prelevano con la forza e lo fanno salire in auto per farsi restituire il maltolto. A chiamare il 112 sono alcuni passanti, insospettiti da quanto stava succedendo.

Quando i carabinieri arrivano sul posto della Tenenza di Ribera iniziano subito a setacciare il quartiere. I militari intercettano l'auto con a bordo di due agrigentini e il romeno e scatta un breve inseguimento. Condotti in caserma, gli interrogatori del caso ai diretti interessati e ai testimoni permettono di chiudere in breve tempo il cerchio delle indagini. Nel perquisire le abitazioni, i carabinieri dell'Arma trovano a casa del romeno le forbici elettriche motivo del contendere. Nel bancone delle prove è finito anche il coltello utilizzato per le minacce.

Al termine degli accertamenti, per il romeno vittima del sequestro è stata formalizzata una denuncia per "ricettazione" delle forbici, mentre per i due braccianti agricoli riberesi sono subito scattate le manette ai polsi con l'accusa di "Sequestro di persona". I due sono stati condotti agli arresti domiciliari e ora sono a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Commenti
Ritratto di falso96

falso96

Sab, 16/03/2019 - 09:03

La differenza tra giornalai e giornalisti: il titolo lascia pensare una cosa, l'articolo ne dice un'altra alla fine la verità dove sta???

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 16/03/2019 - 09:04

Lo avevo scritto (premetto non è in questo caso)che se avessero tenuto il ladro in casa e telefonato la polizia per farlo arrestare il giudice avrebbe arrestato le vittime per sequestro di persona. Ripeto, questo caso è diverso, ma siamo lì.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 16/03/2019 - 09:16

Questa assurda condotta giudiziaria va inquadrata, assieme a molte altre, nella lotta comunista per il sabotaggio dello Stato, con lo scatenare i delinquenti. Perciò il Parlamento dovrebbe istituire una commissione per fare la lista dei magistrati da licenziare con apposita legge ad personam.

paràpadano

Sab, 16/03/2019 - 09:17

Non può essere vero, questa è una barzelletta!!

MOSTARDELLIS

Sab, 16/03/2019 - 09:23

Povera Italia. Come sempre il mondo alla rovescia... Il ladro fuori e i derubati in galera.

cesrosan

Sab, 16/03/2019 - 09:31

Ma diamogli anche la medaglia a questo LADRO. In fin dei conti(se le cose sono come raccontate nell'articolo) hanno fatto il lavoro dei Carabinieri , hanno ritrovato la refurtiva e il ladro.Siamo alle solite, si difende sempre il delinquente e non la vittima, questa è la legge Italiana, o chi la interpreta così

Guido_

Sab, 16/03/2019 - 09:40

Mai farsi giustizia da sè, bisogna chiamare le forze dell'ordine che per questo esistono.

Gio56

Sab, 16/03/2019 - 09:55

do-ut-des,già successo quello che scrivi.

DRAGONI

Sab, 16/03/2019 - 10:00

AL DANNO DEL FURTO SUBITO E DOCUMENTATO POI DAI CARABINIERI I DUE AGRICOLTORI SARANNO CHIAMATI DAL "ROMENO"-LADRO-A RISARCIRGLI DEI PRETETUOSI DANNI MORALI E MATERIALI.EVVIVA!!

cesare caini

Sab, 16/03/2019 - 10:04

Guai toccare i ladri gli spacciatori insomma i delinquenti. Guai a Voi Vittime !

Ritratto di bandog

bandog

Sab, 16/03/2019 - 10:08

GIUSTISSIMOOOO!come si sono permessi due siculi a interrompere l'attività di un onesto lavoratore allogeno che vi paga le pensioni,picchiarlo anzi torturarlo e,oltretutto, sequestrarlo??toghe rosse dategli il massimo della pena e se possibile l'ergastolo!ACCHHH SOOOO!!!

bobots1

Sab, 16/03/2019 - 10:11

@Guido_ Magari fosse così semplice: se avessero chiamato i carabinieri, ammesso che per un paio di forbici elettriche si fossero mossi, non avrebbero ottenuto assolutamente nulla...solo una immensa perdita di tempo in denunce. O crede che i carabinieri sarebbero andati a casa del romeno con un mandato di perquisizione? Qursta è la realtà! I ladri in Italia hanno un vantaggio immenso...

Gio56

Sab, 16/03/2019 - 10:17

Guido_,il problema non è chiamare le forze dell'ordine,il loro lavoro lo fanno e molto bene,il problema sono i giudici che devono condannare i delinquenti.

scorpione2

Sab, 16/03/2019 - 10:24

o ci siete o ci siete lo stesso, l'articolo dice che il rumeno e' stato denunciato per ricettazione, magari uno dei due lo aveva venduto al rumeno e per giustificare la mancanza delle forbici inscena il furto. poveri razzisti

vottorio

Sab, 16/03/2019 - 10:28

Tutte le occasioni (anche le più banali) evidenziano il comportamento cavilloso e arrogante di molti magistrati che sembrano gareggiare per discreditare tutta la magistratura con azioni assurde che offendono la Giustizia.

scorpione2

Sab, 16/03/2019 - 10:32

I due agricoltori si accorgono del furto delle forbici e, ritenendo colpevole un romeno di 30 anni, lo raggiungono a casa. Prima lo malmenano e lo minacciano con un coltello, poi lo prelevano con la forza e lo fanno salire in auto per farsi restituire il maltolto. A chiamare il 112 sono alcuni passanti, questa farsa neanche camilleri sarebbe riuscito ad inventarla,Al termine degli accertamenti, per il romeno vittima del sequestro è stata formalizzata una denuncia per "ricettazione" delle forbici,

gigo52

Sab, 16/03/2019 - 10:32

falso96 a me non sembra, il titolo deve essere sintetico se no è l' articolo direttamente....

Cheyenne

Sab, 16/03/2019 - 10:43

E perchè quando pestano le Forze dell'Ordine o i controllori non succede niente? E' sempre più difficile vivere in questo assurdo paese.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 16/03/2019 - 11:06

Certo che le nostre toghe si distinguono nel mondo.Appena possono stangare l'onesto lo fanno.

Ritratto di superagnostico

superagnostico

Sab, 16/03/2019 - 11:10

Il popolino non vuole capire i messaggi che gli manda lo stato. La giustizia non si può pretendere, si può solo chiedere, anche se si sa che non si potrà avere. Chi non si adegua viene rovinato perchè paga l'arroganza del gesto.Poco importa che ti abbiano rubato il portafogli o che ti abbiano violentato la figlia:questa è la regola e guai a chi sgarra. Stando così le cose, non possiamo poi lamentarci se il disgraziato di turno va a chiedere giustizia al capo mandamento, anzi questo è uno dei motivi per i quali da tempo immemorabile la criminalità organizzata gestisce e controlla i territori. Si sostituisce allo Stato, appunto.

michele lascaro

Sab, 16/03/2019 - 11:16

So da tempo che il mondo è alla rovescia, ma gli agrigentini hanno sbagliato. Avrebbero dovuto offrire un caffè e pasticcini al ladro, in attesa dell'arrivo dei carabinieri.

MEFEL68

Sab, 16/03/2019 - 11:19

@@@ Guido- Il guaio è che poi le forze dell'ordine devono ubbidire agli ordini. E gli ordini gli impongono di rilasciarli. Non per niente molti carabinieri e poliziotti sono demotivati e mestamente dicono:"Ma chi ce lo fa fare".

baronemanfredri...

Sab, 16/03/2019 - 11:24

E' PROPRIO IN SICILIA GIA' NEGLI ANNI '60 SI DICEVA CHE PRIMA O POI SI ARRIVERA' CHE I LADRI SARANNO PAGATI E RISARCITI DAI DERUBATI E RAPINATI.

dare 54

Sab, 16/03/2019 - 11:57

Un criminale può essere arrestato da un privato cittadino solo in flagranza di reato, e nell'attesa delle Forze dell'Ordine. Non si può invece andare a casa di un presunto (o anche conclamato) ladro, picchiarlo e sequestrarlo, alla ricerca della eventuale refurtiva. Questa è giustizia sommaria, che può portare a pericolosissime aberrazioni dello Stato di Diritto.

Mogambo

Sab, 16/03/2019 - 12:19

Capisco la furiosa reazione dei due contadini.Non c'è niente di più irritante che non trovare gli attrezzi da lavoro nel momento che servono.Si crea un notevole danno economico alla gestione dell'azienda, che va molto oltre il valore delle forbici in sè.Infatti si sommano danni a catena;impossibilità di iniziare il lavoro, perdita di tempo a cercare l'attrezzo, andare di nuovo in una ferramenta, magari distante, per ricomprare l'attrezzo nuovo, danno alla salute del derubato dovuto all'incavolatura per il fermo forzato e imprevisto dei lavori urgenti da fare, due operai bloccati per un'intera giornata senza far nulla...E' comprensibile quindi la furia(perfettamente legittima) dei due coltivatori.

agosvac

Sab, 16/03/2019 - 13:27

Sembra che questo reato di sequestro di persona sia diventato di moda da quando la magistratura ha incriminato Salvini. Ma in cosa consiste??? In pratica se un genitore impedisce al figlio di uscire la notte per andare a gozzovigliare con gli amici, privandolo della sua libertà di movimento, compie il reato di sequestro di persona. Lo stesso, ovviamente vale per le figlie. C'è di più: mettere in quarantena una nave perché c'è in corso un'epidemia, in fondo è sequestro di persona perché si limita la libertà degli ammalati. Impedire ai terroristi di sbarcare dalle navi per andare a commettere i loro atti di terrorismo, è sequestro di persona! Quando le Forze dell'ordine mettono in carcere un delinquente, commettono sequestro di persona perché limitano la loro libertà.

brunicione

Sab, 16/03/2019 - 14:32

Con la Magistratura che abbiamo.......sarà sempre peggio.

mariod6

Sab, 16/03/2019 - 14:58

Il frutto del furto era in casa del ladro, ma lui è fuori mentre i derubati sono dentro. Che il PM sia ancora Patronaggio ??? Il povero migrante romeno è stato sequestrato, non importa se aveva RUBATO, chissà quanto gli daranno di risarcimento per lo spavento preso !!!!

routier

Sab, 16/03/2019 - 15:49

"Datemi dieci righe scritte dal più onesto ed integerrimo degli uomini ed io vi troverò di che per poterlo condannare all'impiccagione" (Il Cardinale Richelieu ai suoi collaboratori - prima metà del '600). Da allora non è cambiato nulla. Anzi!

Ernestinho

Sab, 16/03/2019 - 16:07

In linea con le farneticanti sentenze dei "giudici" italiani! I delinquenti diventano "perseguitati", le vittime diventano delinquenti!

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 16/03/2019 - 17:16

Il RIDICOLO in cui e SCADUTA la Magistratura Italiana e ormai cosa nota in tutto il mondo,ecco perche i DELINQUENTI si mettono in viaggio dai loro paesi, per raggiungere il BELPAESE!!! Gli hanno trovato in casa l'oggetto RUBATO, ma e stato incriminato per RICETTAZIONE!!! NON PER FURTOOO!!!jajajajajajaja.

dot-benito

Sab, 16/03/2019 - 17:20

STO CON GLI AGRICOLTORI

Happy1937

Sab, 16/03/2019 - 17:50

Visto che la Giustizia italiana proteggi i ladri e gli assassini ,cosa deve fare un povero diavolo per difendersi e salvaguardare i suoi beni? Se l'offeso eccede, come evidente in questo caso, la colpa è solo di uno Stato dedito ad angariare i suoi cittadini.

ESILIATO

Sab, 16/03/2019 - 18:06

Arrestate i carabinieri......

baronemanfredri...

Sab, 16/03/2019 - 18:13

SICURO CHE INVECE DI LEGNATE ERANO BENEDIZIONI?

sparviero51

Sab, 16/03/2019 - 18:49

LE COSE O SI FANNO " BENE " O È MEGLIO LASCIAR PERDERE !!!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 16/03/2019 - 19:22

Letto tanti anni fa. Uscito dalle casse di un supermercato con la merce nascosta e non pagata, fermato dalla guadia, chiamato e atteso i carabinieri, dopodichè la guardia è stato indagata per sequestro di persona. Per il giudice non doveva trattenerlo, mafossero stati i carabinieri a cercarlo per la città per arrestarlo....e dopo tanta fatica il giudice lo avrebbe ugualmente liberato. Che mondo, sto sognando.