Più che africani moriremo cinesi

In Libia le varie fazioni che si contendono il potere tornano a spararsi tra di loro, il già debole governo è sotto assedio e vacilla, il caos dilaga. Centinaia di criminali sono riusciti a fuggire dalle carceri e nuove ondate di disperati si apprestano a salpare verso le coste europee. In tutto questo ci sarebbe lo zampino di Macron, che come il suo pre-predecessore Sarkozy vuole tenere l'ex colonia italiana sotto la sua area di influenza politica ed economica. L'Europa guarda impotente e si limita a vaghi quanto inutili appelli alla calma, come se si trattasse di questioni lontane e non - come è - di una questione vitale per tutti i Paesi che si affacciano sul Mediterraneo e non solo in quanto porta d'uscita delle migrazioni.

Ieri, mentre a Tripoli si sparava e a Bruxelles e Roma si parlava più o meno a vanvera, dall'altra parte del mondo il presidente cinese Xi ha ricevuto cinquanta capi di Stato e di governo africani (praticamente tutti), ai quali ha consegnato un assegno di sessanta miliardi di dollari (solo tre anni fa aveva fatto altrettanto). Detto in altri termini: mentre l'Europa assiste inerme e subisce le conseguenze delle beghe africane, la Cina l'Africa se la sta comprando, un passo dopo l'altro, un pezzo alla volta.

Tra poco il problema non sarà solo più «cosa fanno i Paesi africani», ma «cosa i cinesi ordineranno di fare agli africani». Pechino, a suon di miliardi, avrà in mano il rubinetto che regola i flussi migratori che all'Europa possono fare più male di qualsiasi arma convenzionale. Pechino avrà il controllo del petrolio prossimo venturo, cioè gli immensi ed esclusivi giacimenti dei minerali con i quali si fabbricano le batterie senza le quali qualsiasi economia - andando spediti verso quella green power - può essere messa in ginocchio in un secondo.

E dire che Tajani, presidente del Parlamento europeo e vice di Forza Italia, da anni si sgola inascoltato perché l'Europa, invece di litigare su cento immigrati da spartirsi, su uno zero virgola in più o in meno nei conti o accapigliarsi per la Libia, vari un piano di aiuti all'Africa da quaranta miliardi. Se lo avessero ascoltato avremmo risparmiato soldi e non ci troveremmo alle prese con l'ennesima emergenza. Ma l'Europa, purtroppo, non ascolta più nessuno e per questo è a un passo dal morire. Che dire, speriamo almeno che alla fine ci comprino i cinesi.

Commenti

frank173

Mar, 04/09/2018 - 15:49

Degli eventuali 40 miliardi, il soliti noti se ne sarebbero fregati almeno 35 senza risolvere nulla. Che non lo sappiamo. Soldi risparmiati. In quanto a Tajani......lasciamo perdere.

Ritratto di Leto

Leto

Mar, 04/09/2018 - 16:15

Invece di guardare il dito, occorrerebbe guardare la luna. Tajani potrà anche essere antipatico perchè oltre essere Presidente del Parlamento Europeo, lo è anche perchè Vicepresidente dell'antipatica FI, ma ha ragione da vendere. Gli investimenti in Africa avrebbero portato benefici a quei popoli e all'Europa. In compenso abbiamo fior di statisti sia nel M5S che nella Lega che rimedieranno senza problemi la frittata. Attendiamo fiduciosi.

Ritratto di Mona

Mona

Mar, 04/09/2018 - 17:16

La Cina entra in Africa dando, gli imperialisti occidentali entrarono sparando. C'è differenza, vero ? All'onerevole Tajani rispondo: i nostri amici occidentali invasori dell'africa,sfruttano e i guadagni se li tengono nelle loro proprie tasche, e le spazzature delle loro guerre malpensate le mandano in Italia. Adesso lei suggerisce che noi pure italiani partecipiamo a prestanci soldi per coprire i danni che loro ci hanno causato e che hanno causato all'Africa? Non mi sembra ragionevole. Mi sembra più ragionevole dire: che i colpevoli risargiscano i danni! Ma si sa, domandare ai grossi di ammettere il torto è pericoloso. Allora i guadagni restano privati e si suggerisce di socializzare i torti a tutte le nazioni, pure quelli innocenti e vittime come l'Italia.

seccatissimo

Mar, 04/09/2018 - 17:27

x frank173 Mar, 04/09/2018 - 15:49 Sono convinto anch'io che succederebbe come scrivi tu ! Però, ritenendo i cinesi più intelligenti e soprattutto più pragmatici degli europei, mi interesserebbe sapere come facciano i cinesi affinché i soldi elargiti ai paesi africani non vadano solo nelle tasche dei soliti noti ma arrivino a finanziare effettivamente infrastrutture e attività utili che obblighino questi Paesi africani anche nel futuro ad essere legati a doppio filo alla Cina !!!!!

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Mar, 04/09/2018 - 18:07

Stia sereno direttore, faremo di tutto, come sempre, per essere comprati da qualcuno. Impediamo la ricchezza altrui e ci arricchiamo solo all'interno dello stato, proprio come vogliono le toghe. Basta un solo viaggio ed è fatta.

Ritratto di dlux

dlux

Mar, 04/09/2018 - 18:41

Vede Direttore l'UE è una poltiglia informe in cui penetra facilmente qualsiasi oggetto acuminato, come, per esempio, il movimentista Macron, con la complicità dei partners indifferenti. Ancora una volta l'Europa dà il peggio di sé. Ancora peggio l'ONU. Non ho parole per descrivere il ribrezzo che mi fanno.

Ritratto di michageo

michageo

Mar, 04/09/2018 - 18:46

Oswald Spengler, aveva già preconizzato 100 anni fa con il suo, profetico libro "Il tramonto dell'Occidente", che saremmo stati invasi e sostituiti dai popoli di "colore" gialli e neri….ma a Bruxelles si parla del "sesso degli angeli" come a Bisanzio, mentre l'impero si dissolve… come nei corsi e rcorsi storici di "Vichiana " memoria.

ghichi54

Mar, 04/09/2018 - 19:23

x seccatissimo: e' molto semplice, i Cinesi non versano danaro direttamente, ma costruiscono le infrastruttore, possibilmente con loro imprese e manodopera, quando non anche materiali. Invero il valore aggiunto dell'investimento per i paesi africani e non si riduce alquanto, ma almeno si azzerano, o quasi, le ruberie ( rimangono ovviamente le tangenti ai politici, ma quelle essendo inevitabili, chiamiamole commissioni ).

Ritratto di Candidoecurioso

Candidoecurioso

Mar, 04/09/2018 - 19:32

Mi auguro che i cinesi richiedano anche agli africani di fare come loro e di fare al massimo un figlio a coppia per mezzo secolo, altrimenti anche seicento miliardi di aiuti saranno totalmente inutili

nunavut

Mar, 04/09/2018 - 19:36

@ Egregio Sallusti avendo vissuto e lavorato in Africa Sub-Sahariana,non penso che tutto quello che realizzano e realizzeranno i Cinesi sarà solo a profitto del POPOLO africano tutt'altro,pure i Russi hanno investito in Africa ma non per il benessere del popolo ma per avere le materie prime (Mali Guinea Bissau).Cmq. i Cinesi investono i miliardi del loro surplus commerciale con gli USA, del quale usufruirono per molto tempo

ohibò44

Mar, 04/09/2018 - 19:37

Perché continua a chiamarla Europa? Si chiama UE, altrimenti il piano da 40 miliardi si sarebbe realizzato

Ggerardo

Mar, 04/09/2018 - 19:49

Cosa vorra' mai dire una frase come "In tutto questo ci sarebbe lo zampino di Macron," ? C'e' o non c'e' ? Sallusti ha delle informazioni ? E' un giornalista , le dia. Non le ha ? Si astenga dal raccontare fesserie. Che giornalismo e' questo ?

mazzarò

Mar, 04/09/2018 - 20:01

Caro direttore, ricordo come se fosse ieri quando durante la campagna elettorale francese appoggiava apertamente Macron contro Le Pen. Ora si palesa chiaramente tutta la sua ipocrisia. Ps Se ogni tanto mi pubblicaste un commento ve ne sarei grato. Grazie.

mazzarò

Mar, 04/09/2018 - 20:04

Direttore lei è un ipocrita. Un grande ipocrita. Durante la campagna elettorale francese lei sperava salisse macron anzichè le pen. Cambi mestiere per favore che mi fa vomitare come giornalista.

sparviero51

Mar, 04/09/2018 - 20:11

SENZA SCOMODARE RICOSTRUZIONI FANTASIOSE,IL MINISTRO TRIA È ANDATO IN CINA A PREGARE I CINESI DI COMPRARE I NOSTRI BTP . QUESTO È IL "CAMBIAMENTO " . CI HANNO GIÀ VENDUTO AI CINESI .BANDA DI "00" !!!!!!!!!!!!!!

Korintos

Mar, 04/09/2018 - 20:34

Il tempo per riguadagnare posizioni importanti ci sarebbe, non è ancora scaduto, il vero problema è che, in Europa, mancano le intelligenze politiche e strategiche per capire i problemi e trovare soluzioni valide. Se "Macron" è la mente strategica dell'Europa, allora siamo messi male; molto male.

Destra Delusa

Mar, 04/09/2018 - 20:49

Tajani non è antipatico, anzi, quello che afferma è giusto, ma è stato trattato come un birillo da Berlusconi e le sue parole ormai valgono meno del suo burattinaio. Il centro destra non sparirà di certo ma una cosa è sicura, non avremo più come leader di destra un imprenditore. Ora abbiamo per leader Salvini, un capo popolo senza una preparazione di base importante che gli permetta di "vedere" a lungo termine. Tutto finirà presto.

Destra Delusa

Mar, 04/09/2018 - 20:53

Durante la campagna elettorale francese lei direttore sperava salisse Macron anzichè Le Pen. Ora si ritrova Salvini che è la versione italiana della nazi-francese. Certo che è molto difficile essere coerenti nell'attuale centro destra.

Destra Delusa

Mar, 04/09/2018 - 21:00

I cinesi hanno azzerato il loro debito con i paesi africani. In Kenia hanno creato 70.000 posti di lavoro e addestrato tecnici locali per la gestione delle nuove infrastrutture. Quando l'Africa diventerà una potenza economica (succederà primo o poi visto le enormi risorse) ci sarà da ridere. Magari molti italiani emigreranno in Africa.

nunavut

Mar, 04/09/2018 - 21:11

/0 anni orsono dissi a mia moglie vedrai come la Cina conquisterà piano piano il commercio e influenzerà la vita dei popoli su questa terra ora che sono piuttosto vecchiotto vedo,che nonostante che non abbia frequentato le università avevo visto giusto e non é finita fra 200 0 300 anni i "Candeggini"(+ bianco del bianco) saranno una infima minoranza pure in Europa.

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 04/09/2018 - 21:13

Macron segue la folle politica di Sarkozy che provocò il disastro libico, per motivi personali e politici. Personali, per il "debito" che egli aveva con Gheddafi, politici per contrastare il crescente successo economico italiano in Libia. Ora il bi-successore di Sarkozy vorrebbe trarre profitto della situazione in Libia, ma non gli conviene e poi non è cosa per lui. Sarkozy era un furbacchione, ma gli é andata comunque male, mentre Macron non ci arriva proprio: solo un mediocre politico, in fondo un deficiente.

Ritratto di Giano

Giano

Mar, 04/09/2018 - 21:37

Aiuti all'Africa? Quando la Cina regala miliardi non sta “aiutando l’Africa” per spirito umanitario; se la sta comprando. Come fanno da anni le multinazionali quotate a Wall street. E' una strategia di accaparramento delle terre che va avanti da decenni, mentre noi continuiamo a farci infinocchiare da spot umanitari che chiedono donazioni e lasciti mostrandoci, per impietosirci, bambini malati o denutriti che piangono con le mosche sul viso. Cercate in rete "Land grabbing". Altro che "aiutiamoli a casa loro". Sveglia gente.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mar, 04/09/2018 - 21:45

Gli Europei non sono stati da meno degli altri, oltre ad andare per il mondo a colonizzare si sono massacrati sempre fra di loro ... approfittiamo dell'invenzione della stampa per sapere qual'è stata la storia d'Europa oltre ovviamente ai moderni supporti tecnologici.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Mar, 04/09/2018 - 22:00

Possiamo dire che gli Occidentali sono dei fanfaroni? Inutile girarci intorno la Fallaci aveva ragione. Ci stanno islamizzando e Londra fa da apripista. Non c'è più Religione non c'è più ragione. Forza Italia e shalòm.

Mario Mauro

Mar, 04/09/2018 - 22:18

Per il signor Mona (nomen omen?) I primi europei, è vero, invece di migliaia di dollari offrivano perline e fronzoli; il ricorso ai fucili era necessario quando non si faceva in tempo a offrire le perline prima di aver piantata una zagaglia nella pancia. Le barbarie cui dovettero porre fine le prime amministrazioni coloniali andrebbero apprese su libri seri, non su wikipedia. Gli europei allora che dovevano fare? Abbandonare l'Africa a se stessa in attesa dei cinesi con le valige piene di dollari per i selvaggi, che rimasti tali non avrebbero saputo che farsene?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 04/09/2018 - 22:19

Direttore, se va avanti così moriremo africani. Prima che arrivino i cinesi, ce ne vuole.

FlorianGayer

Mar, 04/09/2018 - 22:47

Ciò che è grave, moriremo da italiani. Moriremo cittadini di un paese che, da sempre, vuole glorie planetarie ed ha le pezze sul c.... Guardiamo i nostri vicini (non direi amici) svizzeri: si fanno alla grande i cavoli loro, come stato sono dei nani e sono invulnerabili. Neanche Hitler, per intendersi, li ha disturbati veramente, nonostante gli svizzeri siano quasi tutti tedeschi alemannici.

Ritratto di Ninco Nanco

Ninco Nanco

Mer, 05/09/2018 - 10:32

Molti grandi progetti africani sono di origine italiana (penso a Transaqua e altri). La famosa UE non ha mai voluto metterci un Euro, preferendo l'invasione di presunta manodopera a basso costo (da confinare soltanto in Italia, chissà perché). I Cinesi ci stanno mettendo i soldi, e ne godranno i frutti.

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 05/09/2018 - 10:52

--l'occidente -fino alla seconda guerra ha usato l'africa per un colonialismo diretto---i massacri perpetrati dalla crapa pelata del musso non si contano--e sono capitoli di storia beceri che i destricoli tengono volentieri sotto il tappeto--dal dopoguerra il colonialismo occidentale è cambiato--il fine no--quello di depauperare quelle terre di energia e minerali a buon mercato--ungendo solo i capitribù--quando ciò non è fattibile si organizza un bel colpo di stato all'uopo per mettere al comando una testa di ponte burattino--oggi all'assalto vampirico dell'occidente verso l'africa si è aggiunto un attore importante--la cina--se googolate "land grabbing" vi si apre un mondo--e c'è ancora qualche sciocco che crede che non ci siano le premesse per flussi migratori biblici nel globo fra qualche anno?--non ci saranno muri felpiniani che terranno--sarà la fine del mondo così come lo conosciamo --swag

Ritratto di gattomannaro

gattomannaro

Mer, 05/09/2018 - 11:02

Un articolo su un mensile di sessant'anni fa, lo prevedeva, paro paro, con tanto di coppia mista italo-cinese in copertina, se ben ricordo. Ora, vediamone gli aspetti: con la Cina, noi Italiani abbiamo in comune l'attitudine a lavoro e risparmio, il fatto di provenire ambedue da grandi civiltà antiche, l'amore per arte e bellezza e .... la mafia. Non la vedrei tanto male.

Guido39

Mer, 05/09/2018 - 12:00

Ma non basta lo sciagurato patto di Bengasi del 2008, secondo il quale l'Italia deve versare alla Libia quasi un milione di dollari al giorno (!) per 20 anni? In cifre esatte 250 milioni di dollari all'anno per 20 anni. E questo come compensazione per l'invasione di un'ottantina di anni fa! Vogliamo dargli altri 40 miliardi? Piuttosto s'investano i miliardi in mezzi per blindare le coste italiane.

kobler

Mer, 05/09/2018 - 12:05

Non importa di dove sei. LA morte è uguale per tutti.

timba

Mer, 05/09/2018 - 12:21

Elkid. Ovviamente nessuno fa niente per niente. E noi Europei in quei territori ne abbiamo combinate di ogni. Ma almeno abbiamo lasciato strade, ponti, ospedali, scuole. Che guarda caso, da quando ce ne siamo andati, sono rimaste lì tali e quali. Con questo non sto giustificando il colonialismo, ci mancherebbe, ma certi paesi e certi popoli proprio non ce la fanno a svilupparsi o non vogliono. Costa troppo sudore, rischio e fatica. Cuba ha cacciato gli americani e poi? E'ancora lì ferma agli anni 60 nonostante i miliardi di Rubli ricevuti nel frattempo da Mosca, il turismo, etc.. Ci sono dittatori? Bene, facciano delle belle rivoluzioni o guerre civili come successo in Francia, Italia, Spagna etc.. e si liberino e autogestiscano. Ma non lo faranno mai. Più facile prendere una barca ed andare a farsi mantenere in Italia. Lì trovano già tutto pronto.

Ritratto di gattomannaro

gattomannaro

Mer, 05/09/2018 - 12:42

@timba - 12:21 Commento totalmente condivisibile. Aggiungo: i nonni degli Eritrei che sbarcano qui (e che, tutto sommato è brava gente e ci sono affini) se ex-combattenti per l'Italia hanno goduto di una pensione di guerra che ha consentito loro di vivere dignitosamente gli ultimi anni. Finita quell'entrata.....

Ritratto di Professor...Malafede

Professor...Malafede

Mer, 05/09/2018 - 12:52

Sempre meglio che maomettani!

Ritratto di DARDEGGIO

DARDEGGIO

Mer, 05/09/2018 - 13:02

Apprezzo i cinesi. Sono strutturalmente educati e riservati. Non ho memoria di omicidi, stupri, violenze, rapine, furti, crudeltà varie compiute da cinesi. Nelle loro famiglie vige una severità assoluta verso i comportamenti dei figli. Evidentemente sono stati storicamente governati, sia nel pubblico che nel privato, secondo sani principi. E' di gran lunga preferibile un'africa in mano ai cinesi che ai musulmani e forse anche agli europei.

gedeone@libero.it

Mer, 05/09/2018 - 15:43

Che c'è ggerardo, ti hanno toccato il tuo idoletto macron? Poverino, vai a coadiuvare la sua moglie nonna a cantargli la ninnananna...

mariolino50

Mer, 05/09/2018 - 15:43

DARDEGGIO I cinesi sono stati educati secondo Confucio, rispetto assoluto per l'autorità, qualunque sia. In quanto a delinquenza pensi alla mafia cinese, le cosidette triadi, anche peggio delle nostre, ma spesso al loro "interno".

mariolino50

Mer, 05/09/2018 - 15:48

Mario Mauro E se ognuno se ne fosse rimasto a casa propria, invece di andare altrove a farla da padrone, i colonialisti mica furono invitati, altro che zagaglie gli dovevano tirare, lo stesso nelle Americhe e altri posti. Vale anche per i cinesi.

Una-mattina-mi-...

Mer, 05/09/2018 - 17:51

DA QUELLO CHE LEGGO APPRENDO CHE LA NONSTRA ELIMINAZIONE E' FATTO ASSODATO E INCONTROVERTIBILE. RESTA DA VEDERE PER MANO DI CHI. SPERO CHE ALMENO CI SIA CONCESSO DI MORIRE DA EROI

Ritratto di bimbo

bimbo

Mer, 05/09/2018 - 17:52

Egr Direttore, qui con ste teste logorate dalle quaqquaracacchiate televisive si creperà di fame per inezia mentale e per incapacità di riconoscere lo stato delle cose.. Cmq niente di importante da dire

Ritratto di DARDEGGIO

DARDEGGIO

Mer, 05/09/2018 - 17:58

MARIOLINO. Il vivere comune non sottintende le mafie! Le mafie sono in ogni dove: in europa a iosa, in russia, nelle americhe al sud e al nord senza farsi mancare nulla, in asia sotto varie forme, in australia. Non so se la mafia è in groenlandia. In sintesi: la mafia è nell'essere umano, dove c'è un essere umano c'è mfia.

brunog

Mer, 05/09/2018 - 18:47

Degli africani sono note la pigrizia, l'inettitudine, la proliferazione e la pretesa di essere mantenuti dagli altri. La Cina investe in Africa soprattutto per trovare uno sfogo territoriale alla sua popolazione visto che lo sviluppo industriale selvaggio ha contaminato buona parte del loro territorio che a bonificarlo equivale ad annullare i risultati del loro sviluppo industriale. In Africa i cinesi si insidieranno controllando la politica e l'economia con forte presenza di popolazione cinese di cui e' difficile immaginare gli sviluppi e rapporti con i locali. Senza altro e' una scommessa dal risultato incerto, comunque per avere un'idea basta pensare ai neri americani per avere un'idea di quanto i neri si possono evolvere.

Destra Delusa

Mer, 05/09/2018 - 21:23

x brunog Dalle tue parole traspare un basso livello culturale, molto probabilmente non sei stato in grado di finire le scuole dell'obbligo, sei andato a lavorare molto giovane e sei stato costretto a fare un lavoro che non ti piace, magari alle dipendenze di qualche imprenditore di basso rango che ti sfrutta. Il tuo odio verso i "nxxxi" ti farà soffrire molto in futuro. Tua figlia potrebbe perdere la testa per uno studente di colore molto più preparato e simpatico di te (ne conosco moltissimi). Della Cina non ci capisci una emerita mazza.

Ritratto di MaddyOk

MaddyOk

Mer, 05/09/2018 - 21:41

Mandi questo suo scritto a Juncker, se momentaneamente è guarito dalla "sciatica" e se avrà risolto il gravissimo problema dell'ora legale... forse le risponderà!

g.l

Gio, 06/09/2018 - 00:06

C'è di più,siccome i cinesi non sono per niente sprovveduti direi intelligenti,sono gli unici che progettano il futuro per salvaguardare la loro specie da possibili cambiamenti climatici,sanno che tra 50 anni ci sarà uno stravolgimento climatico,intanto costruiscano città per milioni di persone.Noi ci offendiamo e litighiamo nell'immobilità assoluta.

Paolo17

Gio, 06/09/2018 - 12:33

Perfetto, caro Direttore. Articolo che non fa una piega nella sostanza. E' un processo iniziato da decenni con i primi acquisti dei cinesi di quantità immense di terreni in Africa. Il problema è che siete proprio voi del Giornale a stare dietro ad uno come Salvini che va bene per le capre che lo seguono e lo applaudono per quattro slogan sui migranti. Ma è un incompetente pauroso. E voi sperate addirittura che ritorni in quel centrodestra nel quale non è mai effettivamente stato.