Più che celebrare la nascita di Roma, dovrebbero pensare al funerale

Dipendenti comunali a casa per il Natale della Capitale. E gli albergatori mettono in guardia Marino: "Città in una situazione imbarazzante"

Oggi è il compleanno di Roma. Il suo 2768esimo Natale. Ma la Città Eterna ha poco da festeggiare. Purtroppo. La prima nota dolente riguarda quella "tradizione", tutta romana, di stare a casa il 21 aprile. Privilegio, però, che coinvolge solo i dipendenti comunali che, notoriamente, sono i più volenterosi d'Italia. Infatti, mentre nelle altre città si fa festa solo il giorno del santo Patrono, a Roma, oltre al 29 giugno (San Pietro e Paolo), si ha la giornata libera anche oggi.

Istituita da Benito Mussolini come festa del lavoro, in sostituzione del primo maggio, la festività del 21 aprile venne abolita nei suoi effetti civili con la caduta del fascismo. Con un'unica eccezione: i dipendenti del comune di Roma.

Altro che festa, dunque. Per i romani oggi è una giornata d'inferno: personale pubblico ridotto, code infinite agli sportelli e un rallentamento (come se ce ne fosse ulteriormente bisogno) di tutto il sistema. Roba da inneggiare alla Capitale, con la consapevolezza che, i pochi coraggiosi che sono andati a lavorare, verranno pagati di più visto che si tratta di un giorno di festività retribuita. Un bel "danno" per le casse già stanche e in affanno perenne del Comune.

E il sindaco Ignazio Marino cosa avrà da dire a riguardo? Nulla. Troppo preso a mostrare i muscoli sulla carta stampata, dipingendo una realtà impossibile anche volendola solo immaginare. Troppo impegnato a fare a gara: "Ce l'ho più bello io (il Comune)" con il competitor nordico Giuliano Pisapia, sindaco di Milano.

Ma a smentire la sua visione "a colori" di una Roma ormai abbandonata ai propri istinti, ci hanno pensato gli albergatori della Capitale. Dai trasporti al decoro, dall’abusivismo alla sporcizia delle strade, la città versa in una situazione "imbarazzante" al punto da "non sembrare certo pronta ad affrontare la sfida del Giubileo di Papa Francesco". Roberto Necci, il presidente dell’Ada Lazio, l’associazione che riunisce oltre duecento direttori di hotel di varie categorie della regione, lo mette nero su bianco in una lettera inviata al primo cittadino. Una presa di posizione netta che non smaschera i proclami individualistici di un sindaco deriso ed odiato. Di colui che, forse inspirato dal Marco Aurelio in cima alla scalinata del Campidoglio, sta trionfando nell'impresa più difficile di sempre: fare peggio di chi l'ha preceduto.

Commenti
Ritratto di mirosky

mirosky

Mar, 21/04/2015 - 14:09

con Aledanno invece,i passati 21 aprile,andavano tutti al lavoro..

Tuthankamon

Mar, 21/04/2015 - 14:17

C'e' poco da festeggiare, davvero!

Ettore41

Mar, 21/04/2015 - 14:52

Personalmente abolirei le festivita' del 25 Aprile e 1 Maggio e ristabilerei la festivita' del 21 Aprile come Natale di Roma Capitale d'Italia. Farei molta attenzione, inoltre, a non accostare la festivitta' al Lavoro altrimenti i sindacati se ne approprierebbero con conseguente tormentone pomeridiono a Piazza San Giovanni. Un Romano vero (molti si dichiarano romani ma sono solo immigrati)

Ritratto di MARKOSS

MARKOSS

Mar, 21/04/2015 - 14:53

mirosky - sarai uno dei tanti zingari imbucati in Italia .. COMUNQUE IL PEGGIOR SINDACO DI ROMA DOPO MARCO AURELIO SI CHIAMA SOTTOMARINO...

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mar, 21/04/2015 - 15:04

FINCHÉ; GLI ITALIANI NON CAPISCONO CHE I KOMUNISTI NON SANNO GOVERNARE LE NOSTRE CITTÁ SARANNO PEGGIO DELLE GRANDI CLOACHE DI ROMA; UNO SI DEVE IMMAGGINARE CHE LA CITTÁ DI "CAPUT MUNDI" É STATA RIDOTTA AD ESSERE UN CESSO PUBBLICO DOVE I TURISTIM POSSONO PISCIARE E CACARE AD OGNI ANGOLO DI STRADA; QUESTO É IL RISULTATO DI 60 ANNI DI GOVERNO KOMUNISTA DELLA CITTÁ DI ROMA; É NON SI POTRÁ DARE LA COLPA DI QUESTO DEGRADO AD ALEMANNO CHE É STATO SOLO 5 ANNI SINDACO DI ROMA; MENTRE I KOMPAGNI HANNO GOVERNATO ROMA DALLA FINE DELLA GUERRA FINO AD OGGI;É QUELLO CHE NON HANNO FATTO I BARBARI LO FANNO I KOMUNISTI NOSTRANI!RIDURRE L;ORGOGLIO DELL;IMPERO ROMANO AD ESSERE IL CESSO DEL MONDO!!!.

celuk

Mar, 21/04/2015 - 15:22

per marino la priorità è la trascrizione dei matrimoni gay... del resto se ne frega tanto se il pd lo ripresenta tutti lo rivotano pure se ha fatto schifo... P.S. spero di non incappare nella parte gay della redazione che sistematicamente, soprattutto il pomeriggio, censura i miei commenti appena sfioro l'argomento "gay"....

Beaufou

Mar, 21/04/2015 - 15:29

Eheheh. Occorrerà ritoccare 'n pochetto il celeberrimo "Roma caput mundi". Basta poco: "Roma caput tertii mundi". Marino, che ha rottamato a cuor leggero l'altrettanto celebre SPQR, non potrà che condividere. Anzi, può essere che si vanti di aver "ristabilito la verità dei fatti".Se è il caso, non gli chiedo neanche una tangentina a titolo di diritto d'autore, tiè.

Ritratto di danutaki

danutaki

Mar, 21/04/2015 - 16:13

Alme Sol, curru nitido diem qui promis et celas aliusque et idem nasceris, possis nihil Urbe Roma visere maius !!

Ritratto di danutaki

danutaki

Mar, 21/04/2015 - 16:14

……. tu regere imperio populos, Romane, memento (hae tibi erunt artes), pacique imponere morem, parcere subiectis et debellare superbos ……!!!!

Ritratto di ...superciuck.

...superciuck.

Mar, 21/04/2015 - 16:31

a MAFIA CAPITALE è natale tutto l'anno

gneo58

Mar, 21/04/2015 - 16:57

strano, una festa istituita da Mussolini e ancora in voga ? ma se hanno voluto cancellare di tutto di piu' di quel che e' stato il ventennio. Ah, gia' ma qui si parla di festa, tutti a casa a continuare a non far niente, poi.......dipendenti del comune (pubblici). Si capiscono tante cose......

Joe Larius

Mar, 21/04/2015 - 17:11

Beh un funerale se lo meriterebbe. Ma per favore! se ne eviti la cremazione. Abbiamo già Pompei, Ercolano e analoghi da distruggere definitivamente: ci bastano e avanzano.

Rossana Rossi

Mar, 21/04/2015 - 17:27

Bravo PasqualeEsposito hai proprio ragione....senza contare che le capre rosse vogliono abolire le scritte di Mussolini ma le feste da lui istituite si guardano bene dal toglierle.........povera Italia!!!!!

abocca55

Mar, 21/04/2015 - 17:36

21 aprile 756 ac., e il 21 aprile si entra nel segno del Toro, dominio di VENERE. E Roma, letta al contrario è AMOR ☥

Ritratto di tomari

tomari

Mar, 21/04/2015 - 18:01

La nascita di roma (volutamente in minuscolo)? La più grande disgrazia che sia capitata alle Italiche Genti.

Ritratto di illuso

illuso

Mar, 21/04/2015 - 18:37

Berlino ha il triplo dei turisti che visitano roma nonostante che a roma risieda Francesco. Ci sarà un motivo ...o no.

Beaufou

Mar, 21/04/2015 - 19:10

@ danutaki: lodevole sforzo per risentire un po' di quell'orgoglio che faceva esclamare, un tempo: "Civis Romanus sum!". Ma dia retta: se vuol farsi capire da Marino, traduca in genovese. Quello è capace di scambiare quel testo per le istruzioni d'uso di un qualche prodotto per la derattizzazione...Ahahah. Cordiali saluti.

giovanni951

Mar, 21/04/2015 - 20:00

chi arriva dal nord eurabia, dice che roma é la prima capitale africana che si incontra.