Piacenza, romeno pesta moglie e attacca agenti con pistola e martello

Lo straniero, completamente ubriaco, ha picchiato la moglie, l'ha gettata in strada e si è barricato in casa coi figli di uno e sei anni. Durante le fasi di arresto, i poliziotti sono stati aggrediti con una pistola, rivelatasi successivamente una replica, ed un martello di ferro

Grave episodio di violenza domestica andato in scena la scorsa notte a Piacenza.

In preda ai fumi dell'alcol, un romeno ha aggredito la moglie e l'ha buttata fuori di casa, barricandosi poi all'interno dell'abitazione coi due figli piccoli.

Completamente ubriaco e fuori controllo, lo straniero sarebbe potuto diventare pericoloso anche per i bimbi, ragion per cui la moglie ha immediatamente contattato le forze dell'ordine. Sono le 5 del mattino, quando sul posto, in via Ettore Rosso, sopraggiungono a sirene spiegate gli agenti della questura di Piacenza.

Il 31enne, che continuava a gridare all'interno dell'appartamento, era chiaramente fuori controllo. Ecco perchè, preoccupati per l'incolumità dei bimbi di uno e sei anni rimasti chiusi in casa col padre, i poliziotti si sono attivati immediatamente. Certi che lo straniero non li avrebbe mai fatti entrare, hanno richiesto l'intervento sul posto dei vigili del fuoco per forzare l'apertura della porta d'ingresso.

A rendere più agevole l'operazione delle forze dell'ordine ci ha pensato la figlia di 6 anni della coppia di romeni. Questa, approfittando di un attimo di distrazione del padre, impegnato in una conversazione con gli agenti mentre era affacciato al balcone, ha aperto la porta di casa.

Due poliziotti, presenti sul pianerottolo, hanno fatto irruzione nell'appartamento, ma sono stati accolti dal 31enne con una pistola puntata al petto. L'arma, replica di una pistola antica, è stata utilizzata dal romeno per colpire più volte un agente alla testa. Non pago, il violento straniero ha estratto un martelletto in ferro e si è nuovamente scagliato contro gli uomini in divisa. "Vi ammazzo tutti", ha urlato, come riportato da "IlPiacenza", prima di essere sopraffatto e bloccato a terra.

Per l'agente ferito, trasportato al pronto soccorso per dei controlli, un trauma cranico con sette giorni di prognosi. In ospedale anche la moglie dello straniero, che ha raccontato l'episodio agli inquirenti. Rincasato a tarda notte ed ubriaco, il 31enne non ha tollerato la richiesta di spiegazioni da parte della moglie. Completamente fuori controllo, il compagno l'ha pestata, infine trascinata per i capelli e per il collo e buttata in mezzo alla strada.

Tratto in arresto con l'accusa di lesioni aggravate e maltrattamenti in famiglia, oltre a quella di resistenza, violenza e lesioni aggravate a pubblico ufficiale, il 31enne si trova ora dietro le sbarre del carcere.

Commenti
Ritratto di giangol

giangol

Sab, 27/07/2019 - 10:03

poverino scappa dalla guerra in romania. vero sboldrina??