Piano migranti, i sindaci: "Prima aiuti agli italiani"

I sindaci vogliono collaborare col governo per garantire un percorso di integrazione, ma di fatto chiedono uguali diritti per tutti, italiani e migranti

I sindaci vogliono collaborare col governo per garantire un percorso di integrazione, ma di fatto chiedono uguali diritti per tutti, italiani e migranti. È questo il quadro che emerge dalla posizione assunta dall'Anci, come riporta ilMessaggero, rispetto al Piano nazionale approvato dal Ministero degli Interni: "Ben vengano corsi di lingua - afferma il presidente dell' Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro - lezioni sui diritti che queste persone hanno nel nostro paese, scambi di esperienze, condivisione delle regole, ma è diverso quando si affronta il tema dei tirocini formativi sul lavoro e delle soluzioni abitative. Noi vorremmo che fosse distribuito su tutta la popolazione, perché c' è il rischio di creare una guerra tra poveri, tra ultimi e penultimi". Il nuovo Piano di fatto dovrà poi essere messo in atto proprio dagli Enti Locali. L'Anci dunque segnala alcune perplessità: "L' idea - è la tesi dell' Associazione nazionale dei comuni - è quella di avere un piano che sia complessivo per la popolazione, per tutti coloro che vivono condizioni di disagio dal punto di vista economico e sociale. Vanno tenuti insieme sia gli italiani d' origine che gli italiani di adozione. Tutti sullo stesso piano, altrimenti si rischia una discriminazione al contrario - aggiunge Decaro - Non va bene se hai diritto a un corso di formazione solo se ottieni il permesso di soggiorno. Deve essere fatto un ragionamento più complessivo". La posizione dell'Anci è condivisa da tanti sindaci come ad esempio il primo cittadino di Prato, Matteo Biffoni: "Del resto, è normale pensarla così. Siamo sindaci a 360 gradi. Il nostro lavoro deve riguardare tutti gli italiani. Per questo è importante che ci siano le risorse anche per le altre fragilità sul territorio. Va benissimo quando parliamo di corsi di lingua e di istruzione, ma sulle case e sulla formazione professionale non si può fare lo stesso discorso. E' giusto dire che siamo favorevoli al documento approvato dal Viminale, però è necessario che questo allarghi i benefici a tutti coloro che vivono difficoltà dal punto di vista economico e sociale".

Commenti

tangarone

Gio, 28/09/2017 - 11:22

rispedirli indietro, fine di tutti i problemi

Tarantasio

Gio, 28/09/2017 - 11:31

noi vorremmo dire BASTA alle 1000 proposte insinuanti il concetto che abbiamo dei doveri morali a cui non possiamo sottrarci, neppure per salvaguardare la dignità o la vita nostra e della nostra progenie

Rossana Rossi

Gio, 28/09/2017 - 11:32

No uguali diritti....PRIMA GLI ITALIANI CHE PAGANO FIOR DI TASSE PER FARSI INVADERE E MANTENERE CHI NON HA ALCUN DIRITTO.....ma dove siamo, è possibile che questi cre.tini che pretendono di governarci oltre tutto abusivamente ci abbiano fatto diventare il paese del bengodi e dei fessi? ITALIANI SVEGLIATEVI e piantatela di votare pd........non vedete quello che sta succedendo??????

Ritratto di ohm

ohm

Gio, 28/09/2017 - 11:44

e dai ...aiutamoli tutti questi MASCHI che scappano dalla fame e dalla Guerra.... su dai ...così fra poco tra I permessi di soggiorno e lo ius soli possiamo fare un bel ricongiungiemnto e l'invasione continuerà senza sosta...poi magari ai vecchi immigrati paghiamo anche una pensione sociale così poi ritornano in africa dove c'è guerra e fame e vivvono con I soldi da noi verstai all?INPS e poi ci diranno che le casse sono vuote e che per i nostri non ci sono più soldi per la pensione!.....per favore quando votate pensateci su due volte prima di piegare la scheda nella cabina!

jaguar

Gio, 28/09/2017 - 11:52

Penso sia normale aiutare prima i milioni di italiani in difficoltà, ma la sinistra su questo argomento non ci sente. Quindi spetta al popolo italiano alzare la voce e farsi sentire con fermezza, ma purtroppo le piazze rimangono desolatamente vuote.

agosvac

Gio, 28/09/2017 - 12:09

Lasciamo da parte il fatto incontrovertibile che in ogni caso prim verrebbero gli italiani in grosse difficoltà economiche e solo dopo, molto dopo si potrebbe cominciare ad aiutare i migranti fasulli o no. La cosa che il Ministro e tutto il Governo nonché gli alti prelati della Chiesa con per primo Papa Francesco, non vogliono assolutamente capire è che il 90% dei migranti fasulli è di religione islamica pertanto non è che "non" vogliano integrarsi, non lo possono perché la stessa religione islamica lo impedisce. Tra Islam e non Islam c'è totale incomparabilità. L'Islam ha la sua legge, la "sharia", che è del tutto contraria a tutte le leggi europee. Un islamico che non seguisse la sharia potrebbe anche integrarsi, ma non sarebbe più islamico. Pertanto il solo chiedere ad un islamico di integrarsi è una vera e propria contraddizione in termini: è del tutto impossibile, finché restano islamici.

petra

Gio, 28/09/2017 - 12:14

La grande beffa sarebbe riconoscere il titolo di studio di qualsiasi altra nazione, senza nessuna verifica. Una pazzia!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 28/09/2017 - 12:51

@agovac12e09: chiedere ad un islamico di giurare sulla Costituzione italiana è come chiedere a un "sinistrato" di fare il valletto ai "cardinali" della ABI, perlomeno si è visto che hanno aperto i portoni dei palazzi acquisiti a suon di "utili" di bilancio. Ossequi.

nopolcorrect

Gio, 28/09/2017 - 12:58

"una guerra tra poveri": uno degli slogan della schifosa sinistra. Noi siamo con gli Italiani poveri, PRIMA loro, niente guerra, i cosiddetti migranti evitino prima di tutto di migrare, poi per loro ci sarà qualcosa solo se rimane qualcosa dopo aver aiutato gli Italiani bisognosi.

Maura S.

Gio, 28/09/2017 - 12:59

Bla...Bla...Bla....dove trovano il liquido se il debito italiano è oltre l'impensabile e che a causa delle tasse gli imprenditori italiani chiudono oppure se la squagliano. Ma prima di blaterare non dovrebbero fare qualche conticino anche considerando che i terremotati sono ancora in contenitori. Ma la gente ancora crede a quei fanfaroni?????

Ritratto di Leon2015

Leon2015

Gio, 28/09/2017 - 13:02

Ancora insiste sto "nipote di lennin?" ce lo vedo con la divisa da soldato dell'armata rossa nelle veci di commissario politico che spara alle spalle ai suoi soldati che non vogliono andare all'attacco.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 28/09/2017 - 13:34

L'europa e il vaticano che si dichiarano solidali e socialisti, li prendano (e li mantengano) tutti loro. Solo in quel caso potranno gridarci dietro razzisti. In tal caso ne saremmo felici. ma non lo faranno mai, da ipocriti. Bergoglio, lei dice diaccogliere tutti a braccia aperte? Cominci lei a prendere tutti quelli che delinquono, sono centinaia di migliaia di persone. Attendiamo.

Malacappa

Gio, 28/09/2017 - 13:36

Finalmente qualcuno con un po' di cervello,questi farabutti mantenuti non si integreranno mai quindi la soluzione e' rispedirli al mittente e l'Italia ai patrioti ITALIANI

frabelli1

Gio, 28/09/2017 - 13:54

Si è mai vista una nazione privilegiare gli immigrati piuttosto dei propri cittadini? Beh lo si sta vedendo ora in Italia. Per fortuna che c'è ancora qualcuno attento e sta dando l'allarme. Ma quando si andrà a votare??? Ce lo stiamo chiedendo in molti.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 28/09/2017 - 13:57

Non riescono a trovare casa e lavoro a milioni di italiani indigenti e lo promettono a qualsiasi straniero che giunga in italia, senza neppure conoscerlo.

Razdecaz

Gio, 28/09/2017 - 14:46

Ogni tanto qualche sinistroide si ricorda anche dei milioni di italiani che muoiono di fame. Peccato però che alle parole seguono solo altre belle parole e mai i fatti. Premesso che chi è in Italia senza alcun titolo se ne deve andare, gli italiani devono venire prima di tutto. E non solo gli italiani poveri ma anche gli italiani "normali". Ieri leggevo, nei titoli, alloggi e lavoro agli immigrati. Eh no. Se lavorano si devono pagare l'affitto e l'alloggio se lo devono sudare. Come me e come tutti gli italiani. Altrimenti l'alloggio lo voglio pure io. Un po' di tempo fa i sindaci rossi davano dei razzisti a quelli della lega che dicevano tali parole...che vigliacchi, questi comunistoidi.

istituto

Gio, 28/09/2017 - 15:02

Come possono avere gli stessi nostri diritti se vengono da PAESI dove non c'è guerra e quindi NON SONO PROFUGHI MA CLANDESTINI. ED INOLTRE NON SI POSSONO DARE FORMAZIONE LAVORO,CASE, A PERSONE CHE: a) sono clandestini b)hanno la protezione umanitaria c) hanno SOLO il PERMESSO di SOGGIORNO d) non hanno la CITTADINANZA ITALIANA. Se vincerà il CENTRODESTRA spero che i nostri rappresentanti tengano in considerazione questi punti.

01Claude45

Gio, 28/09/2017 - 15:57

Come in Arabia Saudita: mai cittadinanza se non nati da GENITORE ITALIANO. Se entrano in Italia "senza soldi e documenti" vengano piazzati in un CAPIENTE RECINTO UNICO IN TUTT'ITALIA" separato per uomini e donne ed ivi "SOLO MANTENUTI" fino a che non richiedano ed ottengano i ritorno in patria. Si formi un consistente numero di richiedenti fino a riempire una nave per 1000 posti e vengano affidati alle ONG per il rimpatrio. Se la nave dovesse "invertire la rotta" VENGA AFFONDATA dalla nostra Guardia Costiera.

Ritratto di Azo

Azo

Gio, 28/09/2017 - 16:15

Fossi un sindaco, comincerei a tassare tutti coloro che sono tesserati al "PCI", per complicità ad associazione a delinquere.

Griscenko

Gio, 28/09/2017 - 17:18

Governo e sindaci ragionano tutti allo stesso modo. Ogni intervento è basato sui diritti umani dei parassiti e la loro tutela. Tutti i partiti si accaniscono contro i lavoratori per tutelare i parassiti. Il PD si contraddistingue dagli altri partiti perché ama tutelare i parassiti stranieri. Intanto i lavoratori sono tartassati all'inverosimile e sono riempiti di debiti.

rossini

Gio, 28/09/2017 - 17:25

I sindaci dicono: prima vanno aiutati gli italiani. E lo scoprono soltanto ora? E loro, i sindaci, perché mai sono stati eletti, se non per aiutare i loro concittadini? Le case, gli asili nido, i sussidi, l'assistenza sanitaria? Prima agli italiani che lavorano e pagano le tasse ed eleggono i sindaci. Per i migranti, purtroppo, non c'è trippa per gatti. La nostra povera Italietta ha le pezze al sedere. Non si può permettere il lusso di mantenerli.

giovanni235

Gio, 28/09/2017 - 17:38

Attenti sindaci,rischiate di chiudere in anticipo il vostro mandato.Le toghe rosse vi stanno prendendo di mira e presto sarete rimossi causa xenofobia,razzismo e fascismo da parte vostra.Auguri.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 28/09/2017 - 18:02

Prima aiuti agli italiani. Come sono buoni!

massmil

Gio, 28/09/2017 - 18:27

Credo che se non verranno prese misure drastiche nei confronti di tutti questi immigrati, arriveremo un giorno ad una ribellione di piazza preoccupante.Questo perché politici, media(tranne eccezioni) e informatori vari, per tante ragioni non vedono o non vogliono vedere, l'esasperazione crescente nelle persone ITALIANE veramente bisognose. Poi alla fine la colpa sarà... degli Italiani.

Divoll

Gio, 28/09/2017 - 19:00

Invocare uguali diritti per gli italiani che vivono in Italia da generazioni e generazioni, che hanno pagato con il sangue, il sudore e le tasse i benefici (che ora stanno perdendo) e per immigrati non-europei (che qui non dovrebbero nemmeno starci) NON E' GIUSTIZIA, anche se apparentemente lo sembrerebbe.

Trivenetino70

Gio, 28/09/2017 - 19:43

Prima di Italiani!!! Da 10 anni gli Italiani hanno sofferto, pagato e taciuto a testa bassa!!! Renzi, Boschi, Merkel, Juncker &Co ringraziano!! Elezioni prima possibile e centro destra al governo: mai più Pd!!!

Anticomunista75

Gio, 28/09/2017 - 19:49

la cosa schifosa è che i suini comunisti hanno trasformato progressivamente il "dovere morale" di accogliere gente in fuga da guerre nell'obbligo di accogliere qualsiasi arabo\africano, che in quanto tali, godranno di benefici che a noi italiani non sono riservati. Ma case e sanità a gratis gli saranno garantite solo se "dimostreranno di essere integrati". Una barzelletta, in pratica. E a parte questo...ma STIAMO SCHERZANDO?

Ritratto di Azo

Azo

Gio, 28/09/2017 - 21:18

Questa Migrazione, "è voluta da gente benestante", che come Napolitano e Monti, ha la casa in Svizzera ed una al mare, gente che s`è fatta il danaro SFRUTTANDO LA POPOLAZIONE ITALIANA E CON MOLTA PROBABILITÀ I LORO AVI ERANO ALTE CARICHE DELLO STATO ITALIANO, NELLE COLONIE. E VISTO CHE LA POPOLAZIONE ITALIANA, HA CITTADINI DI SERIE "B", FANNO DI TUTTO PER ASSECONDARE QUESTI MIGRANTI ED AIZZZARLI CONTRO LA POPOLAZIONE ITALIANA DI SERIE "B"!!!

Ritratto di Riky65

Riky65

Gio, 28/09/2017 - 22:55

L'asfaltatura elettorale si avvicina per questo governo e per tutte le giunte comunali a fine mandato! Poi spetterà agli italiani di buon senso dire basta a questa presa per i fondelli sull'accoglienza di persone che per la maggior parte vengono dalla nigeria per motivi non umanitari!

Kucio56

Ven, 29/09/2017 - 00:08

E quelle famiglie Italiane che non arrivano a fine mese? E quegli Anziani che nemmeno possono piu' permettersi le medicine per curarsi? L Non dovrebbero avere la precedenza visto che Loro ed i Loro Genitori hanno pagato fior di tasse, balzelli e contributi in Italia? Oppure aspettiamo che ci buttino per strada e gli offrano le nostre case......Per favore...

Kucio56

Ven, 29/09/2017 - 00:09

Venite Ius Soli almeno li votate voi visto che noi ne abbiamo le ...tasche ...piene

Marcello.508

Ven, 29/09/2017 - 00:14

Un islamico che giura rispetto della nostra costituzione? Sarebbe un "cattivo" islamico. E dov'è scritto che gli italiani in difficoltà vengono prima degli stranieri? Al massimo leggo ".. E' giusto dire che siamo favorevoli al documento approvato dal Viminale, però è necessario che questo allarghi i benefici a tutti coloro che vivono difficoltà dal punto di vista economico e sociale". Titolo scollegato dall'articolo a mio avviso.

Celcap

Ven, 29/09/2017 - 02:04

Adesso anche i sindaci del Pd si ribellano?? Che storia!! Attenzione perché interverranno i prefetti che sono stati tutti imposti dal cialtrone e obbligano i sindaci ad ubbidire.

routier

Ven, 29/09/2017 - 08:05

L'errore gravissimo dei sindaci é che prima di parlare dei diritti dei migranti, dovrebbero imporre loro, dei doveri! Purtroppo sappiamo tutti che a parlare ai migranti di doveri, si passa per razzisti, xenofobi, nazisti, leghisti, islamofobici, fascisti e magari anche omofobi. (che non c'entra niente ma che per gli idioti ci sta sempre bene)

umberto nordio

Ven, 29/09/2017 - 09:19

I corsi di lingua dovrebbero farli prima a molti parlamentari!