Picchia la moglie e colpisce i carabinieri intervenuti: arrestato

L’uomo era già noto alle forze dell’ordine. Era sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Trauma cranico, trauma contusivo al polso sinistro e lesioni da taglio al busto. Così un uomo ha ridotto la moglie la notte scorsa. È successo ad Arzano, comune in provincia di Napoli. Lesioni guaribili in otto giorni, questa la prognosi formulata per la malcapitata dai medici dell’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli. Al pronto soccorso, oltre alla donna, ci sono finiti anche i carabinieri intervenuti nell’abitazione della coppia. La vittima gli aveva chiesto aiuto. Non riusciva a liberarsi dalla feroce stretta del coniuge. Ma la divisa non ha bloccato il violento, che ha alzato le mani anche sui militari.

Due gli uomini della Benemerita colpiti. Hanno riportato lesioni guaribili in sette giorni. Superata la peripezia, sono comunque riusciti a bloccare e ad arrestare l’uomo, un 41enne già noto alle forze dell’ordine che era sottoposto alla misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Era in uno stato di alterazione psicofisica, per motivi che sono ancora da chiarire. Sul caso stanno conducendo accertamenti i carabinieri della tenenza di Arzano e della compagnia di Casoria. Nel corso degli approfondimenti hanno appurato che da tempo l’arrestato vessava la sua donna con comportamenti violenti. L’indagato, dopo le formalità di rito, è stato condotto nel carcere napoletano di Poggioreale.