Picchia la moglie davanti a tutti: salvata da carabiniere fuori servizio

Un cittadino albanese di 50 anni ha alzato le mani verso la coniuge ma è stato fermato da un ex militare dell'arma. Per l'uomo vige il divieto di avvicinamento alla moglie. È successo a Montebelluna, in provincia di Treviso

Non ha avuto alcuna esitazione e durante una festa ha picchiato la moglie davanti a decine di testimoni. Tra questi, c’era un carabiniere fuori servizio che è intervenuto difendendo la donna e chiamando immediatamente gli agenti. Il fatto è avvenuto in un locale di Montebelluna, nel Trevigiano, e ha avuto come protagonista un cittadino albanese di 50 anni.

Come racconta La Tribuna di Treviso, sembra che da qualche mese la coppia non vivesse un momento felice ed era in via di separazione. E così giovedì sera, durante un momento conviviale con amici, l’uomo ha malmenato la coniuge davanti agli invitati. Il gesto violento non è passato inosservato e un carabiniere in borghese, presente alla festa, è intervenuto prontamente salvando la donna e ha dato l’allarme. Sul posto sono arrivati gli agenti, che hanno identificato l’albanese, l’hanno portato in caserma e l’hanno messo in stato di fermo.

Ieri mattina il giudice ha convalidato la misura restrittiva, che prevede l’obbligo di mantenersi a distanza dalla moglie e lontano dalla casa dove la donna vive insieme ai figli. Ora gli inquirenti dovranno capire se la donna avesse già subito altre violenze in passato e se abbia rinunciato a denunciarle per paura delle conseguenze.