Pier Silvio Berlusconi: "Con Vivendi? Se ne esce con vie legali"

L'amministratore delegato di Mediaset ha aggiunto che sarà "difficile che Premium venga ceduta a qualche altro operatore"

"Non c'è nessuna novità, nessun contatto fra Vivendi e Finivest o tra Vivendi e Mediaset". Lo ha detto l'ad di Mediaset, Pier Silvio Berlusconi, al termine della presentazione a Milano delle linee guida del piano al 2020 della società agli investitori a Milano.

Fra Mediaset e il gruppo francese "non c'è stato nessun contatto tranne un mio incontro, avvenuto assolutamente solo per questioni di cortesia e di educazione, richiesto da De Puyfontaine", l'ad di Vivendi.

In quell'occasione "lui ha parlato di un accordo Tim-Vivendi-Mediaset a tre, con la grande preoccupazione di non far pensare che loro sono in controllo di Telecom", ha spiegato Pier Silvio Berlusconi. "Un accordo che parte da una partecipazione" azionaria, che "anche se ci fosse, non è detto che ci interessi". E aggiunge: "Dallo stallo nato dalla rottura dell'accordo su Mediaset Premium da parte di Vivendi e la scalata del gruppo francese nel capitale di Mediaset se ne esce con le vie legali".

Il gruppo Mediaset ritiene inoltre "difficile" la possibilità che venga ceduta la sua pay-tv a qualche altro operatore. "Con i danni subiti da Vivendi - continua Pier Silvio Berlusconi - oggi cedere a qualcun altro è difficile. Nessuna negoziazione è in corso. Vivendi non ha solo rotto il contratto ma ci ha creato un danno enorme, un danno reputazionale per Premium, ma anche un danno economico enorme" per il gruppo.

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 20/01/2017 - 14:55

In un modo o nell'altro non ne fate una giusta, ci sarà un motivo...

Libertà75

Ven, 20/01/2017 - 16:31

@gzorzi, che fatica leggere un articolo, vero?

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Ven, 20/01/2017 - 17:30

...gzorziiiii vai a vedere i dati del gruppo....sveglaiti dal torpore.....quanta invidia x coloro che hanno i soldi e li sanno moltiplicare......ti rode il fegato e non poco eh

audionova

Ven, 20/01/2017 - 18:32

sicuramente premium e' in perdita,io credo che vivendi si sia ritirata quando ha visto i conti veri di premium.poi che fininvest vada bene questo e' giusto per tutta la gente che ci lavora.poi se alle vie legali daranno ragione a mediaset vivendi se ne fara' una ragione.per la scalata non so cosa sia giusto,se il governo debba bloccare tutto o se veramente vivendi voglia scalare o no.sicuramente vuole spaventare mediaset proprio per il rischio delle vie legali.

rokko

Ven, 20/01/2017 - 23:14

audionova, la scalata di vivendi a mediaset è ostile, ma non illegale; il governo non può farci nulla a meno che non esista un limite di concentrazione relativa alla presenza nei media, in quel caso potrebbe obbligare vivendi a cedere parte di Mediaset o parte di Telecom. Il problema è che Mediaset e Telecom (la seconda più della prima) sono facilmente scalabili, avendo le proprie azioni divise tra innumerevoli piccoli azionisti. Se la famiglia Berlusconi avesse voluto cautelarsi da tutto ciò, avrebbe dovuto immettere sul mercato una quota minore di azioni.