Pisa, pesta e violenta compagna minorenne: straniero in manette

L'uomo è stato arrestato in flagranza di reato dai carabinieri mentre riversava la sua furia sulla 17enne, madre di un bimbo avuto con l'orco. Secondo l'accusa oltre ai pestaggi lo straniero più volte avrebbe abusato sessualmente della ragazzina

Un brutale caso di violenza domestica quello che è venuto alla luce ieri in un paesino della Valdera, in provincia di Pisa, dove uno straniero di 30 anni è stato arrestato in flagranza di reato dai carabinieri della locale stazione mentre era intento a riversare la sua furia sulla compagna di appena 17 anni.

Le forze dell'ordine sono state chiamate dai vicini di casa della coppia, allertati dalle agghiaccianti urla di terrore della minorenne. I militari al loro arrivo hanno trovato la giovane completamente coperta di sangue e con una ferita ad una gamba causata con buona probabilità da un'arma da taglio. Successivi accertamenti hanno poi portato alla ricostruzione degli accadimenti: l'uomo si era presentato a casa completamente ubriaco ed aveva tentato di violentare la compagna: alla resistenza di questa lo straniero aveva iniziato il brutale pestaggio, interrotto solamente grazie all'intervento dei carabinieri.

Le indagini, coordinate dal pm di Pisa, hanno rivelato che la minorenne, mamma di un bambino avuto con l'orco, sarebbe stata violentata in almeno due occasioni e che i pestaggi e le offese erano all'ordine del giorno. La gravità del quadro probatorio ha portato il gip a convalidare il fermo dello straniero, nel frattempo dichiaratosi totalmente innocente, con le accuse di maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale.

Commenti

pastello

Sab, 29/06/2019 - 13:18

Il solito finlandese?

Ritratto di venividi

venividi

Sab, 29/06/2019 - 17:25

Totalmente innocente, poverino