Pistoia, omicidio-suicidio alla base della morte di coppia di anziani

I due vivevano da soli nella loro villetta e non avevano figli. L’83enne iniziava ad avere qualche preoccupazione anche per la propria salute, e forse pure per quello che sarebbe potuto accadere alla moglie se fosse morto prima di lei: prima un colpo rivolto alla donna malata, poi uno contro se stesso

Una storia drammatica quella che arriva dalla provincia di Pistoia, per la precisione da Agliana. È qui che, all’interno della loro abitazione, i carabinieri hanno trovato i corpi senza vita di due anziani, Maria Grazia Innocenti, di 81 anni ed il marito Franco Matteini, 83enne. Ad allertare i militari sarebbero stati alcuni vicini, insospettitisi per alcuni dettagli inusuali rispetto alle tradizionali e quotidiane abitudini della coppia. Innanzi tutto la porta di casa, ancora aperta all’ora di cena, poi il volume del televisore stranamente molto alto. Tali anomalie hanno convinto alcuni ad entrare nella villetta per sincerarsi che fosse tutto a posto, ma l’ispezione si è invece conclusa col rinvenimento dei due cadaveri.

I carabinieri della compagnia di Pistoia, allertati immediatamente, hanno tentato di ricostruire quanto avvenuto all’interno dell’abitazione di via Pasubio. Stando alle prime ipotesi, l’uomo avrebbe sparato alla moglie con una pistola di piccolo calibro di cui era in possesso, prima di rivolgere l’arma contro se stesso e fare nuovamente fuoco. Probabile che si trattasse di un atto pianificato già da tempo, strettamente connesso alle precarie condizioni di salute della donna, ed è lungo questa via che si stanno incanalando le indagini.

Sono stati gli stessi vicini ed i conoscenti a raccontare la triste vicenda degli anziani. Si trattava di una coppia benvoluta e ben inserita nel contesto sociale di Agliana, tuttavia i due non avevano figli e vivevano soli all’interno della propria abitazione. La moglie, malata da tempo, era amorevolmente assistita dall’83enne, che iniziava tuttavia ad avere qualche preoccupazione per la propria salute e probabilmente anche per ciò che sarebbe potuto accadere alla donna in caso di sua dipartita

Potrebbero essere tutte queste le motivazioni alla base del disperato gesto dell’uomo.

Prima di confermare la teoria dell’omicidio-suicidio proseguono comunque i rilievi all’interno della villetta da parte degli inquirenti, mentre le due salme saranno sottoposte ad autopsia nei prossimi giorni.

Commenti

Gibulca

Dom, 16/09/2018 - 17:06

Può sembrare assurdo, ma questo è un incredibile atto d'amore di un uomo verso la propria donna. Ora sicuramente saranno in cielo abbracciati

Ritratto di RedNet

RedNet

Dom, 16/09/2018 - 17:25

R.I.P.

titina

Dom, 16/09/2018 - 18:21

Che tristezza.

Ritratto di roberto_g

roberto_g

Dom, 16/09/2018 - 19:41

Forse se fosse stata disponibile una casa di riposo gestita in modo umano e compassionevole, ed accessibile ai coniugi, questa tragedia avrebbe potuto essere evitata.

pardinant

Dom, 16/09/2018 - 21:23

Questo è vero amore!

Martinico

Dom, 16/09/2018 - 21:55

Non è questo che si meritano gli anziani dopo una vita di lavoro e sacrifici. Non è questo. Nessuno se ne occupa. Si pensa sempre e solo che può succedere agli altri. Ma gli anni passano rapidi e presto, molto presto, gli altri saremo noi. Ripoate in pace e che il Signore vi possa dare conforto.

akamai66

Lun, 17/09/2018 - 07:13

Non possiamo liquidarlo solo come atto d'amore,i casi sono ormai molti:i tanto democratici pensatori e lo Stato SE NE FREGANO dei DISABILI! Se sei solo , ammalato, e con parenti farabutti sei ai piedi di PIlato!E poi andiamo a preoccuparci dei mascalzoni clandestini e non è una guerra tra poveri:il clandestino è ben diverso dall'italiano debole, il clandestino è ben visibile e a volte fa anche danni, il disabile è un INVISIBILE e non fa alcun danno!