Pitbull azzannano cane e padrona all'interno di una tabaccheria

Due pitbull hanno azzannato una donna di 50 anni e il suo cagnolino all'interno di una tabaccheria. La vittima è stata portata in ospedale

Entra in una tabaccheria con il cagnolino tra le braccia e viene assaltata brutalmente dai due pitbull della proprietaria del negozio. Questa la terribile aggressione di cui è stata vittima una donna di 50 anni insieme al suo cucciolo riportando delle profonde ferite al corpo.

L'episodio si è consumato nella cittadina di Collio di Vobarno, in provincia di Brescia, nella mattinata di martedì 14 gennaio. Stando a quanto riferisce Il Giornale di Brescia, la 50enne è entrata in una tabaccheria del centro per fare degli acquisti stringendo tra le braccia il suo fido, un cane di piccola taglia. Mentre era in fila alla cassa, i pitbull appartenenti al gestore dell'esercizio commerciale - rispettivamente un maschio e una femmina - si sono scagliati con efferatezza nei confronti della bestiolina azzannandola con estrema ferocia. Nel tentativo di parare il cucciolo dall'attacco dei molossi, la donna è stata morsa con violenza e scaraventata sul pavimento. Data l'entità della ferita, si è reso necessario l'intervento di un'ambulanza e il successivo trasferimento della vittima presso l'ospedale di Gavardo. La 50enne ha riportato una lesione tale da richiedere l'applicazione di alcuni punti di sutura ma, a parte lo spavento, non ci sarebbero state ulteriori, gravi conseguenze. Più critica la situazione del cagnolino, invece, affidato alle cure di un veterinario per svariati morsi e fratture.

Sul luogo dell'accaduto sono sopraggiunti i carabinieri del Comando locale per accertare la dinamica dell'aggressione. Da una prima ricostruzione della vicenda, pare che i due pitbull fossero sbucati improvvisamente dalla cucina attigua al retro della tabaccheria e, senza alcun apparente motivo, abbiano assaltato la donna e il suo cangnolino. La vittima avrebbe già preannunciato di sporgere denuncia ai danni della proprietaria dei molossi in quanto i cani sarebbero stati sprovvisti di guinzaglio e museruola. Stando a quanto riferito da due testimoni, inoltre, appena una settimana fa, uno dei due pitbull si sarebbe reso protagonista di un'altra violenta aggressione, assaltando il cucciolo di una sconosciuta di passaggio dal negozio. In quel caso però, non ci sarebbero state conseguenze giudiziarie per l'accaduto.

Si tratta del secondo attacco canino avvenuto nel giro di pochi giorni alle porte di Brescia. Soltanto qualche giorno fa, precisamente nella notte tra mercoledì e giovedì della scorsa settimana, un uomo di Castelnuovo del Garda è finito all'ospedale dopo esser stato azzannato dal pitbull di proprietà di un'amica riportando numerose ferite a gambe e braccia.

Commenti

seccatissimo

Mar, 14/01/2020 - 20:13

Spero vivamente che lo sconsiderato proprietario dei due pitbull in questione venga pesantemente sanzionato, sia perché non ha tenuto correttamente alla larga del pubblico i suoi due cani e sia perché è così deficiente da tenere non un esemplare ma contemporaneamente ben due esemplari di cani della razza pitbull che è noto a tutti per avere nel DNA una particolare aggressività che si accentua molto quando essi non sono da soli ma in compagnia anche solo di un altro pitbull, formando già così un "branco" molto pericoloso ed incontrollabile!

trasparente

Mer, 15/01/2020 - 11:27

A chi non mette le museruole d'acciaio a questi cani, dovrebbero dagli multe salate.