Poggi, le frasi di Andrea "Non scordare il segreto"

Andrea Sempio è il nuovo indagato per l'omicidio di Chiara Poggi. Amico del fratello della ragazza ora è indagato

Andrea Sempio è il nuovo indagato per l'omicidio di Chiara Poggi. Amico del fratello della ragazza, Marco, Andrea è una conoscenza della famiglia Poggi. A quanto pare l'amicizia che lo legava al fratello di Chiara era abbastanza forte. Ma dopo le perizie della difesa di Stasi che segnalano la presenza del dna di Sempio sotto le unghie della Poggi, il 28enne è rientrato nel mirino degli investigatori in vista della revisione del processo. E come riporta il Giorno gli inquirenti dovranno approfondire alcune circostanze precise che riguardano Sempio, come ad esempio alcune telefonate a casa Poggi. Sono circa 6. Tutte tra il 30 luglio e il 5 agosto, data in cui i Poggi partono per le vacanze. Telefonate brevi col cellulare. Interrogato dopo il delitto, Andrea aveva spiegato così quelle chiamate: "Marco mi aveva detto che sarebbe partito per le vacanze ma non mi aveva detto il giorno, così chiamavo". Infine in questo quadro, sempre come sottolinea il Girono, poche ore dopo la condanna in via definitiva a 16 di Stasi, Sempio aveva scritto su Facebook una citazione del "piccolo principe", libro preferito di Alberto: "L'essenziale è invisibile agli occhi...non dimenticare il mio segreto".

Commenti

Dordolio

Sab, 24/12/2016 - 15:15

Sono curioso di vedere gli sviluppi della vicenda, ma il problema non è quello di accertare la eventuale colpevolezza del nuovo indagato (se proprio lo è poi), visto che è passato tantissimo tempo, quanto il focalizzare la circostanza che il delitto poteva sicuramente essere stato commesso da un'altro. Stasi è stato condannato sulla base del "Se non è stato lui, chi?". Ancora in questi giorni rileggevo che all'ora del delitto lui era al suo computer, e a casa sua. E che non è mai stata trovata la minima ragione logica per cui lui avrebbe dovuto uccidere la fidanzata, oltre alle zero prove.

magnum357

Sab, 24/12/2016 - 15:38

Questo significa che erano in due !!!!!!!!!!!!!

nuccioshow

Sab, 24/12/2016 - 16:30

,,,io ho sempre ritenuto Stasi INNOCENTE....!!! Una ragazza che ..studia...e quindi vive sola ...non si sa chi frequenta ...a chi apre la porta,,,e ...a chi la dà !!!!!!

ESILIATO

Sab, 24/12/2016 - 16:42

Questo fa pensare ad una relazione omosessuale tra il fratello di Chiara e Andrea....... che scoperti da lei le hanno chiuso la bocca per sempre?........

Cheyenne

Sab, 24/12/2016 - 17:42

non so se costui sia colpevole ma stasi è sicuramente innocente ( cioè non c'è uno straccio di prova che provi la sua colpevolezza)

Klotz1960

Sab, 24/12/2016 - 18:04

Ma certo, dordolio, nessuna prova. Stasi e' volato sulla scena del delitto, per questo le scarpe non avevano tracce di sangue. Poi ha cambiato i pedali della bici perche' cosi' si fa, i pedali delle bici sono uno status symbol evidente. Poi magari spiegaci quali sono per te le "ragioni logiche" per uccidere una ragazza inoffensiva. Siamo veramente curiosi di conoscerle.

filger

Sab, 24/12/2016 - 18:08

Questo ragazzo doveva fin da subito essere il primo indiziato, a questo punto è assurda la detenzione di Stasi. Se il dna sotto le unghie della povera ragazza è il suo, questa è una prova regina. L'alibi dello scontrino è

filger

Sab, 24/12/2016 - 18:11

questo ragazzo doveva esser il primo della lista tra i sospettati e il primo ad essere indagato. se il dna è davvero il suo la detenzione dello Stasi è assurda e va subito liberato.

giottin

Dom, 25/12/2016 - 17:54

Tra un po' ne dovremo risarcire un altro, ... e io pago...

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Dom, 25/12/2016 - 23:25

A pensarci bene Stasi era proprio il colpevole "gradito" da tutti: media giudici e famiglia della vittima. E che tutto mette a tacere.

Ritratto di rapax

rapax

Lun, 26/12/2016 - 09:00

molta gente si dimentica che Stasi e' stato definitivamente incastrato anche da un particolare giudicato definitivo, e cioe il dispenser del sapone completamente pulito, meno che di una sua impronta, che chi ha pulito per bene il dispenser non ha rilevato..cioe lui..

Ritratto di manasse

manasse

Lun, 26/12/2016 - 09:56

il problema principale della giustizia nostrana è che la magistratura inquirente in tantissimi casi si dimostra come dilettante allo sbaraglio,in un paese serio quando un imputato viene assolto il ricorso per l'accusa non c'è vedi USA da noi l'imputato assolto per ben due volte è stato condannato la terza e allora chi ha indagato per nulla dovrebbe pagare le spese sostenute e come si spiega che dopo 10 anni si trova il dna sotto le unghie dell defunta? vi sembrano indagini degne di un paese definito la culla dell civiltà(anche giuridica?)

Dordolio

Lun, 26/12/2016 - 12:28

Rapax, Feltri sulla faccenda del dispenser ci scrisse un articolo. L'anormalità - argomentò - sarebbe stata NON trovarci le impronte di Stasi, visto che lui la casa la frequentava. Quanto tu scrivi - se vero - è pura affabulazione da teorema giudiziario. Se io vado a eliminare delle tracce, anche senza essere un delinquente incallito, mi metto dei guanti, anche quelli che si usano per lavare i piatti. E quindi se Stasi avesse ripulito la scena del suo crimine NON ci sarebbero state tracce di alcun tipo. Neanche le sue! Per incastrare Stasi si sono arrampicati sugli specchi, non trovando nemmeno un movente che fosse uno (realistico, non risibile...)

filger

Mar, 27/12/2016 - 11:38

rapax, se nel dispenser sapone a casa della tua fidanzata non si trovassero tue impronte io comincerei a preoccuparmi...

filger

Sab, 31/12/2016 - 11:10

talmente tranquillo il ragazzo che ha addirittura potuto cancellare tutto da il suo profilo fb! spero che gli inquirenti almeno lo abbiano salvato. Incredibile che ad un indagato sia permesso di eliminare anche le possibili prove o indizi utili all'indagine. Domanda poi: visto che si sente così tranquillo, perchè cancellare tutto da fb??