Torino, poliziotti contro la Appendino: "I rom ci stanno avvelenando"

Anche le rappresentanze sindacali di Polizia di Stato, Municipale, Penitenziaria e Vigili del Fuoco protestano contro il sindaco: "Quel campo rom deve chiudere immediatamente"

Siulp, Sap, Siap, Osapp, Sulpl, Silpol, Conapo, Fns Cisl. Un elenco di sigle che stanno a significare nuovi guai per il sindaco Appendino che, oggi, è chiamata a rispondere del suo immobilismo dalle rappresentanze sindacali di Polizia di Stato, Municipale, Penitenziaria e Vigili del Fuoco. Variano uniformi e mostrine ma la richiesta è identica: “Chiudere immediatamente il campo di via Germagnano prima che sia troppo tardi”. In quell’accampamento di Torino nord, infatti, è stata rilevata la presenza di metalli pesanti che posso causare problemi nervosi, malattie immunitarie e tumori. “Quelle sostanze – denunciano i sindacati – stanno lentamente avvelenando tanto gli operatori della forze dell’ordine quanto i cittadini”. A poche ore dall’inizio del presidio di protesta che si terrà sotto il consiglio comunale, abbiamo intervistato Eugenio Bravo, segretario generale del Sindacato Italiano Unitario Lavoratori Polizia (Siulp).

Come mai questa levata di scudi contro la Appendino?
Perché siamo stufi di vederci negato un diritto che la nostra Costituzione dovrebbe garantire: quello alla salute.

Cosa c’entra il campo nomadi di via Germagnano?
In quel campo, già dallo scorso anno, è stata riscontrata la presenza di manganese, litio, stagno, cromo, tallio. Si tratta di metalli pesanti con elevata tossicità che, ogni giorno, avvelenano tanto noi agenti quanto i cittadini che abitano vicino all’insediamento.

Quindi cosa chiedete?
Chiediamo l’immediata chiusura di quel campo, perché la nostra salute non può esser messa in pericolo dall’immobilismo degli amministratori.

Come avete scoperto la pericolosità dell’insediamento?
Grazie all’esame del capello che ha rivelato la presenza di quelle sostanze velenose nel nostro sangue.

C’è un collegamento tra le attività svolte dai rom nel campo e la tossicità dell’area?
Qualcosa secondo me c’è. Dalle batterie delle auto sepolte a terra, alle guanine dei cavi di rame ed altro materiale che viene bruciato dai rom. Ma su questo è in corso un’inchiesta della magistratura che ha già provveduto a dichiarare il disastro ambientale.

In attesa che si muova qualcosa, vi siete attrezzati con dispositivi di sicurezza più incisivi?
No, continuiamo ad indossare la divisa ordinaria anche perché per proteggerci da una cosa simile occorrerebbe un equipaggiamento antibatteriologico e, come può immaginare, sarebbe economicamente impossibile assicurare simili dotazioni su larga scala. Stesso discorso vale per i cittadini che abitano lì vicino e che sono esposti ad un rischio ancor più grande del nostro. Le sembra possibile costringere anche loro ad indossare, nelle loro case, un equipaggiamento del genere?

Quindi non basterebbe una semplice mascherina?
Assolutamente no. Stiamo parlando di sostanze cancerogene.

Ma il problema riguarda solo questo campo?
Tra i venti punti del “Patto della sicurezza” che le rappresentanze sindacali avevano presentato durante le scorse amministrative c’era anche la verifica della tossicità di tutti gli insediamenti che insistono sul territorio torinese. Ma anche lì ci siamo scontrati con un muro di gomma, l’unico candidato sindaco a firmarlo è stato Alberto Morano.

Cosa vi aspettate da oggi?
Che dopo mesi di inerzia la sindaca abbia l’acume politico di riceverci e, soprattutto, di dare seguito alle nostre richieste.

E se non dovesse accadere?
Non ci fermiamo. Questa è una battaglia collettiva.

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 17/07/2017 - 14:34

Troppo impegnata nei Gay Pride e nei Ramadan.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Lun, 17/07/2017 - 15:15

Ditemi voi se si può tollerare uno schifo come si vede dalla foto dell'articolo che ritrae un qualsiasi campo ROM. Sono sudici, ladri e parassiti sociali. Siccome non accettano le normali regole civili allora che vadano dove qualche popolazione più vicina ai loro usi ritiene la convivenza normale, non qui in Italia, che di problemi ne abbiamo già abbastanza.

maurizio50

Lun, 17/07/2017 - 15:56

C'è veramente da domandarsi per quale misteriosa ragione in Italia dobbiamo tollerare la presenza di popolazioni intere dedite ai latrocini organizzati, allo spaccio di droga, ai furti e rapine organizzati, alle truffe in danno della popolazione; tutte attività realizzate e abitualmente praticate da zingari, in massima parte provenienti da territori fuori dell'Italia. Perchè piace così a Don Francesco l'Argentino o al PD o ai compagni tutti spinelli e bandiera rossa? E' certo che in ogni caso non piace al popolo Italiano!!!!

hornblower

Lun, 17/07/2017 - 16:38

Il vento sta cambiando in Italia, sta girando di 360 gradi, è in atto la rilettura e la rivalutazione di un passato che oggi appare più avanzato di quello che vogliono spacciarci per progresso.

Giorgio Rubiu

Lun, 17/07/2017 - 17:06

# hornblower - non so su cosa lei basi la sua percezione; ma spero che abbia ragione. Noi abbiamo capito che il governo farà qualcosa in merito solo quando sarà un governo "nuovo" guidato da un vero capo che abbia il carisma per motivare e guidare il popolo che, io credo, è quasi maturo per una rivolta.

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 17/07/2017 - 17:17

Questo è solo l'inizio di quanto (come avevo previsto da tempo)accadra in tutta italia continuando con l'andazzo attuale. Perche??? Perche come vado scrivendo qui da piu di 10 anni lo stato (volutamente minuscolo) non c'è piu. Lo stato che deve PREVENIRE e PUNIRE certi comportamenti delinquenti ha cessato di esistere,come possiamo vedere ogni giorno. Ed i fatti che arrivano alla ribalta della cronaca sono si e no il 10% di quello che quotidianamente succede nel belpaese, l'altro 90% viene SAPUTAMENTE tenuto nascosto dallo stato e dai suoi mezzi di DISINFORMAZIONE ASSERVITI, Giornali e Televisioni in primis. POVERA ITALIAAAA e POVERI ITALIANIII!!!

tonipier

Lun, 17/07/2017 - 18:07

"UNO STATO DI BACCHETTONI" Pensano solo allo sperpero e furti del pubblico denaro. I boss, i big, i capataz del trinomio partitismo-sindacalismo- catto- gesuitismo, che impudentemente si qualificano rappresentanti del popolo, rendono sempre più cospicui i propri tornaconti.

Gion49

Lun, 17/07/2017 - 18:10

Attenzione, questi cittadini hanno ragione perché è già stato acclarato che la terra dei fuochi in Campania è tale proprio per i tanti roghi tossici appiccati nei pressi degli insediamenti rom che oltre a riciclare cavi di rame rubato, batterie auto per estrarre il piombo, danno fuoco ai pneumatici usati smaltiti così, a pagamento da gommisti disonesti. Insomma questa maledetta etnìa protetta dallo Stato ha sulla coscienza (ma non ce l'hanno) centinaia di migliaia di morti per tumori e non è finita quì !

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Lun, 17/07/2017 - 18:23

Questi ci ammazzeranno tutti. E a Ciccio d'Oltretevere non potrebbe fregargliene di meno. Anzi, li ammirerebbe. Perchè la Chiesa è pronta a tradire, ad abbandonare chi, bene o male, pur tra molte ipocrisie (ma dove non stanno le ipocrisie?) l'ha sempre seguita. Perchè la Chiesa insegue l'immortalità e dove la trova la prende. La Chiesa è quindi congenitamente attratta dal fascino del gaglioffo, del delinquente che fa le mostre di essere 'convertito', della 'pecorella smarrita' che (dice lei) può essere salvata. Così si 'rinnova' con un sangue 'aggressivo', pronto a prendere i valori che più gli fanno comodo o che gli vengono più facili. Forse ho letto troppo 'Il Gattopardo' ma credo che il mondo vada così

sparviero51

Lun, 17/07/2017 - 18:24

E SE UN CITTADINO SBAGLIA A FARE LA DIFFERENZIATA LO STANGANO CON MULTE E CAZZIATONI . VERGOGNA POLITICANTI DA STRAPAZZO !!!

Ritratto di Tora

Tora

Lun, 17/07/2017 - 18:58

Questo è quello che succede quando si fa gestire una città a Pippi Calzelunghe.

Ritratto di marystip

marystip

Lun, 17/07/2017 - 19:14

L'Appendino è come la Raggi, cioè due oche ignoranti ed arroganti. I torinesi però l'hanno votata e quindi se la devono tenere; è sempre il Popolo che sbaglia le scelte: se è bue vota il politico sbagliato.

pardinant

Lun, 17/07/2017 - 19:47

A prescindere dalla reale possibilità di allontanare i rom con le nostre Leggi volute da una classe politica su cui ometto ogni commento sicuramente non benevolo, se effettivamente sono presenti veleni, mi chiedo se chi li ha prodotti sia immune.

orailgo38383838

Mar, 18/07/2017 - 07:02

la nuova sindaca (inetta e attenta solo al nulla) c'entra solo fino a un certo puntoperchè il problema del campo di via Germagnano (per chi non è di Torino) è vecchio di decenni...(quindi Fassino, Chioamparino...etc....etc....TUTTI, TUTTI)

blackbird

Mar, 18/07/2017 - 08:38

Con queste denuncie i sindacati di polizia hanno fornito un ottimo alibi ai residenti del campo per eventuali reati: erano sotto influsso dei metalli pesanti presenti nel loro campo! Subito case popolari in un luogo "pulito"!

oracolodidelfo

Mar, 18/07/2017 - 09:46

rosario.francalanza: poche balle; la Chiesa è sopravvissuta fin'ora solo perchè è un Regime Totalitario!

Cheyenne

Mar, 18/07/2017 - 10:05

non ci sono più parole. L'italia è distrutta