Poliziotto critica Roberto Saviano: 'Per lui noi non esistiamo'

Antonio Fusco, funzionario di polizia e scrittore, presenta il suo nuovo libro. Poi le considerazioni su Saviano: "Per lui noi poliziotti non esistiamo"

"Molti vedono nel poliziotto il soggetto ignorante, che mena col manganello, e che quando redige i rapporti scrive "mi sono portato", "abbiamo andato", eccetera. Ma la polizia non è più quella di una volta, c' è un' altissima preparazione, non solo nei funzionari, ma anche fra gli agenti, dove c' è una percentuale di laureati incredibile".

Parla senza peli sulla lingua Antonio Fusco, funzionario di polizia e scrittore che in questi giorni manda alle stampe il suo quarto romanzo poliziesco, Le vite parallele (Giunti), il cui protagonista è l'immaginario (ma verosimile) commissario Tommaso Casabona. Nell'intervista rilasciata a La Verità, Fusco parla del mestiere del poliziotto, di quello di scrittore e anche del rapporto che Roberto Saviano, altro scrittore di successo, ha con le forze dell'ordine.

"Saviano, quando ho iniziato, diceva di voler fare informazione, non narrativa - dice il poliziotto-scrittore - C' è semmai Maurizio Di Giovanni che fa in quel territorio ciò che io faccio in Toscana, secondo me con grossa difficoltà. Napoli ha un certo tipo di delinquenza che si presta male al noir e al giallo, sono guerre tra clan, c' è poco da scoprire. Qui, invece, c' è stato il mostro di Firenze, la Circe della Versilia. Ci sono un sacco storie interessanti". Non mancano poi le critiche all'opera più famosa di Saviano: "In Gomorra mancano i riferimenti positivi, la città viene presentata come un luogo dove risiede il male assoluto e non c' è possibilità di redenzione. Manca lo Scialoja di Romanzo criminale. Manca un poliziotto o un magistrato, che nella realtà esiste e spesso vince, perché poi alla fine la gran parte dei personaggi che Saviano presenta come dei padreterni in terra stanno tutti in galera grazie all'attività delle forze dell' ordine, che per Saviano non esistono".

Commenti
Ritratto di enzo33

enzo33

Sab, 21/10/2017 - 19:33

Ignoratelo...

Cheyenne

Sab, 21/10/2017 - 19:43

MA NON PARLIAMO PIù DI QUESTA MxxxA DI SAVIANO

VittorioMar

Sab, 21/10/2017 - 19:59

...PERCHE' NE PARLATE !!..IGNORATELO !!

Ritratto di ateius

ateius

Sab, 21/10/2017 - 20:12

beh ma saviano ha la laurea honoris causa in mafiologia...l'unico in Italia ad averla credo nel mondo. non ha studiato, nessuno gliel'ha mai conferita.. non credo abbia mai discusso una tesi di fronte alla Commissione, non ha neppure il diploma di laurea cartaceo. ma essendo l'unico che si vanta di averla.. lo chiamano e lo fanno parlare. nessuno osa mai contraddirlo...è l'unico che dice di avere la laurea in MAFIOLOGIA.- ma..

DIAPASON

Sab, 21/10/2017 - 20:14

essere snobbati da un personaggio come saviano è come ricevere una medaglia d'oro al merito

Una-mattina-mi-...

Sab, 21/10/2017 - 20:49

Saviano NON ESISTE: E' UN OLOGRAMMA

Ritratto di nestore55

nestore55

Sab, 21/10/2017 - 21:22

Criticare saviano è sin troppo facile! Si scredita benissino da solo.Onore alle Forze dell'Ordine..E.A.

Divoll

Sab, 21/10/2017 - 21:27

Ben detto, Antonio Fusco. Non lo conoscevo, comprero' i suoi libri.

manente

Sab, 21/10/2017 - 22:05

Dott. Fusco, Saviano è un personaggio uscito dai laboratori del pluri-pregiudicato Soros, una sorta Pussy-Riot dello spettacolo per il quale la "lotta alla mafia" è solo il pretesto per costruirgli addosso una credibilità da spendere presso il pubblico a favore dell'agenda criminale delle lobby della finanza trans-nazionale. Assistiamo al paradosso di un "agente sotto copertura" della Sodoma mondialista, che gioca a "fare la morale" agli italiani sulla Gomorra dei casalesi ! Una operazione mediatica molto astuta che si realizza solo grazie al controllo che i danti causa di Saviano sono in grado di esercitare sui media italiani.

Alessio2012

Sab, 21/10/2017 - 22:49

OVVIO. SAVIANO DEVE SEMINARE TERRORE, PREOCCUPAZIONE, PAURA. DEVE FAR CREDERE CHE LE FORZE DELL'ORDINE (SPESSO SCHIERATE A DESTRA) SONO INEFFICIENTI, MEDIOCRI, CORROTTE. PERO' SONO PROPRIO LORO A DIFENDERLO DALLA (INESISTENTE) CAMORRA CHE VORREBBE (BRRRR...) ELIMINARLO. PECCATO CHE LA CAMORRA NON SAPPIA NEMMENO CHI E' SAVIANO...

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 21/10/2017 - 23:22

Non solo voi, Per lui non esistono chi non vota a sinistra, chi lavora e mantiene i sinistri e parassiti, lui compreso, non esistono gli italiani a differenza dei clandestini, non esisitono i mafiosi quelli veri. Ma voi date retta a questa persona insignificante?

Norberth

Sab, 21/10/2017 - 23:48

Sefardita e in tutta evidenza bugiardo seriale al servizio del mainstream. Credibilità al di sotto dello zero assoluto e primo posto sul podio nella classifica degli esseri più odiosi.

Ritratto di nowhere71

nowhere71

Dom, 22/10/2017 - 08:28

e' solo un radical chic arricchito, parla di fuffa dall'alto del suo attico a New York, io gli sequestrerei tutto, anche la scorta, e lo metterei a vivere in una macchina a Torre Annunziata.

MOSTARDELLIS

Dom, 22/10/2017 - 09:04

Saviano chi? Mai sentito....

dot-benito

Dom, 22/10/2017 - 10:47

SAVIANO CHI?