Pordenone, accusato di evasione fiscale: assolto perché non si riesce a quantificarla

Il 10 maggio il giudice Giorgio Cozzarini ha assolto Marco Polino, imprenditore di Roveredo finito in carcere per il raggiro e la bancarotta della Friulnova per insufficienza di prove

Insufficienza di prove per l’evasione fiscale legata ai proventi della truffa del fotovoltaico di cui era accusato Marco Polino, imprenditore di Roveredo finito in carcere per il raggiro e la bancarotta della Friulnova, società di trasporti poi convertita nel settore dei pannelli fotovoltaici.

Cifra non quantificabile

Il 10 maggio il giudice Giorgio Cozzarini ha assolto Polino perché l'ammontare dell'imposta evasa non è quantificabile. Ma andiamo con ordine: riavvolgiamo il nastro. L'imprenditore è stato condannato in Appello a 11 anni e 4 mesi per l'affare della Friulnova. Sulla base della condanna, la Procura aveva chiesto 3 anni di reclusione.

Polino era accusato di aver evaso il fisco 2010 e nel 2011 non presentando la denuncia dei redditi. La truffa e la bancarotta a cui ha preso parte è quantificata in almeno 3,5 milioni, come riporta Il Gazzettino. Ma purtroppo la cifra evasa da Polino non si riesce a quantificare perché i soldi non si capisce dove siano finiti. E così la condanna come persona fisica è finita nel cestino.

Commenti
Ritratto di Arduino2009

Arduino2009

Ven, 11/05/2018 - 13:59

Ma queste sono pazzie giudiziarie, ma dove stiamo andando ????

Ritratto di Arduino2009

Arduino2009

Ven, 11/05/2018 - 14:04

Allora chi fa un enorme danno che non si puo calcolare o mette una bomba atomica e distrugge un paese viene assolto perchè quel giudice dice che non si può calcolare il danno ??? O non ha voglia di farlo. Qui deve intervenire lo stato e chiederne conto al giudice.

Paparella48

Ven, 11/05/2018 - 14:48

La mia nipotina di 7 anni mi ha detto nonno 3,5 milioni di € x 22% iva = 770 mila € iva evasa+627900 irpef=1.397.000 € deve pagare Marco Polino beneficiando anche delle more.

stefano751

Ven, 11/05/2018 - 16:15

Esiste anche il danno presunto. In generale è l'evasore che deve dimostrare di non aver evaso quello che gli contesta la finanza e non il contrario.

stefano751

Ven, 11/05/2018 - 16:17

@Paparella48: la tua nipotina è una finanziera nata.