Pornostar scomparsa, si recupera cassa nel lago di Garda

Nelle acque del lago di Garda a Castelletto di Brenzone (Verona) si sta procedendo al recupero di una cassa che potrebbe contenere il corpo di Federica Giacomini

Nelle acque del lago di Garda a Castelletto di Brenzone (Verona) si sta procedendo al recupero di una cassa che potrebbe contenere il corpo di Federica Giacomini, la pornostar 43enne nota come Ginevra Hollander, originaria di Desenzano ma residente a Vicenza, scomparsa il 9 febbraio scorso. La denuncia dei genitori risale al 5 marzo. L’auto della donna era stata trovata nel Veronese con i sedili sporchi di sangue e le attenzioni degli investigatori si erano concentrate sull’ex compagno, il 55enne bresciano Franco Mossoni. L’uomo, arrestato nel 1978 per l’omicidio della moglie e rinchiuso per alcuni in un ospedale psichiatrico, il 14 febbraio scorso era stato fermato all’ospedale San Bortolo di Vicenza dove armato di pistola aveva seminato il panico. Le indagini sono coordinate dalla squadra mobile di Vicenza con il supporto dei colleghi di Verona.