Il cane dei vicini abbaia. Prende il fucile e spara

I colpi sono partiti da un fucile che l'uomo di 62 anni deteneva illegalmente

Se avete un cane, non fatelo abbaiare troppo, potrebbe dare fastidio ai vicini e la situazione potrebbe degenerare, come è accaduto nel Salento.

Era infastidito dai latrati del cane, di proprietà di una vicina di casa, un 62enne del posto, ha preso un fucile detenuto illegalmente e ha sparato alcuni colpi ferendo l'animale, un golden retriever, alla spalla sinistra. È accaduto alle prime luci dell'alba a Porto Cesareo, in provincia di Lecce. I carabinieri di Campi Salentina (un altro paese nel Salento) sono intervenuti e hanno arrestato l'uomo, un agricoltore, con precedenti. Fiore Carrino, è questo il nome del colpevole, ha deciso di punire, in modo molto violento, la vivacità del povero animale, utilizzando un fucile calibro 16. La padrona del golden retrier, dopo aver sentito il colpo di arma da fuoco ed il lamento del cane, ha subito avvisato il 112.

I militari hanno dapprima soccorso il povero animale facendo anche arrivare sul posto un veterinario e informando il servizio sanitario. Poi si sono presentati alla porta di casa del vicino e, dopo aver perquisito l'abitazione, hanno rinvenuto l'arma da fuoco utilizzata, con ancora il bossolo in canna. Recuperate ulteriori 69 cartucce dello stesso calibro. I carabinieri hanno dichiarato il sessantaduenne in arresto per porto abusivo di arma e munizioni, maltrattamenti di animale ed esplosione di colpi di arma da fuoco, con procedimento per direttissima.Il cane, fortunatamente, è riuscito a salvarsi nonostante il colpo di fucile gli sia stato sparato a distanza ravvicinata.

Commenti

cgf

Gio, 07/12/2017 - 13:26

ora la proprietaria meglio che cambi indirizzo...

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Gio, 07/12/2017 - 15:07

Gesto deprecabile e assolutamente da condannare, ma spesse volte i padroni non si rendono conto del disturbo che possono arrecare i propri cani specialmente se questi abbaiano per ore intere di giorno e di notte. Io abito proprio vicino ad uno di questi padroni e vi assicuro che sono 40 anni che subisco giornalmente i latrati del suo cane lupo, logicamente nell'arco degli anni ve ne sono stati molti e sempre della stessa razza, che abbaia con insistenza molto di più quando i padroni si assentano dalla proprietà; probabilmente si sentirà abbandonato, ma le conseguenze le subisce il vicinato compreso appunto il sottoscritto. Al padrone sono più volte state presentate lamentele senza però alcuna soluzione per cui mi sento di dire , in questo caso, che il padrone sia più bestia del suo cane!

nunavut

Gio, 07/12/2017 - 15:11

Condanno lo sparatore senza se e senza ma per aver ferito il cane perché ci sarebbe stato sicuramente un'altro modo di risolvere la situazione. Il proprietario del cane se fosse un stato un pò più intelligent ed educato avrebbe dovuto tenere il cane in casa alle prime luci dell'alba e se poi questo accadeva tutte le mattine eh può rompere per chi vuole dormire in pace.