"È positivo all'alcoltest". Ma guida lo scuolabus con 52 bimbi a bordo

La vicenda in provincia di Pavia, dove il conducente del pullman è stato fermato dalla polizia stradale: la prova del "palloncino" ha dato esito positivo

Procedeva pericolosamente a zig zag, tenendo (molto) poco e male il centro della carreggiata. L'attenzione degli agenti della stradale di Pavia è stata richiamata da quel pullman guidato con difficoltà: i poliziotti hanno così affiancato il mezzo, bloccandolo per un controllo. L'autista dello scuolabus – che aveva con sé a bordo più di cinquanta bambini delle scuole elementari – è stato sottoposto alla prova del "palloncino" e il risultato dell’esame dell'alcoltest ha confermato i sospetti degli agenti: il conducente si era messo al volante con dell'alcol in circolo. Nonostante fossero appena le nove della mattina.

La vicenda è stata riportata da La Provincia Pavese, che scrive come quel bus fosse in viaggio per una gita scolastica. L'apparecchio delle forze dell'ordine – si legge – "ha registrato un valore inferiore a 0,50 […] L'uomo ha confermato di avere bevuto, ma è rimasto sorpreso dal valore registrato dall’apparecchio". Dunque l'uomo ha confermato di essersi fatto un cicchetto, a casa, non al bar prima di mettersi al lavoro alla guida dello scuolabus, provando comunque a minimizzare il tutto.

Ecco, 0,50 è la soglia minima cosiddetta "di tolleranza" per tutti gli automobilisti, con l'eccezione però proprio per chi fa il conducente come professione. E che proprio per questa ragione non dovrebbe mettersi al volante con alcol in circolo. Per un conducente di professione, infatti, il valore (quando si è in servizio) deve essere per forza di cosa pari a zero. E allora per l'uomo, un signore di sessant'anni residente a Opera (provincia di Milano) e dipendente di di una società di autotrasporti del Milanese, è scattata la sanzione.

L'intervento dei poliziotti della stradale ha messo in stand-by la gita della scolaresca. Dopo la chiamata al dirigente scolastico, sul posto è giunto un collega dell'autista bloccato e sanzionato. La gita fuori porta, partita dal comune di Casarile, è così potuta continuare: i 52 piccoli alunni e le quattro insegnanti hanno raggiunto Pavia e Vigevano per le visite programmate nei musei e ai monumenti delle due cittadine lombarde.

Il quotidiano locale, infine, scrive che durante il controllo gli agenti hanno riscontrato in totale sei irregolarità. Infatti, oltre alla guida con alcol test positivo, il dispositivo di sicurezza installato sul pullman ha registrato la violazione delle pause di guida obbligatorie, oltre alla mancanza, a bordo, dei kit di pronto soccorso per il personale e i viaggiatori.

Commenti
Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 05/12/2019 - 12:51

servizi scolastici patani!

Giorgio5819

Gio, 05/12/2019 - 13:29

Galera subito.

Ritratto di 98NARE

98NARE

Gio, 05/12/2019 - 14:40

giovinap, ma perchè , VOI avete "servizi scolastici" IN REGOLA FORSE ?

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 05/12/2019 - 16:35

98nare, no non abbiamo servizi in regola, i nostri sono pari e uguale ai vostri, come vedi io sono intellettualmente onesto a differenza tua che appena il giornale pubblica qualcosa che va male al sud, voi vi lanciate all'attacco!