La preghiera del Papa: "I cristiani si piegano ma risorgeranno"

Il messaggio accorato del Pontefice ai cristiani di Mosul (Iraq) profughi a Erbil. E sull'Isis: "Maggiore convergenza internazionale per fermarla"

"Anche io, vorrei essere lì, ma poiché non posso viaggiare, lo faccio così... ma vi sono tanto vicino in questi momenti di prova". Papa Francesco invia un videomessaggio ai cristiani di Mosul (Iraq) profughi a Erbil, nel Kurdistan iracheno, in fuga dalla loro terra occupata dai miliziani dell’Isis, visitati oggi dal cardinale francese Philippe Barbarin, arcivescovo di Lione accompagnato da un centinaio di fedeli.

"Ho detto, nel ritorno dal mio viaggio in Turchia: i cristiani sono cacciati via dal Medio Oriente, con sofferenza. Vi ringrazio della testimonianza che voi date; c’è tanta sofferenza nella vostra testimonianza. Grazie! Grazie tante!", afferma Bergoglio. Che poi aggiunge: "Quando viene il vento, la tempesta, la canna si piega, ma non si rompe! Voi siete in questo momento questa canna, voi vi piegate con dolore, ma avete questa forza di portare avanti la vostra fede, che per noi è testimonianza. Voi siete le canne di Dio oggi! Le canne che si abbassano con questo vento feroce, ma poi sorgeranno!".

Poi il Pontefice si è rivolto alla comunità internazionale: "Cristiani e yazidi sono stati cacciati con la forza dalle loro case, hanno dovuto abbandonare ogni cosa per salvare la propria vita e non rinnegare la fede. Chiedo con forza una maggiore convergenza internazionale volta a risolvere i conflitti che insanguinano le vostre terre di origine, a contrastare le altre cause che spingono le persone a lasciare la loro patria e a promuovere le condizioni perché possano rimanere o ritornare".

Commenti
Ritratto di RENZI

RENZI

Sab, 06/12/2014 - 15:44

Ha ha ha ha ha ha ha ha.............................

pastello

Sab, 06/12/2014 - 15:58

Ma davvero c'è gente che crede che questo vecchio signore sia il rappresentante di Dio in terra?

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 06/12/2014 - 16:12

Belle parole ma dove stà la giustizia???La chiesa ha bisogno di martiri per sopravvivere.

Nerone2

Sab, 06/12/2014 - 16:28

Ecco santissimo padre benedetto dall'alto dei colli di Roma, inizi lei a piegarsi a cxxo puzzo su un tappeto e pregare un'altro dio. Aprite gli occhi cari fratelli cristiani, questa e' una religione pagana se non lo avete ancora capito.

sphinx

Sab, 06/12/2014 - 16:33

Ma cosa volete? E' un pover'uomo alle prese con problemi molto più grandi di lui. Mi sa che lo Spirito Santo ha preso un abbaglio stavolta.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Sab, 06/12/2014 - 16:39

Bisogna anche riconoscere che il papa è un'icona della sinistra, anche se lo è diventato 20 anni dopo alba parietti.

albertzanna

Sab, 06/12/2014 - 16:40

COS'E' FARNCESCHIELLO, una chiamata alle Crociate? La tua frase "Anche io, vorrei essere lì, ma poiché non posso viaggiare, lo faccio così... ma vi sono tanto vicino in questi momenti di prova". Io penso che un tizio con il titolo di Papa può viaggiare quando vuole e dove vuole, se si tratta di difendere la Fede di cui dovrebbe essere il massimo rappresentante e difensore sulla Terra. Ma a te, prete abituato a farlo alla sudamericana, le parole escono facilmente, troppo facilmente, e forse non ricordi il vecchio proverbio latino "Verba volant, scripta manent" Chissà se sei capace di capirlo......... Sei sempre più una delusione, Francesco. Che nostalgia per il pragmatico e sincero Benedetto XVI. Albertzanna

Mario Marcenaro

Sab, 06/12/2014 - 17:28

C'è solo un "piccolo" particolare, purtroppo. Nel frattempo tanti, troppi Cristiani a Mosul, e non solo, non è che si pieghino: muoiono ammazzati dall'orda dei fanatici di Maometto e del suo libro. Lo stesso libro che per volontà di un dio "clemente e misericordioso" ordina a tutti i musulmani di ammazzare o, grande concessione, sottomettere gli infedeli di tutto il mondo. Ogni musulmano che non lo fa merita la morte. Veramente una bella accolita ed una edificante missione. Francesco d'Assisi, quello nato nel 1182, figlio di Pietro di Bernardone e di Madonna Pica, una volta dedicatosi alla vita di penitente e fattosi frate, nel 1219 raggiunse Damietta, in Egitto, non certo in aereo, durante una tregua nei combattimenti della quinta crociata. Ivi venne ricevuto dal Sultano al-Malik al-Kamil con lo scopo preciso di convertirlo al Cristianesimo, ma purtroppo senza successo. Ma il tentativo lo fece, senza tanti inutili dialoghi. Qualche differenza di comportamento è ravvisabile o no?

Mario Marcenaro

Sab, 06/12/2014 - 17:39

Nel 1219 Francesco di Assisi raggiunge Damietta, in Egitto, dove, durante una tregua nei combattimenti della quinta crociata, chiese ed ottenne di essere ricevuto in persona dal Sultano al-Malik al-Kamil. Ciò con lo scopo di convertirlo al Cristianesimo. Non ci riuscì, ma sono bene immaginabili le difficoltà, la fatica, per raggiungere lo scopo, che Egli dovette affrontare e patire per un viaggio di quel genere ed a quei tempi. Per non parlare dei rischi di vita corsi. Non é ravvisabile una certa differenza di comportamento? Sarà forse perché, in fondo in fondo, Francesco era anche un Italiano ed un Cristiano di Assisi? Non solo ma anche per questo dovremmo essere ancor più orgogliosi di Lui, un vero combattente della Cristianità.

Ritratto di tomari

tomari

Sab, 06/12/2014 - 17:40

...si! Campa cavallo!...

odifrep

Sab, 06/12/2014 - 17:58

Santo Padre, canne a parte, non avrà subìto l'interferenza del Napoletame?

beowulfagate

Sab, 06/12/2014 - 18:50

Carissimo Marcenaro lei ha perfettamente ragione.E c'è di più:il santo di Assisi disse chiaro e tondo al sultano che le crociate erano giuste e i massacri pienamente legittimi.Chissà i commenti che faranno adesso i buonisti a oltranza,che magari partecipano anche all'annuale marcia della pace senza conoscere un cappero di nulla.E se conoscessero non capirebbero.

Massimo Bocci

Sab, 06/12/2014 - 19:52

In poche parole.... La truffa continua!!!!!

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Sab, 06/12/2014 - 21:16

Caro Papa Furbesco, che si sappia, l'UNICO Cristiano "risorto" è stato Gesù Cristo. Piuttosto che alimentare false illusioni fai veramente il Papa e non il venditore di pentole o di vasche da bagno. Per quelle c'è Mastrota che è un vero Dio!

Ritratto di bracco

bracco

Sab, 06/12/2014 - 21:33

Bravo Francesco, ma lo dica anche a quei cialtroni di presidi dalla fede rossa o peggio senza nessun credo che vogliono imporre una loro legge visto decidono che il presepio non sa da fare per non offendere i fratelli mussulmani. Santo Padre....non serve andare tanto distante dall'Italia per trovare la discriminazione verso i cristiani...li abbiamo già tra noi, pure queste sono discriminazioni e li abbiamo tra di noi, in questi giorni basta passare da Bergamo !!!!!

smalp77

Sab, 06/12/2014 - 21:46

Contento lui. Chissà cosa ne pensano quelli che di dover risorgere ne farebbero volentieri a meno. Io mi rifiuto di piegarmi se poi si renderà necessario risorgere almeno sarà per aver mantenuto la schiena dritta

unz

Sab, 06/12/2014 - 22:54

C'è Papa e Papa. in genere la Storia impiega tempo a comprendere le scelte SEMPRE a lungo termine dei Pontefici. il punto è che nelle vicende mediorentali ci rappresenta piu il Papa che i nostri politici. Non è questione di aver fede ma di capire che in ambienti teocratici ostili alla nostra cultura, che è giudaico-cristiana e rromano-ellenistica che vi poaccia i no, il nostro uomo è il Papa che non incarna una posizione politica ma il nostro diritto a esistere e resistere come occodentali. quindi criticare il papa è spararsi addosso da soli. tipicamente cojonaggine italica.

Luigi Farinelli

Dom, 07/12/2014 - 00:06

I Paesi occidentali cui si rivolge la preghiera del Pontefice, sono quelli pure implicati nel nuovo genocidio cristiano, utilizzando anche scagnozzi invasati, come arieti e carne da cannone. L'Europa è ormai divenuta una istituzione anticristiana, in quanto governata dalla massoneria britannica (rappresentata dalla Corona) e dal Grande Oriente e nulla farà di concreto per rimediare. Non è la prima volta nella Storia che si scatenano genocidi di cristiani: dalla Vandea al Messico, dalla Turchia all'Italia del Risorgimento (duecentomila morti), dalla Spagna all'URSS. Cominciate a informarvi, finalmente, sulle origini e sui fini della massoneria e su come agisce, vera piovra a tutto campo: politico, economico, mediatico ed etico.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Dom, 07/12/2014 - 09:56

L'Unico a risorgere è stato Gesù Cristo, anche Papa Furbesco dovrebbe saperlo. Con le sua sterile propaganda del volemose bene, invece, contrariamente a quanto afferma, potrà soltanto procurare altri martiri cristiani. Se ne vada in Iraq per sei mesi di fila e smetta soprattutto di comportarsi come una qualsiasi Star della TV! (Primo invio).

albertzanna

Dom, 07/12/2014 - 11:53

LUIGI FARINELLI - Lei arriva buon secondo nel denunciare la Massoneria Britannica (leggi Rothschild) e, in Italia, il Grande Oriente Italiano (leggi GOI). Se vuole le posso raccontare molto di più. Ma non denunci tutta la massoneria in mucchio, perchè ne esiste anche una che è una scuola iniziatica di vita, che è fuori da tutti q

albertzanna

Dom, 07/12/2014 - 16:05

Mi era saltato l'invio-----------------------LUIGI FARINELLI - Lei arriva buon secondo nel denunciare la Massoneria Britannica (leggi Rothschild) e, in Italia, il Grande Oriente Italiano (leggi GOI). Se vuole le posso raccontare molto di più. Ma non denunci tutta la massoneria in mucchio, perchè ne esiste anche una che è una scuola iniziatica di vita, che è fuori da tutti quei giri globali di malaffare. Io ne faccio parte, e le posso dire che è pulita, quindi non faccia di tutta l'erba un fascio. Albertzanna