Rom e immigrati occupano. E la clinica non va agli anziani

L'immobile deve diventare una casa di cura. Ma da 3 anni è occupato: la società ospedaliera ci ha perso 10 milioni

Immaginate di essere proprietari di un immobile in cui non potete entrare. Al vostro posto un gruppo di abusivi con divani, letti, giochi per bimbi. Stendono i panni, si son divisi le stanze coi lucchetti, hanno la parabola. Un'occupazione in piena regola, insomma. A voi mantenere gli indesiderati inquilini costa oltre 10mila euro al giorno. Diecimila. Non proprio due spicci. Come reagireste?

Male, ovvio. L'Italia è piena di immobili a metà tra l'abbandono e l'illegalità, ricovero di sbandati, rom e immigrati. Firenze ne conta oltre trenta. Uno di questi è un caso-scuola che sta procurando danni milionari alla società entrata malauguratamente in possesso dello stabile alcuni anni fa.

La struttura da 90 posti letto si trova in via del Pergolino ed è un ex casa di cura di lunga degenza ferma ormai dal 2012. La proprietaria è "Il Pergolino srl" che l'ha concessa in affitto alla "Pergolino Hospital srl". Quest'ultima, nel 2008, è entrata a far parte di GVM Care & Research che (continuando a pagare l'affitto) ne aveva programmato la ristrutturazione per dedicarla all’assistenza geriatrica. Peccato che in attesa del progetto circa 70 persone abbiano occupato l'immobile, impedendo di iniziare i lavori di riqualificazione.

Direte: dopo tre anni lo Stato, il Comune o chi di dovere avrà sanato la situazione, cacciato gli abusivi e riconsegnato le mura, il giardino e tutto il resto ai legittimi locatari. E invece no. Mille e più giorni di occupazione abusiva non sono bastati per smuovere le autorità. Il motivo? Difficile dirlo. E pensare che nell'aprile del 2017 il Gip del Tribunale di Firenze ha pure disposto il sequestro preventivo dell'immobile. Un anno e mezzo dopo siamo punto e daccapo. Tutto fermo.

La battaglia giudiziaria per liberare l'edificio di tre piani inizia il giorno successivo al blitz degli occupanti ("di varie etnie", dicono le relazioni della Digos) coordinati dai militanti del Movimento Lotta per la Casa (già avvezzi ad iniziative simili). È il 20 settembre 2015. La polizia, "in considerazione del numero di persone da fronteggiare" (un centinaio) e per la "presenza di numerosi bambini", sul momento decide di non intervenire per interrompere "l'azione criminosa". Ai legittimi proprietari non resta che sporgere denuncia e dare disposizione alle imprese competenti di staccare luce, acqua e gas. Tutto inutile.

Tra una richiesta e l'altra degli avvocati di sequestrare l'immobile (sono 10 le persone indagate a vario titolo) si arriva al marzo del 2017, quando i Vigili del Fuoco entrano nell'edificio e trovano una situazione paradossale. "Numerose famiglie - si legge nel rapporto - vivono all'interno dei locali agibili alcuni a camere da letto altri a cucine". Non solo. "Il carico di incendio" è "elevato mentre nelle cucine vi è la presenza di fornelli per la cottura di cibi alimentati da bombole di Gpl" (non a norma). Non mancano poi cavi elettrici volanti attaccati a chissà quale fonte energetica (il giudice ipotizza il furto di energia) e la "presenza di impianti non certificati".

Alcune delle stanze sono chiuse da lucchetto, in altre sono state realizzate modifiche ai locali e - denuncia l'amministratore della Pergolino Srl - hanno pure "piazzato sul tetto parabole tv". Inoltre "alle ditte incaricate della manutenzione degli impianti elettrici ed antincendio" è stato più volte "impedito l'accesso dagli occupanti abusivi". Tanto che, scrive il Gip nell'ordine di sequestro preventivo, le numerose irregolarità espongono "gli stessi occupanti ad una situazione di pericolo per la loro incolumità". Figurarsi i danni arrecati all'immobile e ai mobili un tempo in buone condizioni.

Il fatto è che il sequestro preventivo, disposto dal giudice il 4 aprile del 2017, non è stato ancora reso esecutivo. Il motivo? Un mistero. I rappresentanti delle società interessate hanno più volte coinvolto la giunta di Nardella, ma alle rassicurazioni per ora non sono seguiti i fatti. E così la GVM Care & Research deve aspettare e pagare.

I conti sono presto fatti. "Dal 2015 ad oggi - spiega al Giornale.it la società - lo stato di occupazione abusiva, tuttora in corso, è costato a GVM il pagamento di locazione, utenze e spese accessorie per un totale di circa 1.100.000 euro". Inoltre, l’impossibilità di procedere con la riqualificazione della struttura ha altresì comportato mancati introiti sul nuovo progetto RSA stimati per circa 9 –10 milioni di euro e mancate assunzioni di nuovo personale sul territorio per circa 35 unità". Tradotto: lo Stato non fa il suo dovere e il privato ci rimette. Totò direbbe: "E io pago".

Commenti

Royfree

Lun, 26/11/2018 - 18:15

Termovalorizzatore? Avrebbero per una volta più...valore.

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 26/11/2018 - 18:15

Il TUTTO, quando NON promosso, almeno TOLLERATO dai sinistrosi che hanno S/governato per 5 e piu anni fino a IERI!!! VIVA L'ITAGLIA!!! AMEN.

Giorgio5819

Lun, 26/11/2018 - 18:17

Una sola risposta, esercito. Sgombero immediato, arresto di tutti gli occupanti , processo immediato ed espulsione di tutti i clandestini, zingari e feccia varia. FUORI DALL'ITALIA . E incriminazione per favoreggiamento e complicità per TUTTI gli infami che li difendono.

Giorgio5819

Lun, 26/11/2018 - 18:19

I comunisti sono da ritenere COMPLICI, CONNIVENTI E FIANCHEGGIATORI di questi parassiti, tutta gentaglia da processare e condannare per direttissima.

Gianx

Lun, 26/11/2018 - 18:23

Benvenuti nell'itaglia catto comunista!

Alessio2012

Lun, 26/11/2018 - 18:24

I ROM LI CACCERANNO, GLI AFRICANI LI LASCERANNO.

19gig50

Lun, 26/11/2018 - 18:25

Non le scrivete nemmeno queste cose. Andare la e buttarli tutti fuori dalle finestre.

Claudio da Legnano

Lun, 26/11/2018 - 18:27

La soluzione teorica sarebbe sbattere fuori chi è dentro e trovare un'alternativa ai soli occupanti italiani e sbattere fuori dall'Italia gli altri. Questo perché ogni singola nazione dovrebbe risolvere i problemi dei propri cittadini. Questa però è sola teoria in quanto: Grazie ai Catto Comunisti molti di NON italiani hanno partorito figli in Italia, alcuni non italiani hanno avuto asilo umanitario, che non dovrebbe esistere (negli altri stati non esiste). Infine: i problemi vanno risolti il più presto possibile, ma grazie agli amici di sinistra che voltano lo sguardo dalla parte opposta davanti a un problema (fino a quando non li riguarda personalmente.. tipo vicini di casa) i problemi si sono ingranditi e aumenti in modo numericamente esponenziale... Poi tanto c'è sempre un altro a cui dare la colpa (anche senza logica)...

giosafat

Lun, 26/11/2018 - 18:33

Invece di denunciare gli occupanti devono denunciare l'intera trafila di responbili coinvolti, a vario titolo e grado, nella vicenda. Pagare le tasse e ritrovarsi con tutti i diritti calpestati e irrisi farebbe girare gli zebedei anche ad un santo. Denunciare chi non agisce, punto.

maurizio50

Lun, 26/11/2018 - 18:33

A Firenze i cittadini evidentemente sono contenti, visto che dai tempi dell'alluvione del 1966 hanno continuato a dar il voto ai Compagni che hanno ridotto ad un immondezzaio una delle città più belle del mondo. Ma hanno la patente di irriducibili antifascisti!!!!!

Divoll

Lun, 26/11/2018 - 18:35

Invece di perderci 10 milioni, non sarebbe costato molto, m molto di meno liberare forzatamente lo stabile dagli abusivi? Ora si facciano idare i 10 milioni dal PD.

mariod6

Lun, 26/11/2018 - 18:39

Persa per persa, dare fuoco all'immobile con dentro tutta la teppa che lo occupa. D'altronde cosa potevano aspettarsi da un Nardella che tiene aperta la borsa di Renzi e della Boschi ??

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 26/11/2018 - 18:43

si vede che sta bene a tutti,diversamente con Calma.Tranquillità,Praticamente senza incidenti sarebbero scappati tutti a gambe levate!!XD

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 26/11/2018 - 18:47

E già, l'hanno occupata, come si fa. Leggi non ce ne sono!! Giudici nemmeno!! Come faremo a fare l'amor!

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Lun, 26/11/2018 - 19:01

Subito reparti speciali per sgomberare con la forza l'immobile. Basta con queste schifezze sinistrose. BASTA.

baronemanfredri...

Lun, 26/11/2018 - 19:02

FATEVI RIMBORSARE DAI SOLITI NOTI CHE DIFENDONO QUESTI SxxxxxI. SONO TANTI CHE LI DIFENDONO, QUANDO VERRANNO CITATI PER OCCUPAZIONE ABUSIVA E DANNI PATRIMONIALI OLTRE PER COMPLICITA' IN RATI VEDRETE CHE ANCHE LORO LI ABBANDONERANNO. ORA SI SPERA CHE INTERVENGA IL MINISTERO. MA LA REGIONE NON HA FATTO NULLA IN QUANTO DOVEVA ESSERE SEDE DI OSPEDALE? LURIDE CAROGNE QUESTI CHE OCCUPANO E ANCOR PIU' CHI LI DIFENDE

Nero81

Lun, 26/11/2018 - 19:08

Articolo come al solito scritto da gente che non ha alcuna competenza e conoscenza. Le amministrazioni locali qui non c'entrano nulla. Il giudice ha disposto il sequestro preventivo ed è sempre il giudice che deve disporre e fare eseguire lo sgombero "laddove esso costituisca una ineliminabile modalità di attuazione del sequestro, rappresentando tale ordine un atto di esercizio del potere di determinare le modalità esecutive della misura cautelare, come tale di competenza esclusiva del pubblico ministero". Siccome però in Italia la magistratura NON funziona ed è totalmente allo sbando, evidentemente non è stata ravvisata la pericolosità della situazione - che tuttavia ha portato al sequestro. Quindi il magistrato ha agito solo a metà e si è contraddetto da solo. Vergogna per la magistratura (e non è una novità) e vergogna per chi scrive senza sapere senza sapere di che parla (ed anche questa non è certo nuova)

ammazzalupi

Lun, 26/11/2018 - 19:09

Sindaco komunista… Giudici komunisti… delinquenti, rom, nxxxi komunisti anch'essi… cosa volere di più? Viva Firenze!

Aegnor

Lun, 26/11/2018 - 19:13

Nell'emirato di Nardellah

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 26/11/2018 - 19:24

Sulla scorta di quanto scrivete sul vostro giornale, voi di FI lo votate o no il decreto sicurezza di Salvini? No, eh? Ah già, dimenticavo! C'è la questione formale della fiducia, e questo per voi è un limite invalicabile! E' inutile che continuiate a "denunciare" queste cose se, quando vi si dà modo di metterci, almeno parzialmente, riparo, vi nascondete dietro a questioni formali come "non ci avevano avvertiti prima" o "la fiducia mai!". vi auguro solo che occupino una delle vostre case, poi vediamo se vi date una svegliata!

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Lun, 26/11/2018 - 19:24

Ma non è un certo Dario Nardella il sindaco di Firenze?

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Lun, 26/11/2018 - 19:30

e il sindaco comunista cosa ne pensa?

DRAGONI

Lun, 26/11/2018 - 19:37

E' PIU' CHE EVIDENTE CHE LA MAGGIO PARTE DEI ROM E DEI CLANDESTINI SONO DEI FUORILEGGE SERIALI.OCCORREREBBE INDIVIDUARE CHI NON HA I MEZZI CHE GLI CONSENTANO DI VIVERE ONESTAMENTE E INTERVENIRE CON L'ELIMINAZIONE DEI LORO CAMPI/ALTRI INSEDIAMENTI ILLEGALI E SOPRATTUTTO RIMANDARE CHI NON HA LA NAZIONALITA' ITALIANA NEI LORO PAESI DI PROVENIENZA E METTERLI NELLE NOSTRE PATRIE GALERE QUALORA TENTERANNO DI RIENTRARE IN ITALIA.

vince50

Lun, 26/11/2018 - 20:50

Come sempre siamo alle solite,è sempre colpa di qualcun'altro.Come mai hanno occupato abusivamente?,perchègli è stato consentito anzichè farli sloggiare immediatamente con le buone oppure diversamente.

pastello

Lun, 26/11/2018 - 21:54

Il ministro dell'interno non è più comunista. Almeno credo

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 26/11/2018 - 22:44

@Royfree - si una ragione in più per usare il termovalorizzatore.

vigpi

Mar, 27/11/2018 - 07:53

La Società pergolino pagava una cinquantina di nerboruti profughi che con gli stessi mezzi degli occupanti li "convincevano" ad andarsene.Spendevano molto meno e a quest'ora la clinica era bella che aperta.

giancristi

Mar, 27/11/2018 - 08:02

I porci della sinistra tolleravano queste situazioni vergognose. Speriamo che Salvini sgombri tutti gli edifici occupati.