La preside dell'istituto di Casazza: "Adeste Fideles troppo difficile per i bambini"

"È tutto falso. Nessuno ha vietato niente a nessuno. 240 bambini avrebbero dovuto imparare a cantare in latino una canzone difficile come Adeste fideles"

Il no ad Adeste Fideles durante le celebrazioni del Natale a Casazza, nel bergamasco, ha suscitato non poche polemiche. Alcuni componenti della banda musicale avrebbero accusato il dirigente scolastico di aver "censurato" il brano perché "troppo cristiano" e poco vicino alla comunità multiculturale del paese.

Ma Antonia Savio, preside dell'Istituto ha replicato alla cosa, dando una versione completamente diversa della vicenda: "È tutto falso. Nessuno ha vietato niente a nessuno. 240 bambini avrebbero dovuto imparare a cantare in latino una canzone difficile come Adeste fideles. Che non aveva poi nulla a che vedere con lo spettacolo, che non doveva diventare un concerto di Natale, ma essere la conclusione di un lavoro scuola/ banda. La intera vicenda è stata costruita ad arte per danneggiare un dirigente serio e impegnato, per invidia e per distruggere un clima positivo che si è creato. Smentisco tutto quanto".

Commenti

pallucca

Lun, 23/11/2015 - 15:11

Incompetente ed in malafede...Se non voleva che cantassero in latino, esiste la versione in italiano.....Si chiama "Venite fedeli" ed il testo si trova tranquillamente su internet.....La partitura musicale è la stessa. Sul fatto che non si tratti di uno spettacolo di Natale ma la Conclusione di un lavoro....Cavoli la scuola è iniziata da tre mesi e questi già "concludono" il lavoro con la Banda!!! Tutti geni musicali allora. Arrampicatrice di specchi.

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 23/11/2015 - 15:12

Forse la "preside" si è dimenticata che il latino veniva insegnato già nella prima medi inferiore,non tsnto tempo fa...Sic transit gloria mundi

paolo b

Lun, 23/11/2015 - 16:20

bandog...e in terza media lo sapevamo molto meglio di quanto sanno ora i maturandi del classico !!!!!!!!

Ritratto di 100-%-ITALIANA

100-%-ITALIANA

Lun, 23/11/2015 - 17:06

@ pallucca lei ha ragione la dirigente (!!!!) mente sapendo di mentire - Avrei 1 proposta x il ministero della pubblica educazione: l'apertura delle scuole 7 giorni su 7 senza festività (specie se sono religiose) - Saranno i singoli genitori (dopo aver dato prove + che accertate del loro credo) ad iscrivere i loro pargoli al "periodi di festività" inerenti alla loro religione - Chissà se i vari insegnanti/studenti che dileggiano la religione cristiana saranno felici di non godersi + 15 giorni di vacanze NATALIZIE..........ma si deve essere coerenti con se stessi

ermejodermonno

Lun, 23/11/2015 - 18:45

chiudere la stalla quando le mucche sono già scappate è facile, i NOSTRI , ribadisco NOSTRI,figli e nipoti, cara dirigente in questa parola (NOSTRI) lo scrivente intende sottolineare tutta LA NOSTRA ITALIANITA', sono in grado di imparare qualsiasi cosa, sono delle spugne alla continua ricerca di INPUT POSITIVI, bene inteso necessità però che siano seguiti da personale capace, coordinati da dirigenti ancora più capaci , e mi permetta Lei noti la maiuscola non ha minimamente dimostrato capacità in questo caso, il quale purtroppo per Lei (rinoti la maiuscola)è venuto a galla chissà quante altre sfarronate le si potrebbero addebitare. genitori vigilate con attenzione mi raccomando , io lo faccio.

arcierenero

Lun, 23/11/2015 - 19:39

ma chi l'ha promossa dirigente scolastica e per quali vie è arrivata cosi in alto?certo che se una volta gli utili idioti facevano e fanno ancora comodo ai sinnistrorsi ora più che mai simili personaggi fanno comodo a chi si propone di conquistare roma e far fuori i cristiani!!!!!!!

arcierenero

Lun, 23/11/2015 - 19:42

preside hai mostrto la tua crassa ignoranza ti dovresti dimettere se hai un pò di dignità almeno non sputeresti nella mano di chi ti da mangiare

laura bianchi

Lun, 23/11/2015 - 19:45

Almeno eviti di dir sciocchezze,signora savio:tutti abbiamo cantato,questo brano di una bellezza armoniosa e celestiale, come pochi brani.Melodia e parole intrise di struggente partecipazione e condivisione,le sue note ti avviluppano e ti portano con se.I bimbi,come anche i miei, non hanno avuto nessuna difficoltà ad impararla, perchè guarda caso, propio i medesimi possiedono una capacità di apprendimento, come per tutte le lingue, incredibile, figuriamoci;quando trattasi di un brano musicale.Si vergogni, se le riesce e, torni su i suoi passi.Una mamma.

routier

Mar, 24/11/2015 - 10:54

Ha ragione, Adeste Fidelis è troppo difficile mentre Bandiera rossa è molto più "orecchiabile". Ma mi faccia il piacere........! (che scuola del piffero)

seccatissimo

Mar, 01/12/2015 - 01:24

Anche bugiarda questa preside! Di queste cose nell'ambiente della scuola se ne sentono ormai tutti i giorni. Vuoi vedere che ormai, anche la scuola fa schifo come tutto quanto vi è di pubblico in Italia?