La primavera è lontana: domina il maltempo

A pochi giorni dall'inizio ufficiale della primavera, pioggia e neve imperversano sulla penisola

In Liguria piove senza tregua da 48 ore e nevica sulle alture; la situazione nella regione è di allerta 1, soprattutto nello Spezzino. Scuole chiuse a Genova, disagi su tutta la rete stradale per allagamenti e numerosi alberi caduti. Protezione civile e Vigili del fuoco allertati e all'opera.

Ancora precipitazioni nevose in Lombardia dove già da ieri la neve era caduta in varie zone della regione e, dalla tarda serata, anche su Milano. Questa mattina, nel capoluogo lombardo, la precipitazione si è trasformata in pioggia battente, ma nevica ancora in diverse aree pedemontane, dalla provincia di Varese a quella di Bergamo.

In Valle d'Aosta, dove nevica abbondantemente da sabato sera, è caduto quasi un metro di neve a Courmayeur e venti centimetri ad Aosta.

La neve non risparmia neanche l'Emilia. Piacenza si è svegliata completamente imbiancata: strade difficilmente praticabili in città e provincia. Neve anche a Parma e soprattutto sull'Appennino, che registra copiosi fiocchi.
Notizia dell'ultima ora la chiusura dell'A1 tra Pian del Voglio e Barberino in direzione Firenze a causa di uno smottamento al chilometro 250 dell'Autostrada del sole. Non ci sono veicoli coinvolti. Il traffico è bloccato ma è in corso la predisposizione di uno scambio di carreggiata che consentirà la riapertura del tratto entro le 17.

Per il maltempo a Venezia è allarme acqua-alta, solito spauracchio non certo atteso alle porte della primavera. È allerta codice-arancione: nella notte l'asticella toccherà i 110 centimetri. La situazione dovrebbe rientrare nei prossimi giorni.

Spostando l'occhio sul centro Italia - risparmiato maggiormente dal furore invernale - si registrano le forti raffiche di vento e la caduta pericolosa di molti rami e piante a Roma.

L'inverno non se ne vuole andare.