La prof più "cattiva" d'Italia: boccia sette studenti su 10

Sandra Lo Schiavo, docente di Chimica all'università di Messina, è il terrore degli studenti: "Odiatemi, ma studiate"

Si dice che un ragazzo sia stato bocciato all'esame di Chimica per ben quarantatrè 43 volte. Storia o semplice mitologia universitaria? Difficile a dirsi. Sta di fatto che Sandra Lo Schiavo, docente di Chimica generale e inorganica nel corso di Biologia marina dell’Università di Messina, è sicuramente la prof più "cattiva" d'Italia. "Il 60/70 per cento si siede al pre-esame - spiega al Corriere della Sera - dieci domande scritte su tutto il programma prima dell’orale, tanto per provarci. Le potrei far vedere i compiti, li conservo tutti. Roba da mettersi le mani ai capelli".

Lo Schiavo abita col marito a pochi chilometri da Messina, a un passo dal mare. "Amo i libri, la musica e mi piace viaggiare - dice - come vedete, non sono un mostro". Eppure gli studenti sono terrorizzati. C'è anche chi è capace di scherzarci sopra. "La professoressa deve essere sponsorizzata dalla Red Bull, dare Chimica è diventato ormai uno sport estremo", avrebbe commentato un ragazzo dopo essere stato bocciato ben otto volte. "So chi è - ribatte la prof - è un tipo brillante ma svogliato, non me la prendo certo per commenti come questi. Io i miei ragazzi li conosco bene tutti, cerco di aiutarli, ad alcuni regalo anche i libri. È vero, negli ultimi tempi ho notato un calo di rendimento, e ho alleggerito il programma. Nei limiti del possibile faccio in modo che almeno possano arrivare a un 20/21".

"Escono dalle Superiori totalmente impreparati - spiega Lo Schiavo - all’inizio del corso mi tocca spiegare anche i concetti più elementari. Per carità, molti sono anche in gamba, ragazzi intelligenti che però non sanno studiare". All’ultima sessione solo il 30% degli studenti che si sono presentati sono riusciti ad accedere all'orale. "Non è cattiveria - si affretta a dire la docente - ma non si può promuovere chi non conosce la nomenclatura, o un’equazione chimica. Come possono pretendere di diventare biologi marini? Come faranno a capire che cosa avviene negli oceani? Preferisco essere odiata che mandare sul mercato del lavoro gente impreparata"

Commenti
Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Lun, 14/07/2014 - 10:11

una prof che fa il suo mestiere.

Raoul Pontalti

Lun, 14/07/2014 - 10:39

uguale a mario piccardi

leo_polemico

Lun, 14/07/2014 - 10:43

Complimenti alla professoressa: ce ne vorrebbeto molti così. E' ora di finirla con gli esami di gruppo, il sei politico, il tutti promossi ma tutti asini. Dov'è la serietà della scuola? D'altra parte queste bocciature sono la conseguenza diretta del permissivismo imperante nelle scuole. Se non c'è "filtro" come è possibile avere studenti preparati? Occorre però anche verificare la serietà e la preparazione di molti "insegnanti", insegnanti che lo sono solo di nome.

gneo58

Lun, 14/07/2014 - 10:52

GIUSTO COSI? - come si dice ? "il medico pietoso fa la piaga purulenta" (o se preferite "puzzolente").....

cotoletta

Lun, 14/07/2014 - 11:02

che c'è di scandaloso? ho una figlia al 4 anno di liceo e verifico tutti i girni quale sia la pessima preparazione che fornisce la scuola italiana, prigioniera dei no dei sindacati statali.

titina

Lun, 14/07/2014 - 11:17

meglio cattiva e studenti preparati che buona e laureati asini.

titina

Lun, 14/07/2014 - 11:18

Dimenticavo: secondo me, è cattiva chi promuove tutti: bravi e asini!

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Lun, 14/07/2014 - 12:43

Finalmente qualcuno che usa il cervello. Quanto la faranno durare? Il guaio grosso è che questa situazione è generalizzata, il livello di preparazione degli studenti è da sotto moquette. Grazie alla sinistra mentalità del tutti uguali, il burattinaio ha formato un gregge ignorante, prono ed acritico da menare per il naso dove più gli conviene. PS Bocciato otto volte: se uno non sa può benissimo essere respinto ottanta volte!

Sery69

Lun, 14/07/2014 - 12:47

certo, chi non ha studiato abbastanza e non è preparato all'esame va bocciato. è sbagliato il concetto di '6 politico'. ma siamo sicuri che non possa essere la maestra a non fare bene il suo lavoro? siamo certi che sappia appassionare adeguatamente i ragazzi? siamo certi sappia trasmettere bene la sua materia? visto il livello di preparazione dei professori in Italia, che pure altri hanno sottolineato, io il dubbio ce l'ho. per un professore incapace di trasmettere la propria conoscenza, la bocciatura è la cosa più semplice....

Sery69

Lun, 14/07/2014 - 12:48

secondo me è cattivo/a anche chi boccia tutti....

Vero_liberista

Lun, 14/07/2014 - 12:54

Tutto giusto professoressa, ma con una postilla. Non le sorge il dubbio che se tanti suoi raggazzi non passano l'esame è ache per il fatto che il suo metodo di insegnamento rispetto agli obiettivi prefissati non sia così efficace e che quindi andrebbe cambiato qualcosa? E' sempre è solo tutta responsabilità dell' incapacità dei suoi studenti ( 7 su 10 incapaci?) o qualche responsabilità ce l'ha pure lei? L'insegnamento sta solo nel dare cose da studiare pretendendo che gli studenti le imparino senza problemi in quanto cose per lei semplici, o forse bisognerebbe sforzarsi da fare amare la materia e di farlo capire anche con metodi didattici magari meno tradizionali e ortodossi ma più adatti per raggiungere gli obiettivi di insegnamento prefissati (alla fine conta il risultato)? Solo per vedere la questione sotto tutti i punti di vista, cosa che dall'intervista non traspare..

Ritratto di ohm

ohm

Lun, 14/07/2014 - 13:01

cativa perchè ? Se uno sa deve essere promosso se uno non sa deve essere bocciato! immaginate se nei corsi di medicina promuoviamo tutti : io non mi faccio più operare!Piuttosto preferisco morire naturalmente!

Ritratto di ohm

ohm

Lun, 14/07/2014 - 13:02

Se un ragazzo è stato boccoato 43 volte in Chimica , il suo lavoro è fare il contadino ( senza nulla togliere a questo nobile ed estinto mestiere. almeno in Italia !)

Linucs

Lun, 14/07/2014 - 13:13

Il dramma è che qualcuno fa arrivare i nostri rrragazzi all'università in condizioni pietose, chiaro che poi qualcuno deve fare pulizia.

Ritratto di dbell56

dbell56

Lun, 14/07/2014 - 13:21

L'università non è un esamificio! Deve dare oltre ai contenuti, anche un senso della morale molto rigoroso, se vogliamo primeggiare nel mondo odierno! Per cui, brava cara professoressa. E' sicuro che chi esce dal tuo esame abbia imparato bene la materia e a parlar bene in italiano.

Ritratto di sepen

sepen

Lun, 14/07/2014 - 13:46

A Torino al Poli certe sessioni di Analisi 1 o Macchine o la stessa Chimica finivano con 2 o 3 passati su 20, come ridere, fra scritto e orale. E nessuno si lamentava.

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Lun, 14/07/2014 - 13:55

@SERY69 e VERO_LIBERISTA: Questa è l'altra brutta faccia del già tragico problema. E' naturale che di buoni insegnanti ci sia penuria. Nel lontano '70 ho abbandonato l'università dopo aver carpito, ignaro assoluto della materia, un venticinque in Storia Economica ad una assistente che faceva sempre le stesse tre domande. Situazione emblematica del clima dell'epoca, dei cui effetti patiamo le conseguenze in termini di qualità latente. Il '68 ha prodotto danni che richiederanno generazioni per essere sanati, ma i bastardi responsabili non ne pagheranno il fio, purtroppo.

Sery69

Lun, 14/07/2014 - 14:13

boh, tutti a dire 'brava' alla professoressa. io sono nato e cresciuto negli USA. lì ho studiato. in tutta la mia carriera scolastica credo di ricordare 3 bocciature... però mi ricordo ancora la passione che i prof ci mettevano nell'insegnamento fino a restare oltre gli orari pur di incontrare e aiutare i ragazzi che avevano più difficoltà. ah, e non costava niente ai ragazzi. eppure se non mi sbaglio la potenza militare, spaziale, industriale, ecc degli USA dimostra che tanto impreparati non escono dalle scuole. 7 bocciati su 10 per me vuol dire che questa professoressa forse ha sbagliato mestiere....

suquartu

Lun, 14/07/2014 - 14:17

Ma vi rendete conto che un esame non può essere sostenuto ogni settimana? Calcolando due tentativi a sessione ( media esagerata), si arriva a sette anni....Quindi la storia delle 43 volte è una bufala.

hectorre

Lun, 14/07/2014 - 14:37

tutti ad elogiare questa prof....?????........scusate ma se in tanti vengono bocciati forse un po di colpe le ha anche lei,non credete??.....se io fossi un prof. e avessi tanti somari in classe metterei in discussione i miei metodi di insegnamento.....farsi una domandina e capire il perchè di una simile situazione, diciamo un pizzico di umiltà non guasterebbe!!....sono pagati per insegnare,se bastasse leggere un libro per apprendere,si potrebbe abolire la categoria degli insegnanti!!

Giorgio Mandozzi

Lun, 14/07/2014 - 15:31

Credo ci dobbiamo rammaricare che sia rimasta da sola a fare l'insegnante! Tutti gli altri sono sdraiati, a fare da stuoino, alle banalità ed ai nonsenso della politica e del "siamo tutti bravi e meritevoli della sufficienza politica"! Che infatti ci ha portati all'infimo livello nel quale si trova la nostra scuola e la società italiana.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Lun, 14/07/2014 - 15:38

La Prof più "CATTIVA" d'Italia? Non diciamo scemenze. Se fosse davvero cattiva ne doveva bocciare 10 su 10 tenuto conto che le scuole superiori, a partire dal "merdoso 68", sfornano solo somari!

Ritratto di marino.birocco

Anonimo (non verificato)

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Lun, 14/07/2014 - 16:18

Io so di un caso che durante un test di assunzione , alla domanda "Stato civile" un candidato ha risposto ITALIA.

Ritratto di stock47

stock47

Lun, 14/07/2014 - 18:31

La Docente fa solo che bene! O si fanno i cervelloni o è meglio che vadano a zappare.

johansenite

Lun, 14/07/2014 - 19:25

Ci sa dire, la professoressa, cosa significa la p del pH ? Scommetto che non lo sa.Io lo so ma sono quasi certo che lei non lo sa.

gamma

Lun, 14/07/2014 - 19:38

Vedo dai commenti che molti non hanno capito che la professoressa in questione è docente all'Università e non in un liceo. Intervistata la Prof si è lamentata della scadentissima preparazione nelle materie scientifiche che ai ragazzi viene impartita nei licei. Infatti il buco nero del nostro sistema scolastico è la scuola media e sopratutto il liceo. Invece le università sono in genere di buon livello e alcune ottime. Tanto è vero che spesso i nostri laureati, specie quelli in materie scientifiche trovano rapidamente lavoro all'estero.

michetta

Lun, 14/07/2014 - 19:40

Che benvengano prof di questa fatta! Era ora che anche la stampa ne parlasse! Non esiste solamente questa prof di Sicilia!I genitori degli alunni e gli alunni somari stessi, facciano ammenda e cerchino di evitare bocciature "cercate e trovate" da tutte e due le categorie, in quanto se gli alunni vengono addirittura premiati, dai genitori, perche' dopo aver sbagliato, si "pentono", significa che i primi, diverranno sicuramente dei delinquenti ed i secondi, non hanno capito un caxxo per educare i propri pargoletti e non lo capiranno mai! Italiani svegliatevi!

lento

Lun, 14/07/2014 - 19:41

Ma la preparazione dove la mettiamo? Ci sono prof.che' meriterebbero la galera a vita...

thelonesomewolf97

Lun, 14/07/2014 - 20:04

COMPLIMENTI ALLA PROF.SSA!!! CE NE VORREBBERO TANTE COME LEI PER RISANARE LA SCUOLA DEGLI ASINI. NIENTE FALSI PIETISMI. STUDIARE O ANDARE A LAVORARE. L'AGRICOLTURA HA TANTO BISOGNO DI BRACCIA GIOVANI.

Trizio123

Lun, 14/07/2014 - 20:09

Se fosse vero che 7 studenti su 10 sono bocciati, la Prof. in questione dovrebbe essere allontanata dall'insegnamento. In questo caso il docente non e' capace di insegnare. Cattivi insegnanti producono pessimi studenti. In Italia la maggior parte degli insegnanti universitari non sono capaci di insegnare e soprattutto non sono capaci di pubblicare articoli scientifici. Articoli scientifici e ricerca portano soldi all'università'. Mi chiedo come il docente sia diventata professore visto che le sue pubblicazioni sono scarse. Per le persone che parlano a vanvera su questo blog pensate due volte prima di fare un commento. Il sistema universitario e' vecchio. Si insegnano cose vecchie che non servano a nulla. E la maggior parte dei professori e' stato messo a causa del nepotismo che c'e' in Italia. In the UK or in the USA la professoressa in questo con il profilo che ha potrebbe fare il manager dei tecnici di laboratorio.

cgf

Lun, 14/07/2014 - 20:32

fossero tutti così ma sin dalle elementari anziché fare politica! Dopo le medie l'inglese andai in Inghilterra a studiarlo (e per fortuna potei farlo) perché a sQuola la prof parlava di tutto quello che succedeva (e succedeva), in mancanza di argomenti, rivoluzione industriale, Marx, di quanto è bello il komunismo (ancora non era caduto il muro) piuttosto che far lezione.

Giacinto49

Lun, 14/07/2014 - 20:36

Complimenti alla Professoressa, tra dieci anni tutti i suoi alunni la ringrazieranno. Marino.birocco - A me risulta personalmente un consigliere comunale che nel leggere "via Bastioni Carlo V" leggeva "via Bastioni Carlov". Cordialità.

Linucs

Lun, 14/07/2014 - 20:53

Se aspettiamo che sia l'università a dare un "senso della morale" vuol solo dire che abbiamo speso inutilmente soldi per produrre dei 18enni sociopatici neanche buoni a girare hamburger. Ancora peggio se aspettiamo che sia l'università a dare "cultura generale" o "metodo di studio". Hamburger per tutti e fuori dalle balle.

Ritratto di Flex

Flex

Lun, 14/07/2014 - 21:13

Ha tutta la mia considerazione, finalmente una che sa fare il proprio lavoro e di questi tempi non è poco.

Ritratto di ohm

ohm

Lun, 14/07/2014 - 22:04

@sepen, hai pienamente ragione...chi si ricorda il famoso professore di Chimica denominato 'okinawa'? Su 10 allievi passavano l'esame in 2. E che dire di 'Beppe' ( figlio del famoso filosofo)di Anlisi I ? Anche qui 2 su 10. Ma nessuno si lamentava, anzi ti dava lo sprono per studiare come Dio comanda ed uscivano ingegneri preparati...altro che promuovere tutti! E notare che il '68 era passato da poco e i professori non erano certo di destra!

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mar, 15/07/2014 - 07:37

E FA MALE: 9 SU 10 TOSSICI E RINCITRULLITI NE DOVREBBE SEGARE

umberto nordio

Mar, 15/07/2014 - 07:42

Almeno una che fa il suo mestiere con serità.

midimettodaitaliano

Mar, 15/07/2014 - 07:53

Un'insegnante che boccia il 70% dei propri alunni è una pessima insegnante, anche se preparata nella propria materia. La bocciatura che infligge ai suoi alunni è una bocciatura a se stessa, al proprio metodo. Gli alunni vanno motivati, certamente non con l'odio verso l'insegnante stessa che poi si traduce in odio verso la disciplina che viene insegnata. Un po' meno di estremismo, e un po' più di equilibrio non guasterebbe.

biricc

Mar, 15/07/2014 - 09:10

Recentemente ho incontrato il mio vecchio prof. di ragioneria (anni 70)e mi ha detto che gli studenti di oggi hanno una preparazione al di sotto di almeno un 50% rispetto ad una volta. Poi alcuni vanno a fare i medici e finiscono nelle cronache della mala sanità.

rokko

Mar, 15/07/2014 - 09:42

johansenite, ed io invece scommetto che la prof lo sa. In ogni caso, anche se non lo sapesse, cosa cambierebbe ?

michetta

Mar, 15/07/2014 - 09:46

x TRIZIO123 e MIDIMETTODAITALIANO - Vorrei segnalare un fatto accaduto ben venticinque anni addietro: addetto agli esami psicotecnico-attitudinali nei confronti di giovani, dai 18 ai 25 anni, si riscontrava deficienza assoluta per l'80% ! Understand? Capito? Non ci venite a raccontare storielle. La prof in questione e' sicuramente in gambissima! Sono i preparatori familiari/genitori e la societa' che circonda questi poveri pargoli imprigionati dal perdonismo, che ROVINANO il cervello ancora insipido e da preparare alla vita, cancellando le motivazioni migliori e piu' degne della vita, appena iniziata ed ancora da percorrere. Sveglia Italiani! Sveglia, perche', in questa nostra Italia, ancora esistono tantissime persone inutili ed incapaci, che circolano!

suquartu

Mar, 15/07/2014 - 10:03

johansenite, fare una domanda del genere ad una docente universitaria di chimica, sarebbe come chiedere ad un medico se sa dove si trova il cuore, o ad un sacerdote,se sa quanti sono i sacramenti. Comunque il significato della p di pH lo sanno anche i miei allievi di seconda superiore.

corto lirazza

Mar, 15/07/2014 - 10:15

per i tanti difensori degli asini: l'università non fa parte della "squola dell'obbligo". La storiella che la signora non sia capace di motivare i suoi studenti è una cretinata. Chi si iscrive ad una facoltà universitaria deve essere molto motivato di suo...