Prof universitari e ricercatori, funzionari e dirigenti pubblici: se il doppio lavoro è in nero

Sprechi nella pubblica amministrazione e ruffe ai finanziamenti nazionali e comunitari: nel 2013 sono spariti dalle casse dello Stato 5 miliardi di euro. Ecco come

Puff, spariti! Oltre cinque miliardi di euro sono andati in fumo tra gli sprechi nella pubblica amministrazione e le truffe ai finanziamenti nazionali e comunitari. Solo nel 2013 sono stati "pizzicati" almeno 19mila furbetti che hanno sottratto denaro all'erario pubblico. Basta leggere il bilancio dell’attività della Guardia di Finanza per capire che la situazione è drammatica. Lo scorso hanno le Fiamme Gialle hanno messo le mani su 3.500 finti poveri e hanno sgominato 4.300 reati contro la Pubblica amministrazione. Tra indagini d’iniziativa o su mandato della magistratura e della Corte dei Conti, i finanzieri hanno eseguito oltre 25mila interventi per arginare gli sprechi e bloccare le frodi, concentrandosi in particolare su quei reati specifici di amministratori, funzionari e impiegati pubblici: corruzione, concussione, peculato, abuso d’ufficio. Sono così emersi danni erariali e sprechi per 3,5 miliardi, un terzo dei quali riferibili al solo settore della sanità pubblica, nei 1.265 interventi effettuati in collaborazione con la Corte dei Conti, e truffe ai finanziamenti pubblici nazionali ed europei, attraverso indebite percezioni o richieste, per 1,4 miliardi.

La truffa del doppio lavoro in nero

Come fa notare il Corriere della Sera, uno dei nodi più grossi legati ai reati contro l'erario pubblico c'è il doppio lavoro in nero. Nel mirino delle Fiamme Gialle sono così finiti "baroni" e ricercatori universitari che "accettano consulenze oppure ottengono incarichi in società private". I professori universitari non sono certo gli unici. La Guardia di Finanza ha infatti messo le mani anche su alti funzionari di enti pubblici che "svolgono attività in concorrenza o in conflitto con i compiti assegnati loro dallo Stato". Dagli enti locali all'Agenzia delle Entrate, dalla Motorizzazione civile alle Asl sono svariate migliaia i dipendenti che, quasi sempre durante l'orario d’ufficio, si trovano altrove e percepiscono compensi in nero.

I finti poveri

La Guardia di Finanza ha scoperto, nell’anno appena concluso, 3.435 finti poveri che, pur non avendone alcun diritto, hanno usufruito di sconti su asili nido, mense scolastiche e libri di testo, servizi socio-sanitari a domicilio, agevolazioni su luce, gas, trasporti. I 389 falsi invalidi scoperti, assieme agli oltre 4 mila casi di truffe nel lavoro agricolo e ai 445 casi di frodi agli assegni sociali, hanno invece provocato danni allo Stato per più di 80 milioni.

Dodici reati al giorno

Ogni giorno dell’anno in Italia vengono commessi dodici reati contro la Pubblica amministrazione. Il dato emerge dall’analisi delle denunce fatte dalle Fiamme Gialle nell'arco del 2013. I finanzieri hanno, infatti, denunciato all’autorità giudiziaria 4.300 reati di corruzione, concussione, peculato, abuso d’ufficio e altri, compiuti da gennaio a dicembre scorsi. Secondo il Codacons, "quando si scoprono finti invalidi e falsi poveri occorre porre sotto indagine penale anche medici, Asl e strutture pubbliche che hanno riconosciuto agevolazioni, sconti e sussidi a soggetti che non ne avrebbero avuto alcun diritto". Per il presidente dell’associazione per i diritti dei consumatori, Carlo Rienzi, dunque, "non basta quindi punire i furbi che hanno incassato illegittimamente i sussidi pubblici ma è necessario condannare anche chi tale furbizia la fomenta omettendo i propri doveri".

Gare "truccate" per gli appalti

Il settore dei lavori pubblici muove circa 95 miliardi di euro, all'incirca il 5,9% del pil. Non ndeve quindi stupire se è uno dei settori più presi di mira per frodare il Fisco. Solo nel 2013 sono finite nei guai 657 presone "responsabili di turbata libertà degli incanti e frode belle pubbliche forniture". "I soggetti segnalati alla magistratura contabile - spiegano i finanzieri attivati della Corte dei Conti - sono 1.186 soggetti e i danni erariali connessi a procedure di appalto un miliardo e 300 milioni di euro". Secondo i dati in mano al Corriere della Sera, l'illecito più grave è la costituzione di "cartelli preventivi tra imprese" per "pilotare le gare". Cartelli che erogano regolarmente tangenti a chi gestisce le procedure di assegnazione. "Altre forme di illegalità attengono alla materiale esecuzione dei contratti - sottolineano gli analisti della Finanza - in tale fase si annidano frodi nelle pubbliche forniture, inadempienze dannose per la regolare erogazione dei servizi pubblici, indebiti abbattimenti dei costi dell’opera tramite il ricorso al lavoro nero e ingiustificati rialzi dei valori delle commesse durante l’esecuzione, volti unicamente a drenare denaro pubblico in misura superiore a quella originariamente stabilita. Una realtà che si somma ai fenomeni di ingerenza della criminalità organizzata che sfociano in condotte violente o in comportamenti più subdoli di condizionamento dei mercati, con il riciclaggio e il reimpiego di cospicue masse di denaro provento di reato".

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 26/01/2014 - 11:28

la maggior parte dei docenti sono di sinistra, cosi come i dipendenti con doppio lavoro! quasi tutti abituati a mentire, e la sinistra è quella che è: abituata a mentire :-) tale padre tale figlio :-)

puntopresa10

Dom, 26/01/2014 - 11:29

signor rame,lei si è dimenticato che lavorano in nero anche i guardia di finanza,i carabinieri,i vigili del fuoco,i poliziotti,le guardie carcerarie,i magistrati e se mi sono dimenticato aggiungete.

killkoms

Dom, 26/01/2014 - 11:53

magari si mettono in croce dipendenti pubblici e privati che fanno lavoretti per arrotondare lo stipeendio,e poi si tollera che dirigenti,già strapagati,collezionino uleriori poltrone ed incarichi onerosi(per chi li paga)!

cicero08

Dom, 26/01/2014 - 12:02

Senza tentennamenti, senza infingimenti: se hanno un doppio lavoro e per giunta in nero devono essere cacciati subito magna cum infamia...

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Dom, 26/01/2014 - 12:28

Cloache della sinistra che s'indignano se il calzolaio non ha fatto lo scontrino per 5 euro dei tacchetti ed urlano in corteo: "caccia agli evasori"

Andrea09

Dom, 26/01/2014 - 12:29

Basterebbe una leggina che prevede il Licenziamento. Questo è il vero cancro italiano. I politici che fanno prendere aria ai denti quando parlano di occupazione x i giovani cosa fanno?

Ritratto di d-m-p

d-m-p

Dom, 26/01/2014 - 12:30

Quando ne trovano qualcuno, dovrebbero confiscargli tutto quello che ha così da fargli capire che rubare è un reato , ma , in questo paese non si mettono in galera chi uccide , figuriamoci chi ruba .

a.zoin

Dom, 26/01/2014 - 12:40

Se questa SEMI-CASTA avesse stipendi da fame, si potrebbe chiudere un occhio, ma visto che chi ha stipendi da fame, VIENE TASSATO, senza pietà, ALLORA, CHE DIO LI BASTONI. Proporrei al governo, di assumere "GENTE ONESTA" {e chiudere le caserme), per controllare, DAL PRIMO CITTADINO IN GIÙ, tutte queste frodi. TUTTI QUESTI COSTI VERRANNO RIPAGATI CON INTERESSI.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Dom, 26/01/2014 - 13:15

...Se venissero commessi solo 12 reati al giorno contro la pubblica amministrazione, andrebbero condonati. Il doppio lavoro va denunciato e tassato all'ottanta per cento. Quei signori, frodano il fisco e tolgono il lavoro a persone che non ne hanno.

marco maria

Dom, 26/01/2014 - 13:25

Ma non e' "penale" fare un doppio lavoro e in nero per i dipendenti pubblici? Un privato sarebbe gia' stato estromesso, ma il settore pubblico e' intoccabile. Non e' licenziabile, subisce rimproveri risibili, e' inamovibile e non parliamo della redditivita' professionale e altro.Comunque sono alla frutta,tempo al tempo, con la distruzione del tessuto privato ,per allungare il piu' possibile il loro status quo, vediamo chi gli paga gli stipendi!!!!!

unosolo

Dom, 26/01/2014 - 15:07

Troppi sono a lavorare in nero , hanno anche tariffe concordate per ripetizioni o lingue , carrozzieri , falegnami , meccanici , insomma dove possono si insediano nel turno fisso come mattino , pomeriggio o addirittura notte , per essere a disposizione di negozi , officine , cantieri , guardiani , imbianchini , sono molteplici i lavori in economia ma con i prezzi anche più alti , possono e sfruttano la regolarità del turno e degli orari .

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 26/01/2014 - 16:30

ah i ricercatori sono notoriamente ricchi sfondati... bravi, concentriamoci su di loro... ah.. complimenti alle banche che si sono prese bankitalia.. quello sì che va bene

vince50

Dom, 26/01/2014 - 16:40

Credo che non tutti lavorino in nero,purtroppo non c'è per tutti.Siamo tutti anime candide e gli altri!!! sono tutti disonesti,ma per piacere........

giovanni PERINCIOLO

Dom, 26/01/2014 - 17:25

@ rotto_. Alcuni giorni fa rispondevi ad un io tweet con queste parole : "i vari statali parastatali e paraculi si guadagnano lo stipendio anche avendo a che fare con dei quadrupedi tuoi pari. spero di aver soddisfatto la tua curiosità". Ebbene spero tu possa leggere questo articolo e, già che ci sei e vista la tua eccelsa intelligenza, spero sarai anche in grado di spiegarci come mai in Germania metà, ripeto metà, impiegati e dipendenti statali e parastatali non solo riescono a fare tutto ma lo fanno infinitamente meglio dei nostri eroi. Un saluto dal quadrupede che nella sua ignoranza preferisce essere un quadrupede invece che un parassita fancazzista statale. Salutami anche il tuo collega luigipiso.

eloi

Dom, 26/01/2014 - 17:46

Ed i cassaintegrati? a volte, alcuni, rinunciano alle chiamete di assunzione per continuare a lavorare in nero portando via il lavoro a qualche disoccupato. Perchè non utilizzarli anche a tempo parziale per l'assetto del territorio. Ce ne sarebbe veramente bisogno.

killkoms

Dom, 26/01/2014 - 18:01

@marco maria,il divieto del doppio lavoro semrerebbe valere solo per i quadri inferiori del pubblico impiego!ricordo che quando frequentavo l'istituto tecnico,anni fà,ad inzio anno scolastico circolavano tra gli insegnanti(la maggior parte ingegneri) tra i tipi di moduli 2 in particolare;quello per l'esenzione dalla residenza nel comune sede della scuola,e quello per la doppia attività!e ricordo che un ingegnere commutava verso la fine del 3°trimestre i 2 a 6 perchè"non aveva assolutamente tempo" per gli esami di riparazione!

LUCIO DECIO

Dom, 26/01/2014 - 18:07

I PESCETTI LI PRENDONO SEMPRE SONO GLI SQUALI CHE ROMPONO LE RETI E SCAPPANO,MASTRAPASQUA E INDAGATO SOLO PERCHE AVRA FATTO QUALCHE SGARBO A QUALCHE MAMMASANTISSIMA,MA TRANQUILLI NON SUCCEDERA NULLA ,FORSE GLI CAMBIANO LA POLTRONA

LUCIO DECIO

Dom, 26/01/2014 - 18:11

AL CARO CASSAINTEGRATO CHE RIFIUTA LA CHIAMATA?VIA IL SUSSIDIO,SEMPLICE

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

Anonimo (non verificato)

moichiodi

Dom, 26/01/2014 - 18:21

in vent'anni nessuna riforma per modificare il quadro descritto. o nessuna azione efficace. cosa ha fatto berlusconi per modificare la situazione? cosi quelli di "sinistra" come leggo in molti commenti (a destra non c'è nessuno!) possono rubare, fare lavoro nero e doppi incarichi, berlusconi ha fallito.

luiss_sm

Dom, 26/01/2014 - 19:21

E pensare che sono alcuni anni che si stanno criminalizzando e perseguendo solo i commercianti e gli artigiani e gli autonomi in genere. Non che non sia giusto perseguirli, ma farlo nel modo in cui si è fatto incutendo terrore ha sicuramente contribuito a deprimere l'economia e favorire la fuga dal lavoro autonomo per la ricerca di un più tranquillo quanto difficile lavoro dipendente.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Dom, 26/01/2014 - 19:25

La GF non vede i doppi lavori dei dipendenti statali è + facile colpire il bar per 80 centesimi di caffè, questa è l'Italia dei babbei

piedilucy

Dom, 26/01/2014 - 20:16

3.435 IO VORREI NOMI E COGNOMI DI QUESTI FINTI POVERI, perchè da quello che mi risulta se sei italiano e disoccupato senza un reddito lo stato NON TI DA UN C...O se poi fai l'errore di chiedere una mano ai servizi sociali sti rispondono che non ci sono soldi (li hanno dati tutti alle risorse), in quanto al doppio lavoro degli statali complimenti avete scoperto l'acqua calda....

angelomaria

Lun, 27/01/2014 - 13:01

CAVOLO SE NE HANNO MESSO A SCOPRILRI SOTTO GL'OCCHI DI TUTTI DA ANNI E ANNI ORA SI SVEGLIANO LE COSCENZE BE'ERA ORA!!!!!I SINISTRONI !!!

Ritratto di SergioRAME

SergioRAME

Mer, 29/01/2014 - 14:17

Senza denaro contante non ci sarebbe lavoro nero e l'evasione sarebbe ridotta all'osso. Non ne parliamo poi se ci fossero software on line per la contabilità gestiti direttamente dai server dell'Agenzia delle Entrate.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Lun, 24/02/2014 - 13:31

professori universitari che accettano consulenze oppure ottengono incarichi in società private? avviene in tutto il mondo, in Italia e' quasi inevitabile dati i bassi salari (i piu' bassi in Europa dopo la Grecia) dei docenti universitari