Profughi siriani arrivano in Italia sulla nave in prima classe

"La cabina sulla nave da crociera - raccontano - costava meno della carretta"

Altro che barconi della speranza. La nuova frontiera dei profughi che arrivano in Italia parla di viaggi in prima classe fatti su imponenti navi da crociera. Ne parla oggi un articolo di Repubblica Bari. "Il 19 ottobre alla Polizia di frontiera di Bari arriva una telefonata dal comandante della Msc, la nave da crociera che arrivava da Venezia e stava per attraccare a Bari. 'Ho dei clandestini a bordo: sono siriani, chiedono l'asilo politico''. E quando si sono aperti i portelloni della nave sono sbarcate dodici persone, 11 uomini e una donna, tutti siriani, con valigie piene di libri. "Avevamo cabine di prima classe. Ma non possiamo tornare nel nostro paese: siamo perseguitati politici. Vogliamo asilo". Sono i moderni clandestini, quelli colti e benestanti, che conoscono benissimo inglese e francese e sono vestiti in modo impeccabile.

"Siamo medici e veterinari - raccontano - nel nostro paese ci era impossibile continuare a vivere, studiare. Il regime ci avrebbe costretto alla prigione, siamo scappati". Dicono di essere partiti da Aleppo e di aver pagato migliaia di dollari, passando dal confine turco. Poi lunghi tratti a piedi e a bordo di autobus fatiscenti, fino ad arrivare a Istanbul. "A quel punto - raccontano - avevamo due possibilità: continuare a pagare questi delinquenti e salire con non meno di duemila dollari chissà su quale carretta per arrivare chissà dove. Oppure...". Loro hanno scelto la comodità di un viaggio in prima classe. E si sono imbarcati su una Msc che dopo aver toccato le coste greche, ha proseguito per la Croazia, ha raggiunto Venezia e, alla fine, ha fatto ritorno a Bari.

Gli altri passeggeri li hanno descritti come "vacanzieri normali": partecipavano alle cene di gala e ai giochi, passeggiavano sul ponte e conversavano con i loro "compagni di crociera". Tutto nella normalità, nessuna anomalia. I problemi iniziano quando, a Venezia (dove avrebbero voluto sbarcare per raggiungere poi, piano piano, il Nord Europa e chiedere asilo), la dogana si accorge che quei viaggiatori non hanno le carte in regola (il passaporto non ha i requisiti richiesti). Proseguono il viaggio per Bari e, mentre la nave percorre l'ultima tratta dell'Adriatico, i siriani chiedono al comandante della nave di poter chiedere asilo politico in Italia. Inizia la trafila burocratica e, una volta a Bari, il gruppo viene trasportato al Cara (Centro di accoglienza per richiedenti asilo). Dopo poche ore, però, lasciano la struttura. Il loro viaggio prosegue.

Commenti
Ritratto di Loudness

Loudness

Mar, 09/12/2014 - 15:21

Siamo alle comiche

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Mar, 09/12/2014 - 15:41

Evoluzione della specie. Sekhmet.

Tergestinus.

Mar, 09/12/2014 - 15:42

Finalmente anche quei tonti ci sono arrivati. Quando leggevo notizie o sentivo alla radio dichiarazioni come: "per il viaggio della speranza ciascuno ha pagato 3000 dollari" mi facevo sempre due domande: 1. Uno che ha 3000 dollari in quei paesi è un nababbo, può permettersi una vita da re; perché mai se ne va? 2. Un viaggio in aereo pagando un regolare biglietto costa la metà o al massimo due terzi, per cui, anche nel caso che si trattasse di un perseguitato politico o simili, con 3000 dollari ce n'è abbastanza per comprare il biglietto aereo e per "ungere" debitamente il poliziotto locale in modo da uscire tranquilli dal proprio paese (in quei paesi lì per un piccolo funzionario già una tangente da 100 o 2000 dollari val bene qualche carta falsa), anziché imbarcarsi in viaggi lunghi e carichi di pericoli.

Franzkeks

Mar, 09/12/2014 - 15:47

Grazie Italia! Dicono gli invasori.

vince50

Mar, 09/12/2014 - 16:23

Ormai è inutile commentare,si tratterebbe di un continuo ripetersi di argomenti inascoltati da chi(in quanto rappresentante del popolo)dovrebbe tenerne conto.

Ritratto di ContessaCV

ContessaCV

Mar, 09/12/2014 - 16:40

Guarda un po' che strano che di tutti i posti che hanno toccato nel viaggio dove vanno a chiedere asilo politico ?? In Italia....Penso che ormai anche i pinguini ,dovessero mai darsi alla macchia, arriverebbero in Italia.

obiettore

Mar, 09/12/2014 - 17:02

Ci pensino, MSC/Costa ecc....(ma anche Al-fano): mandare navi da crociera sulle coste libiche e farsi pagare il biglietto a prezzo di crociera: ci guadagnerebbero loro e risparmieremmo i soldi di Frontex/Marenostrum, che potrebbero essere mangiati direttamente dai politici senza tanti sotterfugi.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Mar, 09/12/2014 - 17:05

Forse non ho ben capito io, ma quando si sono imbarcati ad Istanbul i funzionari di dogana non si sono accorti che i loro documenti non erano in regola come si sono accorti i funzionari delle dogane di Venezia? Mi sorge il sospetto che i turchi li abbiano agevolati e allora, a questo punto, non ci starebbe male da parte del nostro squinternato Stato una bella richiesta di chiarimento al governo turco. E poi si vorrebbe che la Turchia entrasse a far parte della U.E.!!!!

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mar, 09/12/2014 - 17:11

imbarcarsi su una nave della hapag, no?

beowulfagate

Mar, 09/12/2014 - 17:12

Al prossimo viaggio gli mandiamo Schettino.

Ritratto di unpaesemigliore

unpaesemigliore

Mar, 09/12/2014 - 17:32

Stato criminale, politici merdosi mafiosi criminali e nemici del popolo italiano, dovreste essere condannati a morte.

PaK8.8

Mar, 09/12/2014 - 17:56

Spiacente ragazzi, ma stavolta l'unico commento sensato mi sembra quello di Tergestinus. Quelli che s'imbarcano su carrette sono criminali che hanno cash e non vogliono farsi vedere in aeroporti o porti. Questi qua sono immigrati normali che sanno di avere ottime possibilità di ottenere l'asilo politico, perché si sa che i regimi non vedono di buon occhio oppositori laureati. Infine, è la prima volta che scrivo qualcosa del genere, ma immigrati civili con cultura e competenze…Beh, ben vengano. PS il primo che mi dà del comunista o dell'amico della Boldrini è invitato a ricercare il mio nick qua sopra, e il tenore medio dei miei interventi.

Aristofane etneo

Mar, 09/12/2014 - 18:02

"Ca comu si cuggheru li beddi pira" (Ah,com'è che si sono raccolte (rubate) le belle pere) recitava una vecchia canzone siculo etnea che si cantava tra l'ironico e lo sconsolato quando si era costretti a subire una porcata senza poterci fare nulla! Poveri Italiani con la sola cittadinanza italiana, ci stanno massacrando e son si sa come reagire.

mila

Mar, 09/12/2014 - 18:20

Se sono Siriani cristiani (e abbastanza intelligenti) forse e' giusto concedere loro l'asilo politico. Perché l'articolo parla di "regime" che li perseguiterebbe? Quasi sicuramente stanno fuggendo davanti agli integralisti dell'ISIS.

bernaisi

Mar, 09/12/2014 - 18:36

Non capisco dove sta la novità, ma le navi di quei pagliacci della marina militare non sono già delle navi da crociera ? quando i barconi partono dalla Libia dopo poche miglia telefonano con i loro cellulari di ultima generazione, non certo come il mio Nokia, ed i buffoni della marina arrivano di corsa.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mar, 09/12/2014 - 19:08

Il mio commento no? vero?

lamwolf

Mar, 09/12/2014 - 19:20

Da noi tutto è possibile siamo il rifugio mondiale di tutto e di tutti. Ma noi vessati e tartassati 365 giorni all'anno.

Ritratto di stock47

stock47

Mar, 09/12/2014 - 20:20

Sono persone laureate, sicuramente cristiani perchè islamici che studiano sono difficili da trovare nell'islam. Sono perfino intelligenti, l'hanno dimostrato non affidandosi a delle carrette mortali ma a una nave da crociera, chiamali scemi!

Fradi

Mar, 09/12/2014 - 22:14

Perchè non organizziamo crocere gratis per i profughi con partenza dall'Africa e con scalo solo a Marsiglia Londra e Amburgo? Ci costerebbe di meno.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 10/12/2014 - 00:16

Tra poco scopriranno che anche l'aereo costa meno delle carrette del mare. Prepariamoci a fare i conti con tutti gli sfigati del mondo. ORMAI L'IDIOZIA DELLA SINISTRA ITALIANA LA CONOSCONO IN TUTTO IL MONDO. Chi ha rogne nel proprio paese sa che può rifugiarsi qui da noi. TROVERANNO DEGLI INCOSCIENTI DI SINISTRA CHE LI MANTERRANNO CON I NOSTRI SOLDI.

vigpi

Mer, 10/12/2014 - 07:29

Vorrei capire una cosa: se degli extracomunitari clandestini vengono sorpresi in Francia (ricordate a marsiglia quando ci fu la primavera tunisina) SICURAMENTE arrivano dall'italia e prontamente ce li rimandano indietro. Se vengono sorpresi in Canton Ticino, SICRAMENTE arrivano dall'italia e ce li restituiscono, Stessa cosa se vengono sorpresi in Austria e Germania, anche lì SICURAMENTE arrivano dall'italia e perciò vengono rimandati qui. Questi qui SICURAMENTE sono saliti in Turchia e noi?? Ce li teniamo!!!