Propaganda e problemi economici, così una famiglia si è radicalizzata

Così la famiglia Sergio ha scelto di partire per la Siria. Dopo mesi di "bombardamento" erano pronti per il jihad

L’operazione denominata “Martese” che nella mattinata di mercoledì ha portato all’esecuzione di dieci ordinanze emesse dalla Procura di Milano nell’ambito di un’inchiesta su jihadisti legati all’ISIS, ha portato anche all’arresto di un intero nucleo familiare composto da italiani convertiti.

La famiglia Sergio risultava da tempo radicalizzata, con la figlia minore, Maria Giulia “Fatima Az-Zahra” Sergio, attualmente in Siria assieme al marito albanese Aldo Kobuzi, entrambi ricercati per terrorismo.

Sono dunque finiti in carcere il padre (Sergio), la madre (Assunta) e la sorella maggiore (Marianna), bloccati appena in tempo, mentre erano in procinto di partire per raggiungere la figlia in Siria.

Sergio Sergio si era già licenziato dalla ditta presso la quale lavorava, aveva venduto i mobili di casa ed era pronto al viaggio verso la “terra promessa”, dopo che Maria Giulia li aveva martellati per mesi, convincendoli finalmente a raggiungerla.

Tra gli arrestati figurano anche Baki Coku (zio di Aldo Kobuzi) e sua moglie, Arta Kacabuni, entrambi residenti in provincia di Grosseto, mentre è tutt’ora ricercata Bushra Haik, cittadina canadese di origini siriane, nata e cresciuta a Bologna e attualmente residente a Riyadh. E’ lei che ha svolto un ruolo chiave per quanto riguarda l’indottrinamento di Maria Giulia, grazie alle lezioni di Corano impartite via web a un gran numero di studenti.

Un caso interessante che fa emergere alcuni aspetti da tenere in attenta considerazione:

1. In primis si è di fronte al primo caso italiano che vede un intero nucleo familiare convertitosi, radicalizzatosi in breve termine e pronto a partire per lo “Stato Islamico”. Un fatto senza precedenti nel nostro paese, ma abbastanza comune nei Balcani, dove sono segnalati diversi casi tra cui quello della stessa famiglia Kobuzi.

La madre di Aldo e sorella di Coku Baki, Donika, è infatti in Siria assieme alla figlia Serjola, a sua volta precedentemente sposata con Mariglen Dervishllari e morto in Siria mentre combatteva nelle file dell’ISIS.

2. In secondo luogo è evidente il collegamento tra una difficile situazione socio-economica dei Sergio e il repentino indottrinamento radicale messo in atto dai propagandisti.

Sergio e Assunta erano infatti da anni in difficoltà economiche e si erano trasferiti da Torre del Greco a Inzago, in modo da poter usufruire di un sostegno da parte della Caritas e della parrocchia. In breve tempo l’intera famiglia si è convertita all’Islam e si è rapidamente radicalizzata.

La radicalizzazione di interi nuclei familiari è abbastanza comune nei Balcani e in particolar modo in Albania e Macedonia, dove nelle aree più povere i reclutatori del terrore trovano terreno fertile, spesso anche grazie ad aiuti finanziari che alcune moschee wahhabite ricevono da generosi donatori del Golfo e che permettono di fornire un piccolo stipendio a chi decide di frequentare i centri islamici radicali e di assumere uno stile di vita wahhabita.

3. Risulta infine evidente il ruolo chiave della propaganda fatta con l’ausilio di internet da Bushra Haik attraverso l’utilizzo di strumenti sincroni che permettono di attirare numerosi potenziali elementi sensibili alla propaganda e dunque al reclutamento.

Bushra era vissuta a Bologna fino al 2012 ed era ben nota all’interno delle comunità islamiche del nord Italia. Il fatto che abbia successivamente deciso di trasferirsi nella capitale saudita per “insegnare Corano”, diventando poi di fatto personaggio di spicco per la propaganda filo-ISIS deve far riflettere. E’ lecito porsi alcune domande: quanti altri “studenti” italiani ha convertito al jihadismo? In che modo le sue lezioni venivano rese note agli interessati? Quali erano gli eventuali contatti della Haik in Italia? E’ possibile che vi fossero personaggi che indirizzavano i potenziali allievi verso di lei? In che modo erano identificati gli individui sensibili alla propaganda radicale?

L’analista russo Alexei Grishin, esperto di radicalizzazione islamista nella Federazione Russa, ha messo in evidenza alcuni elementi di vitale importanza per comprendere adeguatamente il meccanismo del reclutamento.

Grishin spiega che i reclutatori e i propagandisti possono usufruire dell’aiuto di “osservatori” che hanno il compito di individuare soggetti potenzialmente sensibili alla propaganda e di raccogliere informazioni su di loro che saranno poi estremamente utili per il cosidetto “approccio individuale”: profili psicologici, condizioni socio-economiche, età, sesso, punti deboli.

Egli afferma poi che una buona parte dell’indottrinamento e del reclutamento avviene via internet; una modalità molto più sicura del vecchio sermone fatto all’interno dei centri islamici e che permette di raggiungere simultaneamente un vasto numero di interessati nelle più disparate parti del mondo.

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 03/07/2015 - 11:26

Problemi economici? Questa oligofrenica e la sua famiglia avranno pure pagato per essere ammessi nel consesso dei figli di Allah.

Ritratto di mina2612

mina2612

Ven, 03/07/2015 - 11:40

Problemi economici non credo. Penso piuttosto che i problemi siano solo mentali.

Ritratto di vomitino

vomitino

Ven, 03/07/2015 - 11:39

"radicalizzano" oltre che "ridicolizzano" i beoti musulmani per interesse!

lorenzovan

Ven, 03/07/2015 - 12:16

ma lasciateli partire tutti...e subito...ci penseranno la in siria a risolvere i problemi...per noi saranno spese e imbecilli in meno...

lorenzovan

Ven, 03/07/2015 - 12:18

sta ragazza anni fa avrebbe avuto le apparizioni della madonna..ora e' di moda l'islam...lolololo

Tergestinus.

Ven, 03/07/2015 - 12:19

Interessante il fatto che prima di apostatare questi si fossero rivolti alla Caritas e alla parrocchia. Ennesima riprova di come ormai alla Chiesa cattolica "ufficiale", derubricata a ONG, importi solo la salute dei corpi, mentre di quella delle anime non gliene freghi assolutamente nulla.

Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Ven, 03/07/2015 - 12:33

Si pero fra qualche tempo vanno di nuovo a riscattarla per farla rientrare in Italia, come la storia insegna!

Ettore41

Ven, 03/07/2015 - 12:36

Hanno allevato una figlia sciagurata. Dovevano lasciarli andare e farli cuocere nel loro stesso brood. Ora li dobbiamo pure mantenere a spese dello Stato.

agosvac

Ven, 03/07/2015 - 12:50

C'è una cosa che non riesco a capire: perché arrestarli visto che erano in procinto di partire per la loro terra promessa in cui si sarebbero trovati molto peggio che in Italia????? Ma che tutti gli islamici ed i convertiti all'Islam se ne vadano, io pagherei loro il biglietto di sola andata. Ovviamente chiunque parta dovrebbe avere i passaporti italiani requisiti e stracciati, non dovrebbe più poter tornare in Italia. In questo modo invece questi mentecatti vivranno a spese dello Stato, cioè di tutti noi, finché un qualsivoglia magistrato "sensibile" ai loro problemi non li farà scarcerare!!!

roseg

Ven, 03/07/2015 - 12:50

Poveretti... la mamma degli imbecilli è sempre in cinta.

vittoriomazzucato

Ven, 03/07/2015 - 12:55

Sono Luca. Che faccia da stupida. GRAZIE.

G+Max

Ven, 03/07/2015 - 13:00

Anche i cosiddetti mussulmani "moderati" sono terreno fertile per gli estremisti , jihadisti silenti e pronti all'uso. Ne siamo circondati e immersi ormai, grazie PD

Ritratto di SCACIOSO

SCACIOSO

Ven, 03/07/2015 - 14:53

Chissa' .. quando tornera' la mantide ' presidenta' , questa risorsa ha affermato che la donna deve essere schiava del marito. Certamente dira' che non e' un problema perche' le registrazioni saranno state manipolate dalla Lega.

maricap

Ven, 03/07/2015 - 15:19

Seconda parte - Tale Credo, si adatta perfettamente alle menti deboli, tipiche di alcune popolazioni, Comunque pare, che anche in quelle più evolute, i minus habens non siano poi tanto pochi. Basti pensare, che nonostante la miseria, e la disperazione, elargite a piene mani, dai regimi comunisti nel mondo, e nonostante i 200 milioni di morti fatti per il suo avvento, e per il successivo mantenimento al potere, molti sono gli idioti che ancora praticano quella “Religione” Imbecilli si nasce, poi inevitabilmente si vira a sinistra.

blackbird

Ven, 03/07/2015 - 15:54

Ricorderò male, ma mi pare che qualche tempo fa un giudice della Lombardia mandò assolti un paio di combattenti pronti a partire per la Siria perché li considerò "partigiani" e non "terroristi". Cosa è cambiato oggi? Perché impedire loro di partire? Semmai impediamogli di ritornare!

Griscenko

Ven, 03/07/2015 - 16:22

L'Italia e l'Europa vanno verso il declino. Viviamo in una società corrotta dall'ideologia dei diritti umani. La famiglia tradizionale non esiste più. Adesso sarà legale il matrimonio tra i gay e l'adozione di bambini da parte di omossessuali. Vi sono tagazze che si prostituiscono a 12 anni per un cellulare. Persino nelle scuole medie inferiori, studenti fanno sesso nei bagni. In alcune città bande di giovani criminali girano con pistole e machete. La corruzione regna sovrana. In questo degrado, un giovane o una giovane musulmana vive con disagio. L'educazione che riceve a casa si scontra con la società che li circonda. Sono convinto che la maggior parte dei giovani musulmani italiani ci disprezza. Numerosi sarebbero contenti se l'Italia divenisse uno Stato islamico.

Maver

Ven, 03/07/2015 - 16:39

Proprio perché il reclutamento avviene via internet, proprio perché i video dell'isis sono stati studiati in un'ottica propagandistica che ha molto da spartire con tante operazioni di marketing dovremmo smetterla di figurarci l'islam come una civiltà arcaica congelata nel passato. Falso, semplicemente l'islam è alternativo all'Occidente (nel bene e nel male). La sua opposizione alla nostra civiltà è sinonimo della sua volontà di non accettare un ruolo secondario o subordinato nella storia.

Maver

Ven, 03/07/2015 - 16:43

@Griscenko lei denuncia i mali della nostra società e ha le sue ragioni però mi creda, non abbiamo bisogno dell'islam per riscattarci. Lo sforzo è tutto nostro, gli altri lavorano solo per la propria causa.

zanzarlad

Ven, 03/07/2015 - 17:58

alternativo all'occidente ma con le idee molto più chiare , Maver, nel bene e nel male , l'occidente cosa oppone , nozze gay , sesso degli angeli miley cyrus volemose bene , bla bla bla ,natale si natale no , muro bianco senza crocifisso ecc ecc , cioè loro sono qualcosa , noi cosa siamo ?

alby118

Ven, 03/07/2015 - 18:51

Ma basta col pubblicizzare sui media, soprattutto televisivi, questa immane idiota con le sue farneticazioni religiose da demente patentata !!!!! Non dobbiamo più dar voce e spazio a questi personaggi, ancor peggio a quei falsi moderati islamici, che poi, sono quelli che ci odiano maggiormente !!!

lento

Ven, 03/07/2015 - 19:38

Lady jadista col 'OK all'Americana in bocca....Brrrrrrrrrrrrrr::.Te pice l'OK Americano...

gianni.g699

Ven, 03/07/2015 - 22:56

Ecco fin dove può arrivare l'animale umanoide

Maver

Ven, 03/07/2015 - 23:11

@zanzarlad, noi siamo i discendenti della civiltà romana. Non abbiamo bisogno dell'islam, abbiamo già tutto ciò che ci serve in eredità dalla nostra civiltà che costruiva strade e città, quando ancora gli arabi peregrinavano il deserto su bestie da soma. Siamo rimasti in pochi a riconoscerci come tali perché si è voluto nascondere questa verità alla Nazione. Anche lei probabilmente lo ha dimenticatoi, ma lo sa bene l'isis che non a caso vorrebbe mettere le mani su Roma. Si è mai chiesto perché proprio Roma? Il Vaticano centra poco, mi creda, non è quello un nemico temibile.

linoalo1

Sab, 04/07/2015 - 08:12

Basta Pubbliicizzarla gratuitamente!State facendo il suo gioco!!!!

maricap

Sab, 04/07/2015 - 10:00

"Bisogna riconoscere all'Islam notevolissime capacità di rincoglxonimento dei soggetti esposti alla propaganda di questa dottrina!. Dice Menmphis35 che Mai verità fu più lapalissiana. Però c'è da riconoscere che per tale "Rincoglio" si fa riferimento a cose dello spirito, quindi ad un aldilà esoterico che implica verità occulte, significati nascosti, accessibili solo ai cosiddetti iniziati (Imam) i soli abilitati a condurre la preghiera dei fedeli, e rimbambirli con i loro sermoni. Vedere tanti creduloni, pregare il nulla, con il “culomb “per aria, se non fosse tragico, sarebbe senz'altro comico. Tragico è, per il fatto che il pedofilo Maometto, mutuando dalla religione Ebraico/Cristiana, se ne è fatta, pro domo sua, una sanguinaria, adatta ai caproni analfabeti della sua razza, per lanciarli in guerra, per la conquista del mondo. (Albert Hourani. Storia dei popoli Arabi, da Maometto, ai giorni nostri) Segue

zanzarlad

Sab, 04/07/2015 - 10:42

Maver- siamo in condivisione di idee , fidati , dico solo che di quella civiltà da cui discendiamo abbiamo perso due cose consapevolezza delll'essere e determinazione tipica dei ROMANI e dei , ahimè , jihadisti. Roma Sacra Città Santa , Semper .