La proposta di Mallegni: "Invadere Africa è unica soluzione per gli sbarchi"

"Se l'Europa e l'Onu invadessero l'Africa, sostenendo lo sviluppo, le imprese, l'istruzione, nel pieno rispetto della loro cultura, il problema dell'immigrazione sarebbe risolto": le parole di Mallegni

"Invadere l'Africa per fermare l'invasione dell'Italia e dell'Europa": è la proposta-provocazione di Massimo Mallegni, candidato capolista al Senato della Repubblica per Forza Italia alle prossime elezioni politiche del 4 marzo nel listino uninominale per Lucca e Massa Carrara (Toscana 5) e nel proporzionale per la province di Lucca, Massa Carrara, Pistoia, Prato e Firenze (Toscana 1).

Il commento

Mallegni è intervenuto questa mattina a Punto Radio e commentando il libro dal titolo Se la politica non cambia la vita non serve a niente ha detto: "In Italia ci sono 600mila irregolari, almeno 15mila nella sola Toscana, oltre ai 15mila ospitati nei centri di accoglienza e nei comuni: fantasmi di cui abbiamo perso le tracce e che per sopravvivere fanno di tutto".

"La mia posizione è chiara: devono restare a casa loro o, comunque, dovremmo ospitare chiunque sia in regola, che risulta essere appena il 5%, ma non i clandestini". "Se l'Europa e l'Onu invadessero l'Africa, sostenendo lo sviluppo, le imprese, l'istruzione, nel pieno rispetto della loro cultura, il problema dell'immigrazione sarebbe risolto - ha osservato Mallegni - Il primo passo è favorire un piano di pacificazione dell'area e portare la vita laddove c'è morte". Per Mallegni "la soluzione del Piano Marshall del presidente Berlusconi inserita nel programma elettorale è la risposta che i cittadini italiani chiedono".

Commenti
Ritratto di moshe

moshe

Mer, 07/02/2018 - 16:29

basterebbe affondare i barconi e gli idioti che li vanno a prendere, costerebbe molto meno

Tarantasio

Mer, 07/02/2018 - 16:31

'dovremmo ospitare chiunque sia in regola'' ... a occhio e croce sono sempre milionate...

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mer, 07/02/2018 - 16:32

tenerli qui ai lavori forzati frutta di più

Idrissecondo

Mer, 07/02/2018 - 16:47

Piano Marshal per l'Africa? Belle parole con cui riempire la bocca. i giornali, i TG e le campagne elettorali. Ma non si farà mai. Sarebbero soldi buttati e anche i politici lo sanno. Perchè gli africani non sanno fare niente e niente vogliono imparare perchè per imparare (e sopratutto mantenere) bisogna lavorare. Se faranno un piano Marshal è solo perchè molti di loro (i politici e il loro circondario) potranno arricchirsi alla faccia nostra che verremo chiamati a pagare più tasse e alla faccia degli africani che continueranno a farsi le guerre e morire di fame

MOSTARDELLIS

Mer, 07/02/2018 - 16:52

Finalmente qualcuno con un po' di sale in zucca.

venco

Mer, 07/02/2018 - 16:55

Hanno rifiutato la nostra colonizzazione che li avrebbe resi ricchi come noi, non accettiamo la loro colonizzazione.

pastello

Mer, 07/02/2018 - 16:57

Proposta-provocazione ? Di due c'è una parola dintroppo

paco51

Mer, 07/02/2018 - 17:12

Ci siamo già andati e abbiamo sbagliato! fatto strade, città ed acquedotti! non è terra per noi! ci vogliono gli attributi ed altro!

rokko

Mer, 07/02/2018 - 17:15

In linea di principio è corretto. Peccato sia anche poco realizzabile.

rokko

Mer, 07/02/2018 - 17:16

moshe, sì bella soluzione, affondare i barconi. Poi non lamentarti se qualcun altro affonderà te.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 07/02/2018 - 17:26

@Idrissecondo Condivido perfettamente la sua analisi. Basta vedere cos'hanno fatto delle opere che il colonialismo aveva, pur con tutti i suoi difetti, impiantato da loro. Dalle case alle piantagioni, dai canali d'irrigazione alle città: hanno distrutto tutto, per il puro gusto di farlo.

nopolcorrect

Mer, 07/02/2018 - 17:27

Punto primo: il "Piano Marshall" per l'Africa è per ora solo una "torta in cielo" come dicono gli Americani; punto secondo: anche se venisse effettuato nulla garantisce che i tentativi di sbarco non continuerebbero; punto terzo: coloro che sbarcano sono anche Pakistani e Bangladeshi. No, mettiamoci in testa che senza l'uso della FORZA con chiusura dei porti e respingimenti bloccare l'immigrazione clandestina di massa è solo una pia illusione. Invadere l'Africa? Non sogniamo per favore.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 07/02/2018 - 17:36

L'ottimo Jacona Lunedi sera a presa diretta, ci ha mostrato un paese in Abruzzo Caramanica, dove centinaia di ettari di terreni coltivabili giacciono abbandonati. Basterebbe attrezzare dei campi di lavoro con gli stessi moduli abitativi dei terremotati e gli sbarcanti tra i 18 e 40 anni, metterli li a lavorare la terra in attesa di ottenere lo status, per pagarsi VITTO e ALLOGGIO. E Jacona ha aggiunto che di paesi come Caramanico lungo la dorsale Appenninica ce ne sono TANTI. Una volta adottata una misura del genere,che verrebbe DIVULGATA fino ai LORO paesi in un BATTIBALENO, scommettiamo che le partenze si FERMANO!!! AMEN.

RNA

Mer, 07/02/2018 - 17:36

MALLEGNI DA TSO, LI SI RIMANDA INDIETRO E BASTA. IL COLONIALISMO IN AFRICA E' ORMAI SOLO MONOPOLIO DI PAESI ARABI, CINA E RUSSIA. NON MI SEMBRA CHE LA SVIZZERA ABBIA MAI AVUTO COLONIE, MA GLI INDESIDERATI SANNO COME TRATTARLI, ITALIANI COMPRESI.

Ritratto di moshe

moshe

Mer, 07/02/2018 - 17:38

rokko, sei un povero visionario, ricordati che se uno stato non si difende è destinato alla rovina, continua a sognare!

VittorioMar

Mer, 07/02/2018 - 17:51

..SOLUZIONE TROPPO "OVVIA" E "LAPALISSIANA"EVIDENTEMENTE NON E' ATTUABILE PER INTERESSI INDICIBILI DI SPECULATORI E.... PETRODOLLARI !!

tuttoilmondo

Mer, 07/02/2018 - 17:56

Non vi è nessun bisogno di andare fuori dall'Italia. Aspettiamoli dentro le acque territoriali. Arrestiamo gli scafisti e riportiamo indietro gli altri. Poi, per direttissima, processo e pena dell'ergastolo agli scafisti per strage. E il problema è risolto. Più nessuno vorrà guadagnarsi un ergastolo insieme agli euro pattuiti con i capi. PROBLEMA

tuttoilmondo

Mer, 07/02/2018 - 17:56

RISOLTO. E' troppo l'ergastolo? Non è troppo per il reato di strage. ma l'ha fatta lui' Lo scafista di turno? E' lo stesso anche se non l'ha fatta lui, lo scafista di turno perché fa parte di una associazione criminale che ha sulla coscienza migliaia di persone. E come... chi fa il palo e chi spara. Sono ambedue colpevoli del crimine commesso. Insomma... se non ci fossero gli scafisti non ci sarebbe mercato di carne umana. Gli scafisti sono funzionali, anzi... fanno proprio arte della associazione mafiosa criminale colpevole di strage. Mettiamo che... (tanto per far capire tutti) per avidità, chi governa una barca la riempie più del necessario e poi la barca affonda. Per la legge che reato è? Ho visto dare non meno di 20 anni per storie simili.

AndyFay

Mer, 07/02/2018 - 17:57

Il bello è che Cina, USA, Canada e altri stati sono già in Africa a costruire stade, dighe, ponti,centrali elettriche, pozzi etc. Gli Stati africani sono molto disponibili perchè ricevono montagne di soldi e prospettive di crescita. Certo non è facile perchè gli africani non hanno una grande cultura e propensione al lavoro ma intanto le cose si fanno. Solo l'EU e ferma o quasi. Ci sono delle iniziative di singoli stati ma niente di comunitario. L'Europa sta solo cercando di risolvere il problema demografico e non si accorge che senza aziende i posti di lavoro non si creano. Inoltre il duro lavoro svolto da braccia come nel secolo scorso sarà sempre meno richiesto. Ma i politici italiani sono solo interessati ai soldi che la EU gli manda per l'assistenza ai migranti. Per i prossimi 20 anni siamo messi male, molto male.

DRAGONI

Mer, 07/02/2018 - 17:59

Trattasi di una operazione di polizia internazionale. Fattibilissima e risolutiva. il piano di aiuti se non controllato a dovere, cosa difficilissima da effettuare in africa, darebbe vita , come e successo con i numerosi aiuti precedenti, solamente a "PAPPATOIE".

salvofranco

Mer, 07/02/2018 - 18:50

Qualcuno che parla di barconi forse in questi anni non s’è accorto che sono stati sostituiti da gommoni raccattati sotto la Libia da ong e navi italiane ed estere che ce li portano in casa. Piano Marshall? Ma se fu proprio il governo di Berlusconi nell’ aprile 2011 a bombardare la Libia di Gheddafi assieme a quei lestofanti dell’ UE che ora non li accettano. L’ ONU? benedisse pure allora, col bel risultato che Gheddafi non controlla più le sue coste e noi siamo invasi dalle risorse boldriniane! E queste facce di bronzo di FI osano ancora aprire bocca?

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Mer, 07/02/2018 - 18:54

Grazie; parole chiare e senza enfasi. Forza Italia. Auguri per una vittoria. Shalòm.

il nazionalista

Mer, 07/02/2018 - 18:59

BASTA SEMPLICEMENTE NON FARLI SBARCARE!!!

Alessio2012

Mer, 07/02/2018 - 19:12

MA QUALE PIANO MARSHAL??? QUESTI SONO GIA' 7 MILIARDI, SE LI AIUTI A CRESCERE DIVENTANO 100 MILIARDI!!!!!!

pilandi

Mer, 07/02/2018 - 19:18

Che vada avanti lui...

pilandi

Mer, 07/02/2018 - 19:19

@moshe sui barconi ci sono delle persone, testa di cxxxo! Cosa affondi? Si chiama omicidio.

ziobeppe1951

Mer, 07/02/2018 - 19:56

Pirlandi...vai tu sul barcone..così oltre alle persone si troveranno con un animale

Ritratto di moshe

moshe

Mer, 07/02/2018 - 19:56

pilandi, razza di idiota, quando arrivano in Italia, sono gli italiani le vittime degli omicidi ... idiota e buonista del ca..o !!!

mbrambilla

Mer, 07/02/2018 - 22:04

Tripoli bel suol d'amor.

Ritratto di Idiris

Idiris

Mer, 07/02/2018 - 22:21

Allelulia. Finalmente una proposta sensata, forse l'unica soluzione del problema ''dell'invasione''. I leader africani hanno fallito miseramente tutti quanti senza alcuna eccezione. Hanno distrutto le strutture administrative che hanno lasciato gli europei e si sono concentrati solamente ad arrichirsi a scapito delle loro popolazioni. I votero per FI.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 07/02/2018 - 22:24

Quanti difensori dell'invasione clandestina! Quelli che dicono di lottare per la legge! e per la Costituzione! Però non l'ho mai letto questo, mi sembra ci sia scritto il contrario.

gian paolo cardelli

Mer, 07/02/2018 - 22:51

Finalmente qualcuno che sta accorgendosi che il disastro africano iniziò con la fine del vituperato Colonialismo, combattuto dalla "sinistra" in nome di qualcosa che non esisteva. Oggi in Italia ed in Europa abbiamo delegato la gestione delle Istituzioni a persone che vengono da quella scuola di pensiero: cosa ci si poteva aspettare, se non la fine del nostro mondo, DA LORO SEMPRE OSTEGGIATO???

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 07/02/2018 - 23:02

e come mandare soldi in Sicilia per farla crescere e progredire.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 07/02/2018 - 23:10

Tutti quelli di destra come me dovremmo fare le valigie ed andare in Africa, lasciando soli i "filosofi" che se la sbrigano con gli stranieri.Poi mi chiederò come faranno, dovranno lavorare, non avranno la linfa per vivere a sbafo. Ma saranno felici, non avranno più i fascisti nelle scatole....sì ma cavolo, c'è da sudare.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Mer, 07/02/2018 - 23:47

Questo si e` bevuto il cervello.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Mer, 07/02/2018 - 23:55

Si potrebbe chiamare omicidio se si trattasse di un singolo, invece si tratta di un'INVASIONE, guerra asimmetrica ma pur sempre GUERRA, e in guerra i nemici SI UCCIDONO, se non si vuole che vincano.

Reip

Gio, 08/02/2018 - 00:10

L’Europa è una entità astratta! L’Italia piuttosto dovrebbe innanzitutto cambiare governo, poi alleggerire la dipendenza energetica dalla Libia, fino a che noi italiani viviamo di gas libico, saremo costretti ad accogliere chi da quello schifo di paese cerca di venire in Italia, altrimenti l’Eni in Libia salta per aria! Lo Stato le banche e gli altri investitori perderebbero una marea di soldi! Poi una volta liberi dal ricatto energetico libico, bisognerebbe sorvegliare e chiudere le frontiere di mare e di terra, pattugliare le coste, assistere ma respingere con fermezza i barconi, salvare recuperare e poi traghettare chi arriva sui barconi, riportandoli al porto da dove sono partiti su unita’ della marina militare. Poi iniziare espulsioni di massa dei finti profughi clandestini, mobilitare l’esercito, arrestare subito chi delinque, sostituire e condannare gli attuali giudici lassisti, inasprire le pene, costruire nuove prigioni e riscrivere parte del codice penale.

Popi46

Gio, 08/02/2018 - 06:20

Pilandi, vero, sui barconi ci sono bipedi umani con pollice opponente come noi, ma con usi,costumi, organizzazione sociale, tipo di civiltà, lontani mille miglia dai nostri e che al momento rendono praticamente impossibile la cosiddetta "integrazione" di migliaia di loro nel lungo periodo(vedi ciò che spesso accade in paesi con storia di immigrazione più lunga della nostra) e,come diceva quello,nel lungo periodo saremo tutti morti....E poi l'organizzazione dell'accoglienza fa un tantino schifo,diciamo

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 08/02/2018 - 07:44

Piano Marshal per l'Africa? Dopo che con primavere colorate e "iniezioni" di democrazia a suon di bombe l'Africa (americani e popoli europei) la stanno pian piano riducendo ad un territorio da saccheggiare in quanto ricchissimo di risorse naturali? Ma chi è quel "mona" che metterà in atto un piano del genere che dovrebbe valere per circa 650 milioni di africani che campano con due dollari al giorno e quanto durerà? 20, 30anni? Nel frattempo che si fa? Quelli che stanno sfruttando l'Africa e che applicano sul campo il principio del divede et impera saranno così remissivi da appoggiarlo? Fuggono poi tutti da guerre? Ce ne sarebbero di se e di ma da esporre. Il governo di csx ha ignorato i nostri poveri e si è buttato a babbo morto su altri poveri? Un'Italia in cui non c'è lavoro per gli italiani, che senso ha accogliere gente che di lavoro qui non ne troverà mai, che non ha preparazioni specifiche a parte lavori in agricoltura?

gabriel maria

Gio, 08/02/2018 - 07:45

Una proposta già fatta da molti...ma la sinistra direbbe che è colonialismo......o fascismo....Chissà perché la sinistra si dimentica che Stalin ha fatto tra gli ottanta-novanta milioni di morti,mentre sembra che Hitler ne abbia causati meno di trenta...ma si sa la storia la scrivono i vincitori...

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Gio, 08/02/2018 - 08:02

Z no caro - moshe- Basterebbe affondare le navi ONG, solo quelle, non partirebbe più nessuno

Giorgio5819

Gio, 08/02/2018 - 09:16

@moshe, condivido e ripeto : basterebbe affondare i barconi e gli idioti che li vanno a prendere, costerebbe molto meno.

Epietro

Gio, 08/02/2018 - 09:28

"MA QUALE PIANO MARSHAL??? QUESTI SONO GIA' 7 MILIARDI, SE LI AIUTI A CRESCERE DIVENTANO 100 MILIARDI!" Alessio2012 ha ragioni da vendere. Già prima degli anni '70 con i miei famigliari avevo fatto battute e nefaste previsioni sul fatto che si andava in Africa a vaccinare moretti che altrimenti sarebbero morti. Ora dobbiamo solo ringraziare i buonisti che hanno sperperato i nostri soldi per farci invadere.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 08/02/2018 - 09:33

Libia 2 governi che non governano 140 tribù fortemente militarizzate e che potrebbero non essere proprio d'accordo a perdere il controllo dei propri territori. L'idea di per se non è male peccato che si realizzi mandando soldati strada per strada ed è una facile previsione che ci lascino la pelle a mazzi

RNA

Gio, 08/02/2018 - 09:40

NEL 2005 AL G8, CLINTON, D' ALEMA, BLAIR HANNO SOTTOSCRITTO IL CONDONO DI 55 MLD DI DOLLARI DI DEBITI DI 18 PAESI AFRICANI: Benin, Bolivia, Burkina Faso, Etiopia, Ghana, Guyana, Honduras, Madagascar, Mali, Mauritania, Mozambico, Nicaragua, Niger, Ruanda, Senegal, Tanzania, Uganda e Zambia CERCATE GLI ARTICOLI DELL' 11/06/2005 E SE CI RIUSCITE FATEMI SAPERE ANCHE DOVE SONO FINITI I SOLDI E SE HANNO AVUTO EFFETTO...PIANO MARSHALL!! NON TROVERETE LA NIGERIA, PERCHE' IL REGIME HA LE TASCHE PIENE DI PETRODOLLARI.

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Gio, 08/02/2018 - 10:08

"salvofranco" se dopo 7 anni dall'invasione della Libia pensi ancora che l'abbiano voluta Berlusconi e FI, c'è qualcosa che non va nelle tue conoscenze. Ti sei chiesto chi c'era presidente della repubblica e capo delle forze armate per Costituzione che d'accordo con Francia, Inghilterra e USA l'ha appoggiata e voluta contro i nostri interessi e contro il lavoro fatto fino ad allora di Berlusconi? Butta caso apparteneva al PD.

salvofranco

Gio, 08/02/2018 - 17:55

ANGELO POLI, in Italia è sempre il Governo e NON il Presidente, ancorchè “capo delle forze armate” ad autorizzare interventi come quello. C’è sempre stata una votazione parlamentare prima di ogni intervento (leggi: missioni umanitarie" a suon di bombe). Quella volta l’intero arco parlamentare (meno la Lega per ragioni economiche, dissero) votò a favore. Il Governo Berlusconi – e NON quel Presidente, che comunque lo benedisse – diede l’ordine d’attacco il 25 aprile 2011, per l'esattezza. E - per dirla tutta - poi CENSURO’ questa notizia. E' Storia. Ogni riferimento è in rete. Documentarsi prego.

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Sab, 10/02/2018 - 15:42

"salvofranco" forse dimentichi che prima che venisse fatta qualsiasi decisione dal nostro Parlamento o dal governo, l'attacco francese e la guerra erano già in atto.

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Sab, 10/02/2018 - 20:18

Per avere idee chiare su quella guerra è utile leggersi l'articolo su internet:"La guerra di Sarkozy a Gheddafi e all’Italia".

salvofranco

Sab, 10/02/2018 - 21:47

(secondo invio)ANGELO POLI, la tua difesa ad oltranza di Berlusconi fa sorridere. Non hai potuto contestare il fatto che l’ordine d’attacco lo diede il suo Governo e ora parli dei francesi. FI votò per l’attacco e l’intero Parlamento violò la Costituzione all’ art.11 ed il Trattato di Bengasi 2008 agli art. 3 e 4.Tu ti documenti sugli articoli di giornale. Io sulle leggi costituzionali, su quelle di diritto internazionale e su fatti che risultano da atti ufficiali.Contestami nel merito di ciò se puoi farlo, non sulle interpretazioni tue o di chicchessia.Il resto è fuffa.