Il proprietario del lido "fascista" offrì 10mila voti a Beppe Grillo

Cinque anni fa, Gianni Scarpa scrisse al leader grillino: "Essendo uomo pubblico ed avendo un traino sicuramente di 10mila che come me sono schifati di questi parassiti, vorrei poter partecipare con i miei voti al tuo Cinque Stelle"

Gianni Scarpa, l'ormai celebre gestore del lido "fascista" Punta Canna di Chioggia, avrebbe offerto 10mila voti al Movimento 5 stelle. A rivelarlo è l'edizione di oggi di Repubblica. Cinque anni fa, Scarpa scrisse a Beppe Grillo per complimentarsi del neonato movimento e per offrire la sua collabotazione. Il gestore del lido si definisce come "un uomo pubblico" che può contare su 10mila voti. Questo è il messaggio riportato da Repubblica: "Ciao Beppe, mi piace il tuo modo di essere e specialmente quello di dire. Per capire chi sono io digita 'Playa Punta Canna Sottomarina VE'. Sono da 18 anni il gestore, primo e unico avendo messo in piedi da niente la bella storia che vedrai sui 35 mila metri di concessione (la spiaggia, ndr). Sono sempre stato antipolitico - precisa Scarpa - avendo sempre capito che non si può votare dei parassiti. Circa 30 giorni fa sono stato in segreteria del sindaco di Mira per prendere un'appuntamento. Essendo uomo pubblico ed avendo un traino sicuramente di 10mila che come me sono schifati di questi parassiti, vorrei poter partecipare con i miei voti al tuo Cinque Stelle. Confido in una tua risposta per sostenerti nella tua bella impresa. Saluti Gianni Scarpa MiranoVE".

Commenti

mariod6

Mar, 11/07/2017 - 14:31

Sono stupito e deluso dalla sua affermazione. la ritenevo una persona intelligente, ma dato che si è venduto ai grillini, ritiro la mia proposta di appoggiare la sua iniziativa.