Protesta choc al Cie di Roma: sei magrebini si cuciono la bocca

La protesta al Centro di accoglienza immigrati di Ponte Galeria è stata scatenata da un giovane imam. I sei immigrati subito soccorsi dai medici

Protesta choc al Centro di accoglienza immigrati di Ponte Galeria a Roma. Sei magrebini, da poco tempo ospiti della struttura, si sono cuciti la bocca con ago e filo per protestare contro il protrarsi della permanenza nel centro.

La protesta è scattata questa mattina quando i sei africani si sono cuciti la bocca in diversi punti. Per farlo hanno usato una sorta di ago ricavato dalla graffetta di un accendino e il filo di una coperta. A fomentarla sarebbe stato un imam di 32 anni: ex detenuto tunisino è stato il primo a dare il via alla protesta. Mercoledì scorso il giovane imam aveva avuto un incontro con il Garante dei detenuti del Lazio con cui si era lamentato dicendo di aver fatto, dal carcere, un trasferimento di soldi alla sua famiglia. Il denaro, stando alla versione del tunisino, non sarebbe mai arrivato a destinazione.

I sei immigrati sono stati subito soccorsi dagli agenti e assistiti da un medico. Così è tornata la calma all'interno del centro di Ponte Galeria dove non si sono registrate altre situazioni di tensione. Uno dei magrebini dovrebbe lasciare la struttura lunedì prossimo per essere rimpatriato nel suo Paese.

Commenti

Massimo Bocci

Sab, 21/12/2013 - 19:03

Possono sempre ritornare da dove sono venuti!!! ALTERNATIVA DEMOCRATICA!!! ALL'INVASIONE PROGRAMMATA DEL POPOLO ITALIANO!!!! PROGETTO COMUNISTA-EURO!!!!

Anonimo (non verificato)

Ritratto di sances2

sances2

Sab, 21/12/2013 - 19:43

Per evitare le solite reprimende da Bruxelles e accontentare i graditi ospiti, non è opportuno procedere al rimpatrio immediato appena giungono nel nostro arretrato e inospitale Paese?

NON RASSEGNATO

Sab, 21/12/2013 - 20:14

Sarebbe stato più umano dar loro un ago, anziché lasciargli usare una graffetta. Se poi vogliono cucirsi la bocca sono problemi loro. Se protestano per la permanenza al Cie meglio accontentarli e rimpatriarli subito, specialmente se uno è già stato in galera.

moshe

Sab, 21/12/2013 - 20:21

Sono stati istruiti bene, hanno capito che basta fare in gesto che desta un po' di clamore (tra le menti degli stupidi), per ottenere ciò che vogliono. Il guaio è che in Italia di menti stupide ce ne sono troppe. E ci sono altrettanti troppi komunisti e perbenisti che lucrano su certi avvenimenti. P.S. oggi in Italia, un'altro italiano si è dato fuoco perchè ha perso il posto di lavoro. Chi ha orecchie per intendere, intenda, gli altri crepino!

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Sab, 21/12/2013 - 20:23

...Da parlamentare rivolgerei immediatamente un'interrogazione al ministro dell'interno Alfano per conoscere i provvedimenti che ha preso o intende prendere nei confronti dell'imam fomentatore e degli altri magrebini. Inoltre sull'imam: Come ha guadagnato i soldi inviati alla famiglia, essendo recluso? Suggerimento: Rimpatrio immediato per tutti.

Ritratto di promfran

promfran

Sab, 21/12/2013 - 20:37

L'IMAM HA CONVINTI TALI MAGREBINI A CUCIRSI LA BOCCA. ECCO I KAMIKAZE PRONTI ALL'USO E ALL'UOPO. SPERO VIVAMENTE CHE QUESTI DELINQUENTI VENGANO VERAMENTE RIMPATRIATI!!!

Ritratto di promfran

Anonimo (non verificato)

Ilgenerale

Sab, 21/12/2013 - 20:46

Oggi si cuciono la bocca, domani la cuciranno a Noi!!! Via questi barbari dall'Europa!!!!

giuliana

Sab, 21/12/2013 - 20:50

Come hanno fatto, durante una breve permanenza nel centro di accoglienza, accumulare soldi da spedire al paesello? Questi islamici sono disposti a tutto pur di assicurarsi un posto nel bordello di allah e l'invasione del nostro paese fornisce loro una grande opportunità...infedeli a volontà da stuprare, sfruttare e magari anche ammazzare. Questo dimostra quanto devastante sia il corano sulle menti labili e il pericolo che rappresenta per la nostra incolumità ogni seguace del falso profeta che mette piede sul nostro territorio.

Luigi Fassone

Sab, 21/12/2013 - 21:10

Commento inviato ore 19,04,qui lo ripeto : Sarebbe l'ora di dire FINIAMOLA ! Con questi stranieri che arrivano senza permesso e NON GLI VA MAI BENE ! Dev'essere rimpatriato ? Vuol dire che,pur con la nostra MANICA LARGA,lui non ha diritto a stare qui, E allora ?

maryforever

Sab, 21/12/2013 - 21:24

BOCCHE CUCITE???????????''E CHI SE NE FREGA??????????????'NOI ITALIANI ABBIAMO GIA' TANTI PROBLEMI. QUESTI HANNO STUDIATO LA COSA DA FARE PERCCHE' SANNO CHE L'ITALIANUCCIO SE LA FA SOTTO QUANDO LORO CHIEDONO. ANDATE VIA E NON TORNATE PIU'.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 21/12/2013 - 21:24

FINO A QUANDO!!!! Dovremo continuare a farci RICATTARE a questo modo???? Da quello che ho sentito al TG 1 delle 20 sembra che questi soggetti NON provengano dalla Siria ne tantomeno da nessun paese dove è in corso qualche guerra civile!!! E ALLORA?? Cosa ci impiegano le SOLERTI (come diceva ieri Alfano lo stato c'è) maestranze dello stato a stabilire che NON hanno diritto all'asilo politico e a RISPEDIRLI A CASA!!! Possibile che in paesi del terzo mondo come quello dove io sto vivendo da 13 anni, in TRE giorni riescono a stabilire se sei di provenienza illegale e quindi a rispedirti da dove sei venuto, mentre nella tanto DECANTATA DAI BUFFONI Italia ci vogliono mesi e mesi per stabilire se uno ha diritto d'asilo!!! Qui i casi sono due: A) I dipendenti statali che devono svolgere questo compito SONO TUTTI FANNULLONI !! B) Nessuno a livello politico ha interesse che ciò avvenga!!! Sia come sia chi si vede FREGATO sono gli Italiani ONESTI, che sono pur sempre la maggioranza ma NON hanno VOCE!!!! Saludos y feliz Navidad

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 21/12/2013 - 22:01

MI STO CHIEDENDO PERCHÈ DOBBIAMO SEMPRE FARCI RICATTARE IN QUESTO MODO!! Da quanto ho appreso al TG1 delle 20 questi soggetti NON provengono da paesi in cui sia in atto nessuna guerra ,quindi come tali NON hanno diritto a nessun asilo politico. Ma per poter stabilire ciò all'"efficiente" (che pero io chiamerei DEFICENTE) stato Italiano che ieri Alfano si sperticava a lodare, quanto tempo ci vuole?? Qui nel terzo mondo dove io vivo da 13 anni ci mettono 3 giorni a capire se hai diritto e se NO ti rispediscono immediatamente (senza possibilità di ricorrere da nessuna parte) al Tuo paese. Quindi se in Italia ci vogliono mesi e mesi i casi sono due: O chi è preposto a svolgere tali compiti DORME!! OOOO (per dirla alla Conti )ai nostri politici NON interessa un bel niente di risolvere questo problema (vero Alfano??) quando al Tuo posto c'era un certo Maroni le cose NON andavano proprio così!!! Ed ora cari Italiani preparatevi(per fortuna che io NON ci sono) all' I U C (Italiani Ungetevi il Culo) perchè serviranno soldi per mantenere gli "SCABBIATI" di Lampedusa compresi tutti quelli che arriveranno,a proposito del qual mantenimento il BEL RENZIIII ha già fatto un viaggetto ISTITUZIONALE che NON si nega a nessuno, per garantire loro il trattamento in Hotel a 5 stelle. Saludos y Feliz (anche se ci credo poco) Navidad ITALIANOS

Ritratto di enkidu

enkidu

Sab, 21/12/2013 - 22:52

Basta con questo termine shock appiccicato a qualunque fatto. queste persone stavano per essere rimpatriate in quanto non aventi diritto all'asilo. Altro che shock qui si dovrebbe dire "para..venti" Che fine ha fatto la primavera araba ?

andrea da grosseto

Sab, 21/12/2013 - 23:37

La prossima volta lasciateli in quel modo. Vedrai che gli passa la voglia.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 22/12/2013 - 00:02

Il provvedimento da prendere con urgenza è quello di rimandare immediatamente in Tunisia l'imam fomentatore dei suoi compatrioti. Come farà questo imam a mandare soldi dal carcere?

linoalo1

Dom, 22/12/2013 - 08:38

Bah!Contenti loro!Non credo che lo abbiano fatto sotto minaccia!Se è una protesta,è incomprensibile!Forse,nel loro Paese,avrebbe avuto significato!Lino.

Ritratto di bracco

bracco

Dom, 22/12/2013 - 08:50

Questi pazzi disgraziati capaci di incambrettarsi la bocca all'ordine di un altrettanto pazzo inam, dimostrano se ancora ci fosse bisogno, le menti malate e la facilità di emulazione di tantissimi islamici. Per questi pazzi, cucirsi le bocche o imbottirsi di esplosivo non cambia molto, impacchettarli, inam compreso, e rispedirli a casa loro senza pensarci un attimo. Ecco tra gli altri chi arriva a Lampedusa e chi la nostra marina a fronte di enormi spese a carico del cittadino, va raccogliendo per il Mediterraneo.

Ritratto di andrea62

andrea62

Dom, 22/12/2013 - 10:11

La comunità europea, per ogni extracomunitario che sbarca in Italia da clandestino, elargisce per ognuno di costoro centinaia di euro a testa al giorno, che il governo intasca, favorendo così l'immigrazione.

plaunad

Dom, 22/12/2013 - 10:11

Boh, contenti loro. Chi li ha invitati a venire qui ?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 22/12/2013 - 11:06

Un altro sinistro pretesto per accelerare sullo ius soli. Come si sono subito affrettati a dire le sinistre capeggiate dal fregnacciaro mediatico fiorentino:" Bisogna porre, quanto prima, mano all'abolizione della Bossi-Fini!". Così, finalmente, non esisteranno più ostacoli all'invasione del nostro territorio nazionale da parte di tutti gli avanzi di galera del continente africano. Imam o sedicenti tali

Ritratto di gianniverde

Anonimo (non verificato)

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 22/12/2013 - 11:39

Espulsione immediata coatta.

Ritratto di atlantide23

atlantide23

Dom, 22/12/2013 - 11:51

ME NE FREGO ! Decine di onesti lavoratori italiani si sono tolti la vita perche' senza lavoro, per fallimenti, perche' strozzati e violentati dalle tasse( questo, veramente, e' un destino comune a quasi tutti), i giovani non hanno un futuro e quindi non avranno una pensione....e ci dobbiamo preoccupare anche di questi, stimolati a questa auto violenza da un loro imam ? NOOOO...ME NE FREGO ! Semmai e' da un altro punto di vista che la notizia puo' interessarmi e inquietarmi.In ogni caso...rimandiamoli a casa loro dove, di certo, possono parlare!

boxer60

Dom, 22/12/2013 - 12:18

Trovo grottesco che possano calpestare il suolo italiano questi individui.Penso che solo per il rinnovo della patente debbo pagare 40euro per unaspeuso visita.Mentre essi deliberatamente necessitano assistenza e viene loro garantita.impreco mi chiedo cosa abbiamo fatto di male per avere una società multietnica

Paul Bearer

Dom, 22/12/2013 - 12:25

ecchisenefrega

Ritratto di semovente

semovente

Dom, 22/12/2013 - 12:33

Caliamoci le braghe di fronte a questi episodi di autolesionismo finalizzato a spettacolizzare la situazione. Più stiamo dietro a queste minchiate e più pretenderanno fino a raggiungere il loro scopo finale, quello di sottometterci.

mifra77

Dom, 22/12/2013 - 18:33

Sei magrebini si danno due punti alla bocca e per qualcuno diventa uno choc. Tanti imprenditori si suicidano ed ormai nessuno ne parla come se fosse una notizia di routine. Certo che sono sotto sequestro a Roma come in altri centri! fino a quando il PD ed i suoi adepti continueranno a sfilarci dalle tasche quaranta euro al giorno e per ognuno di loro, che interesse hanno a rimpatriarli?