Pugni in faccia ai carabinieri intervenuti per sedare una rissa

Ancora un'aggressione ai danni delle forze dell'ordine. A Pantelleria un giovane di 20 anni ha preso a pugni i carabinieri intervenuti per sedare una rissa all'interno di un bar

Intervengono per sedare una rissa e vengono presi a pugni. É successo a Pantelleria (Trapani), dove i carabinieri hanno arrestato un 20enne disoccupato e denunciato altre tre persone. G.C. dovrà rispondere dei reati di di lesioni personali, violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

I militari, intervenuti dopo la segnalazione di una lite in un bar, giunti sul posto hanno notato all'esterno del locale due ragazzi intenti a discutere animatamente forse in preda ai fumi dell'alcol appena assunto nel bar. Alla loro vista i due hanno smesso di litigare e mentre un 29enne si è avvicinato insultando e minacciando i carabinieri, G.C. ha sferrato un pugno al volto di un militare. Riportare alla calma il giovane e condurlo in caserma si è rivelato particolarmente difficoltoso.

In soccorso del giovane, infatti, sono arrivati non solo il 29enne ma anche altre due persone che hanno tentato di intralciare i carabinieri. Approfittando della confusione il 20enne ha sferrato un pugno al volto di un altro militare che ha accusato un malore. Sia il ragazzo che i militari colpiti sono stati condotti in ospedale per le cure del caso. Per giovane è scattato l'arresto ed è stato posto ai domiciliari in attesa dell'udienza di convalida. Dalle indagini è emerso che poco prima il 20enne e il 29enne avevano aggredito un uomo pochi minuti prima dell'arrivo dei militari quando la vittima, che aveva riportato diverse ferite, si era allontanata dal bar.

Commenti

Giorgio5819

Mar, 15/10/2019 - 20:52

Le forze dell'ordine DEVONO POTER AGIRE CON LA FORZA , senza aspettare di essere assaliti.

killkoms

Mar, 15/10/2019 - 22:26

che gente!