"Puzzi troppo". E viene bandito dalla società di taxi di cui era cliente

La società ha bandito il cliente perché affetto da una gravissima patologia che fa emettere alla sua pelle un cattivissimo odore dopo le lamentele dei tassisti

La storia arriva da Gloucester in Inghilterra dove Stephen Davis è stato bandito da una società di taxi a causa del fortissimo odore che la sua pelle emana

Non sempre il cattivo odore è sinonimo di cattiva igiene, spesso infatti potrebbe essere la spia di una qualche malattia. È il caso di Stephen Davis, un uomo di 52 anni che è stato respinto dalla società di taxi a cui si rivolgeva per potersi muovere. Il 52enne, affetto da un'infezione batterica, era diventato l'incubo degli autisti che dovevano trasportarlo. Talmente tanto forte l'odore che emanava che gli stessi hanno deciso di chiedere alla società di prendere provvedimenti. La direzione è quindi entrata a favore dei propri autisti chiedendo a Stephen di non chiamare più le proprie vetture, di non fermarle e di non telefonare per essere trasportato.

"Avevo cambiato le bende due giorni prima e quando si bagnano per la doccia possono avere un cattivo odore, non è una questione di igiene", inoltre continua Stephen:"Sono sconcertato per il trattamento ricevuto dalla compagnia che ho utilizzato costantemente negli ultimi tempi. Quando sono tornato a casa lunedì sera ho trovato un messaggio nella mia segreteria ho richiamato per capire cosa fosse successo. Pensavo di essermi dimenticato qualcosa a bordo. E invece mi è stato detto che da quel momento in poi mi era vietato l’utilizzo di Andy Cars perché gli autisti si erano lamentati del mio odore". Ha inoltre spiegato che ha una grave infezione, e l'odore per l'appunto deriva da quest'infezione. È uno stato di salute che sta cercando di risolvere curando la malattia. Il Messaggero riferisce:"Mi sento disgustato da questo comportamento, ho chiesto anche alla ditta di riconsiderare il tutto ma non mi hanno ascoltato. Mi hanno detto che devo essere io a trovare una soluzione al mio cattivo odore".

La società di taxi ha spiegato che se un passeggero presenta una condizione particolare l'autista può rifiutarsi di prenderlo sù, le stesse autorità hanno confermato la spiegazione di Andy Cars. L'uomo si rivolge spesso alle auto con autista perché a causa di una passata condizione di obesità ha gonfiori alle gambe che non gli permettono di guidare o camminare.

Commenti

caren

Lun, 18/02/2019 - 17:09

Sicchè, quello lì, ha cominciato ad emettere un cattivissimo odore dopo le lamentele dei tassisti?