Quelle foto dello 007: "Giulia era sotto controllo"

L'omicidio di Giulia Ballistri si tinge sempre di più di giallo. Di fatto nelle indagini sat emergendo un nuovo elemento, ovvero alcune foto scattate da uno 007 privato

L'omicidio di Giulia Ballistri si tinge sempre di più di giallo. Di fatto nelle indagini sat emergendo un nuovo elemento, ovvero alcune foto scattate da uno 007 privato ingaggiato dal marito Matteo Cagnoni, indagato. La procura di Ravenna infatti ha acquisito alcuni atti che riguardano l'attività dell'investigatore privato. Lo 007 avrebbe mostrato, come riporta ilGiorno, gli scatti proprio a Cagnoni il giorno prima dell'omicidio. Una circostanza che inguaia il dermatologo e che gli investigatori di fatto potrebbero legare all'omicidio. E adesso la famiglia della Ballistri ha sporto denuncia nei confronti dello stesso Cagnoni. I familiari vogliono chiarezza su quelle indagini private sulla Ballistri, Gps, cellulari sotto controllo e scatti rubati. E Cagnoni intanto si difende parlando in un'intervista al Giorno: "Ho piena fiducia nei miei legali: starà a loro smontare il castello accusatorio, costruito troppo rapidamente e in modo eccessivamente elementare". E ancora: "Non avevo timore di essere lasciato e dopo aver tenuto in piedi il matrimonio con molti sforzi, per un anno, sono stato io a chiedere la separazione. Il geloso ossessivo non ero io, ma l’amante che la tormentava. Tra l’altro, ebbi modo di ascoltare casualmente una telefonata di mia moglie con una persona che, a mio avviso, potrebbe essere diversa dall’amante ‘ufficiale’. Segnalo che per il prossimo dicembre avevo programmato un viaggio a New York coi miei figli e avevo inserito anche il nome di Giulia nei preventivi richiesti all’agenzia". Infine parla del carcere: "È un’esperienza forte e nuova, dove una persona si trova di colpo in un ambiente dove ci si deve confrontare con una nuova realtà. Compatibilmente con lo stato d’animo, ho trovato un ambiente rispettoso e corretto".

Commenti

Zizzigo

Ven, 30/09/2016 - 11:18

Perché degradare gli 007, al rango degli investigatori privati? mai avuta la "fortuna" di conoscere un "investigatore privato"?

venco

Ven, 30/09/2016 - 11:58

Povero uomo, veramente sfortunato

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 30/09/2016 - 12:55

I femminicidi cesserebbero subito se la Legge assegnasse i figli al genitore che non ha chiesto di separarsi. L'istituto del Divorzio è stato la causa di migliaia di delitti. Elementare che disponendo della possibilità di poter divorziare ed ottenere senza ombra di dubbio l'assegnazione dei minori, il 50% delle mogli approfitti di tale opportunità per poter godere di un altro talamo oltre all'intervallo denso di libidini ben appagate. Elementare che nessun uomo si sposa per poi distruggere ciò che ha messo al mondo. Elementare che togliere i minori dalla vita di un uomo implica la distruzione della sua vita, che inevitabilmente lo induce a sopprimere il demonio. Pertanto, il Divorzio così come è in vigore è lo strumento di morte certo. -riproduzione riservata- 12,55 - 30.9.2016

lavieenrose

Ven, 30/09/2016 - 14:25

Signor Maggiulli non esageriamo: basterebbe provare che la ex moglie ha una relazione per toglierle gli alimenti. Vedrebbe come si ridurrebbero drasticamente i divorzi. Purtroppo a volte i figli sono solo un'arma di ricatto e il motivo principale di una separazione è il mantenimento a vita per fare la propria vita anche a scapito dei figli. Sapesse quante ne ho vistee di queste sanguisughe.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 30/09/2016 - 16:42

lavieenrose carissimo, certamente l'aspetto economico ha la sua valenza, ma io non l'ho citato perché ho guardato alla 'ratio pura' del femminicidio che 'scatta' nel momento in cui si colpisce l'Uomo nel suo progetto esistenziale che è la continuità della specie. Cosa questa che non è della Donna, interessata invece, nel matrimonio, ad una speculazione 'venale ad ampio spettro'. Togliere pertanto i figli alla Patria podestà è il più efferato crimine che si possa commettere verso l'Uomo. Se dovessi io difendere in tribunale un femminicida di tale natura, farei vedere i sorci verdi al Legislatore. -riproduzione riservata- 16,42 - 30.9.2016