La rabbia di Bruno Barberini, il killer di Marta già libero: "Se lo trovo non torna in cella"

Bruno Barberini promette vendetta contro l'uomo che ha ucciso sua figlia con una dose di eroina. La condanna era di 7 anni ora è libero dopo 4

"Contavo i giorni per aspettarlo fuori dal carcere. È uscito prima. Ma lo troverò": parla la rabbia e la delusione per Bruno Barberini, papà di Martha, ragazza milanese uccisa con un'overdose da un punkabbestia.

"Se lo trovo..."

Una rabbia interamente indirizzata a Igor De Pretis, punkabbestia romano che la notte tra il 13 e il 14 agosto 2011 bucò il braccio della 20enne milanese uccidendola con una dose di eroina . "L'ho avuto per le mani un'ora e mezza, il giorno dopo che aveva iniettato in vena la droga a mia figlia. Se lo trovo io non lo faccio tornare in carcere" ammette senza paura il papa di quella ragazzina.

La pena di 7 anni inflitta dal giudice a De Pretis è stata già a 4 anni e mezzo e ora è un uomo libero. "Mia figlia aveva appena compiuto 20 anni. Mi sono reso conto sulla mia pelle di quanto sia allo sbando questo Paese. Non sanno da dove iniziare, non sono capaci, alla gente non frega niente di una figlia che sono costretto a immaginare attraverso un'urna di 30 per 20 centimetri".

La tragedia

La ragazza ha trovato la morte a Roma, dove era stata invitata per un rave party: "Durante quella settimana di vacanza ci siamo sentiti, eravamo rimasti d' accordo che sarebbe tornata a Milano per festeggiare il mio compleanno il 14 agosto, a pranzo", spiega il padre su Il Tempo. Ma la giovane non fa rientro a casa, dove invece arriva la telefonata dei carabinieri. L'uomo è sconvolto dal dolore e decide di recarsi in caserma con la sorella, e spiega: "Io non ce l' ho fatta, è a lei che hanno mostrato la fotografia di Martha, comunicandole che era all' obitorio del Verano. Sempre con lei sono partito immediatamente per Roma".

L'arrivo nella Capitale è a sera. E Barberini l'indonamani si reca al commissariato San Basilio: "I poliziotti non si muovevano, così gli ho detto che avrei fatto da solo. Mentre scendevo le scale, mi è venuto incontro uno chiedendomi se fossi armato. Avevano paura che lo trovassi e lo ammazzassi. Mi hanno dato una macchina di supporto, una Panda bianca per passare inosservati, con due agenti".

Il padre riesce a rintracciare tramite Facebook il gruppo con Martha era la sera del rave e addirittura il ragazzo con cui si trovava poco prima di morire. "Ho rintracciato questo Igor e gli ho dato appuntamento nella piazza dove il giorno prima mia figlia era stata caricata in fin di vita su un' ambulanza che l' avrebbe portata ormai cadavere all' ospedale Pertini - prosegue Barberini -. L'ho fatto salire in macchina per andare a caccia del pusher che aveva venduto la dose a mia figlia, giurava di sapere chi fosse. Sono entrato nei call center dei marocchini, dei senegalesi, luoghi di spaccio, posti assurdi. Si è preso gioco di me e solo quando l'ho riportato dove l'avevo incontrato, senza niente in mano, i due agenti che mi seguivano lo hanno identificato insieme a tutta la banda. Io gliel'ho consegnato e loro non hanno fatto nemmeno un minuto di indagine, lasciandolo libero di andarsene in Francia dove un anno e mezzo dopo è stato arrestato. Le cose sono due: o gli investigatori sono degli incompetenti oppure il magistrato che ha preso l'incarico al posto del primo è un genio. È stato evidente fin dai primi risultati dell'autopsia che mia figlia non si fosse bucata il braccio destro da sola, non essendo mancina. Ora l'ultima beffa, con la concessione delle attenuanti generiche" ammette su Il Tempo.

Ora che il ragazzo è stato scarcerato e Barberini vuole vendetta: "Lo troverò".

Commenti
Ritratto di lettore57

lettore57

Lun, 21/05/2018 - 13:37

Se mai potessi essere di aiuto a questo padre non mi girerei affatto dall'altra parte ma farei di tutto per ......

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 21/05/2018 - 13:38

In bocca al lupo,sinceramente.

dank

Lun, 21/05/2018 - 13:39

è innegabile che quando si vuole stroncare dei fenomeni e dei delinquenti basta un pò di impegno

aredo

Lun, 21/05/2018 - 13:42

Non si annunciano gli omicidi. Ora i giudici e magistrati filo-islamici della sinistra che è la mafia arresteranno lui per aver osato minacciare il criminale spacciatore assassino. Non è permesso vendicarsi sui criminali amici della sinistra=mafia.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 21/05/2018 - 13:44

Ma non dire niente, fai, senza divulgare, altrimenti sei un cane che abbaia ma non morde. Purtroppo in queste occasioni si è soli, troppo soli. I nordafricani sono più compatti.

Maura S.

Lun, 21/05/2018 - 13:54

Considerando la magistratura italiana non ci vorrà molto prima che gli italiani si muovano da soli. I figli sono la cosa più preziosa, non si può perdonare che si faccia loro del male.

lawless

Lun, 21/05/2018 - 14:21

Non riesco a capire il perché un delinquente deve essere sempre premiato! Questi amministratori di giustizia creano tali e tanti problemi ai cittadini onesti che da un momento all'altro mi aspetto una reazione a catena particolarmente violenta proprio come il terremoto politico che si è verificato alle spese del vecchio ciarpame degli attuali governanti.

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 21/05/2018 - 14:21

----quello che il padre furbescamente non dice --che poi è il nocciolo della questione -è se la figlia era consenziente al buco oppure lo ha ricevuto in forma coatta--la verità allora è che questa ragazza --che frequentava gli ambienti punkabbestia ed i giri "rave" ed era solita spararsi delle spade col fidanzato di allora --ossia l'imputato--ha comprato della roba col suo tipo e si è fatta aiutare ad iniettarsela---la prova di ciò è che i giudici hanno dato all'imputato l' art. 586 c.p.--ossia morte o lesioni come conseguenza di altro delitto--e la pena per questo reato è congrua con gli anni scontati--il tentativo di questi padri poco attenti-nella ricerca dell'affannosa riabilitazione dei figli post mortem è patetica---quasi a voler giustificare la propria colpevole assenza genitoriale fuori tempo massimo--

Ritratto di bobirons

bobirons

Lun, 21/05/2018 - 14:32

Riflessioni del padre di una figlia: Comprensibile il dolore e lo sdegno del genitore di Martha. Però non tutta la responsabilità grava sugli agenti - che agiscono secondo la legge - o il giudice - che la applica, a volte, come sembra in questo caso, troppo discrezionalmente. Va bene che la ragazza era maggiorenne, ma il padre non sapeva niente della vita della figlia ? Una che va a rave party, che s'incontra con drogati e persi di ogni genere, non avrebbe avuto il padre un dovere d'intervenire a supporto della figlia, visto che non poteva costringerla ? Comunque, se viene pubblicata una foto e dovessi vedere per strada il tizio in questione, beh un messaggino lo invierei.

veromario

Lun, 21/05/2018 - 14:35

io ti auguro di riuscire,ma non è saggio dirlo a tutti,si fa e basta.

Controcampo

Lun, 21/05/2018 - 14:35

Lontani dalla droga si vive più sicuri e meglio!

edo1969

Lun, 21/05/2018 - 14:41

Sig. Barberini siamo tutti con lei. Questo Paese è allo sfascio.

gneo58

Lun, 21/05/2018 - 14:44

concordo al 100% col papa' della ragazza - la lista sarebbe piu' lunga ma va gia' bene cosi'.

gneo58

Lun, 21/05/2018 - 14:45

elkid, parli proprio tu che di sostanze stupefacenti ne fai largo uso 365 gg/anno ?

Pakarani

Lun, 21/05/2018 - 14:51

ho letto l'articolo e prima di commentare ho letto il commento di Elkid che, anche se troppo duro e poco rispettoso di un dolore così grande, coglie comunque il segno. Una figlia che si buca regolarmente frequentanto punkabbestia e rave, un padre deve darla già per persa salvo miracoli.

Massimom

Lun, 21/05/2018 - 15:03

Come al solito elkid sta dalla parte dei compagni delinquenti. Non riesce ad essere solidale con le vittime nemmeno in casi come questo. Massima comprensione per il padre, chiunque si comporterebbe nello stesso modo. I poliziotti sono restii ad indagare ed approfondire reati di questo tipo perché si sa, di droga etc. si occupano di solito le risorse ed i compagnucci ed i loro amici giudici , di solito, sono estremamente indulgenti vanificando gli sforzi delle nostre forze dell'ordine.

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 21/05/2018 - 15:08

---gneo58---ordino la ganja legale direttamente online--e mi arriva comodamente a casa tramite corriere--ci sono già 400 negozi autorizzati sul suolo italico---tutto perfettamente legale---questa cannabis light --che ha un principio attivo molto ridotto---non serve a sballarsi ma da una piacevole sensazione di rilassatezza--detto ciò--e riaffermando che il rispetto del codice civile e penale italico per me sono bibbia---quando mio figlio sarà maggiorenne --non adotterò il comportamento di questo genitore che dà la colpa a terzi per giustificare la condotta poco ortodossa del figlio---ma riconoscerò nel caso--di aver fallito come padre--

machete883

Lun, 21/05/2018 - 15:32

nel caso ci fosse bisogno le darei una mano con degli amici...abbiamo "strumenti medioevali" per questo soggetto e altri similari !!

jenab

Lun, 21/05/2018 - 15:41

annunciare un reato è pericoloso, speriamo che gli agenti "preposti" si girino dall'altra parte....

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 21/05/2018 - 15:41

-----Massimom---spiegami una cosetta piccola piccola---se la ragazza aveva intenzione di drogarsi comunque --cosa cambia se l'iniezione è avvenuta brevi manu o aiutata da terzi?---la ragazza voleva farsi di eroina e lo ha fatto punto-ha rispettato la propria volontà-solo che gli è capitata una dose tagliata male--troppo semplice ora incolpare l'universo mondo e deresponsabilizzare la ragazza---ad una coetanea che frequenta l'università ed è impegnata a dare esami queste cose non succedono--

Ritratto di francesco.finali

francesco.finali

Lun, 21/05/2018 - 16:11

Un altro clamoroso esempio di come la giustizia vada riformata. In casi come questo, la morte di una persona può essere punita solamente con la morte dell'assassino. Non è questione di legge del taglione, semplicemente si deve tutelare la vita delle persone, almeno quelle che rimangono. Se questo non avviene, non è un buono Stato e non sono delle buone leggi. I cittadini vanno tutelati.

Ritratto di bracco

bracco

Lun, 21/05/2018 - 16:12

Grande, rispetto per questga persona visto che lo stato per i suoi cittadini non lo ha

aredo

Lun, 21/05/2018 - 16:17

E gli zombie della sinistra inneggiano a questa loro magistratura contro gli avversari politici come Berlusconi.. le sentenze criminali di questi giudici e magistrati ti dicono che vanno sempre rispettate.. e certo, perchè questi brigatisti nella magistratura sono contro le persone oneste. Berlusconi può aver commesso errori come tanti ma non è certo un criminale mafioso.. i criminali mafiosi sono i giudici e magistrati come anche questo ennesimo caso di aiuto ai spacciatori sanguinari vari dimostra!

Giorgio5819

Lun, 21/05/2018 - 16:18

Fatti, non parole.

Reip

Lun, 21/05/2018 - 17:07

Responsabilità penale per i giudici italiani?

Ritratto di The Father

The Father

Lun, 21/05/2018 - 17:09

che Dio guidi la tua mano... sono un padre anch'io, a tua disposizione se ti dovesse servire aiuto

mork

Lun, 21/05/2018 - 18:08

...---quello che il padre furbescamente non dice --che poi è il nocciolo della questione -è se la figlia era consenziente al buco oppure lo ha ricevuto in forma coatta....ELKID, PEZZO DI M...A, MA QUANDO TI GUARDI ALLO SPECCHIO NON HAI VOGLIA DI SPUTARTI IN FACCIA ??????????????????

Ritratto di pravda99

pravda99

Lun, 21/05/2018 - 18:16

@machete883 e @ tutti gli altri Rambo-da-tastiera che promettono sfracelli, fate un favore al padre della ragazza, gia` duramente provato: evitate di essere patetici. Il vostro e` solo un inutile raglio. Se foste i giustizieri della notte che millantate di essere sareste fuori a far fuori spacciatori e simili ogni giorno, invece siete solo capaci a battervi il petto come primati in calore. Che pena...

Ritratto di pravda99

pravda99

Lun, 21/05/2018 - 18:23

E` inimmaginabile il dolore di perdere una figlia in questo modo. Pero`, oggettivamente, se il padre sapeva di certe frequentazioni non puo` non aver previsto che avrebbero portato dolore. Chissa` cosa faceva nella vita la ragazza. Studiava, lavorava? O faceva solo la sbandata con questa gente? E poi basta prendersela coi giudici ad ogni pie' sospinto: i giudici applicano la legge fatta dai politici. Prendetevela con Berlusconi e Salvini o chi per lui, che sono stati a far leggi per dieci anni, se non le hanno cambiate.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 21/05/2018 - 18:24

@Elkid - sempre a difendere i delinquenti, ora pure gli assassini. Ma stattene zitto.

fj

Lun, 21/05/2018 - 18:27

Avete capito a cosa serve l'autonomia dei giudici? A non rispettare la volonta' popolare. In una societa' civile si delega ai magistrati di dare le pene secondo le aspettative di chi ha la sovranita'.Loro fanno a modo loro. Dobbiamo votare i Procuratori della Repubblica se vogliamo giustizia. Non solo i politici.

ciruzzu

Lun, 21/05/2018 - 18:32

la legge è sempre piu distante dalla giustizia

stefano751

Lun, 21/05/2018 - 19:01

No. Non è questa la strada giusta per farla pagare a questo assassino di tua figlia. Fatti consigliare da un buon difensore civile che agisca gratuitamente, si può chiedere la revisione del processo, ci si può appellare al ministro della Giustizia, al Presidente della Repubblica, anche far indagini sull'operato del giudice e sulle attenuanti concesse (quali?). Rivolgersi alla Corte Europea che condannerà certamente l'Italia con risarcimento pesantissimo (purtroppo a carica degli italiani). Usa l'intelligenza e la pazienza, devi vincere tu.

stefano751

Lun, 21/05/2018 - 19:02

Consiglio a questo pregiudicato di chiedere al giudice di rinunciare allo sconto di pena. Meglio in carcere che morto.

stefano751

Lun, 21/05/2018 - 19:04

Se vuole salvarsi è meglio che torna in cella. E' giusto espiare la pena dopo quello che è successo. Se non espii la pena sulla terra la espierai nell'altra vita. Non ti conviene.

stefano751

Lun, 21/05/2018 - 19:07

Persone per molto meno sono state condannate a più anni di galera senza attenuanti...

stefano751

Lun, 21/05/2018 - 19:13

A leggere i commenti sembra che i giudici siano tutti del PD, perchè buonisti e pietosi verso chi delinque, forse sarà per questo che il PD perde sempre più voti. Se quelli del PD volessero recuperare credibilità dovrebbero chiedere ai giudici di essere più severi.

lawless

Lun, 21/05/2018 - 19:17

la giustizia creativa è quella che ci ha ridotto nello stato attuale. Se uno ammazza un suo simile non ci sono attenuanti tali da "quasi assolverlo". Deve essere giudicato quale assassino e come tale condannato ad una pena non irrisoria.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 21/05/2018 - 19:41

ci vai tu al suo posto allora..

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Lun, 21/05/2018 - 19:49

Signor Barberini, potessi farlo glieli fornirei io arma e colpi.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Lun, 21/05/2018 - 19:52

elpirl, se tacevi facevi piú bella figura, boccalone.

Ernestinho

Lun, 21/05/2018 - 20:10

Maledetta italia. Tutte leggi a favore dei delinquenti!

GiovannixGiornale

Lun, 21/05/2018 - 20:12

Si fa, ma non si dice.

enzolitti

Lun, 21/05/2018 - 20:14

Comprendo benissimo il giudice: tanto, mica si tratta di sua figlia! Tutta la mia solidarietà al padre.

Guido_

Lun, 21/05/2018 - 20:18

La droga l'evano comprata insieme e la ragazza si fece iniettare la dose consapevolmente.

Ritratto di pravda99

pravda99

Lun, 21/05/2018 - 23:22

Leonida55 - Parla quello che difende Berlusconi...Torna in corsia Leonida, che la melacotta si raffredda.

Ritratto di nazionalista_sardo

nazionalista_sardo

Lun, 21/05/2018 - 23:35

per certi bananas la solidarietà va data solo ai delinquenti come giuliani aldrovandi e cucchi loro sono vittime della giustizia come direbbero certi sinistricoli, ma mai dire che sono vittime di se stessi come questa ragazza d'altronde

Marcolux

Mar, 22/05/2018 - 01:04

Non so come aiutarti, ma credi che lo farei volentieri. Questo Paese è in una miseria totale, non c'è più né sicurezza né democrazia. La Magistratura è una casta senza cuore e dignità, una vergogna e un insulto per una vera democrazia. L'Italia è ormai il paradiso dei delinquenti e l'inferno degli onesti!

papik40

Mar, 22/05/2018 - 01:40

Egr. Sig. Barberini non deve cercare chi ha ucciso sua figlia ne' il giudice che ha happlicato la legge mandandolo fuori dopo che ha scontato il 50% della pena ma quei delinquenti dei politici di sinistra che hanno fatto questa legge!

Ritratto di renzoditolve

renzoditolve

Mar, 22/05/2018 - 07:26

D’accordo è la Legge, ma esiste un cane di Parlamentare che ama la Legge? Possibile che manco un Magistrato Parlamentare non gli fa schifo questo modo di fare Giustizia? In poche parole basta che uno dei Magistrati Parlamentare e nella Casta, se amava la Giustizia perché non riprende quelle “ Fatta la Legge, trovato l’inganno ” per uscire di galera?

portuense

Mar, 22/05/2018 - 07:31

italia paese allo sbando, con leggi assurde, dove migliaia di clandestini spacciano alla luce del sole, dove i prefetti esistono solo per prendere lo stipendio....solidarietà a questo genitore..

Ramese

Mar, 22/05/2018 - 07:52

Io processerei il padre per come ha educato e seguito la figlia ...

routier

Mar, 22/05/2018 - 08:07

La giustizia "fai da te" è incivile. Ma quando i tribunali la esercitano in modo "creativo", l'eccezione alla regola è comprensibile..

Massimom

Mar, 22/05/2018 - 08:21

Caro elkid, ma non eri per la droga libera, per i rave e la vita da centro sociale per sballoni? Se uno confeziona una dose mortale è un assassino e come tale va trattato. Purtroppo in Italia i giudici non applicano la legge, ma la interpretano, perciò, se sei rosso o colorato la fai sempre franca.