Ragazza stuprata a una festa, il branco assolto in appello: "Fu un momento di debolezza"

In primo grado i sei imputati condannati a 4 anni e mezzo di reclusione. Ora la Corte li assolve: "Possano aver mal interpretato la disponibilità della ragazza"

Una vicenda "incresciosa" e "non encomiabile per nessuno", ma "penalmente non censurabile". Con questa motivazione la Corte d’Appello ha assolto sei imputati che erano stati condannati a quattro anni e mezzo di reclusione con l’accusa di aver violentato in gruppo una ragazza. Secondo i giudici, con la denuncia la ragazza avrebbe voluto "rimuovere" quello che riteneva essere stato un suo "discutibile momento di debolezza e fragilità".

I fatti risalgo al 2008. Il rapporto avvenne in un’auto parcheggiata nelle vicinanze della Fortezza da Basso, a Firenze, dopo una serata passata a una festa. Gli imputati, tutti italiani, avevano fra i 20 e i 25 anni, la ragazza ne aveva 23. In primo grado, il gruppo venne condannato per aver abusato delle condizioni di inferiorità psichica e fisica della ragazza, che sarebbe stata ubriaca. Secondo i giudici d’appello, invece, il comportamento della ragazza fa "supporre che, se anche non sobria", fosse comunque "presente a se stessa".

Secondo i giudici d’appello, nel racconto della ragazza ci sarebbero "molte le contraddizioni". La versione è stata così ritenuta dai giudici "vacillante" e smentita "clamorosamente" dai riscontri. Riferendosi al rapporto, la Corte d’Appello parla di una "iniziativa di gruppo comunque non ostacolata". I giudici ritengono inoltre che i ragazzi possano aver "mal interpretato" la disponibilità della ragazza, me che poi non vi sia stata "alcuna cesura apprezzabile tra il precedente consenso e il presunto dissenso della ragazza, che era poi rimasta 'in balia' del gruppo".

Commenti

Titanio

Ven, 17/07/2015 - 14:39

Ehi Sergio Rame, perchè non butti mxxxa suio giudici? fosse stato un branco di extracomunitari cosa avresti scritto? sei peggio dei radical chic! loro possono tutto gli altri no! che vergogna

LiberoDiPensare

Ven, 17/07/2015 - 14:47

Ruspa... mandiamoli a stuprare a casa loro... il sesso non fa male la cannabis si... castrazione chimica

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Ven, 17/07/2015 - 14:49

O mamma, mi sento una debolezza... vogliamo violentare una ragazza? Ma che è, una barzelletta? E castrarli non si può?

sbrigati

Ven, 17/07/2015 - 14:55

Se la ragazza fosse stata figlia di "qualcuno" la sentenza sarebbe stata la stessa?

Raoul Pontalti

Ven, 17/07/2015 - 15:24

La monta della vacca non è un reato! Se i tori sono troppi però è uno sconcio...

Tino Gianbattis...

Ven, 17/07/2015 - 15:30

Giudice stupido prevenuto maschilista demagogo uno stupro è uno stupro ed è censurabile eticamente, moralmente, legalmente perché sempre di violenza si tratta.

Grix

Ven, 17/07/2015 - 15:36

Ragazza ubriaca = sei autorizzato a farle di tutto. Bravi giudici. In questo modo affermate che anche chi agevola e' condannabile. La prossima sara': avevi la minigonna e ti hanno violentata? E' colpa tua perche' non hai calcolato bene il rischio. Con conseguente terza mossa: tutte le donne sempre accompagnate da un parente. Subdola islamizzazione in atto.

Ritratto di giordano

giordano

Ven, 17/07/2015 - 15:45

avevo fatto un commento dove mi auguravo che anche gli avvocati e i giudici, potessero avere nei confronti dei propri figli, lo stesso trattamento. Detto con altre parole, ma il concetto era il medesimo. Fintanto che avremo dei giornalisti vigliacchi, le cose non cambieranno mai. Perche' a me stupido cittadino itagliano iniorantone ( gli errori sono voluti ) violentano le figlie , e' normale e se invece auguro la stessa cosa ai potenti, brrrrr che pauraaaaa gli avvocati e i giudici ch erimettono in liberta' i delinquenti e anche a te ramaglia , non si puo'? ps, cambia mestiere, tra non molto qui in Emilia raccoglieranno le barbabietole c'e' bisogno di braccia.

gianni.g699

Ven, 17/07/2015 - 16:02

non è ancora chiaro il messaggio ??? allora siete un pò duretti !!! ... ma è ovvio no !!! burca per tutte !!! bisogna integrarsi o no !!!

Ettore41

Ven, 17/07/2015 - 16:05

"Possano aver mal interpretato"....."presunto dissenso della ragazza"..... "iniziativa non ostacolata" Vorrei vedere come faceva la poverina ad ostacolare sei porci inferociti....."anche se non sobria era presente a se stessa" mai sentito di un ubriaco che sia presente a se stesso. Una serie di ipotesi che non possono essere dimostrate. Questi giudici debbono essere sessantottini laureatesi col 18 politico.

Rossana Rossi

Ven, 17/07/2015 - 16:09

Ennesima squallida dimostrazione della pochezza e incapacità della nostra magistratura e di quella che noi continuiamo a chiamare ingiustamente'giustizia'......che squallore, e poi non ha ragione Berlusconi........

vince50_19

Ven, 17/07/2015 - 16:09

Quindi, visto il momento di debolezza, la violenza è ammessa ugualmente e i "confusi" devono andare assolti? Ma va là..

Ettore41

Ven, 17/07/2015 - 16:13

Sono antifemminista credendo e ritenendo che il mondo sia fatto a misura d'uomo ma non comprendo e quindi disprezzo, il maschilismo tipo RAOUL PONTALTI che reputa la ragazza una vacca solo perche' si e' ubriacata ed e' uscita in compagnia di 6 uomini. Ed il rispetto per la persona, a presindere dal sesso, dove la mettiamo mio caro saccente ottuso?

carpa1

Ven, 17/07/2015 - 16:29

Questa magistratura fa sempre più schifo. Ma sono proprio tutti così? Ce ne sarà pure qualcuno onesto, in grado di giudicare fuori dagli schemi imposti dalla sx! Perchè questi, se ci sono, non si danno da fare per riportare la giustizia su dei binari più consoni ad un paese civile? O siamo proprio condannati all'anarchia? E chi è colpito direttamente da questa ed altri tipi di delinquenza, per cortesia la smetta di dire che crede nella magistratura; tanto lo sappiamo tutti che non è vero e sono solo parole di circostanza che non fanno altro che inculcare, nei disonesti, l'idea di operare nel giusto.

orione43

Ven, 17/07/2015 - 16:32

Questa è la classica dimostrazione in che razza di paese stiamo vivendo dove ogni magistrato esercita il proprio potere a sua discrezione e pensano con le loro astruse motivazioni di convincere tutti che quella è la verità. 10 processi uguali 10 sentenze diverse. Però chissà come mai loro hanno il potere di manipolare i verdetti a loro favore. Questa è dittatura giudiziaria silenziosa.

Ritratto di ...N€UROlandia

...N€UROlandia

Ven, 17/07/2015 - 16:36

bella gioventù dimm...., specchio di questa società dimm...

orione43

Ven, 17/07/2015 - 16:39

Mi piacerebbe sapere se una tale situazione fosse successa alla figlia di qualche magistrato a politico, se la sentenza sarebbe la stessa. Il PRESIDENTE della Camera invece di difendere i pseudo diritti degli immigrati dovrebbe schierarsi a favore di questa povera ragazza ,qui non si tratta di errata disponibilità ma di "stupro" . E' ora di passare ai fatti facendosi giustizia da soli.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Ven, 17/07/2015 - 16:40

Raul - Concordo. E poi 'ste done (come se dis a Trent) sono pazzesche. Quelle che fanno le gang-bang (allora tutto va bene). Quelle che le fanno e si sento poi sconce (allora è stupro). Poi ovviamente quelle che vengono stuprate davvero. Ma come fare a distinguere in mezzo a tutto sto casino?!

thelonesomewolf97

Ven, 17/07/2015 - 16:51

ORA UNA RAGAZZA CHE SI UBRIACA A UNA FESTA NON VA RISPETTATA COME UNA SOBRIA? CHE CACCHIO STATE DICENDO? VA FARCITA DA SEI BESTIE ARRAPATE?!!

Raoul Pontalti

Ven, 17/07/2015 - 16:52

Hai ragione Ettore41! Con sei porci non poteva che trattarsi di una scrofa. PS per i bananas: i magistrati, valutate le testimonianze (ossia udite entrambe le campane) e valutati i referti medici, hanno stabilito che trattavasi di normale caso di ragazza disinibita magari da un euforizzante come l'alcool, che "ci e stata", ma non è stata montata contro la sua volontà. Casi di donne disinibite e porcelle per non dire ninfomani sono molto comuni, specie di questa stagione. Poi si rifanno la verginità morale con le denuncie...

Cinghiale

Ven, 17/07/2015 - 16:54

@Raoul Pontalti Ven, 17/07/2015 - 15:24 - Di solito c'è un toro e tante vacche però.

Pigi

Ven, 17/07/2015 - 16:59

Questi giudici della corte d'appello guardano troppi film porno. Ma quando mai una ragazza darebbe il consenso a sei ragazzi uno dopo l'altro? Evidente che era completamente sbronza, e il gruppo ha commesso una meschina violenza. Se escludiamo la perversione dei magistrati, sembra evidente che tra i componenti di quel gruppo deve esserci qualche raccomandato: solo così si può spiegare una sentenza demenziale.

Ritratto di SalMessina1939

SalMessina1939

Ven, 17/07/2015 - 17:09

sentenza da lodare...si fa per dire, naturalmente!

Totonno58

Ven, 17/07/2015 - 17:11

Che schifo

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 17/07/2015 - 17:17

Toccate la figlia di un giudice, poi vedete il momento di debolezza.

01Claude45

Ven, 17/07/2015 - 17:17

Appunto perché era ubriaca e quindi INCAPACE DI INTENDERE E VOLERE non doveva essere utilizzata per far godere il c..zo di quei 6 criminali. Magistrati, dove avete il "buon senso" che, al di sopra di tutte le leggi scritte, utilizza il vecchio adagio: la tua libertà finisce dove inizia il diritto altrui. Ogni mancanza di rispetto del prossimo è un reato più o meno grave, ma quando si approfitta di una ragazza, ubriaca o no, il reato è grave e gravemente deve essere punito. Monetizzando il reato di stupro come in questo caso, qualcuno ha risarcito anche centinaia di migliaia di euro. Perché qui no? La legge per alcuni è più uguale che non per altri? Non è che nel branco c'era qualcuno figlio o amico di......?

RobertRolla

Ven, 17/07/2015 - 17:19

Giudici oltre l'indecenza. I violenti hanno sempre ragione, la giustificazione arriva dalla CORTE.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 17/07/2015 - 17:24

Per chi ancora non avesse capito... gli errori a catena non sono errori. Sono VOLUTI. La magistratura al servizio dei massoni sta DEMOLENDO IL DIRITTO. E' tutto studiato, credetemi. Nulla è casuale.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 17/07/2015 - 17:25

La magistratura è uno dei poteri più fradici e corrotti. Obbedisce da tempo al grande disegno massonico (pensate a Grasso). L'obiettivo è sempre lo stesso DECOSTRUIRE LA SOCIETA'. Droga libera, subcultura nichilista americanoide, aborto, eutanasia, OGM, LGBT, transumanesimo. Tutto va nel senso della distruzione sociale.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 17/07/2015 - 17:28

Avanzano i nuovi "valori" dell'occidente: droga, abominio di immoralità, irrisione di ogni principio sacrale della vita. E' il caos. L'occidente non fa figli, desidera inconsciamente la morte. E l'avrà. Ma dopo risorgeremo.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 17/07/2015 - 17:29

La subumanità occidentale moderna è solo una somma di piccoli ego meschini guidati da una pulsione schizofrenica di brame, di bassi istinti. Tutto è diritto. Il "piacere" eletto a norma morale.

honhil

Ven, 17/07/2015 - 17:29

All’arrembaggio! Basta dire dopo, scusi, signor giudice è stato un momento di debolezza. Ovviamente, ciò non toglie che domani, in un’altra aula di tribunale un altro giudice, può infliggere una carrettata di anni di galera, come peraltro già è successo in Sicilia, per il solo fatto che la coscia di un passeggero, seduto accanto ad una passeggera sullo stesso sedile a due posti di un pullman, premeva insistentemente contro la coscia dell’occasionale compagna di viaggio. Senza che mai la stessa, nel corso del tragitto, si sia mai lamentata. Salvo a ripensamento postumo.

elalca

Ven, 17/07/2015 - 17:33

RP fai veramente schifo.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 17/07/2015 - 17:42

La pornografia è un altro dei mali esportati dagli USA. Il veleno americano perverte ogni società, è il loro maglio con cui indebolire i popoli. Le bombe sono solo un'arma secondaria.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 17/07/2015 - 17:44

Non fatevi ingannare.. questi non sono i frutti velenosi di alcune mele marce della magistratura. NULLA E' CASUALE. Gli errori a catena non sono errori. Obbediscono a una logica, a un disegno.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 17/07/2015 - 17:47

L'occidente è in preda alle forze del Caos, infere, decostruttive. Distrutto il senso del Sacro, annientato il senso di comunità, la dimensione sociale, promosso il nichilismo e l'isolamento dell'individuo e l'edonismo sfrenato, la società si decompone, si disfa, si dissolve. E' un fenomeno inarrestabile ormai. Si potrà solo rinascere, come un fior di loto che si leva dal fango.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 17/07/2015 - 17:48

Se prendete una descrizione di ciò che gli Indù chiamano Kaliyuga (anche su wikipedia) troverete un quadro incredibilmente fedele alla realtà attuale.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 17/07/2015 - 17:50

L'osceno occidente moderno, terminale, colliquativo, ormai demoniaco sia da monito al mondo libero che è la fuori. L'Asia guardi bene e impari per non seguirci.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 17/07/2015 - 17:53

E' molto istruttivo ....I media della sinistra "femminista" non enfatizzano questa notizia.... parrebbe una contraddizione, no? E invece NO, perché questa sentenza va esattamente nella direzione della decostruzione sociale, vero obiettivo del SINISTRUME. I "diritti umani" (siano delle donne, dei gay ecc..) tanto sbandierati dalla sinistraglia, sono solo pretesti per decostruire. A loro non frega un fico secco di donne, gay, immigrati ecc.. gli interessa usare quei temi per decostruire. Il femminismo per decostruire il senso materno, gli immigrati per distruggere i popoli, i gay per attaccare la famiglia. ECC.

Ritratto di MARKOSS

Anonimo (non verificato)

Ritratto di MARKOSS

MARKOSS

Ven, 17/07/2015 - 18:04

PONTALTI - CINGHIALE SE fosse vostra moglie o vostra figlia ad essere inc@late il vostro merd@so commento sarebbe stato uguale ?

momomomo

Ven, 17/07/2015 - 18:04

E se, sempre in ..."...un momento di debolezza ..."..., si mettessero a stuprare vostre figlie, vostre mamme, vostre nipoti, cari signori giudici della Corte d'Appello, come la mettiamo? Perché se si mettessero a stuprare vostre mogli, allora si potrebbe anche capire la vostra decisione.......

vince50_19

Ven, 17/07/2015 - 18:05

Ettore41 - Ha ragione. Se una ragazza è ubriaca non ha la benché minima forza per ribellarsi a qualche avance che poi si trasforma in atto sessuale. Magari tutto è iniziato con uno e poi costui, "venuto a soddisfazione", è arrivato il resto della ciurma a bagnare il biscotto! Non c'è che dire: bravi ragazzi, figli di buona famiglia, seguiti ed educati da genitori irreprensibili, rispettosi, a scuola sempre perfetti e via discorrendo.. Mah!

Ritratto di centocinque

centocinque

Ven, 17/07/2015 - 18:06

La Corte d'Appello, I Giudici: ma hanno un nome e cognome questi qui o come degli scarafaggi hanno paura della luce? e più scarafaggio è chi li copre con l'anonimato caro signor Rame.

vince50_19

Ven, 17/07/2015 - 18:06

Con un "fa supporre" si sovvertono le sentenze. Con le supposizioni, non con le certezze. Apperò!!!

berserker2

Ven, 17/07/2015 - 18:17

Ma provate a ragionare con la testa vostra invece di scattare a comando di messaggi subliminali.......tutto sommato il Raoul (e il giudice, che potrebbe pure essere una donna....) non sono andati lontano dalla verità.......

Giampaolo Ferrari

Ven, 17/07/2015 - 18:18

In Italia i primi da sopprimere sono questi giudici.

Ritratto di giordano

giordano

Ven, 17/07/2015 - 18:24

Cari giudici e avvocati che fate queste porcherie, anch'io vi darei 18 cm di debolezza su e giu' per la scoreggiona

thelonesomewolf97

Ven, 17/07/2015 - 18:27

PONTALTI LEI È UN ESSERE ABIETTO, OLTRE CHE IGNORANTE.

Pigi

Sab, 18/07/2015 - 07:59

berseker2. A me pare che abbiano tutti ragionato con la loro testa, e, salvo uno o due, sono d'accordo che i giudici abbiano fatto fuori dal vaso. I sei maschi "hanno mal interpretato" la disponibilità della ragazza, oppure la ragazza "non era sobria, ma era presente a sé stessa" ... se questi giudici pretendono di entrare nei pensieri delle persone non la finiamo più: No. I fatti sono che sei uomini hanno fatto sesso, uno dopo l'altro con una donna che aveva bevuto; non c'è neanche da discutere: è violenza. Forse il primo potrebbe avere qualche attenuante, ma il comportamento normale è quello di appartarsi con una ragazza, ben lontano dai compagni, non certo quello di lasciarla a disposizione del branco. E se questo non è possibile, bisogna lasciar perdere.

il corsaro nero

Mar, 21/07/2015 - 15:50

@berseker2: se fosse capitato a sua figlia avrebbe accettato la sentenza o si sarebbe leggermente incazzato?

labcos

Mar, 21/07/2015 - 18:34

Certi giudici idioti che stanno mandando il paese allo sfascio,devono essere rimossi immediatamente.Mi viene da ridere quando sento accusati che dicono di aver fiducia nella giustizia.Con sentenze cosi' la violenza aumentera' o diminuira'? A voi saggi giudici la risposta!!!!! Vergogna!!!!!