La Raggi dà buca a Malagò: era a pranzo al ristorante

Il sindaco dopo aver disertato l'incontro si era difesa così: "Avevo un impegno istituzionale". Ma le foto del Corriere dello Sport la incastrano

La Raggi al ristorante/ Foto Corriere dello Sport

L'incontro mancato di oggi tra il sindaco di Roma, Virginia Raggi, e il presidente del Coni, Giovanni Malagò, assume le tinte del giallo, secondo quanto riporta il 'Corriere dello Sport', che allega anche alcune foto esclusive. Un quarto d'ora prima dell'appuntamento in Campidoglio, fissato per le 14.30, si legge sul sito internet del quotidiano sportivo, la sindaca Raggi era a pranzo con due persone presso il ristorante da Dino a via dei Mille 10, a pochi passi da piazza Indipendenza. Dal locale, contattato telefonicamente dall'Adnkronos, confermano che il primo cittadino si trovava all'ora di pranzo in compagnia di un uomo e una donna. La Raggi subito dopo l'incidente diplomatico aveva affermato di aver fatto tardi "per un impegno istituzionale". Va detto che nella tarda mattinata il sindaco di Roma ha incontrato il ministro per le Infrastrutture, Graziano Delrio. Il faccia a faccia tra i due però si sarebbe concluso prima dell'ora di pranzo. Intorno alle 14:00 la Raggi però non è rientrata in Campidoglio, ma ha preferito attardarsi a pranzo con due persone. Dunque la causa del ritardo all'appuntamento con Malagò non è del tutto istituzionale. È giallo su chi siano le due persone incontrate dalla Raggi al ristorante. Il presidente del Coni uscendo dal Campidoglio aveva affermato: "Siamo entrati alle 14:23 in Campidoglio e ci hanno fatto accomodare nel salottino della sindaca. Attorno alle 15 ho chiesto per la seconda volta notizie della sindaca e mi è stato riferito che stava arrivando, aveva un incontro istituzionale con il ministro Delrio. Alle 15:07 abbiamo detto che magari se ci vuole parlare, ci dedica più attenzione e rispetto nei confronti del mondo che rappresentiamo".

Commenti
Ritratto di Giano

Giano

Mer, 21/09/2016 - 23:23

Non riesco a crederci. Non mangerei lì non solo se fosse gratis, ma nemmeno se per stare lì mi pagasse il ristorante. In alternativa c'è solo la mensa della Caritas. Questa gente ha perso non solo il senso della realtà, ma anche il senso del ridicolo. C'è un limite a tutto.

aredo

Mer, 21/09/2016 - 23:44

Mi raccomando italiani dementi, continuate a votare per gli arroganti bifolchi comunisti noglobal del Movimento 5 Stelle.. proprio delle gran brave persone..ehhh!!!! Bisogna essere strafatti di droghe per votare per la sinistra ed estrema sinistra!

Ritratto di AdrianoAG

AdrianoAG

Gio, 22/09/2016 - 00:01

Aldilà' dell'opportunità per le olimpiadi, trattasi di cattiva educazione da parte della cosidetta sindaca!

BiBi39

Gio, 22/09/2016 - 00:22

Il sindaco Raggi sfugge ogni occasione in cui rischia di esporre le proprie (in)capacita'. Evidentemente e' consapevole di non sapersi confrontare. Qualcuno l'ha mai sentita esprimere un concetto che non sia in compitino pre-preparato ?

Ritratto di cormoranofly

cormoranofly

Gio, 22/09/2016 - 00:54

Non c'e' governo a Roma!....E questo cos'e'?!.....ha fatto bene!!

roberto zanella

Gio, 22/09/2016 - 01:16

E ha fatto bene....andare a pranzo è istituzionale soprattutto per la gente normale ....

entropy

Gio, 22/09/2016 - 01:29

O è un falso o Tripadvisor non è aggiornato. Il Mercoledì quel ristorante risulterebbe chiuso.

Triatec

Gio, 22/09/2016 - 01:42

La rinuncia alle Olimpiadi a Roma era nel programma del movimento 5 stelle e i romani, consapevoli di questo, hanno votato la Raggi. Con l'incontro richiesto, Malagò voleva invitare la Raggi a non mantenere la parola data in campagna elettorale. Capisco la delusione di Malagò e di tutti i suoi amici che, inaspettatamente, hanno preso il due di picche. Di solito riescono a piegare la politica ai loro interessi. Questa volta non ci sono riusciti.

MassimoR

Gio, 22/09/2016 - 01:44

truzza

TonyGiampy

Gio, 22/09/2016 - 01:45

Vogliono farla fuori e stiamo assistendo allo stesso film gia' visto con il Cavaliere che aveva sempre flash e telecamere puntate contro.Cio' significa che sta facendo bene.Il no alle olimpiadi e' ben fatto.Investimenti che avrebbero ingrassato solo gli arruffoni. Per la povera gente solo lavoro a tempo superdeterminato a 700 euro al mese.Roma ha bisogno di altro:via parcheggiatori abusivi,parcheggi,servizio autobus e metro,polizia nelle strade,manto stradale da rifare,immondizia da togliere,campagna contro la violenza,traffico e lavoro per la gente.Signora Raggi vada avanti che la stragrande maggioranza dei romani sono con lei!!!Malago' ha aspettato?Non e' Dio.Lei era a pranzo e il pranzo e' sacro!!Chi se ne frega di Malago'!La gente aspetta 9 mesi per fare un'ecografia!!

Ritratto di ElioDeBon

ElioDeBon

Gio, 22/09/2016 - 03:10

Non c'e' nulla da stupirsi, dove amministrano i grullini, e' una catastrofe e pena infinita. Un branco di imbecilli.

salvofranco

Gio, 22/09/2016 - 03:26

Dopo l'impegno istituzionale (l'incontro con Delrio) la sciagurata è andata perfino a... mangiare un boccone?! E allora sia subito passata per le armi, neh! "È giallo su chi siano le due persone incontrate dalla Raggi" - ma chi li scrive 'sti romanzi, Agata Christie?!

Efesto

Gio, 22/09/2016 - 05:56

Prima di essere sindaci è necessario essere uomini (o donne). La dignità ci perviene dall'essere e non dalla carica. Mentire e mancare di educazione non può essere da uomini (o donne). Raggi, piccolo burattino in mano ad un sistema opaco non è degna di rappresentare una città importante e storica come Roma. Non ha spessore. Se voleva dire di no doveva incontrare Malagò e portargli tutte le ragioni del suo NO. Ma non ha il coraggio. Sa solo piangere e far vedere al bambino quanto è brava mamma. Altro non si vede. Che Dio aiuti Roma.

Keplero17

Gio, 22/09/2016 - 06:18

Non sono un pentastellato, ma per me ha fatto benone. Roma è allo sfascio. E' come uno che vuole comprare un auto di lusso ma non ha i soldi per compararsi le mutande.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 22/09/2016 - 07:19

La Raggi era al ristorante? Embeh? sono decenni che a Roma bellimbusti sono andati al Campidoglio solo pe' magnà,

claudioarmc

Gio, 22/09/2016 - 07:22

VELINA IMBAMBOLATA

bistecca

Gio, 22/09/2016 - 07:23

Il Sindaco è nuovo, ma il comportamento istituzonale dei romani è sempre lo stesso. Mangiare e raccontare balle.

Ritratto di marione1944

marione1944

Gio, 22/09/2016 - 07:24

Evidentemente quelli dell'm5s hanno imparato a raccontar frottole dal partito dei dementi. Dementi non si nasce, si diventa.

edo1969

Gio, 22/09/2016 - 07:24

ce famo du spaghi ah ah ah magnifica Virginia... e i parrucconi mafiosi di coni e dintorni ROSICANO

umberto nordio

Gio, 22/09/2016 - 07:31

Sarà anche stato un impegno "istituzionale" ma almeno il conto,vista la foto,modesto.Altro che Marino!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 22/09/2016 - 07:32

Indire le Olimpiadi a Roma? Nun c'è probblema: sono anni che fanno a gara e battono recorde su recorde su chi magna de ppiù.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Gio, 22/09/2016 - 07:39

Ha fatto bene, quel presuntuoso finalmente è stato zittito.

Ritratto di ellebor0

ellebor0

Gio, 22/09/2016 - 07:53

Di bene in meglio, oltre che sprovveduta è pure bugiarda e maleducata, poteva benissimo avvisare Malagò ed invitarlo a pranzo, no ?

canaletto

Gio, 22/09/2016 - 08:19

HA IMPARATO BENE LA BUFFONERIA DI GRILLO. E' SOLO UNA PAGLIACCIA CHE TENTA DI FARE IL SINDACO E INVECE FA GLI AFFARI SUOI. CHE SE NE VADA. COLPA DEI ROMANI CHE L'HANNO VOTATA E DI SALVINI E FDI CHE HANNO GARANTITO IL VOTO AI GRILLOTTI

Romolo48

Gio, 22/09/2016 - 08:20

Malagò, vuoi proprio che gli italiani ti dicano in faccia che bel mondo rappresenti? Non sono M5S ma sostengo con forza l'operato della Raggi.

GrecoFabrizioAl...

Gio, 22/09/2016 - 08:22

Pur non essendo un elettore 5stelle concordo con la scelta della giunta comunale di Roma. Le olimpiadi servono solo al Sig. MONTEZEMOLO e co. per far guadagnare i suoi amici delle cooperative, tutte impregnate solo di lavoratori stranieri .!!!!!!!

Ritratto di Azo

Azo

Gio, 22/09/2016 - 08:26

La Raggi, è FIGLIA delle ultime generazioni ed hà avuto insegnamenti ed una educazione, da una scuola che hà fatto di tutto per togliere dagli insegnamenti,"""L`EDUCAZIONE, IL RISPETTO VERSO TERZI E TUTTI I VALORI DELLA VITA"""!!! La vera causa di tutto ciò, sono i FASCIO-SOCIAL-CATTO-COMUNISTI, CHE DAL DOPOGUERRA, HANNO PENSATO SOLAMENTE AL LORO CONTO IN BANCA,BLATERANDO AI SETTE VENTI ED AIUTANDO SOLAMENTE I TESSERATI "PCI" METTENDOLI QUASI TUTTI TRA LE ALTE CARICHE GOVERNATIVE, QUELLE STATALI , SINDACALI ED INFINE DELLE COOP-ROSSE!!! Hanno fatto tutto questo e sono convinti di essere "DEMOCRISTIANI"??? Cosa pensate che faccia la gente ONESTA??? Questa Raggi, è una ribelle a questo INFAME SISTEMA, BASATO SUL CAPITALISMO DELLE BANCHE E DA PARLAMENTARI CORROTTI CHE HANNO CREATO LE MAFIE, PER NASCONDERE I LORO PECCATI E LA MALAPOLITICA DEI PROPRI DIRIGENTI,""" MA TUTTI PROTETTI DALLE TOGHE ROSSE"""!!!

Ritratto di .ginaDefrascati...

.ginaDefrascati...

Gio, 22/09/2016 - 08:27

ah,ah,ah,ah GRANDE RAGGI, l'ha mandato dove merita

Lapecheronza

Gio, 22/09/2016 - 08:28

Che buffonata questa faccenda del ritardo. Per vedere arrivare in orario qualcuno in Italia si deve andare sopra Trento e perché arriva con 37 minuti di ritardo urla allo scandalo. Vorrei sapere al CONI se ricevono tutti, Malagò compreso, con puntualità giapponese. Se ci sono i miliardi che servono per le olimpiadi (quelli oltre il contributi del CIO), perché non hanno i soldi per riparare gli autobus che sono oltre il30% fuori uso ?

Ritratto di bussirino

bussirino

Gio, 22/09/2016 - 08:36

Malagó Malagó.... Con le tue insistenze non ci sto. Sei un perditempo ed un grande imbroglione. A te interessano le Olimpiadi a Roma pe i tuoi palazzinari ma ai romani non ci pensi. I romani non li vogliono sapendo che sono soldi loro e degli italiani sprecati...buttati dalla finestra...mentre i problemi di Roma salirebbero a vista d'occhio. Se i romani hanno votato la Raggi per risolvere i problemi loro é giusto che il loro sindaco mantenga la promessa data. Se Malagó vuole soddisfare i suoi istinti economici chieda al sindaco di Milano di candidare la sua Milano dentro alla Expo visto che anche esso sará diventato una cattedrale abbandonata. Finalmente viene rispettata la volontá popolare con la Raggi. Tutti quelli votati per un Programma dovrebbero rispettarlo. Ecco perché questo Italicum deve essere approvato cosí com'é. Chi vince puó governare senza dare la colpa ad altri...gli italiani .... finalmente.... sapranno con chi prendersela. Rino Cesare Bussandri Sorso SS

Georgelss

Gio, 22/09/2016 - 08:38

Tra Raggi e Malago' chi buttereste giu dalla torre? Credo la Raggi

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Gio, 22/09/2016 - 08:51

Quando essere maleducati é un mestiere., E sarebbe pure un avvocato ???? MA CI FACCIA IL PIACERE !!!!!

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Gio, 22/09/2016 - 08:55

Un consiglio al nuovo sindaco...pardon sindaca...sindachessa che di si voglia, si installi al Pincio al posto del teatrino di Pulcinella, occhio pero' che i bambini sono spettatori acuti.

veronica01

Gio, 22/09/2016 - 09:22

E non aveva diritto di mangiare? E' un essere umano come i giornalisti del Corriere. Ma fateci il piacere.

Ritratto di Giano

Giano

Gio, 22/09/2016 - 09:40

Tanto per cominciare bisognerebbe abituarsi, o riabituarsi, a chiamare le cose col loro nome; cosa che, a quanto pare, abbiamo dimenticato. Un gabbiotto in strada fra auto parcheggiate sulle strisce blu sarebbe un “ristorante”? Il sindaco di Roma, incurante del fatto che avesse già fissato per quell’ora un incontro con Malagò, che la aspettava in Comune, mangia con “quattro …pardon, due amici al bar che volevano cambiare il mondo”, su un tavolino in mezzo alle auto parcheggiate in Via dei Mille. Non posso crederci, in Via dei Mille, non ha nemmeno l’attenuante che sia vicino al Campidoglio. Va bene che la gente ormai ha perso il senso della realtà (e anche delle più elementari norme di educazione) ma c'è un limite a tutto. La prossima volta che dovesse avere un incontro col Papa lo farà aspettare perché deve portare a passeggio il cane? Questo sarebbe il “nuovo che avanza”?

Ritratto di Giano

Giano

Gio, 22/09/2016 - 09:41

L’immagine del sindaco di Roma che salta un incontro con il presidente del Coni Malagò (che aspettava impaziente in Campidoglio) perché si intrattiene a mangiare in strada, come qualunque turista giapponese, ci dà la misura del degrado della politica e del livello di questa classe dirigente improvvisata, dilettante, superficiale, inadeguata, incapace, impresentabile, che di colpo, grazie a votazioni simili a sondaggi in rete, si ritrova ad occupare posti di responsabilità per i quali non sono preparati. In altri tempi un tale gaffe, una ingiustificabile mancanza di rispetto che è un insulto, sarebbe bastata per rassegnare le dimissioni. La prossima volta che avrà "impegni professionali" li affronterà in una paninoteca alla Garbatella o alla mensa della Caritas? Il sindaco di Roma salta l’incontro col presidente del Coni perché deve mangiare in strada con due amici, lungo un parcheggio in via dei Mille; ditemi che non è vero. Poveri romani, come vi siete ridotti.

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 22/09/2016 - 09:47

Malagò ha aspettato? Oddio... Mahhh tutti i comuni mortali,cioè i cittadini vessati da tutte le italiche istituzioni che oltre ad essere dissanguati dalle tasse ed imposizioni varie, spendono un terzo della loro vita ad aspettare in code mostruose o a correre da una sede all'altra?? malagò,montezemolo ma andate AFC e..rimaneteci

Ritratto di Giano

Giano

Gio, 22/09/2016 - 10:18

Ciò che è inaccettabile non è il rifiuto delle Olimpiadi, sul quale si può anche essere d’accordo, ma lo sgarbo ingiustificabile del sindaco di Roma (non di Pompu) che salta bellamente un incontro istituzionale col presidente del Coni (simpatico o meno, ma rappresenta il Comitato olimpico nazionale), perché è a pranzo con amici. Poi, con calma, arriva in Campidoglio alle 16 (con un’ora di ritardo rispetto all’ora fissata), e comincia la sua conferenza stampa a base di sorrisini imbarazzati e imbarazzanti e slides da far invidia a Renzi, con poche parole impacciate e l’aria di una ragazzina che si trova lì per caso, come se dovesse organizzare una gitarella con amici fuori porta. Questa sarebbe la “sindaca” della Capitale d’Italia, quella che, in tale veste, è destinata a ricevere ed incontrare alte personalità civili, religiose, politiche e capi di Stato? E sorride, sorride sempre, lei; i romani un po’ meno.

salvofranco

Gio, 22/09/2016 - 15:42

No Giano (10:08)! Nella sostanza, di fronte a chi si è mangiato Roma (Mafia Capitale) nonchè l'Italia (destre e sinistre INSIEME portandoci al punto in cui siamo!) è veramente risibile chi s'attacca ad un ritardo. Rispettiamo i romani che l'hanno votata e aspettiamo la fine del mandato per giudicare. Per gli altri questo principio è valso (e abbiamo visto i risultati, neh!) e per Virginia Raggi.. no? Mi pare che ci si cominci a stracciare le vesti troppo presto... vi da fastidio che finisca la pappatoria del passato?!

Ritratto di Giano

Giano

Gio, 22/09/2016 - 16:55

No, salvofranco, le mangiatoie del passato non giustificano il pressapochismo, il dilettantismo e la maleducazione istituzionale; siano 5 stelle o sia la pensione Mariuccia. Per inciso sono contrario alle Olimpiadi, ed a molto altro; ciò che non tollero è questo atteggiamento infantile di chi vuole governare l'Italia e non rispetta nemmeno le più elementari norme della buona educazione. Non c'è bisogno di avere decenni di esperienza politica per sapere che se dai un appuntamento a qualcuno (sia il presidente del Coni o sia un operatore ecologico) rispetti l'impegno o, se non puoi rispettarlo per qualche ragione, ti giustifichi e chiedi scusa. Non è politica è buona educazione. E se non si rispettano queste norme elementari non si è credibili ed affidabili; a maggior ragione si può pensare che non si rispettino nemmeno gli accordi e gli impegni politici. E' un indice del livello morale delle persone.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 22/09/2016 - 23:53

@giano: cominciamo dalle promesse elettorali a mantenere gli appuntamenti e gli impegni ovviamente il "bon ton" fra persone istituzionali è il binario in cui corre il "buon vicinato" di chi rappresenta i cittadini e i rapporti fra le Autorità della Nazione. Ossequi.