Ragusa, lite al centro profughi: un arresto per tentato omicidio

Un richiedente asilo è stato arrestato dalla polizia di Ragusa perché ha cercato di accoltellare un altro ospite di un centro di accoglienza della città

Un richiedente asilo è stato arrestato dalla polizia di Ragusa perché ha cercato di accoltellare un altro ospite di un centro di accoglienza della città. L'uomo aveva nella sua stanza cinque coltelli sottoposti a sequestro. I fatti si sono svolti domenica quando nella notte, al 113, è arrivata la segnalazione di un'aggressione nella struttura. Immediatamente sul posto gli agenti hanno bloccato un ghanese, ospite del centro, e recuperato un grosso coltello da cucina con una lama affilata ancora sporca di sangue. I poliziotti hanno soccorso anche un dipendente dello stesso centro feritosi nel tentativo di fermare l'aggressore. Quella sera diversi ospiti erano intenti a guardare una partita di calcio in televisione, tra due squadre africane. Al gol di vantaggio alcuni avevano esultato chiassosamente. La circostanza aveva disturbato un altro ospite che stava facendo una telefonata e che, infastidito, ha cercato di spegnere il televisore. Ne è nata una violenta discussione con un altro ospite sfociata nell'aggressione. L'uomo è stato condotto in carcere.

Commenti
Ritratto di diemme62

diemme62

Gio, 19/01/2017 - 17:35

Si ammazzano per una partita di calcio: non solo portano il peggio della loro "cultura", ma assorbono anche il peggio della nostra ...

dondomenico

Gio, 19/01/2017 - 17:54

Un ghanese richiedente asilo..ma state prendendo in giro la gente? Io sono stato ad Accra, capitale del Ghana per chi non lo sapesse, e guerre non ne ho viste! Correggere la dicitura "richiedente asilo" con "clandestino" e, chi di dovere, si attivi per rispedirlo a casa sua a calci negli attributi!

Sonia51

Gio, 19/01/2017 - 17:57

Nella Ragusa dalmata non sarebbe successo ... infatti lì non ci sono clandestini (non profughi: clandestini).

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 19/01/2017 - 18:09

Il clandestino ha fatto 13. Vitto e alloggio garantiti. Pagano i sudditi della provincia italiana del Regno del Caos europoide.

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 19/01/2017 - 18:45

Ma noooo,era solo un semplice scambio di opinioni!!

tersicore

Gio, 19/01/2017 - 19:05

Sonia51@ Purtroppo per noi è vero quanto affermi. Solo L'Italia importa la feccia del mondo e presto se ne accorgeranno anche gli sprovveduti che votano PD, quando vedranno le loro case occupate o svaligiate, e i loro figli maledire la nefasta, criminale terrificante ideologia cattocomunista, che ha partorito il mostro dell'ipocrita buonismo..

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Gio, 19/01/2017 - 19:23

MA PORCA MISERIA, ABBIAMO IL CENTRO ITALIA IN GINOCCHIO E DOBBIAMO SPENDERE RISORSE ED ENERGIE PER SEDARE RISSE DI PRESUNTI PROFUGHI. AL PRIMI SCHIAMAZZO ESPULSIONE. BASTA CON 'STA STORIA DELL'ACCOGLIENZA, BASTA!

piazzapulita52

Gio, 19/01/2017 - 19:32

.....una roba da matti! Continuano a chiamarli profughi! Quelli, lo sanno tutti, sono dei clandestini, vagabondi e parassiti. Qui in Italia, e vorrei dire in Europa, non c'è posto per loro!

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Gio, 19/01/2017 - 20:34

Esercizio di giornalismo: guardate la foto ed esprimete il livello di cultura che ne emana.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 20/01/2017 - 10:11

Sembrano tutti fini poeti, letterati, scienziati.