Rai, un 2017 da incubo: persi 400mila spettatori in prima serata

Per la Rai il 2017 è un anno da dimenticare. Dodici mesi scanditi da programmi flop e continui aggiustamenti al ribasso per quanto riguarda gli spot pubblicitari

Per la Rai il 2017 è un anno da dimenticare. Dodici mesi scanditi da programmi flop e continui aggiustamenti al ribasso per quanto riguarda gli spot pubblicitari. A tutto questo va aggiunto anche l'uscita di scena di Milena Gabanelli e soprattutto l'addio ai Monndiali del 2018 che saranno trasemssi su Mediaset. Insomma un periodo davvero nero per viale Mazzini che deve fare i conti con un Fazio che non decolla su rai Uno e le Parodi che hanno affossato un programma storico come Domenica In. In soli 12 mesi la rai ha perso per 410mila telespettori, come sottolinea il Fatto Quotidiano. Il dato in questione riguarda la fascia della prima serata che è quella su cui si combatte la grande guerra dello share. Se si guardano i dati in valore assoluto il calo è evidente. All'appello nel 2017 mancano ben 123.764 spettatori.

Nel dettaglio bisogna poi guardare le cifre e le "perdite" che riguardano proprio la prima serata. Non si salva nemmeno una delle tre reti generaliste del servizio pubblico. Infatti Rai Uno perde 44.143 spettatori rispetto al 2016. Le cose vanno peggio sulla sceonda rete dove c'è un calo di 187.933 spettatori. E ancora su Rai Tre il calo è stato di 177.963 spettatori. Il nuovo anno si sta per aprire con tante incognite. Pe rilo contenitore della domenica pomeriggio non sono state trovate soluzioni e sta per scoppiare una grana tutta interna alla redazione Sport con uno sciopero che lascerà senza commento Juventus-Torino di Coppa Italia. Il 2018 dunque si annuncia più difficile del 2017.

La Rai comunque non vuol sentir parlare di problemi sugli ascolti e in una nota afferma: "I risultati del 2017 sono in linea con il precedente anno, con una forte crescita negli ultimi 4 mesi. Dal 1 settembre al 31 dicembre, infatti, l'offerta Rai ha guadagnato nell'intera giornata +0.5 punti di share e +123 mila spettatori rispetto allo stesso periodo del 2016. Ancora più importante è l'incremento nel prime time e nel daytime: in prima serata i canali Rai conquistano in entrambe le fasce quasi un punto in più, +0.9, con +146 mila spettatori nella prima serata e +195 mila nel daytime rispetto al 2016". "Sull'intero anno - prosegue la nota di Viale Mazzini - i risultati restano allineati al precedente, considerato che gli ascolti del 2016 sono stati influenzati dagli Europei di Francia e dalle Olimpiadi di Rio nei mesi di giugno, luglio e agosto. Escludendo questo periodo, infatti, Rai cresce del +0.2 nell'intera giornata, + 0.6 nel prime time e +0.2 nel daytime mentre i principali competitor presentano un calo in tutte le fasce. Non una 'fuga dalla Rai', dunque, ma una 'fuga verso la Rai''', conclude la nota.

Commenti

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 02/01/2018 - 11:15

persi solo 400.000 spettatori?? esgeratamente pochi in rapporto a quelli che meriterebbe di perdere in base alle trasmissioni politicizzate sempre a favore della sinistra ed alla povertà dei programmi! inoltre dimentichiamo sempre che il canone è obbligatorio ed a favore di tesserati che comportano continue perdite: ma nei bilanci di fine anno, nessuno cerca di porre rimedio ad una situazione che dovrebbe imporre la chiusura definitiva almeno di due reti.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 02/01/2018 - 11:21

Speriamo per un 2018 ancora peggiore: spariranno molti pagliaccetti e saltimbanchi di sinistra,tipo Fazio,Littizzetto &Kompagni assortiti.

PAOLINA2

Mar, 02/01/2018 - 11:23

Sig. Grilli illuminato giornalista scriva anche, se ne ha il coraggio o il permesso del suo direttore del flop della Panicucci nei confronti di Amadeus nello spettacolo di fine anno, come ha avete fatto nelle ultime settimane sul flop delle sorelle Parodi nei confronti della D'Urso, siate piu' obiettivi che la cattiveria non vi porta da nessuna parte. meno cattivi.

Reip

Mar, 02/01/2018 - 11:30

E intanto noi a pagare il canone! Muti e rassegnati!

cgf

Mar, 02/01/2018 - 11:31

Quando ci si crede invincibili... è allora che si cade, vero Fazio?

Ritratto di .debborah...

.debborah...

Mar, 02/01/2018 - 11:37

e da quando in qua i taglieggiati di mammama fiorai si chiamano spettatori?

il corsaro nero

Mar, 02/01/2018 - 11:43

@PAOLINA2: coma al solito non hai capito una mazza! non si parla di un programma singolo, ma di una perdita costante di spettatori a lungo termine! Vogliamo parlare, allora, del flop di Domenica In rispetto a Domenica Live della D'Urso? O di Striscia la Notizia rispetto ad I soliti ignoti?

mareblu

Mar, 02/01/2018 - 11:49

FIN QUANDO RESTERA' SOLTANTO AMLIFICATORE DEI POLITICI DI TURNO DEI VIP DEI BARONI E DEL CLERO NE PERDERA' OGNI ANNO DI PIU' IN QUANTO I GIORNALISTI RAI NON AFFRONTANO MAI ALTRE, E VERE PROBLEMATICHE A CUI LA GENTE E SOTTOPOSTA TUTTI I GIORNI. LORO I VERI PROBLEMI DI 5 MILIONI DI ITALIANI LI OCCULTANO !!!!. IO HO GIA' DECISO PER LA DISDETTA. CHE VOLETE CHE MI IMPORTI DEI PROCLAMI DEI POLITICI! PRIMA FINISCE E MEGLIO E'

Popi46

Mar, 02/01/2018 - 11:54

In accordo con i precedenti post,è soprattutto la mediocrità culturale della programmazione che fa cadere le braccia...se un abbonato (obbligato) non vuol vedere,ad es,Fazio, cambia canale e si ritrova don Mattteo XXV serie o i pacchi di nome e di fatto....

Tarantasio

Mar, 02/01/2018 - 12:17

meno spettatori, meno deficienti, meno pubblicità, meno canoni, più sovvenzioni statali

Gianca59

Mar, 02/01/2018 - 12:17

Nell anno in cui tutti quelli che dovrebbero pagare il canone lo pagano, la Rai perde spettatori....complimenti, soldi buttati in emerite stupidate che non acchiappano....

renato1943

Mar, 02/01/2018 - 12:32

Io sono di sinistra ma la tv.di stato e la sinistra italiana fanno pena!!!!!!

Marcolux

Mar, 02/01/2018 - 12:34

In compenso, hanno guadagnato milioni il duo vergogna Fazio-Littizzetto! Che schifo questa RAI in mano al PD e alla sinistra!

voiturderi

Mar, 02/01/2018 - 12:53

@PAOLIN2 non prendertela come avrai capito in questo giornale on line buona parte dei commentatori è appena uscita da istituti ma non sono guariti la loro demenza è cronica si dilettano sulla tastiera con quella sono dei Leoni se invece sono di fronte sono piagnucolose pecorelle. Se il giornalista, che sia del Fatto o del Giornale poco importa( comunque capisco l'importanza della pecunia) avesse voluto dare una notizia completa avrebbe fatto un anailisi sulle atre emittenti(mediaset,la7), dove sono finiti i 400.000 spettatori, etc. Non so se poi i diritti per i mondiali 2018 saranno renumerativi. Visto che tutte le televisioni pubbliche la cui nazionali sono state escluse non li hanno acquistati

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 02/01/2018 - 12:54

Venderla, provatizzarla, chiuderla. Questo sono le soluzioni per questo osceno baraccone.

anguilla

Mar, 02/01/2018 - 13:17

vedremo come andra fazio nel 2018

Garganella

Mar, 02/01/2018 - 13:21

Voiturderi e Paolina: troooooppo intelligenti per i lettori di queste pagine! Devono trasferirsi in altri paesi! Così non li avremo più tra le palle!

silvano45

Mar, 02/01/2018 - 13:23

Hanno già la ricetta in tasca assumere altri compagni di merende targati solo PD possibilmente con qualche trascorso nella estrema sinistra senza nessuna esperienza e aumentarsi i compensi per i meriti acquisiti..

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 02/01/2018 - 14:29

abbassate il canone a 60 euro. qualcuno l'aveva promesso...

Ritratto di nowhere71

nowhere71

Mar, 02/01/2018 - 14:32

con un cialtrone strapagato del calibro di Fabio Che Fazio e il suo Che Tempo Che Fa questo risultato era nell'aria.

PAOLINA2

Mar, 02/01/2018 - 14:46

Caro Garganella mi avrai sempre e ovunque tra le palle, rassegnati, che mi diverto tanto a leggere i commenti di persone ignoranti, allineati e ottusi come te e il tuo compagno di merende il corsaro nero.

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Mar, 02/01/2018 - 14:51

...@Garganella nessun paese serio accoglierebbe PAOLINA2 e volturderi....la mediocrità non è ben accetta

mareblu

Mar, 02/01/2018 - 14:54

VOITURDERI ( LA DEMENZA NON E' MAI DATA DAI LEONI ) OCCHIO, QUANDO SCRIVI RICORDA SEMPRE CHE LA GENTE; NON PARASSITA TIENE LA BAVA ALLA BOCCA.

PAOLINA2

Mar, 02/01/2018 - 15:58

Sciaquatela la bocca ogni tanto se tieni la bava.

Ritratto di tomari

tomari

Mar, 02/01/2018 - 17:32

@PAOLINA2: Commenti di persone ignoranti e ottuse...praticamente il tuo ritratto! allineati e ottusi? Impara l'italiano, se ti riferisci a persone come hai scritto nel tuo post, si dice OTTUSE ,on ottusi! Ma già, tu sei una seguace della buona SQUOLA.

Ritratto di albireo6

albireo6

Mar, 02/01/2018 - 19:08

Villanzoni parolai...pagate la tassa e assorbitevi tanta pubblicità!

voiturderi

Mar, 02/01/2018 - 21:04

Ah @CORSARO NERO classica persona da non tener conto se viene offeso va a letto contento

mareblu

Mar, 02/01/2018 - 23:02

PAOLINA , FORZE TU NNE' CAPITO NIENTE CON LA MIA BAVA TU NON BERRESTI MAI !.

Ritratto di Giano

Giano

Mer, 03/01/2018 - 04:41

Non è chiaro se questo articolo sia serio, oppure sia un esempio di satira sull’informazione. Parte annunciando come un incubo la perdita di ascoltatori della RAI: “In soli 12 mesi la rai ha perso 410mila telespettatori”. E chiude con la stessa RAI che annuncia un incremento di spettatori: “I risultati del 2017 sono in linea con il precedente anno, con una forte crescita negli ultimi 4 mesi.”. Il tutto condito da dati ridicoli a base di percentuali dello “Zero virgola”. Basta questo dato: “All'appello nel 2017 mancano ben 123.764 spettatori.”. E questo sarebbe un dato serio? Centomila spettatori in meno in un anno sarebbero un incubo? Non voglio certo difendere la RAI, inguardabile; ma Mediaset non è certo meglio. Almeno, se volete fare paragoni, fateli con dati reali e seri. Non basta un punto di share in più o in meno a stabilire il successo RAI o Mediaset. E’ la qualità che conta. E quella, salvo rare eccezioni, latita su tutte le reti.

gneo58

Mer, 03/01/2018 - 08:51

errore di battitura, manca uno zero.