Rai, incendiata auto del responsabile anticorruzione

L'azienda: "Atto di chiaro intento intimidatorio". Il consigliere Diaconale: "Stupito e preoccupato"

Un atto in puro stile mafioso, quello accaduto contro il responsabile dell'Anticorruzione e direttore Internal Audit della Rai. Nella notte tra l'11 e il 12 novembre, infatti, qualcuno ha dato fuoco all'auto di Gianfranco Cariola.

Un episodio "di chiaro intento intimidatorio", dicono da viale Mazini, ribadendo "la ferma decisione di proseguire nelle azioni avviate nel sostegno della cultura della legalità". Dietro alla vicenda ci potrebbe essere lo scandalo sui fondi neri che - come racconta il Corriere, le società dei fratelli David e Danilo Biancifiori avrebbero utilizzato per corrompere dirigenti e funzionari Rai per ottenere il monopolio delle forniture tecniche.

"Rimango stupito di fronte a questa notizia, ma soprattutto preoccupato, perché se avvengono vicende di questo genere vuol dire che ci sono problemi giganteschi in questa azienda", ha commentato il consigliere Rai, Arturo Diaconale, "Io non posso ovviamente concludere che la vicenda sia legata all'attività che ha svolto e che svolge Cariola in Rai. Però tutto lascia credere che ci sia un rapporto di causa ed effetto. E se gli effetti sono questi vuol dire che ci troviamo di fronte a fenomeni veramente preoccupanti. Mi auguro che sia una vicenda occasionale, che sia tutto dipeso da un corto circuito. La prima reazione a caldo, però, è quella della preoccupazione".

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 13/11/2015 - 18:28

Non mi stupirei più di tanto se dentro questo carrozzone di sfaccendati e parac....venisse scoperto qualche "giro strano" di fondi neri o corruzione....soprattutto nei confronti di un ben definito orientamento politico che, storicamente parlando, ha dimostrato indubbie capacita in questo senso.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 13/11/2015 - 18:48

questo vuol dire che c'è la corruzione e nessuno deve indagare.