Rapita e portata in Siria dal papà: dopo due anni la bimba torna a casa

Nell'agosto 2017, con la scusa di condurla in un parco divertimenti, il padre portò la bimba in Siria. Ora è finalmente tornata a casa dalla sua mamma

Era uscito di casa con la figlia piccola per portarla al parco giochi. Ma non ha più fatto ritorno a casa. Il padre 42enne si è invece diretto di corsa all'aeroporto dove ha preso il primo volo in partenza per la Siria. Con lui la bimba.

Era l'agosto del 2017 quando, con la complicità di un amico, il 42enne siriano ha preso la figlia di 9 anni e l'ha fatta salire su un volo diretto nel suo Paese di origine. All'oscuro di tutto la madre della piccola, una donna di origine ecuadoriana, che da quel momento non ha più visto la sua bimba tornare a casa. Sotto choc, la donna era riuscita a mettersi in contatto con il 42enne. Lui più volte le aveva promesso di fare ritorno a breve con la figlia in Italia, ma le parole non hanno mai avuto un seguito reale. La promessa era stata fatta anche agli investigatori italiani, ma non è mai stata mantenuta.

Così per oltre due anni, la bimba è stata tenuta lontana dalla sua casa e dalla sua mamma. Solo ora, dopo anni di accordi e telefonate, l'uomo ha accettato di rientrare in Italia. Ieri è infatti partito con la piccola da Damasco in direzione Milano. Come riporta il Giorno, un esperto per la sicurezza in Libano e poi i poliziotti dello Scip (Servizio per la cooperazione internazionale di polizia) hanno seguito passo passo tutte le fasi del viaggio del siriano. Dopo essere passato per Beirut e Francoforte, l'uomo è atterrato all'aeroporto di Malpensa e da lì è stato subito portato in Tribunale.

Nell'aula della nona sezione penale oggi si è tenuta l'udienza del processo nel quale il 42enne siriano è accusato di sottrazione internazionale di minore. Ed è proprio nei corridoi del palazzo di giustizia che la mamma ha potuto finalmente riabbracciare la sua bimba dopo più di due anni.

Ora l'uomo, come indicato dal giudice, sarà sottoposto a un programma per la messa alla prova. La piccola invece, dopo aver rincontrato tutti i suoi affetti, potrà tornare a vivere la sua vita con la mamma.

Altri casi

Non è la prima volta che si verificano storie come questa. Nel 2017, ad esempio, dopo cinque anni lontana da casa, Emma è tornata ad abbracciare la madre. Venne rapita e portata in Siria dal padre quando aveva solo due anni. "Siamo in Siria, non ci rivedrai mai più", scrisse l'uomo via sms alla ex moglie. Condannato a dieci anni di carcere per rapimento e sottrazione di minore, il siriano fu arrestato e la piccola fece rientro in Italia.

Commenti

blu_ing

Ven, 29/11/2019 - 18:46

ADESSO SPENDIAMO I NOSTRI SOLDI PER EQUADOREGNI E SIRIANI MA chi se ne frega ma VFC....

Ritratto di melara

melara

Ven, 29/11/2019 - 20:11

e ti credo che è ritornato vuoi mettere la tranquillità che c'è a Milano che a Damasco

Ritratto di moshe

moshe

Ven, 29/11/2019 - 20:47

ALTRA FAVOLA STRAPPALACRIME DELLA QUALE EXTRACOMUNITARI CI FANNO GODERE ... RIMPATRIAMO MADRE E FIGLIA !!! ABBIAMO FAMIGLIE ITALIANE CHE NE HANNO PIU' BISOGNO !!!