Ratzinger "torna in campo" con il cardinale isolato da Francesco

L'anticipazione della prefazione di Ratzinger al libro del cardinale Sarah fa ipotizzare un "clamoroso" ritorno nell'arena ecclesiale del papa emerito

Benedetto XVI si è sempre tenuto in disparte. O quasi. Da quanto Joseph Ratzinger ha abdicato al trono di Pontefice, non ha mancato in alcune occasioni di mandare alcuni messaggi, senza mai presentarsi in netta contrapposizione con papa Francesco.

Ratzinger vs Bergoglio?

L'ultima "discesa in campo" risale a pochi giorni fa, quando Benedetto XVI ha dichiarato che "con il cardinal Sarah la liturgia è in buone mani". A prima vista si direbbe nulla di strano. In realtà come spiegato da Riccardo Cascioli su La Bussola Quotidiana, "il Papa emerito – pur con il suo stile discreto - scende direttamente in campo a difesa del cardinale Robert Sarah che, come prefetto della Congregazione per il Culto divino, è stato ormai isolato ed emarginato dalle nuove nomine di papa Francesco, e pubblicamente smentito nel suo indirizzo dallo stesso Papa".

Insomma: Bergoglio lo sconfessa e Ratzinger lo stima. Non è guerra tra papi, certo. Ma in questo modo vengono a galla le differenze di approccio tra i due pontefici. E le parole del successore di Giovanni Paolo II contano ancora molto. "Il clamoroso gesto di Benedetto XVI - scrive Cascioli - è arrivato sotto forma di post-fazione per un libro del cardinale Sarah, “La force du silence” (Il potere del silenzio), non ancora tradotto in italiano. Il testo dovrebbe essere pubblicato sulle prossime edizioni del libro, ma è stato reso pubblico ieri sera dal sito americano First Things".

La prefazione per il cardinale Sarah

Benedetto definisce Sarah "maestro spirituale, che parla dal profondo del silenzio con il Signore, espressione della sua unione interiore con Lui, e per questo ha da dire qualcosa a ciascuno di noi". Parole estremamente elogiative, così tanto distante dal freddo rapporto che il cardinale ha con l'attuale Papa. "Non è un mistero infatti - spiega Cascioli - che nel corso dell’ultimo anno il cardinal Sarah è stato via via esautorato di fatto, prima con la nomina dei membri della Congregazione che ha avuto l’esito di circondare Sarah di personaggi progressisti apertamente ostili alla “riforma della riforma” invocata da Benedetto XVI e che il cardinale guineano tentava di realizzare. Poi l’aperta sconfessione da parte del Papa a proposito della posizione degli altari; quindi la nuova traduzione dei testi liturgici che sarebbe allo studio di una commissione creata a insaputa e contro il cardinale Sarah; infine le mosse per studiare una messa "ecumenica" bypassando la Congregazione stessa".

Niente rose e fiori, insomma. Ma Ratzinger con la sua prefazione al libro di Sarah sembra volerlo rimettere al centro della Congregazione da cui sembra quasi essere stato esautorato. Scrive Benedetto XVI nella prefazione: "Così come per l’interpretazione della Sacra Scrittura, anche per la liturgia è vero che è necessaria una conoscenza specifica. Ma è anche vero della liturgia che la specializzazione può mancare l’essenziale a meno che non sia radicata in una profonda, interiore unione con la Chiesa orante, che sempre di nuovo impara dal Signore stesso cosa sia l’adorazione". Poi aggiunge: "Con il cardinale Sarah, maestro del silenzio e della preghiera interiore, la liturgia è in buone mani".

Commenti

VittorioMar

Gio, 18/05/2017 - 17:24

...TROPPO TARDI !!..I FEDELI SONO TUTTI "SCAPPATI" E RIPORTARLI IN "CHIESA" E' DIFFICILE !!...SERVE TROPPO TEMPO E BENEDETTO XVI...E' TROPPO ANZIANO !!

onurb

Gio, 18/05/2017 - 17:51

Bergoglio è amato da coloro che in chiesa non ci vanno mai. Parlando con un sacerdote, gli ho chiesto quale interesse può avere il Papa nel gettare discredito su Medjugorje. Posso nutrire dubbi sulla ripetitività delle apparizioni, ma, in fondo, i frutti che si raccolgono dovrebbero essere graditi alla Chiesa: i milioni di persone che vi si recano vanno a pregare e questo è ciò che conta. Anche il sacerdote era perplesso e mi ha confessato che quest'anno ci andrà due volte. Alla faccia di Bergoglio.

disturbatore

Gio, 18/05/2017 - 18:20

Ratzinger da buon tedesco mira ad operare dalle retrovie , mira ad avere la regia in mano , mira a far lavorare la Mente credendo che tutti gli altri non sappiano farlo come lui . Mirano a controllare il mondo in senso matematico . Che il suo abbandono non era definitivo si presumeva gia´. I tedeschi hanno da sempre avuto il pallino del riformismo , ma sempre a casa degli altri mai a casa loro. Si tengono un cancelliere per ventanni e predigano il cambiamento nei Paesi vicini . Alla faccia della Democrazia . Un ritorno in campo del Cardinale Ratzinger riporterebbe di nuovo i veleni in campo che hanno gia´fatto male nel passato . Ratzinger sa operare dietro le quinte ma stare davanti a prendersi le uova in faccia , beh quello no´. Kopfgesteuert , guidati dal cervello . Difficile che questi accademici sappino trasmettere un qualche sentimento .

venco

Gio, 18/05/2017 - 18:28

Non è Francescooo è il massone Bergoglio

lonesomewolf

Gio, 18/05/2017 - 18:56

"caro" (si fa per dire) disturbatore, ha proprio ragione. Il suo intervento disturba la gente normale, quella che si professa cristiana, che ama la Chiesa come istituzione divina, che non ama invece Bergoglio che tanto sta facendo per distruggerla. Inoltre disturba quel suo modo di affermare le cose, un poco bellico, con quella terminología da seconda guerra mondiale....operare nelle retrovie...ecc. Papa Ratzinger sarebbe una manna che potrebbe guarire una Chiesa ferita gravemente, altroche'.

manfredog

Ven, 19/05/2017 - 00:22

..'Bergoglion' è amato da tutti quelli ai quali i genitori hanno raccontato tante belle favole per farli addormentare più presto possibile, in un sonno lungo e profondo, che fa tanto bene, a chi le racconta. mg. p.s.: al risveglio..!? Al risveglio loro hanno trovato tanti altri bei libri di favole che hanno anche potuto e continuato a leggere da soli, perché a scuola gli avevano insegnato come bisognava leggerli..

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 19/05/2017 - 03:46

#disturbatore. Lei, prima non sa distinguere quello che bergoglio ha distrutto nella chiesa da Papa, Perche se non sarebbe cosi le Chiese in Italia non sarebbero cosi vuote, Bergoglio da Papa cristiano é diventato un Imam musulmano che propaga di farci invadere da Milioni di Barbari rimasti al 7 secolo dopo Cristo, Mentre Ratzinger da grande Teologo ha saputo dire nel suo discorso a Ratisbona la veritá sul,Islam, Ratzinger non ha mai lavorato dietro le Quinte, É lui non é la per prendersi le uova in faccia ma per guidare il Credo Cristiano, É poi lei deve imparare meglio il Tedesco perche "KOPFGESTEURT" vuol dire guidati dalla testa é non dal Cervello! mentre "GEHIRNGESTEURT" vuol dire guidati dal Cervello!Lei ha confuso la Testa con il Cervello!Ma per una persona come lei che omaggia un Papa musulmano é una Cosa normale!.

MOSTARDELLIS

Ven, 19/05/2017 - 03:55

E' evidente l'enorme abisso che differenzia i due Papi. L'eleganza teologica di Ratzinger è anni luce al di sopra del goffo comunismo di Bergoglio. Cos'era da giovane? Chimico? Ah....un po' lontana dalla teologia...

Popi46

Ven, 19/05/2017 - 06:30

Il disturbatore ha il cervello disturbato

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 19/05/2017 - 07:59

#disturbatore.Lei, sostiene che Ratzinger non sá trasmettere i sentimenti?, É bergoglio Cosa trasmette l,Invasione Islamica in Italia? Oramai questo Imam vestito di bianco difende solo i Musulmani é questo mentre nel Medio Oriente i Cristiani vengono uccisi a migliaia dai Musulmani! Dove é qui bergoglio che difende i diritti dei Cristiani in Medio Oriente?,Ratzinger sa operare dietro le quinte? Mentre bergoglio si prende le uova in faccia?! Qui chi si é preso le uova in faccia é stato Ratzinger che su pressioni di Obama si é dovuto dimettere!É lei dovrebbe imparare meglio il Tedesco perche "KOPFGESTEURT" vuol dire guidati dalla Testa! Mentre "GEHIRNGESTEURT" vuol dire guidati dal Cervello! Lei ha confuso la Testa con il Cervello! Ma questo é normale per una persona che omaggia un papocchio che si é venduto al Club Bilderberg!.

un_infiltrato

Ven, 19/05/2017 - 08:38

Ratzinger dimissionario è una prova dell'esistenza di Dio. Francesco è giunto appena in tempo per salvare la Chiesa. Lunga vita a Papa Bergoglio.

Franco40

Ven, 19/05/2017 - 08:44

Benedetto XVI ha chiara l'idea di cosa sia il Corano e l'Islam. Papa Francesco mi da l'impressione che sia un illuso; invece di cercar di controllare l'Islam, la cui aggressività è nota, sembra faccia di tutto per spingere i Cattolici ad essere succubi, mi auguro che gli altri Cristiani siano più lungimiranti e ciò per il bene della nostra Religione.

vittoriomazzucato

Ven, 19/05/2017 - 08:44

Sono Luca. A me francamente il "nuovo Papa" non mi convince e ancora la nomina di Bergoglio mi dice tanto di congiura tra i cardinali di sinistra e quelli di destra. Per me Ratzinger resta il vero Papa e l'ultimo potrebbe tornarsene in Argentina con la carica di presbitero. GRAZIE.

Topo1941

Ven, 19/05/2017 - 09:14

.....Verrà un papa di transizione (Ratzinger) il quale sarà sostituito da un nuovo Pontefice (Bergoglio il quale verrà nominato: l'anticristo) che imporrà un mostro sugli altari e decreterà la fine della chiesa cattolica....