Reggio Emilia, il manifesto di Irina Shayk coperto con il velo islamico

Tre manifestati con la celebre modella Irina Shayk sono stati presi di mira da ignoti. Questi durante un raid notturno hanno ricoperto la top model con il velo tipicamente islamico. Ora la Digos indaga

I cartelloni pubblicitari di Intimissimi che immortalono la bellissima modella Irina Shayk tappezzano le nostre città. Nulla da dire, anzi. Ma non tutti la pensano così. Ignoti hanno infatti deturpato l'immagine presente sui manifesti con un velo islamico.

Goliardata o segnale di integralismo?

Durante la notte tre manifesti pubblicitari della modella russa in lingerie sono stati imbrattati nella zona della stazione ferroviaria di Reggio Emilia. La top model dopo il raid risulta ora ricoperta dallo chador tipico delle donne dei Paesi islamici, come precisa il Resto del Carlino. Una goliardata o un segnale di integralismo islamico? Non è dato saper, ciò che però preoccupa è la scritta lasciata da ignoti, che copre il nome del marchio con la scritta "Easy's", la cui pronuncia risulta simile a quella dello Stato Islamico. Ora la Digos è impegnata a fare chiarezza. (Clicca qui per vedere la foto)

Per ora l'unico dettaglio è quello riguardante la pittura usata: inizialmente si pensava fosse stata usata una bombolette spray, tipica dei writer che imbrattano il più della volte le città e le vie cittadine. Però fanno sapere gli inquirenti, quella usata in questa azione è pittura, il che potrebbe indicare un atto premeditato e ben organizzato.

Commenti

blackindustry

Lun, 08/05/2017 - 15:41

Bufala, i musulmani sono delle personcine cosi' per bene... Non creano problemi ovunque vadano...